Foggia, Stroppa nuovo allenatore del Bologna?/ “Vedremo cosa succederà, c’è un contratto”

- Mauro Mantegazza

Foggia, Giovanni Stroppa nuovo allenatore del Bologna? “Vedremo cosa succederà, c’è un contratto”. Il tecnico dei rossoneri per ora non smentisce ne conferma

stroppa_foggia_lapresse_2018
Il tecnico del Foggia, Stroppa - LaPresse

Giovanni Stroppa in queste ore è stato accostato al Bologna come possibile nuovo allenatore del club rossoblù, che non sarà più guidato da Roberto Donadoni nella prossima stagione. Questa ipotesi giustamente ha messo in subbuglio lambiente del Foggia, che nelle ultime due stagioni è stato allenato proprio da Stroppa con risultati eccellenti: nel 2016-2017 la promozione in Serie B, questanno una tranquilla salvezza nonostante una partenza lenta, con un crescendo nel ritorno che ha portato i rossoneri pugliesi addirittura al nono posto, dunque ad un passo dai playoff che sarebbero stati un risultato clamoroso dopo le difficoltà iniziali. Queste due belle stagioni hanno naturalmente avuto leffetto di mettere Giovanni Stroppa al centro dellattenzione di tante squadre anche di Serie A, fra le quali dunque sembra esserci in primo piano il Bologna: lallenatore rossonero dunque potrebbe lasciare la Puglia con destinazione Emilia Romagna?

LE PAROLE DI GIOVANNI STROPPA

Tuttomercatoweb ha fatto questa domanda al diretto interessato. Ecco la risposta di Giovanni Stroppa circa il proprio futuro: Cè un contratto vedremo cosa succederà. Non penso ad altro. Gli attestati di stima ci sono, questo fa piacere. Però non so che succederà e non lo dico perché voglio fare il prezioso. Ma finché non si presenta qualcuno che bussa e mi fa tentennare Qui il lavoro è in crescendo, non vedo perché cambiare gratuitamente. Insomma, lallenatore a Foggia sta molto bene e daltronde è apprezzato da tutto lambiente, ma per capire cosa succederà servirà ancora un po di tempo. Stroppa ha poi proseguito: Quale sarà il mercato se resto? presto per parlare. Ci dovremo sedere. Ci sarebbe la volontà di migliorare quello che è stato fatto. A gennaio abbiamo messo un mattoncino. Dagli errori e grazie al mercato di riparazione siamo cresciuti. Ma per iniziare il prossimo campionato bisogna mettere un altro mattoncino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori