PROBABILI FORMAZIONI / Marsiglia Atletico Madrid:ex e doppi ex. Quote, ultime novità live

Probabili formazioni Marsiglia Atletico Madrid: le quote e le ultime novità live sugli schieramenti delle due squadre nella finale di Europa League. Rudi Garcia con il dubbio Mitroglou

16.05.2018 - Claudio Franceschini
Rolando_Marsiglia_gol_Salisburgo_lapresse_2018
La formazione del Marsiglia (Foto LaPresse)

In questo momento non ci sono ex nelle probabili formazioni di Marsiglia Atletico Madrid: i due francesi dei Colchoneros, vale a dire Antoine Griezmann e Kevin Gameiro, non hanno mai vestito la maglia dellOM, anzi il primo dei due non ha mai giocato in Francia se non per un brevissimo periodo nel Montpellier, quando aveva 14 anni ed era semplicemente in prova. Nella storia invece ricordiamo tre trasferimenti diretti tra una squadra e laltra: da Madrid a Marsiglia è passato recentemente il terzino destro Javier Manquillo, cresciuto tra le fila biancorosse e poi arrivato in prestito al Vélodrome dove ha giocato una stagione da protagonista, prima di tornare in Premier League per vestire la maglia del Sunderland e, quindi, quella del Newcastle dove attualmente milita. Jovan Stankovic, esterno serbo, ha fatto il percorso inverso nellestate 2002 ma il nome da sottolineare è quello del centrocampista offensivo Larbi Ben Barek, marocchino che nel 1938 arrivò a Marsiglia e ci rimase un solo anno, passando poi allo Stade Français e di qui allAtletico Madrid, dove giocò per cinque stagioni vincendo due volte il campionato, facendo infine ritorno al Vélodrome per altri due anni. Naturalizzato francese, ha anche giocato 19 partite con i Bleus ma soprattutto è stato il primo calciatore africano ad affermarsi in Europa. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

E Florian Thauvin il protagonista che scegliamo nelle probabili formazioni di Marsiglia Atletico Madrid: un giocatore che può accendere la luce nella sua squadra e condurla alla vittoria dellEuropa League. classe 93, fa parte di quella generazione che ha vinto il Mondiale Under 20; a differenza di alcuni compagni (su tutti Paul Pogba), Thauvin però ha impiegato un po di tempo per affermarsi anche se i primi due anni a Marsiglia sono stati comunque positivi. Questanno, tornato al Vélodrome dopo il prestito al Newcastle, è definitivamente esploso con numeri realizzativi incredibili: 22 gol in campionato e 3 in Europa League, con anche 12 assist in Ligue 1 entrando direttamente in 34 delle 78 reti messe a segno dallOM. In nazionale gioca da pochissimo: la prima presenza risale addirittura al giugno dello scorso anno e ne ha tre totali. Forse paga il fatto di avere un ruolo poco collocabile, ma Rudi Garcia lo schiera largo a destra: al fianco di Payet potrebbe certamente funzionare anche con la Francia che andrà allassalto del Mondiale di Russia, magari con Martial a destra e Griezmann da punta. Questo però si vedrà tra qualche settimana, prima Thauvin deve provare a vincere la finale di Europa League (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO

Quale duello infiamma le probabili formazioni di Marsiglia Atletico Madrid? Ne scegliamo uno in mezzo al campo, tra Morgan Sanson e Saul Niguez. Sono i due numeri 8, e due giocatori di grande qualità; entrambi classe 94, ma il francese Sanson è emerso più tardi rispetto al coetaneo essendo arrivato a Marsiglia soltanto a gennaio, dopo unesperienza di tre anni e mezzo nel Montpellier nel quale si è messo in luce come playmaker basso (in origine era un trequartista, e Rudi Garcia lo ha a volte fatto giocare in quella posizione, per esempio nellultima di campionato). Piedi buoni e visione di gioco ne fanno un calciatore in grado anche di vedere la porta, ma quella è una caratteristica che sorride maggiormente a Saul: primi passi nel Real Madrid ma poi – al contrario di quanto accaduto a Raul – larrivo sullaltro lato della città, a nemmeno 14 anni. Un prestito al Rayo Vallecano, dal 2014 stabilmente nella prima squadra dellAtletico: diventato ormai un punto fermo dei Colchoneros, è un centrale che però Diego Simeone impiega spesso come esterno tattico, di fatto la stessa intuizione avuta per Koke. Già elemento importante della nazionale spagnola, con le Furie Rosse ha vinto da grande protagonista largento agli Europei Under 21 dello scorso anno, capocannoniere con 5 gol di cui tre nella semifinale contro lItalia. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

La finale di Europa League 2017-2018 Marsiglia Atletico Madrid è dietro langolo: mercoledì 16 maggio alle ore 20:45, sede dellincontro il Parc Olympique Lyonnais e dunque la squadra francese può essere quasi considerata in casa, anche se non è nel suo stadio ma anzi sul campo di una rivale nazionale. Sia come sia, OM e Colchoneros si affrontano nellultimo atto di un torneo che è stato lungo e che nel corso del suo cammino ha raccolto altre partecipanti, tra cui proprio lAtletico che ora ha la possibilità di vincere la sua terza Europa League; il Marsiglia non festeggia una coppa europea da oltre 20 anni e vuole tornare a farlo. Leggiamo allora quali sono i dubbi e le certezze che albergano nella mente dei due allenatori a poche ore dal calcio dinizio, analizzando in maniera più dettagliata le probabili formazioni di Marsiglia Atletico Madrid.

QUOTE E PRONOSTICO

Secondo lagenzia di scommesse Snai, che ha quotato la finale di Europa League tracciandone il pronostico, a essere favorito è lAtletico Madrid e non certo di poco: infatti la quota per la vittoria dei Colchoneros, per la quale andrà giocato il segno 2, vale 1,65. Siamo invece a 5,50 per il segno 1, che identifica la vittoria del Marsiglia visto che i francesi sono ufficialmente in casa; il pareggio porterebbe la partita ai tempi supplementari ed eventualmente ai calci di rigore, se le cose andassero in questo modo il vostro guadagno sarebbe di 3,70 volte la cifra che avrete deciso di investire.

PROBABILI FORMAZIONI MARSIGLIA ATLETICO MADRID

I DUBBI DI RUDI GARCIA

Rolando sì, Mitroglou forse: questo il borsino dei due giocatori in dubbio nellOlympique Marsiglia, con Rudi Garcia che dunque potrebbe dover fare a meno del suo attaccante greco. Mitroglou dovrebbe comunque andare in panchina, ma in campo dovrebbe esserci Germain; Rolando invece è favorito per affiancare Luiz Gustavo al centro della difesa, spingendo verso la panchina lex Milan Rami. Per il resto non si cambia rispetto alle ultime uscite, se non per il portiere che dovrebbe essere Mandanda, recuperato quasi in extremis: la scelta di Garcia dovrebbe ricadere su di lui piuttosto che su Yohann Pelé, dubbio invece tra Bouna Sarr e Sakai per la fascia destra con Amavi che a sinistra è favorito sullo stesso giapponese. La mediana è una certezza con Maxime Lopez e Sanson, lo è anche la trequarti dove Thauvin segna come una prima punta e Ocampos è particolarmente ispirato, ma come sempre tutto passa dai piedi di capitan Payet che dovrà solo badare a mantenere costante la dedizione e lattenzione, incidendo per lintera durata della partita.

GLI 11 DI SIMEONE

A conti fatti, il dubbio di Diego Simeone è soltanto uno ed è quello di cui parlavamo ieri: sostanzialmente il ballottaggio è tra Angel Correa e Thomas Partey, e per le posizioni di centrale di centrocampo ed esterno destro. Con il primo in campo, Saul Niguez giocherebbe al fianco di capitan Gabi; con il ghanese titolare, il numero 8 andrebbe a destra destinando alla panchina largentino. Sicuramente a sinistra agirà Koke, vero regista della squadra ma spostato da esterno; Juanfran e Filipe Luis sono entrambi recuperati e saranno dunque i terzini di una difesa comandata come sempre da Godin, che davanti ad Oblak giocherà in coppia con José Gimenez che appare al momento favorito su Savic. Lattacco è forse il reparto meno modificabile: quando conta davvero Diego Costa è titolare e dunque lex Chelsea, tornato per acclamazione popolare a Madrid dopo il periodo londinese, sarà ancora una volta la prima punta con Griezmann che naturalmente giocherà al suo fianco e dovrà essere il leader tecnico dellAtletico. Attenzione alla panchina, dalla quale parte Fernando Torres insieme a Gameiro: un lusso mica da ridere per il Cholo.

 

IL TABELLINO


MARSIGLIA (4-2-3-1): 30 Mandanda; 2 Sakai, 6 Rolando 19 Luiz Gustavo, 18 Amavi; 27 Maxime Lopez, 8 Sanson; 26 Thauvin, 10 Payet, 5 Ocampos; 28 Germain

A disposizione: 16 Y. Pelé, 17 B. Sarr, 23 Rami, 4 B. Kamara, 29 Zambo Anguissa, 14 NJie, 11 Mitroglou

Allenatore: Rudi Garcia

Squalificati: –

Indisponibili: –

 

ATLETICO MADRID (4-4-2): 13 Oblak; 20 Juanfran, 24 J. Gimenez, 2 Godin, 3 Filipe Luis; 11 A. Correa, 8 Saul Niguez, 14 Gabi, 6 Koke; 7 Griezmann, 18 Diego Costa

A disposizione: 25 Werner, 16 Vrsaljko, 15 Savic, 19 L. Hernandez, 5 Thomas, 21 Gameiro, 9 Fernando Torres

Allenatore: Diego Simeone

Squalificati: –

Indisponibili: –

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori