DIRETTA / Coppa Davis 2018 Italia Francia (1-1): Fognini vince e pareggia la sconfitta di Seppi

- Claudio Franceschini

Diretta Coppa Davis 2018, Italia Francia: info streaming video e tv, orario delle partite. A Genova la nostra nazionale di tennis maschile cerca il pass per la semifinale contro i campioni

Fognini_giallo_tennis_lapresse_2017
Fabio Fognini (foto da Lapresse)

Fabio Fognini ha vinto il secondo singolare di Italia Francia di Coppa Davis a Genova battendo in quattro set Jeremy Chardy: il tennista ligure ha così ristabilito la parità dopo la precedente sconfitta di Andreas Seppi contro Lucas Pouille in cinque set. Fognini ha invece avuto la meglio su Chardy con il punteggio di 6-7, 6-2, 6-2, 6-3, successo che possiamo dunque definire netto e meritato, sia pure maturato dopo la sconfitta al tie-break nel primo set. Abbiamo però già descritto la grande reazione di Fognini nei successivi due parziali, che gli hanno consentito di passare in vantaggio prima di chiudere lopera nel quarto set. Fabio è partito subito bene nel decisivo parziale, portandosi sul 3-0 strappando il servizio al secondo game; Chardy, sullorlo del baratro, è stato bravo a reagire, ha strappato a sua volta la battuta allazzurro nel quinto game risalendo fino al 3-3, ma qui di nuovo è scattato Fognini: break allottavo gioco, tre game consecutivi ed ecco il 6-3 che ha portato la vittoria allItalia. Appuntamento a domani alle ore 14.00 con il doppio, che dovrebbe vedere Bolelli/Lorenzi contro Herbert/Mahut. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FOGNINI IN VANTAGGIO

Fabio Fognini è passato in vantaggio per 2-1 nel secondo singolare di Italia Francia di Coppa Davis a Genova: il tennista ligure, padrone di casa in tutti i sensi nel suo capoluogo di regione, è contrapposto al transalpino Jeremy Chardy che aveva conquistato il primo set al termine di una vera e propria battaglia protrattasi fino al tie-break, dove Chardy si è imposto per 8-6. Il riscatto di Fognini tuttavia non si è fatto attendere, tanto che nei due successivi parziali il tennista azzurro si è imposto con i punteggi di 6-2, 6-2, dunque in modo molto netto. Il primo set a dire il vero era iniziato male: break per Chardy nel primo game, che poi conservando il servizio era salito sul 2-0. Da quel momento in poi sono però arrivati sei game consecutivi per Fognini, una risposta possente che ha consegnato a Fabio un set meritatissimo. Stesso punteggio nel terzo set, ma anche in questo caso linizio è stato con il brivido, a causa dal servizio perso da Fognini nel terzo game che aveva proiettato Chardy sul 2-1: da quel momento però sono arrivati cinque game consecutivi per il ligure, che di conseguenza adesso conduce per due set a uno. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI GIOCA FOGNINI CHARDY

Inizio in salita per Fabio Fognini nel secondo singolare di Italia Francia di Coppa Davis, che già ha visto la sconfitta di Andreas Seppi contro Lucas Pouille nella precedente partita a Genova: adesso in campo cè dunque Fognini, contrapposto al transalpino Jeremy Chardy che ha conquistato il primo set al termine di una vera e propria battaglia protrattasi fino al tie-break, dove Chardy si è imposto per 8-6 sul tennista ligure, vero beniamino di casa a Genova. Nel primo set cè stato un break per parte: Fognini ha perso il servizio al sesto game, ma poi ha restituito lo scherzetto a Chardy nel nono game, strappando la battuta al francese. Di conseguenza si è andati sul 6-6 e tutto è stato deciso al tie-break, dove però Chardy è stato quasi sempre avanti. Fognini ha saputo annullare due set point, ma ha dovuto arrendersi al terzo. Già cominciato anche il secondo set, nel quale per ora Fognini è in vantaggio 3-2: urge reagire al più presto, perché per lItalia la situazione si sta facendo decisamente complicata. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SEPPI SCONFITTO

Niente da fare per Andreas Seppi: il match con Pouille è alla fine andato al francese, il primo ad aprire le danze in questa fase della Coppa Davis che vede a Genova Italia contro Francia. Al numero 11 al mondo nel ranking ATP sono però serviti ben 5 set per abbattere lanimo dellazzurro e il tabellone del risultato ha visto i parziali di 3-6, 2-6, 6-4, 6-3 e 1-6. Dando un occhio a qualche numero vediamo che Seppi ha firmato 7 ace commettendo anche tre 3 doppi falli, ma segnando un ottima percentuale di efficacia alla prima di servizi, fissata sul 78%. Per Pouille i numeri sono di 9 ace, 10 doppi falli ma solo il 72% di precisione nella prima di servizio. A breve quindi daremo il via al secondo turno di questa Coppa Davis 2018 tra Italia e Francia: in campo ecco Fabio Fognini contro Jeremy Chardy. (agg Michela Colombo)

SEPPI VINCE IL 3^ SET

Andreas Seppi vince il terzo set e prolunga il primo singolare di Italia Francia di Coppa Davis, che di certo non era cominciata bene per gli azzurri a Genova: adesso Lucas Pouille conduce per 6-3, 6-2, 4-6. Vi avevamo già detto di un secondo set dominato fin dallinizio da Pouille, che era salito fin sul 4-0 grazie anche a due break consecutivi ai danni di Seppi, la cui reazione nella parte finale del parziale era poi servita solamente a rendere meno amaro il punteggio del set, vinto comunque per 6-2 dal transalpino. Pure il terzo set non era iniziato sotto i migliori auspici per Seppi, che nel terzo game aveva nuovamente ceduto il servizio; stavolta però è stata immediata la reazione dellaltoatesino, che nel gioco successivo ha ottenuto il controbreak e poi ha di nuovo strappato la battuta a Pouille proprio nel momento più importante, cioè al decimo gioco che ha dunque sancito il 6-4 in favore dellazzurro, che così ha portato la partita al quarto set. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

POUILLE AVANTI

Inizio tutto in salita per gli azzurri in Italia Francia di Coppa Davis a Genova: infatti Andreas Seppi sta molto soffrendo contro Lucas Pouille, che ha conquistato il primo set con il netto punteggio di 6-3 e ha preso il largo anche nel secondo parziale, che attualmente conduce per 4-1. Il primo set è andato avanti in modo molto lineare fino allottavo game, quando il francese ha strappato il servizio a Seppi salendo così sul 5-3, margine capitalizzato al meglio nel gioco successivo, quando Pouille ha tenuto il servizio a zero per conquistare il set. Ancora peggiori le notizie per laltoatesino nel corso del secondo set, che è iniziato con quattro game consecutivi conquistati dal tennista francese, che ha strappato il servizio a Seppi nel primo e nel terzo game. Una grave emorragia che Seppi ha interrotto solamente nel quinto game, il primo conquistato dallazzurro: basterà però per invertire la tendenza e conquistare un set che in questo momento sembra saldamente in mano alla Francia? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Niente da fare per Andreas Seppi: il match con Pouille è alla fine andato al francese, il primo ad aprire le danze in questa fase della Coppa Davis che vede a Genova Italia contro Francia. Al numero 11 al mondo nel ranking ATP sono però serviti ben 5 set per abbattere lanimo dellazzurro e il tabellone del risultato ha visto i parziali di 3-6, 2-6, 6-4, 6-3 e 1-6. Dando un occhio a qualche numero vediamo che Seppi ha firmato 7 ace commettendo anche tre 3 doppi falli, ma segnando un ottima percentuale di efficacia alla prima di servizi, fissata sul 78%. Per Pouille i numeri sono di 9 ace, 10 doppi falli ma solo il 72% di precisione nella prima di servizio. A breve quindi daremo il via al secondo turno di questa Coppa Davis 2018 tra Italia e Francia: in campo ecco Fabio Fognini contro Jeremy Chardy.

Siamo pronti a vivere Italia Francia di Coppa Davis: vale la pena ricordare, prima che inizi il match di apertura, che la nostra nazionale di tennis maschile ha guadagnato i quarti di finale superando il Giappone sui campi indoor di Morioka, lo scorso febbraio. Era parità dopo la prima giornata con le vittorie di Fabio Fognini e Yuichi Sugita, poi la nostra coppia doro (Fognini con Simone Bolelli) ha vinto il doppio e nel terzo giorno il sanremese ci ha regalato il terzo e decisivo punto superando Sugita al termine di una sfida intensa ed entusiasmante, chiusa 3-6 6-1 3-6 7-6 7-5 con il serio rischio di perdere il quarto set e dunque far arrivare i padroni di casa alla sfida decisiva. Con identico punteggio la Francia ha battuto lOlanda ad Albertville, anche qui campi duri indoor: clamorosa vittoria di Thiemo De Bakker su Adrian Mannarino in apertura, ma i transalpini hanno trovato il pareggio con Richard Gasquet che ha superato Robin Haase in un incontro cruciale, ha sorpassato con i soliti Pierre-Hugues Herbert e Nicolas Mahut che hanno vinto il doppio su Haase e Jean-Julien Rojer (uno dei migliori doppisti al mondo) e infine hanno ottenuto la qualificazione con Adrian Mannarino che in cinque set (4-6 7-6 7-5 6-7 7-5) ha battuto Haase. Adesso però dobbiamo dare la parola al campo, metterci comodi e stare a vedere come andranno le cose nella prima giornata di Genova: finalmente Italia Francia comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

LA CURIOSITA’

Italia Francia, lo abbiamo già detto, è la sfida che oppone la nostra nazionale di tennis maschile ai campioni in carica della Coppa Davis: la curiosità è legata al fatto che la stessa cosa era successa lo scorso anno, solo che allepoca erano gli ottavi di finale e dunque il primo turno. Tra il 3 e il 5 febbraio lItalia era volata al Parque Sarmiento di Buenos Aires, casa dellArgentina che pochi mesi prima aveva superato la Croazia – in trasferta – regalandosi la prima insalatiera di sempre; ci era andata bene perchè avevamo affrontato lAlbiceleste priva di Juan Martin Del Potro e Federico Delbonis, vale a dire i due migliori giocatori dei nostri avversari e gli eroi del successo del 2016. Paolo Lorenzi (contro Guido Pella) e Andreas Seppi avevano sopperito a un Fabio Fognini non al 100% e avevano vinto i primi due singolari, con laltoatesino che aveva tremato ma aveva comunque chiuso 8-6 nel tie break del quarto set, dopo aver dominato i primi due ed essere crollato nel terzo contro Carlos Berlocq; il doppio formato da Fognini e Simone Bolelli era caduto contro Berlocq e Leonardo Mayer, 9-7 nel tie break del quinto dopo aver recuperato due set di svantaggio; quando Berlocq aveva superato Lorenzi per 4-6 6-4 6-1 3-6 6-3 avevamo tremato, ma per fortuna il punto decisivo ce lo aveva dato Fognini che, sotto di due set, aveva rimontato fino a prendersi il 2-6 4-6 6-3 6-3 6-2 contro Pella, e la qualificazione ai quarti (dove avremmo perso contro il Belgio). Se la storia è ciclica, chissà che stavolta non succeda qualcosa di simile (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA COPPA DAVIS

E su SuperTennis lappuntamento in diretta tv con Italia Francia: i match di Coppa Davis 2018 sono trasmessi dalla web-tv federale, disponibile in chiaro per tutto sul canale 64 del digitale terrestre. In assenza di un televisore sarà anche possibile seguire gli incontri di Genova in diretta streaming video, accedendo al sito www.supertennis.tv; ricordiamo anche il portale ufficiale del torneo, che trovate allindirizzo www.daviscup.com, e le relative pagine presenti sui social network per tutte le informazioni utili. In particolare dovrete andare su facebook.com/daviscuptennis e, su Twitter, @daviscup.

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITE

Italia Francia, quarto di finale della Coppa Davis 2018, inizia alle ore 11:30 di venerdì 6 aprile presso il Valletta Cambiaso di Genova. Si parte con Seppi-Pouille, a seguire avremo invece Fognini-Chardy. Siamo in casa, naturalmente su terra rossa, e affrontiamo la nazionale che lo scorso anno ha vinto il titolo battendo in finale il Belgio. Un match difficilissimo, soprattutto per quelle che sono le premesse: il momento del tennis italiano non è dei migliori, anzi se consideriamo solo i due Master 1000 giocati a Indian Wells e Miami il solo Fabio Fognini, tra i convocati da Corrado Barazzutti, è stato impegnato negli Stati Uniti e i suoi risultati sono stati poco brillanti. Non che la Francia possa schierare un Dream Team: gli assenti ci sono, ma intanto i Bleus hanno due giocatori tra i primi 25 e sembrano avere maggiori risorse a disposizione. Insomma: per il fattore campo siamo leggermente favoriti ma in realtà sono i nostri avversari che hanno le maggiori possibilità di fare il colpo. Ricordiamo che in caso di passaggio del turno la semifinale la giocheremmo contro una tra Spagna e Germania.

QUI ITALIA

Momento davvero di magra per lItalia del tennis, sia maschile che femminile: nei due Master 1000 che abbiamo citato Fabio Fognini era una testa di serie, ma nel primo caso si è fatto eliminare subito da Jeremy Chardy mentre nel secondo ha superato un turno (contro il giovane spagnolo Nicola Kuhn) venendo però battuto senza appelli da Nick Kyrgios. Il sanremese rimane il giocatore di punta della nostra nazionale: Barazzutti ha voluto convocare Andreas Seppi e Paolo Lorenzi puntando su esperienza e spirito di gruppo, ma entrambi hanno dovuto dare forfait dai tabelloni dei tornei di cui sopra. Forse una chance lavrebbe allora meritata Thomas Fabbiano, che se non altro due turni nei due Master 1000 di marzo li ha superati; invece come quarto giocatore è stato convocato il giovane Matteo Berrettini con sguardo al futuro, mentre Simone Bolelli è presente sempre per fare spogliatoio e perchè rimane unarma tattica non indifferente nel doppio, ricordando il suo trionfo agli Australian Open in coppia con Fognini.

QUI FRANCIA

Yannick Noah ha dovuto fare i conti con le defezioni: su tutte ovviamente quella di Jo-Wilfried Tsonga, ma anche quelle di Richard Gasquet e Gael Monfils che sicuramente avrebbero dato altra dimensione alla squadra transalpina. E una Francia che possiamo definire in formato ridotto, ma che se la gioca: Lucas Pouille è da tempo un solido giocatore tra i primi 20 al mondo, Adrian Mannarino ha fatto enormi progressi ed è ormai un concreto outsider anche nei tornei principali. In più i nostri avversari sembrano più attrezzati per le emergenze: il già citato Chardy ha fatto fuori Gasquet e Dimitrov a Miami e infatti è stato scelto dal suo capitano a scapito di Mannarino per essere uno dei due singolaristi insieme a Pouille, per quanto riguarda invece Pierre-Hugues Herbert e Nicolas Mahutu stiamo parlando di una coppia di doppio che ha vinto 12 titoli – lultimo nemmeno due mesi fa – tra cui ben sei Master 1000. La superficie forse non sarà determinante: sia gli italiani che i francesi sono a loro agio sulla terra rossa e, se avessimo giocato in trasferta, la federazione francese avrebbe fatto la nostra stessa scelta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori