VIDEO / Napoli-Crotone (2-1): highlights e gol. Le parole di Maurizio Sarri (Serie A 38^ giornata)

- Stefano Belli

Video Napoli Crotone (2-1): gli highlights e i gol della partita di Serie A. Con i gol di Milik e Callejon i partenopei condannano la squadra di Zenga alla retrocessione in Serie B.

Zielinski_gol_Napoli_Milan_lapresse_2017
Probabili formazioni Napoli Frosinone (Foto LaPresse)

Al termine di Napoli Crotone, le parole di Maurizio Sarri sono state tutte per il proprio futuro e non sono state molto rassicuranti per i tifosi del Napoli. L’addio infatti sembra essere più vicino: “Se il tempo è scaduto, ci sarà un recupero. Avere un giorno o due di tempo, dopo un’annata del genere, mi sembra il minimo. Non so cosa farò, dormirò per la prima volta senza stress, parlerò con la mia famiglia, dopodiché comunicherò al presidente”. Il problema secondo Sarri è legato al futuro di tanti giocatori che potrebbero andare via: “Se resto qui voglio avere la percezione che sia possibile ripetersi, la certezza non si può avere. Ci sono delel clausole rescissorie per dei calciatori che potrebbero andare via e che sarebbe difficile sostituire”. La conclusione è romantica, con dedica alal città e ai tifosi: “L’unico sì è del mio cuore, perché questa squadra è e sarà nel mio cuore. Se dovessi cambiare mi piacerebbe andare all’estero, visto l’amore totale che ho per questa tifoseria. In Italia no, sarebbe troppo presente il ricordo di questi tre anni”. (Aggiornamento di Maiuro Mantegazza)

VIDEO NAPOLI CROTONE

Il bilancio del Napoli a fine campionato: 77 gol segnati e 29 subiti, 28 vittorie, 7 pareggi e sconfitte per un totale di 91 punti. Che pure non sono bastati ai partenopei per conquistare il terzo scudetto della loro storia, ancora una volta la Juventus ha fatto meglio di loro, anche se mai quest’anno la squadra di Sarri aveva dato la sensazione di poter mettere fine all’egemonia dei bianconeri che invece hanno conquistato il settimo titolo consecutivo. Che ne sarà del tecnico nato nel capoluogo campano ma cresciuto in Toscana? Il rapporto con Aurelio De Laurentiis non è mai stato così travagliato come negli ultimi mesi, anche se di recente c’è stato un riavvicinamento tra le parti e non si può escludere nessuna ipotesi. I tifosi e i giocatori si augurano che Sarri possa rimanere un altro anno per lanciare nuovamente il guanto di sfida alla vecchia Signora, e se possibile togliersi qualche grossa soddisfazione anche nelle coppe europee, fin troppo trascurate in questa stagione. Nel caso Sarri parta è probabile che più di qualche giocatore lo segua, e a quel punto il Napoli sarebbe costretto a ripartire praticamente da zero, e a questi livelli non è mai facile cambiare e rimanere altamente competitivi. Per quanto riguarda il Crotone, la compagine calabrese pur facendo un punto in più rispetto allo scorso anno non è riuscita a conquistare la permanenza in Serie A anche per la prossima stagione: fatali le sconfitte negli scontri diretti contro Benevento, SPAL e Chievo, col senno di poi sarebbe stato meglio perdere contro Juve, Inter e Lazio dove sono arrivati tre pareggi di prestigio ma che in chiave salvezza non sono serviti a nulla. Chissà come sarebbero andate le cose se la dirigenza non fosse arrivata ai ferri corti con il precedente allenatore Davide Nicola, autore dodici mesi fa di un autentico capolavoro che invece non è riuscito a Walter Zenga, abile a rallentare la marcia delle big ma incapace di fare punti dove servivano veramente. La prossima stagione il Crotone ripartirà dalla Serie B e non sarà assolutamente un gioco da ragazzi risalire immediatamente nella massima categoria, basta vedere le difficoltà che ha incontrato il Palermo sceso un anno fa e che non è andato oltre il quarto posto nella regular season e dovrà passare per i play-off.

LE DICHIARAZIONI

Al termine della gara è intervenuto l’attaccante del Napoli, Lorenzo Insigne: “C’è un po’ di rammarico per come è andata la stagine ma non potevamo proprio fare di più. Dispiace non aver vinto lo scudetto e regalato un’immensa gioia ai nostri tifosi che ci hanno sempre supportato, 91 punti sono un traguardo incredibile. Non resta che guardare avanti e pensare al futuro, è adesso che comincia davvero il difficile per noi e la società, non sarà facile migliorarsi anche se questo gruppo è cresciuto anno dopo anno. Onestamente penso che nemmeno Sarri abbia idea sul da farsi, mi auguro che prenda la decisione giusta e che rimanga con noi perché può ancora insegnarci tanto”.

In via eccezionale ha parlato ai microfoni il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis: “I miei ragazzi hanno disputato un bellissimo campionato, impossibile chiedergli di più, altrimenti dovrebbero andare a rubare. Sarri? Chiedetelo a lui se vuole restare oppure no, nei giorni scorsi ne abbiamo parlato a lungo del rinnovo ma mi è sembrato troppo titubante. Io devo pensare solamente al bene della squadra, da nove anni siamo ininterrottamente in Europa, un’impresa che non è riuscita neppure alla Juventus”.

Non trattiene la delusione Walter Zenga, l’allenatore del Crotone commenta così il risultato che ha portato alla retrocessione della sua squadra in Serie B: ” davvero un colpo al cuore retrocedere in questa maniera, soprattutto quando hai dei tifosi meravigliosi che al termine della gara ci hanno applaudito, una dimostrazione d’amore e d’affetto che mi ha profondamente toccato. In questo momento non ho voglia di parlare, non meritavamo di scendere, questa è una piazza che merita di calcare i migliori stadi italiani, e anche i giocatori in campo hanno dimostrato di valere la massima categoria”.

NAPOLI CROTONE, GOL E HIGHLIGHTS: IL VIDEO DELLA PARTITA



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori