Probabili formazioni/ Real Madrid Liverpool: diretta tv, orario. Jolly dalla panchina (Champions League)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Real Madrid Liverpool: diretta tv, orario, le notizie live. Finale di Champions League a Kiev: Jurgen Klopp potrebbe recuperare anche Emre Can almeno per la panchina

Kiev_stadio_Olimpico_allenamento_lapresse_2018
Probabili formazioni Real Madrid Liverpool, finale Champions League (Foto LaPresse)

Studiando le panchine nelle probabili formazioni di Real Madrid Liverpool, scopriamo che lago della bilancia tende nettamente dalla parte dei blancos: i Reds pagano lassenza di Alex Oxlade-Chamberlain e hanno Adam Lallana e (forse) Emre Can a mezzo servizio, ma anche così avrebbero dovuto inseguire il Real Madrid. Non tutti gli allenatori possono permettersi di tenere in panchina il talento cristallino (anche se discontinuo) di Mateo Kovacic, un giocatore pagato 100 milioni come Gareth Bale (ancora determinante) e due elementi come Lucas Vazquez e Marco Asensio, già protagonisti decisivi nelle fasi finali della Champions League (la Juventus ne sa più di qualcosa). A loro dovremmo aggiungere tre giocatori che rispondono ai nomi di Jesus Vallejo, Marcos Llorente e Dani Ceballos: finalisti agli Europei Under 21 dello scorso anno e colonne portanti di quella nazionale giovanile, nel Real Madrid hanno trovato davvero poco spazio ma sarebbero titolari in tante altre formazioni. Zinedine Zidane potrebbe addirittura lasciarli in tribuna in blocco: dipenderà dalla volontà di dare un posto al terzino Achraf Hakimi, che di fatto sarebbe lunico esterno basso di riserva a meno di adattare la posizione di Nacho (cosa che può essere agevolmente fatta). Vedremo, ma di certo la panchina dei blancos è nettamente superiore a quella del Liverpool e questo potrebbe essere un elemento determinante per le sorti della finale di Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

IN ATTACCO

Nelle probabili formazioni di Real Madrid Liverpool abbiamo già parlato degli straordinari numeri offensivi del tridente Salah-Firmino-Mané, e di come Cristiano Ronaldo abbia segnato la metà dei gol dei blancos in questa edizione della Champions League; concentrando la nostra attenzione su Roberto Firmino, 26enne arrivato ad Anfield nel 2015 – acquistato dallHoffenheim – dobbiamo dire che ha trovato la stagione più prolifica in carriera con 27 gol – finora – facendo meglio dei 2013-2014 quando aveva centrato 22 reti (16 in Bundesliga, 6 in Coppa di Germania). In Champions League non aveva mai giocato, e in precedenza aveva una stagione in Europa League con una finale persa e un solo gol realizzato: allesordio nella competizione ha saputo mettere a segno la bellezza di 10 reti. Numeri che sono valsi al numero 9 del Liverpool la convocazione per i Mondiali: con la Seleçao ha già giocato 18 partite (5 gol) e Tite lo ha scelto insieme a Neymar, Gabriel Jesus, Douglas Costa e Taison. Di fatto il solo attaccante del Manchester City è una prima punta: cè dunque ampia possibilità che Firmino possa giocarsi le sue carte, anche se il titolare designato dovrebbe essere appunto Gabriel Jesus (inoltre il Brasile gioca a volte anche senza una prima punta di ruolo, demandando gol e movimenti a Neymar). Dovesse vincere la Champions League, le sue quotazioni crescerebbero ulteriormente (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

Emre Can può davvero giocare Real Madrid Liverpool? Presentando le probabili formazioni della finale di Champions League abbiamo detto che il centrocampista tedesco sta facendo di tutto per recuperare, e Jurgen Klopp si è detto positivamente impressionato dalle sue condizioni. Tuttavia, da qui ad andare in campo anche solo per uno spezzone di una partita così importante il passo è lungo: Emre Can non gioca dal 17 marzo (in campionato contro il Watford) quando si è infortunato alla schiena, e da allora ha saltato sette partite di Premier League e quattro di Champions League (quarti e semifinali) ma soprattutto non tocca il terreno verde in gare ufficiali da oltre due mesi. Non stiamo parlando di unassenza di lunghissimo corso, ma sicuramente di un giocatore che non può essere al meglio; la sua presenza in panchina può essere utile per i Reds, ma resta da capire se potrà avere una chance. Il suo futuro sembra comunque lontano da Anfield: da un anno circa la Juventus sembra essere vicina alla sua acquisizione e in estate potrebbe finalmente completare loperazione di mercato. Chissà: Emre Can potrebbe seguire le orme del connazionale Sami Khedira, trasferitosi alla Juventus dopo aver vinto la Champions League (ma in quel caso era passato un altro anno) (agg. di Claudio Franceschini)

LA DIFESA

Analizzando le probabili formazioni di Real Madrid Liverpool, non possiamo non parlare di Virgil Van Dijk: quando i Reds lo hanno acquistato dal Southampton per 85 milioni di euro, per di più nella finestra invernale di mercato, naturalmente si sono spesi dubbi e critiche circa la bontà delloperazione. La realtà dei fatti è che il centrale olandese passato anche dal Celtic (dove aveva collezionato 19 partite in Champions League) ha davvero cambiato in meglio la retroguardia dei Reds: le sue partite con la nuova maglia sono 15 in Premier League, due in FA Cup e cinque in Champions League. Il Liverpool ha incassato un totale di 21 gol, in precedenza erano state 39 in 32 gare. I numeri sono dunque dalla parte di Van Dijk, che ha anche giocato 18 partite con la maglia della nazionale di cui al momento è capitano: in coppia con Dejan Lovren lolandese ha saputo diventare subito un leader (gol allesordio, nel derby di coppa contro lEverton per risolvere la partita) e, nonostante qualche svarione di troppo – i 6 gol complessivi incassati contro la Roma nella doppia sfida di semifinale – Jurgen Klopp può dirsi assolutamente soddisfatto delloperato del suo giocatore. (agg. di Claudio Franceschini)

NOTIZIE ALLA VIGILIA

Real Madrid Liverpool è la finale di Champions League 2017-2018: finalmente ci siamo, alle ore 20:45 di sabato 26 maggio lo stadio Olimpico di Kiev ospita la partita che tutti stavano aspettando. Purtroppo non ci sono rappresentanti italiane, ma lo spettacolo è assicurato: i blancos devono combattere contro la cabala (0-3 in finali europee contro squadre britanniche) ma sono chiaramente favoriti e puntano quel tris mai riuscito a nessuno nella moderna edizione del torneo e che risale agli anni Settanta come ultimo precedente. Il Liverpool arriva in Ucraina con qualche assenza di troppo, un finale di stagione interno non esaltante ma comunque con grande entusiasmo, con la forza cioè di chi sa di aver sovvertito i pronostici e di poter adesso fare il grande colpo. Aspettando allora che arrivi il momento di giocare, e ancora totalmente immersi in questa vigilia, andiamo a vedere quali sono le possibili scelte dei due allenatori e quali dubbi albergano ancora nella loro mente, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Real Madrid Liverpool.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA FINALE

Real Madrid Liverpool, finale della Champions League 2017-2018, è un appuntamento in diretta tv del quale tutti possono usufruire: sarà infatti trasmessa in chiaro su Canale 5, con la possibilità di seguirla in mobilità su Video Mediaset. Gli abbonati al digitale terrestre naturalmente potranno avvalersi dei canali Premium Sport e Premium Sport HD, oltre a poter attivare la diretta streaming video su PC, tablet e smartphone grazie allapplicazione Premium Play, che non richiede costi aggiuntivi.

PROBABILI FORMAZIONI REAL MADRID LIVERPOOL

LE SCELTE DI ZIDANE

Sono davvero pochi i dubbi di Zinedine Zidane in vista della finale: lunico è quello che come sempre riguarda il dualismo tra Isco e Gareth Bale, perchè lo scozzese è in netta ripresa e dunque può aumentare le sue possibilità di essere in campo. A oggi comunque il favorito resta lex Malaga, anche sulla possibilità che a rimanere fuori sia Benzema come accaduto nellandata dei quarti; il francese ci sarà e giocherà al fianco di Cristiano Ronaldo, che sia come unica punta del tridente o come partner del portoghese supportati da Isco. Il centrocampo naturalmente è quello formato da Modric e Kroos che agiscono come mezzali, di fatto due registi che si dividono il campo di dare fluidità e ampiezza alla manovra della squadra, e Casemiro che sarà il consueto frangiflutti posizionato come schermo della difesa, anche se le sue prestazioni sono leggermente in calo. Reparto arretrato che si dispone davanti a Keylor Navas secondo consuetudine: il leader indiscusso è Sergio Ramos, il suo compagno al centro dello schieramento è Varane mentre sulle corsie laterali giocano Carvajal e Marcelo. I dubbi allora potrebbero essere riguardo chi portare in panchina per questa ultima sfida della stagione.

GLI 11 DI KLOPP

Le buone notizie per Jurgen Klopp derivano dal fatto che Emre Can e Lallana potrebbero esserci: difficile che vadano in campo, ma almeno il tedesco potrebbe rappresentare una buona opzione rispetto a Wijnaldum, considerando che la stagione di Oxlade-Chamberlain è finita in anticipo. Ad ogni modo lolandese è favorito, e con lui in mediana ci saranno il talismano e assistman Milner e naturalmente capitan Jordan Henderson, il metronomo della squadra; alle loro spalle il portiere tedesco Karius guiderà una linea con Alexander-Arnold e Robertson ormai titolari come terzini, con Lovren ad affiancare Van Dijk che, dopo lo shock per lenorme valutazione invernale, ha davvero cambiato in meglio la retroguardia dei Reds. Qui le alternative sono pochissime: Joe Gomez ha dato forfait e non sarà della partita. Sarebbe anche inutile riferire del tridente offensivo: Mohamed Salah, miglior calciatore della Premier League e reduce da una stagione pazzesca, Roberto Firmino e Sadio Mané hanno segnato 29 gol in tre in questa edizione della Champions League, e chiaramente non corrono alcun pericolo circa la loro titolarità. Qui la pecca è che le alternative sono decisamente di altro livello: il più pregiato è Danny Ings.

IL TABELLINO

REAL MADRID (4-3-1-2): 1 Keylor Navas; 2 Carvajal, 4 Sergio Ramos, 5 Varane, 12 Marcelo; 10 Modric, 14 Casemiro, 8 Kroos; 22 Isco; 9 Benzema, 7 Cristiano Ronaldo

A disposizione: 13 Casilla, 19 Hakimi, 6 Nacho, 23 Kovacic, 17 Lucas Vazquez, 20 Asensio, 11 Bale

Allenatore: Zinedine Zidane

Squalificati:

Indisponibili:

 

LIVERPOOL (4-3-3): 1 Karius; 66 Alexander-Arnold, 4 Van Dijk, 6 Lovren, 26 Robertson; 7 Milner, 14 Henderson, 5 Wijnaldum; 11 Salah, 9 Firmino, 19 S. Mané

A disposizione: 22 Mignolet, 2 Clyne, 17 Klavan, 18 A. Moreno, 23 Emre Can, 20 Lallana, 28 Ings

Allenatore: Jurgen Klopp

Squalificati:

Indisponibili: J. Gomez, Matip, Oxlade-Chamberlain

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori