PAGELLE/ Real Madrid-Bayern Monaco (2-2): i voti. Zidane VS Heynckes (Champions League ritorno semifinale)

- Stefano Belli

Le pagelle di Real Madrid Bayern (2-2): i voti della semifinale di ritorno di Champions League, con i migliori e i peggiori in campo al Bernabeu. Il Blancos sono in finale.

zidane mariano diaz
Zinedine Zidane (Foto LaPresse)

Nelle pagelle stilate al termine del match di Champions League tra Real Madrid e Bayern Monaco ovviamente non sono sfuggiti ai nostri voti anche i due allenatori, ieri in campo al Bernabeu per la semifinale di ritorno. Dando un occhio ai giudizi però va detto che i voti assegnati non sono poi così brillanti: appena la sufficienza per Zidane e poi meno per Heynckes. Per il tecnico dei Blancos pesa una prestazione non eccellente da parte dei suoi, anche se va dato merito alle scelte tattiche coraggiose fatte dallo stesso francese. Lidea di Vazquez come terzino di certo non era tra le più preventivate alla vigilia ma alla fine non si è rivelata un danno. E solo 5.5 invece per lallenatore del Bayern Monaco, rimasto penalizzato dalle assenze pesanti di Boateng e Vidal, entrambi out per infortunio. Da non sottovalutare poi alcune papere gratuite commesso dai suoi giocatori, che di certo non hanno sempre brillanto in campo. (agg Michela Colombo)

I VOTI DEL MATCH

Il Real Madrid è la prima finalista dell’edizione 2017-18 di Champions League: pur non brillando la squadra di Zidane ottiene il pass per Kiev ed elimina il Bayern Monaco che le ha tentate tutte ma si è dovuta arrendere a un solo gol della meta. Dopo il 2 a 1 dell’andata in favore delle merengues all’Allianz Arena, tra le mura amiche del Santiago Bernabeu i padroni di casa strappano con le unghie e con i denti un 2-2 sufficiente per il passaggio del turno. Proprio come una settimana fa è Kimmich ad aprire le danze a inizio gara, questa volta i blancos agguantano subito la parità con Benzema e all’11’ del primo tempo siamo già sull’1-1, prima dell’intervallo Marcelo intercetta col braccio largo dentro l’area il cross di Kimmich, i giocatori del Bayern chiedono a gran voce il rigore ma l’arbitro Cakir non è dello stesso avviso, una decisione che susciterà inevitabilmente polemiche a non finire visti i precedenti. A inizio ripresa Tolisso passa il pallone all’indietro a Ulreich che lo liscia clamorosamente, lasciando la porta spalancata a Benzema che ringrazia e fa doppietta. Per il Bayern è il colpo di grazia, James Rodriguez annulla il secondo svantaggio ma ormai è tardi, i blancos tengono duro e portano a casa la terza finale consecutiva, la quarta in cinque anni. Mai come quest’anno, però, il Real è apparso così battibile: Liverpool e Roma sono avvisate.

VOTO REAL MADRID 6 – Gli uomini di Zidane non regalano spettacolo e in difesa danno la sensazione di essere trafitti da un momento all’altro, ma grazie all’esperienza e a un pizzico di fortuna i blancos approdano nuovamente in avanti.
VOTO BAYERN MONACO 6,5 – Agli uomini di Heynckes non bastano l’impegno e il gettare il cuore oltre l’ostacolo, fatale lo svarione di Ulreiche che regala la qualificazione al Real.
VOTO ARBITRO CAKIR 5 – Al Bayern manca un rigore solare per il mani di Marcelo dentro l’area, ancora una volta il direttore di gara dà una mano alla squadra di Zidane dopo quanto accaduto contro la Juventus.

I VOTI DEI BLANCOS

NAVAS 7,5 – Trafitto a freddo da Kimmich, l’estremo difensore costaricense si riscatta salvando su Lewandowski, nel secondo tempo abbassa la saracinesca sul tentativo di Alaba arrendendosi al tap-in di James. Fuori dal mondo la parata su Kimmich al 74′, nel finale dice di no anche a Muller.
LUCAS VAZQUEZ 6 – Zidane lo schiera come terzino, un ruolo atipico per lui che solitamente gioca molto più avanti, dimostrando all’occorrenza di sapersela cavare in ogni contesto.
VARANE 6,5 – Nel primo terzo di gara il suo ginocchio si gonfia in maniera preoccupante, il dolore non è tale da impedirgli di continuare e riuscirà anche a portare a termine la gara. Stoico. (NACHO)
RAMOS 6,5 – Nell’azione del gol di Kimmich non libera l’area di rigore nel migliore dei modi consegnando la sfera agli avversari, si riscatta fermando Lewandowski lanciato a rete. Un’autentica ancora di salvezza per il reparto difensivo.
MARCELO 7 – Il terzino brasiliano si riconferma grande uomo-assist con il cross vincente per Benzema, a un certo punto però gli succede qualcosa di gravissimo: sbaglia un’apertura lasciando attonito il pubblico del Bernabeu.
KROOS 6,5 – Recupera palloni, subisce falli, conquista punizioni, fa salire i suoi dando il via alle azioni offensive. Il classico uomo di fatica.
MODRIC 6,5 – Prestazione commovente in fase di contenimento da parte del croato che appena può va anche a caccia della porta.
KOVACIC 6 – Fa il suo dovere andando a dare fastidio ai giocatori del Bayern impegnati a sviluppare la manovra offensiva, Zidane lo sostituisce soddisfatto per la sua prestazione. (CASEMIRO 6 – Nell’ultimo quarto di gara dà una mano ai suoi impegnati a difendeer il risultato)
ASENSIO 6,5 – Determinante il suo apporto anche in fase difensiva, in particolare quando mura Tolisso. Non ha avuto occasioni per lasciare il segno, la sua prestazione gli fa superare comunque la sufficienza senza grossi problemi. (NACHO 5,5 – Zidane lo fa scaldare per più di un’ora schierandolo a tempo quasi scaduto)
BENZEMA 7,5 – Con una doppietta smentisce i suoi detrattori che avevano cominciato a ritenerlo indegno di indossare la maglia del Real Madrid. (BALE 5,5 – Sarà anche in ripresa ma stasera davanti a Ulreich non combina praticamente nulla di costruttivo)
CRISTIANO RONALDO 6 – Nel primo tempo entra raramente in azione anche se trova il modo di scaldare i guantoni di Ulreich, nella ripresa sbaglia il più facile del gol scaraventando il pallone sopra la traversa. I tifosi del Real sperano che il portoghese si riprenda in tempo per la finalissima.
ALL. ZIDANE 6 – Anche stasera il tecnico francese riesce a sfangarla con delle decisioni coraggiose, tipo quelle di tenere in panchina Casemiro e Bale e proponendo Vazquez come terzino. Il Bayern gli dà una mano con la papera di Ulreich.

I VOTI DEI BAVARESI

ULREICH 4 – Ha sulla coscienza qualche rinvio sbagliato ma soprattutto il secondo gol dei blancos. Il retropassaggio di Tolisso se lo sognerà per parecchie notti.
KIMMICH 6,5 – Non sono molti i calciatori (e terzini, per giunta) a potersi vantare di aver segnato due volte al Real Madrid nel giro di una settimana. Da stasera lui entra nel club a pieno titolo, e senza il miracolo ultraterreno di Navas i gol sarebbero stati tre.
SULE 6,5 – Non fa rimpiangere Boateng murando Cristiano Ronaldo e chiudendolo in corner, non abbassa mai la guardia rimanendo sempre nei paraggi e con una marcatura molto stretta sui portatori di palla avversari.
HUMMELS 6 – Quando la squadra non ha più nulla da perdere anche il difensore centrale si getta in avanti, sfiorando il gol che Navas gli nega con una parata delle sue.
ALABA 6 – Sin dal fischio d’inizio spinge molto sulla fascia sinistra, peccato per la dormita sul gol di Benzema. Alterna giocate pregevoli ad altre in cui fa rimpiangere Rafinha.
TOLISSO 6,5 – Nel primo tempo è uno degli uomini più pericolosi nell’area di rigore delle merengues, cercando anche la porta in prima persona. Con le sue aperture prova a innescare i compagni che non colgono quasi mai l’attimo. (SANDRO WAGNER 5,5 – Doveva essere l’asso nella manica di Heynckes, invece non riesce mai ad accendersi e a creare scompiglio nella retroguardia del Real)
THIAGO ALCANTARA 5,5 – In novanta minuti combina ben poco, nel finale batte un calcio piazzato cercando di mettere il pallone in mezzo sperando di pescare qualche compagno.
MULLER 5 – Altra serata no per il trequartista di Heynckes che quando ha la possibilità di lasciare il segno non la sfrutta mai, a tempo scaduto non riesce ad agganciare il pallone a pochi metri da Navas mancando l’appuntamento con il gol-qualificazine.
JAMES RODRIGUEZ 7 – Sull’1-1 si divora un gol grosso come una casa fallendo un tap-in facilissima a porta vuota, anche se ridà speranza ai bavaresi con la rete del due pari evitando di esultare davanti ai suoi vecchi tifosi. Il migliore sul piano dell’impegno. (JAVI MARTINEZ SV)
RIBERY 6 – inutile negarlo, il francese ha ormai intrapreso la parabola discendente della sua carriera, pur trovando il modo di regalare qua e là qualche giocata di prestigio che rimane fine a se stessa.
LEWANDOWSKI 5 – Viene fermato da Ramos, chiuso in calcio d’angolo da Navas che successivamente gli abbassa la saracinesca in faccia. Per farla breve: mai pericoloso nell’area avversaria.
ALL. HEYNCKES 5,5 – Alla fine hanno pesato le assenze di Vidal e Boateng che erano fondamentali per i loro rispettivi reparti, tradito inoltre da Muller che non ne azzecca una e da Ulreich che commette un errore che nei campetti della parrocchia verrebbe punito con 100 “Padre nostro”. In latino. A 73 anni avrebbe voluto chiudere la carriera con un’altra Champions in bacheca, invece resta a bocca asciutta (almeno in Europa).

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

Al Bernabeu è in corso il match valevole per il ritorno delle semifinali di Champions League 2017-18 tra Real Madrid e Bayern Monaco, al riposo il punteggio vede le due squadre sull’1-1, resta ancora apertissimo il discorso qualificazione poiché alla squadra di Heynckes basta un gol per acciuffare i supplementari: ecco i voti del primo tempo. Pronti via e gli ospiti rompono l’equilibrio con Kimmich (6,5) che al 3′ gonfia la rete (per la seconda volta in una settimana), il vantaggio della compagine tedesca dura appena 8 minuti. Dall’altra Marcelo (6,5) crossa per Benzema (6,5) che si presenta all’appuntamento con il tempismo giusto e di testa trafigge Ulreich (6). Prima dell’intervallo il Bayern sfiora il secondo gol con Muller (5) che non riesce a dare sufficiente forza al pallone, ma soprattutto con Lewandowski (6) che si fa murare da Navas (6,5) mentre James Rodriguez (5,5) sbaglia un tap-in facilissimo davanti alla porta sguarnita. Nel recupero episodio che farà molto discutere: Marcelo intercetta col braccio il cross di Kimmich dentro l’area di rigore, gli ospiti chiedono il penalty, l’arbitro Cakir si limita ad assegnare il corner. 

VOTO REAL MADRID 6 – I blancos trovano il modo di rimettersi presto in carreggiata ma in difesa la squadra di Zidane continua a ballare troppo.
MIGLIORE REAL MADRID: RAMOS 7 – Anche se libera male l’area di rigore sul gol di Kimmich è decisivo nel murare Lewandowski e nel tenere in piedi la baracca.
PEGGIORE REAL MADRID: VARANE 5,5 – Fatica più del previsto a contenere le avanzate degli avversari, voto comunque ingeneroso considerando che non è al meglio per colpa di un ginocchio capriccioso.

VOTO BAYERN MONACO 6,5 – Leggermente meglio sul piano del gioco gli uomini di Heynckes che hanno avuto la possibilità di portarsi nuovamente in vantaggio prima della pausa.
MIGLIORE BAYERN MONACO: TOLISSO 7 – Uno degli uomini più pericolosi nei pressi di Navas, cerca la porta in prima persona ma il più delle volte prova a innescare i compagni.
PEGGIORE BAYERN MONACO: MULLER 5 – Prosegue il momento negativo per l’ala bavarese che finora non ha mai rappresentato un serio pericolo per Navas. (Stefano Belli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori