RISULTATI SERIE A / Classifica aggiornata: il Milan riprende il Sassuolo, pari a San Siro!

- Michela Colombo

Risultati Serie A: classifica aggiornata e diretta live score delle partite di oggi 8 aprile. L’Inter cade a Torino, il Milan pareggia contro il Sassuolo: ne approfittta la Lazio

Inter_Torino_area_mischia_lapresse_2017
Risultati Serie A (LaPresse)

E finita anche la partita di San Siro, e dunque abbiamo i risultati finali di tutta la 31^ giornata di Serie A: il Milan riprende il Sassuolo, a San Siro finisce 1-1 e il punto fa poco felice entrambe le squadre, soprattutto i rossoneri che per la terza partita consecutiva non vincono e calano il loro rendimento, allontanandosi ancora dalla zona Champions League. Al 75 minuto è arrivato il quinto gol in campionato di Matteo Politano: il Sassuolo si era già reso pericoloso con lo stesso attaccante ed è riuscito a trovare la via della rete con il velenoso tiro del suo numero 16, che ha beffato Gigio Donnarumma. Gennaro Gattuso aveva già gettato nella mischia André Silva nel tentativo di vincerla, ed è invece rimasto beffato: a quel punto i rossoneri hanno dovuto recuperare la situazione per evitare una sconfitta interna davvero pesante, visti i risultati maturati negli anticipi del sabato e nel pomeriggio di oggi. I rossoneri hanno alzato immediatamente il baricentro e provato a mettere in mezzo palloni pericolosi, e su uno di questi al minuto 86 Nikola Kalinic, il giocatore più discusso nellultimo periodo e in generale in tutta la stagione del Milan, è riuscito a mettere il pallone sotto la traversa girandosi alla grande in area di rigore sul cross di Musacchio. Milan che dunque a quel puntoha anche cercato di aumentare ancora di più il ritmo nel tentativo di prendersi i tre punti; il grande assalto effettivamente c’è stato e la porta di Consigli ha tremato, ma al 92′ Calhanoglu ha sparato alto un destro da posizione ottimale e al 96′ Consigli ha salvato tutto su Bonaventura con una parata favolosa, mantenendo il risultato di parità. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE A (31^ GIORNATA)

INTERVALLO A SAN SIRO

E una partita molto bella quella di San Siro, arrivata allintervallo: il risultato è ancora inchiodato sul pareggio, ma il Milan sta provando davvero a segnare la rete del vantaggio e ha avuto una serie di occasioni potenziali che però non hanno portato a mettere la palla in porta. Il Sassuolo per contro non sta a guardare: certamente i neroverdi (questa sera in maglia blu) agiscono di rimessa e sfruttando i pochi varchi che il Milan di tanto in tanto lascia, ma quando arriva ai 16 metri dimostra di poter fare male, come quando Politano ha imbeccato il taglio verticale di Missiroli che però ha calciato male, non riuscendo a mandare il diagonale dalle parti di Gigio Donnarumma. Dunque ancora parità, ma staremo a vedere se nel secondo tempo sarà ancora così o se una delle due squadre riuscirà a fare la differenza anche nel tabellino dei marcatori: per quello che si è visto in campo è possibile se non addirittura probabile, ma lo dirà soltanto il campo. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA IL POSTICIPO DI SAN SIRO

Si riparte con Milan Sassuolo: a San Siro inizia il posticipo serale nella 31^ giornata del campionato di Serie A, ottima occasione per i rossoneri che, dopo il pareggio avvenuto nel derby, provano a portarsi a 5 punti dallInter sconfitta a Torino. Per la squadra di Gennaro Gattuso potrebbe anche esserci il -6 da Roma e Lazio: la corsa alla Champions League non è chiusa per un Milan che ci crede sul serio, anche se parte da una posizione sfavorevole e potrebbe alla fine essere scottato dalla falsa partenza nel girone di andata. Il Sassuolo deve approfittare delle sconfitte di Chievo e Udinese, e non può assolutamente concedersi pause di rendimento: è in un buon periodo, ma le vittorie di Crotone e Verona hanno alzato ancora di più la quota per la salvezza e di conseguenza perdere questa sera significherebbe trovarsi con soli 2 punti in più sul terzultimo posto occupato dagli squali e dalla Spal, che in uno degli anticipi del sabato ha pareggiato contro lAtalanta. Ora però siamo finalmente pronti a vivere la partita del Giuseppe Meazza: parola dunque al campo, perchè Milan Sassuolo prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

LA LAZIO VINCE A UDINE

Si è finalmente chiusa la partita di Serie A tra Udinese e Lazio: larbitro ha infatti appena mandato tutti sotto le docce alla Dacia Arena per questo primo posticipo della 31^ giornata. Il tabellone del risultato certifica quindi la vittoria biancoceleste per 2-1 esito in realtà raggiunto già al termine della prima frazione di gioco, grazie alle reti di immobile e Luis Alberto per la squadra di Inzaghi e la marcatura di Lasagna per i bianconeri. nonostante i minuti di recupero concesso infatti i friulani non sono riusciti a trovare il pareggio, benchè certo non siano mancate le belle occasioni sul campo friulano, che ha accolto con un boato il ritorno da titolare di Kevin Lasagna dopo un lungo infortunio. Tornado alla classifica, va detto che con questa vittoria la Lazio vola alla terza posizione della graduatoria con ben 60 punti con però 17 lunghezze da recuperare sul Napoli, secondo. Per lUdinese di Oddo è sempre più crisi: ottavo KO di fila e 13^ posizione in classifica. Tra poche ore daremo di nuovo la parola al campo per lultimo match della giornata atteso a San Siro, ovvero la sfida tra Milan e Sassuolo. (agg Michela Colombo)

RIMONTA DELLA LAZIO

Allintervallo allo stadio Olimpico, la Lazio è in vantaggio per 2-1 sullUdinese. Risultato in rimonta, che permette ai biancocelesti di volare al quarto posto in classifica scavalcando lInter, e riprendendosi per adesso la qualificazione alla prossima Champions League: lUdinese si era portata in vantaggio con il rientrante Kevin Lasagna, ma ha subito le reti di Ciro Immobile – 27 gol in questo campionato – e Luis Alberto e adesso è davvero vicina a perdere lottava partita consecutiva. La distanza dalla zona retrocessione adesso è di 6 punti: rappresentano ancora una distanza di sicurezza importante, ma la squadra di Massimo Oddo deve iniziare a preoccuparsi certamente perchè il trend è assolutamente negativo. (agg. di Claudio Franceschini)

IL NAPOLI RIBALTA NEGLI ULTIMI SECONDI

Il Napoli è vivo, cè ancora e la corsa allo scudetto è ancora aperta: al San Paolo i partenopei, sotto contro il Chievo per effetto del gol di Mariusz Stepinski, la ribaltano tra 89 e 93 con i protagonisti che non ti aspetti, ovvero Arkadiusz Milik e Amadou Diawara, e confermano il -4 dalla Juventus che adesso avrà ricevuto un duro colpo psicologico, pur rimanendo davanti. Il Chievo ha sprecato almeno 5 punti in pochi giorni e negli ultimissimi minuti della partita: le vittorie del Crotone e del Verona, che confermano i risultati maturati già nel primo tempo, inguaiano la squadra di Rolando Maran che, come il Cagliari, adesso rischia sul serio perchè la quota salvezza si è alzata. Nel frattempo però si gioca tra poco unaltra partita: quella tra Udinese e Lazio alle ore 18:00, con i friulani che vogliono spezzare la striscia di sette sconfitte consecutive e i biancocelesti che, come già detto, hanno loccasione di sorpassare lInter e tornare in zona Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO, NAPOLI FRENATO

Siamo allintervallo nelle partite di Serie A: come sappiamo sono appena tre quelle che si stanno disputando alle ore 15:00, e per il momento le reti realizzate sono appena due. Curiosamente, la situazione non si sblocca al San Paolo: il Napoli è ancora fermato sullo 0-0 da un attento e ordinato Chievo, ha avuto due o tre ottime occasioni (soprattutto con Callejon e Mertens) ma non le ha sfruttate, dunque per adesso perderebbe altri due punti dalla Juventus che scapperebbe a +6. Cè però ancora un tempo da giocare, ed è molto probabile che la pressione dei partenopei diventerà più assillante; intanto due gol importantissimi in chiave salvezza per il Crotone, che con Simy si porta in vantaggio sul Bologna, e per il Verona che torna a inguaiare il Cagliari grazie a un rigore trasformato da Romulo, che Cragno ha toccato senza però riuscire a togliere dalla porta. Attenzione agli isolani, la cui classifica si sta sempre più complicando; adesso però una breve pausa come di consueto, poi torneremo ad assistere a queste appassionanti sfide della 31^ giornata aspettando ovviamente anche i due posticipi, Udinese Lazio e Milan Sassuolo. (agg. di Claudio Franceschini)

INTER KO A TORINO

LInter incappa nella quarta sconfitta del suo campionato di Serie A: perde a Torino per effetto del gol di Adem Ljajic (prima sconfitta in casa granata dopo 24 anni per i nerazzurri), non approfitta del ko interno della Roma contro la Fiorentina e adesso rischia di perdere anche il quarto posto, visto che la Lazio sarà impegnata a Udine nel tardo pomeriggio potendo effettuare il sorpasso. Forse preoccuparsi del grande ritorno della Fiorentina è eccessivo (i viola sono a -9), ma se il Milan dovesse battere il Sassuolo nel posticipo serale si porterebbe a 5 punti dai cugini nerazzurri; il Torino invece si porta a 3 punti da Atalanta e Sampdoria che occupano lottava piazza, e dunque può ancora sperare nellEuropa con la terza vittoria consecutiva. Ora però tocca al Napoli, che si deve portare a -4 dalla Juventus confermando il distacco che cera prima che i bianconeri vincessero a Benevento; in chiave salvezza Crotone e Chievo, ma anche Verona e Cagliari che si affrontano nella sfida diretta, cercano punti fondamentali. Dunque ci siamo: torniamo a dare la parola ai campi, perchè si torna finalmente a giocare in Serie A! (agg. di Claudio Franceschini)

LJAJIC PUNISCE LA SUA EX

E’ uno dei tanti ex a decidere Torino Inter, almeno quando siamo arrivati all’intervallo: all’Olimpico Adem Ljaijic sblocca il risultato al 36′ minuto e porta in vantaggio i granata, che in questo momento si porterebbero a a 3 punti da Sampdoria e Atalanta che occupano l’ottava posizione in classifica. L’Inter non sta approfittando della sconfitta casalinga della Roma: Luciano Spalletti è arrabbiato con i suoi giocatori che, dopo aver sfiorato la rete (grande risposta di Sirigu) ed essersi resi pericolosi dalle parti della difesa avversaria hanno anche abbassato il baricentro e permesso a giocatori del Torino di affondare, andando vicini al raddoppio con Iago Falque (pescato in fuorigioco appena prima che la palla terminasse in rete con una carambola). Adesso ci attende il secondo tempo al Grande Torino: i padroni di casa sapranno confermare il loro ottimo momento confermando e difendendo la loro vittoria, oppure arriverà il riscatto dell’Inter? Non ci resta che aspettare e stare a vedere quello che succederà. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA TORINO INTER

Come abbiamo visto prima, la domenica dedicata alla 31^ giornata della serie A sarà aperta, ormai a minuti, dal lunch match tra Torino e Inter. Lo scontro appare parecchio atteso e non solo perché i tre punti in palio oggi potrebbero decidere del futuro in Europa o meno dei due club. Di fatto allOlimpico gli occhi di tutti saranno puntati sullepico duello tra bomber che si accenderà tra Belotti e Icardi. Il granata pare essere ritornato ai fasti di un tempo dopo la tripletta firmata al Crotone, specie dopo la terribile stagione vissuta: dallaltra parte il ben noto bomber argentino scenderà in campo e dovrà riscattare tutte le reti che si è mangiato pochi giorni fa nel derby con il Milan. Ecco quindi che il match si annuncia ben vivo, soprattutto per la compagine di Mazzarri che sta provando a volare pagina dopo un periodo davvero negativo di risultati. Ma è giunto ora il momento di dare la parola al campo, si gioca! (agg Michela Colombo)

GLI OBIETTIVI NERAZZURRI

Si torna in campo per la Serie A alle ore 12.30 con il lunch match Torino Inter. Allo Stadio Olimpico Grande Torino c’è grande attenzione per i nerazzurri che con una vittoria possono portarsi in terza posizione in campionato, superando la Roma che ieri è stata battuta in casa dalla Fiorentina di Stefano Pioli. I nerazzurri hanno quindi la possibilità di consolidare la posizione in Champions League lasciando dietro le romane che se la Lazio dovesse vincere sarebbero a fine giornata a pari punti. Non sarà facile però andare ad affrontare un Torino che nelle ultime due giornate ha raccolto due vittorie di fila. Servirà concentrazione dunque da parte dei ragazzi di Luciano Spalletti con Mauro Icardi che è tornato a segnare con continuità e vuole regalare ai suoi tifosi un risultato davvero molto importante. I granata dal canto loro sono al momento a 42 punti ormai salvi, con l’Europa che però a 9 punti risulta essere troppo lontana. Si gioca comunque per cercare di regalare altre emozioni ai tifosi e magari una vittoria prestigiosa proprio contro i nerazzurri. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE SFIDE DELLA 31MA GIORNATA

Il campionato della Serie A entra nel vivo e lo fa in questa domenica 8 aprile, tutta dedicata alla massima serie del calcio italiano: in campo ecco le sfide valide nella 31^ giornata, o meglio quelle che rimangono visto che ieri sono stati disputati ben 4 anticipi. Il programma non deve sorprendere troppo visto che in settimana  sarà di nuovo il momento di dare lo spazio alle coppe continentali e poi ci attenderà un turno infrasettimanale ben intenso la prossima. Insomma ci si sta preparando per il gran finale e la lotta scudetto come quella per la salvezza o la battaglia per un posto in Europa lanno prossimo sono entrate nella loro fase più calda. La classifica,  conclusi in settimana gli ultimi recuperi, vede molti club ben vicini, sia al vertice come pure in fondo: i punti messi in palio oggi quindi potrebbero pesare il doppio. Se infatti la lotta tra Juventus e Napoli per il titolo italiano appare ben complicata visti anche i pochi punti rimediati da Sarri negli ultimi turni, possiamo dire che la situazione in fondo appare ben chiara. Sia Benevento che Verona rimangono ben indiziati verso la retrocessione, e se gli stregoni hanno già preso coscienza con tale fatto da tempo, per gli scaligeri è piena crisi. 

RISULTATI ANTICIPI SERIE A: BENE LA JUVENTUS, CADE LA ROMA

Benevento-Juventus 2-4. Dopo la cocente sconfitta casalinga in Champions League contro il Real Madrid, i bianconeri schierano una squadra parzialmente rimaneggiata, con Buffon, Barzagli, Khedira e Higuain in panchina per rifiatare. Il Benevento schiera un 4-3-3 con i nuovi arrivati Sagna e Sandro ancora titolari. Match ricco di gol, che si è aperto al 16 col gol di Dybala che di mancino ha battuto Puggioni al termine di una bella azione corale. Pareggio a sorpresa del Benevento al 24 con Diabatè, abile a rubare il tempo a tutti e a mettere la palla in rete dopo un’azione rocambolesca. Al termine del primo tempo viene concesso un calcio di rigore per la Juventus dopo attenta analisi del VAR: doppietta per Dybala. Al minuto 51 arriva il nuovo pareggio del Benevento, ancora con Diabatè che insacca il pallone con una precisa incornata. Al 74 viene concesso un secondo calcio di rigore in favore della Juventus, concesso tra numerose polemiche, per un presunto contatto in area tra il portiere del Benevento e Higuain, subentrato da poco in campo: trasforma Dybala, tripletta per lui. Al minuto 82 chiude i conti Douglas Costa al termine di un’azione solista fantastica: saltati Venuti e Djuricic in velocità, il brasiliano deposita il pallone all’incrocio dei pali. Partita che si è sviluppata a fiammate, prima di una squadra e poi dell’altra, che ha visto trionfare i bianconeri tra le polemiche per i due rigori assegnati in maniera generosa dall’arbitro.

Roma-Fiorentina 0-2. Partita molto particolare all’Olimpico: la Roma gioca, la Fiorentina segna. Dopo un buon inizio giallorosso, sono proprio i viola allenati da Stefano Pioli a portarsi in vantaggio al settimo minuto con Benassi abile a farsi trovare pronto su cross basso del compagno di squadra Saponara. Roma che attacca a testa bassa per cercare il pareggio, ma che subisce anche il secondo gol ad opera di Giovanni Simeone al minuto 39. Nel secondo tempo i giallorossi tentano più e più volte di accorciare le distanze puntando sul possesso palla, ma la viola si difende bene e porta a casa i tre punti senza patemi d’animo. La Fiorentina eguaglia così il record di sempre di sei vittorie consecutive in Serie A. Nessun episodio arbitrale sotto la lente di ingrandimento.

Spal-Atalanta 1-1 Pareggio giusto tra le due compagini, che ambivano ad obiettivi diversi: salvezza ed europa. A segno Cionek al minuto 38, che batte in tuffo il portiere avversario sfruttando uno splendido calcio di punizione battuto da Viviani. Dopo la traversa di Viviani al 63, arriva il gol di De Roon su calcio di rigore al minuto 78. Dopo tre minuti di recupero, arriva il fischio finale che concede un punto buono per entrambe le squadre.

Sampdoria-Genoa 0-0. Derby delicatissimo che parte male per la Sampdoria, costretta ad un cambio forzato già dopo dieci minuti a causa di un infortunio a Murru. Il match si conclude con uno 0-0 che lascia l’amaro in bocca a entrambe le squadre. Arbitraggio senza episodi particolari e poche occasioni da entrambe le parti.

I MATCH DEL TURNO

Dando ora spazio al programma odierno della 31^ giornata della Serie A vediamo che il lunch match che aprirà le danze oggi 8 aprile sarà la sfida tra Torino e Inter attesa allOlimpico. Saranno quindi poi ben 3 gli incontri che avranno inizio alle ore 15.00 e quindi il match allo Scida tra Crotone e Bologna, la sfida tra Napoli e Chievo oltre che lo scontro al Bentegodi tra Verona e Cagliari.  A chiudere il programma ecco poi la partita in programma appena alle ore 18.00 tra Udinese e Lazio, dove i friulani sperano di approfittare della inevitabile stanchezza dei biancocelesti dopo la Europa League per tornare a vincere. In fondo al programma lunico posticipo della 31^ giornata della Serie A ovvero la partita tra Milan e Sassuolo, prevista alle ore 20.45. Visto il calendario ben pieno, vediamo bene che non sono previsti posticipi del lunedi per questo turno del campionato. 

 

RISULTATI SERIE A, 31^ GIORNATA

RISULTATO FINALE Torino-Inter 1-0 – 36′ Ljajic

RISULTATO FINALE Crotone-Bologna 1-0 – 25′ Simy

RISULTATO FINALE Napoli-Chievo 2-1 – 73′ Stepinski (C), 89′ Milik (N), 93′ A. Diawara (N). Note: 51′ Mertens (N) sbaglia rigore (parato)

RISULTATO FINALE Verona-Cagliari 1-0 – 36′ rig. Romulo

RISULTATO FINALE Udinese-Lazio 1-2 –13′ Lasagna (U), 26′ Immobile (L), 37′ Luis Alberto (L)

RISULTATO FINALE Milan-Sassuolo 1-1 – 75′ Politano (S), 86′ Kalinic (M)

 

CLASSIFICA SERIE A

Juventus 81

Napoli 77

Roma, Lazio 60

Inter 59

Milan 52

Fiorentina 50

Sampdoria, Atalanta 48

Torino 45

Bologna, Genoa 35

Udinese 33

Sassuolo 30

Chievo, Cagliari 29

Spal, Crotone 27

Verona 25

Benevento 13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori