DIRETTA/ Trapani-Cosenza (risultato finale 0-2) streaming video e tv: Tutino manda i silani ai quarti!

- Claudio Franceschini

Diretta Trapani Cosenza, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Nel ritorno degli ottavi dei playoff ai lupi basta un pareggio per passare il turno

Okereke_gol_Cosenza_Trapani_lapresse_2018
Diretta Trapani Cosenza, playoff Serie C (Foto LaPresse)

DIRETTA TRAPANI-COSENZA (RISULTATO FINALE 0-2): TUTINO MANDA I SILANI AI QUARTI

Il Cosenza espugna il Provinciale di Erice battendo il Trapani per 2 a 0 e si qualifica per i quarti degli spareggi di Serie C. Al 78′ i silani infliggono il colpo di grazia ai padroni di casa: altro pallone perso dalla squadra di Calori, Corsi si avventa sulla sfera vagante e la rimette al centro per Tutino, Drudi non riesce a contenerlo e per il numero 25 di Braglia diventa un gioco da ragazzi gonfiare la rete di Furlan che anche questa volta non può fare nulla. Cala nuovamente il silenzio al Provinciale di Erice, a poco più di dieci minuti dal novantesimo i siciliani avrebbero bisogno di segnare tre gol per ribaltare la situazione, un’impresa troppo ardua da portare a termine in così poco tempo. Il Trapani getta la spugna tra i fischi del pubblico, i giocatori del Cosenza non devono far altro che gestire il giro palla in attesa del triplice fischio dell’arbitro Sozza che arriva allo scadere del 94′: la loro avventura nei play-off prosegue, giunge ai titoli di coda la stagione del Trapani che deve rimandare di almeno un altro anno l’appuntamento con il ritorno in Serie B. [agg. di Stefano Belli]

OKEREKE GELA IL PROVINCIALE DI ERICE

Okereke gela il Provinciale di Erice, al 63′ l’attaccante nigeriano ruba palla a Palumbo e firma il gol che mette seriamente nei guai il Trapani e consente al Cosenza di portarsi in vantaggio e – soprattutto – ipotecare l’accesso ai quarti dei play-off di Serie C. Per la formazione di Calori inizia un’autentica corsa contro il tempo per segnare i due gol che servono per qualificarsi, e non sarà affatto facile per i padroni di casa trovare varchi dove inserirsi visto che, comprensibilmente, gli uomini di Braglia dopo aver sbloccato la contesa ora si sono chiusi a riccio nella loro trequarti, parcheggiando i pullman davanti alla porta di Saracco che al 58′ ha rischiato di essere beffato dal cross di Bastoni che si era trasformato in un tiro molto insidioso che per fortuna dei silani si è spento di poco a lato. A un quarto d’ora dal novantesimo il Cosenza conduce per 1 a 0. [agg. di Stefano Belli]

PADRONI DI CASA A CACCIA DEL GOL

Al Provinciale di Erice è ricominciato dopo l’intervallo il match tra Trapani e Cosenza con le due squadre che rimangono sullo 0-0 quando siamo giunti al decimo minuto del secondo tempo. Il tecnico Calori capisce che il tempo comincia a stringere e corre ai ripari inserendo Campagnacci e Bastoni al posto di Murano e Scarsella. Padroni di casa a trazione anteriore nel tentativo di sbloccare la contesa e trovare quello che a tutti gli effetti è il gol qualificazione, anche se sono gli ospiti che continuano ad attaccare con il tentativo di Corsi che al 49′ va a vuoto visto che Furlan interviene senza patemi d’animo. Nella trequarti del Trapani, Okereke contina a seminare il panico, Drudi e Corapi non lo contengono ma il centravanti nigeriano viene chiuso in fallo laterale e quindi nulla di fatto. [agg. di Stefano Belli]

INTERVALLO

Trapani e Cosenza vanno al riposo sullo 0-0. Al 32′ Palumbo sfiora l’incrocio dei pali con una conclusione molto insidiosa che si spegne di poco oltre la linea di fondo, sospiro di sollievo per Saracco che per un attimo se l’è vista brutta. Un minuto più tardi i padroni di casa protestano per un presunto intervento falloso di Idda ai danni di Murano all’interno dell’area di rigore, gli uomini di Calori chiedono il penalty, l’arbitro Sozza si limita a far proseguire il gioco senza prendere provvedimenti. Al 43′ Okereke e Bruccini provano una combinazione che non va a buon fine, l’attaccante nigeriano non riesce a finalizzare l’azione d’attacco dei silani, finora bravissimi a non concedere il gol al Trapani che gli consentirebbe di passare il turno. Nel recupero Furlan fa buona guardia in mezzo a una mischia furibonda. [agg. di Stefano Belli]

BRUCCINI METTE SULL’ATTENTI FURLAN

Alla mezz’ora del primo tempo è sempre parità tra Trapani e Cosenza con le due squadre ferme sullo 0-0. Le due squadre provano ad infiammare la partita, all’11’ Polidori quasi dalla linea di fondo libera il sinistro, Saracco si rifugia in calcio d’angolo. Poco dopo il tecnico dei silani, Braglia, deve fare i conti con l’infortunio di Pascali che non ce la fa a proseguire ed è costretto a lasciare il posto a Camigliano. Successivamente gli ospiti provano a rendersi pericolosi in un paio di frangenti: al quarto d’ora Tutino fa dasponda per Bruccini che libera il sinistro senza trovare la porta. Cinque minuti più tardi Bruccini ci riprova inquadrando lo specchio, Furlan respinge la conclusione con Tutino che fallisce il tap-in. Meno netta la supremazia territoriale dei padroni di casa rispetto a inizio gara, i giocatori del Cosenza hanno preso coraggio e non si stanno più facendo schiacciare nella loro trequarti. [agg. di Stefano Belli]

SCARSELLA NON TROVA LA PORTA

Al Provinciale di Erice l’arbitro Sozza ha dato il via al ritorno degli ottavi dei play-off di Serie C tra il Trapani e il Cosenza, quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio il parziale resta fermo sullo 0-0. Si riparte dal 2 a 1 dell’andata in favore dei silani, per cui i padroni di casa sono costretti a vincere per passare il turno. Subito molto aggressivi gli uomini di Calori che si affacciano dalle parti di Saracco per la prima volta al 3′ con il colpo di testa di Scarsella che non trova la porta, al numero 6 del Trapani è mancata la freddezza sotto porta, requisito indispensabile per ottenere l’accesso ai quarti. Gli ospiti pensano a difendere e a gestire la situazione, del resto alla compagine di Braglia basta un pareggio per eliminare gli avversari dagli spareggi.[agg. di Stefano Belli] 

SI COMINCIA

Ci siamo, Trapani Cosenza comincia: se i granata mancano al campionato cadetto da un solo anno e aspirano dunque a tornarci immediatamente, i lupi – passati anche attraverso lesclusione dal professionismo nel 2011, tanto da ripartire come Nuova Cosenza – non conoscono la Serie B dal 2003, dovendo anche riprendere dalla Serie D a seguito della radiazione per fallimento finanziario. Lultimo Cosenza in cadetteria ha avuto tre allenatori: tra questi anche Emiliano Mondonico, alla seconda giornata e poi ancora tra la 14^ e la 22^; la squadra però è retrocessa con Antonio Sala e ha avuto come cannoniere (8 gol) quello Stefano Guidoni visto anche a Venezia e Cremona, e cresciuto nella Juventus. A conferma del tempo che è passato, le promozioni in Serie A furono di Siena (la prima storica), Sampdoria, Lecce e Ancona; il bomber del torneo era stato Igor Protti davanti a Dino Fava, Davide Dionigi, Stefan Schwoch e Massimo Borgobello. Il solo Fava, che ha 41 anni, gioca ancora: lo fa con la maglia del Savoia, che ha appena ritrovato la promozione in Serie D vincendo anche la Coppa Italia Dilettanti per la Campania. Ora parola al campo: finalmente Trapani Cosenza si gioca, e noi non vediamo lora di stare a vedere come andranno le cose! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Trapani Cosenza non sarà trasmessa in diretta tv; come sempre lappuntamento con le partite di Serie C, dunque anche quelle dei playoff, è in diretta streaming video sul portale elevensports.it, che ha sostituito il vecchio Sportube svolgendo le stesse funzioni, vale a dire la fornitura delle gare in mobilità (potendo usufruire di dispositivi come PC, tablet o smartphone) abbonandosi al servizio con il pagamento di una quota oppure scegliendo di acquistare il singolo evento.

TESTA A TESTA

Curiosamente, Trapani Cosenza è la partita che ha chiuso la stagione regolare delle due squadre: lhanno vinta i lupi per 4-2 ma a dire il vero si giocava al San Vito, dunque lultima sfida che sia andata in scena al Provinciale di Erice è quella di andata. Risultato comunque invariato: vittoria dei calabresi per 2-1 con i gol di Ettore Mendicino e Riccardo Idda con in mezzo il temporaneo pareggio di Reginaldo su rigore. Due di questi tre giocatori non fanno più parte della rispettiva squadra, e non saranno protagonisti ai playoff (Mendicino ha giocato il secondo turno con il Monza, perdendo subito); intanto il Cosenza ha prolungato a quattro partite la striscia di vittorie consecutive contro il Trapani, perchè a metà gennaio è arrivato anche un 1-0 in Coppa Italia con gol di Matteo Calamai in pieno recupero. Quasi una maledizione per i siciliani, che però vincendo oggi otterrebbero il successo nella partita più importante; nella stagione 1976-1977, in Serie C (girone C), era stato doppio pareggio (3-3 a Trapani, 0-0 a Cosenza), dobbiamo arrivare al gennaio 1976 per trovare lultima vittoria del Trapani, a completare una striscia di tre successi granata. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Trapani Cosenza verrà diretta dal signor Simone Sozza, arbitro della sezione AIA di Seregno: per lui 23 partite in questa stagione, nelle quali ha tenuto una media di poco più di 3,5 ammonizioni e ha estratto soltanto due volte il cartellino rosso, peraltro sempre per somma di ammonizioni. Ben 11 i calci di rigore assegnati; Sozza ha diretto il derby di Coppa Italia Primavera tra Genoa e Sampdoria, si è trovato coinvolto in sette partite del girone C della Serie C e già a fine settembre ha incrociato il Trapani, che in quelloccasione ha battuto per 2-1 la Casertana. Laltra sfida con i siciliani risale invece a fine dicembre, pareggio esterno (2-2) nel derby regionale contro il Siracusa; cè invece un precedente con il Cosenza, che è stato arbitrato da Sozza a metà febbraio. Anche in questo caso è finita 2-2 fuori casa, ma al Massimino di Catania; dunque si tratta di un bilancio confortante sia per il Trapani che per il Cosenza: il fischietto di Lecco inoltre ha già arbitrato una partita dei playoff, la vittoria della Viterbese contro la Carrarese (2-1) nel secondo turno, nelloccasione tre ammoniti. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Trapani Cosenza, partita che sarà diretta dal signor Simone Sozza, va in scena alle ore 20:30 di mercoledì 23 maggio: al Polisportivo Provinciale di Erice le due squadre giocano il ritorno degli ottavi di finale nei playoff di Serie C 2017-2018. La formula legata agli spareggi per la promozione in Serie B dice che in caso di parità nei gol fatti e subiti, a superare il turno debba essere la squadra messa meglio nella classifica della stagione regolare, senza tempi supplementari o calci di rigore: si tratta del Trapani che ha anche la possibilità di giocare il ritorno in casa, ma la partita di andata lha vinta il Cosenza che dunque ha unoccasione non da poco per prendersi i quarti di finale e proseguire la sua corsa verso la Serie B.

RISULTATI E PRECEDENTI

La partita di domenica rischia di essere unopportunità sfumata per il Cosenza: i lupi, scattati benissimo nel secondo tempo con i gol di Tutino e Okereke, viaggiavano con il vento in poppa ma hanno subito il gol di Polidori in pieno recupero. Hanno vinto comunque e dunque si possono permettere di pareggiare, ma adesso il Trapani in virtù della formula appena descritta deve semplicemente vincere, senza alcuna importanza legata al risultato esatto che eventualmente maturerebbe. Per questo motivo dalle parti di Cosenza cè ottimismo ma anche una sorta di rammarico per come sarebbero potute andare le cose; pure, i calabresi per quello che hanno fatto vedere nel corso della stagione hanno tutte le possibilità di pareggiare a Erice o anche solo di espugnare il campo di un Trapani che, tuttavia, pur avendo fatto un esordio negativo nei playoff resta una squadra che ha chiuso bene la stagione, vincendo 9 delle 15 partite giocate al termine del girone C.

PROBABILI FORMAZIONI TRAPANI COSENZA

Come scenderà in campo il Trapani di Alessandro Calori? Ballottaggio Evacuo-Polidori con il primo largamente favorito per affiancare Murano in attacco, a centrocampo invece sono certi del posto Marras e Bastoni sulle corsie con Palumbo e Corapi (o Staffé) che fanno compagnia a Scarsella, che agirà in mezzo da regista. In difesa comanda Pasquale Fazio, che agirà tra Silvestri e Pagliarulo; dovrebbe rimanere in panchina Drudi. Nel Cosenza cè Saracco tra i pali, con Pascali, Dermaku e Idda che compongono la difesa; Corsi e DOrazio agiscono sulle corsie anche se Juan Ramos potrebbe giocarsi una maglia a sinistra, in mezzo a fare filtro e impostazione dovrebbero esserci Bruccini e Calamai. Non cambia il tridente offensivo: Tutino e Okereke larghi, Leonardo Pérez favorito su Baclet come punta centrale.

QUOTE E PRONOSTICO

A partire favorito secondo lagenzia di scommesse Snai è il Trapani, e il pronostico dice che le distanze sono abbastanza definite: il segno 1 che identifica la vittoria dei siciliani vale infatti 1,75 contro il 4,75 che viene posto sul segno 2, ipotesi da giocare se pensate che il Cosenza possa fare il colpo esterno. Con il pareggio gli ospiti passerebbero il turno volando ai quarti di finale, ma soprattutto il vostro guadagno su questa partita dei playoff sarebbe di 3,40 volte la somma che avrete deciso di investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori