Diretta / Wta Madrid 2018 info streaming video e tv: big avanti tutta! (tennis, oggi 5 maggio)

- Claudio Franceschini

Diretta Wta Madrid 2018, info streaming video e tv: inizia il torneo di tennis sulla terra rossa, sabato 5 maggio giornata dedicata esclusivamente al primo turno del tabellone femminile

Simona Halep
Simona Halep (Foto LaPresse)

Facciamo una panoramica su alcuni risultati che sono maturati oggi nel corso delle partite del primo turno del torneo Wta Madrid 2018, primo assaggio del torneo nella capitale spagnola che ci terrà poi compagnia per tutta la prossima settimana, sia al maschile sia al femminile. Oggi come detto cerano in campo solo le donne, almeno per quanto riguarda le sfide valide già per il tabellone principale. Possiamo ad esempio sottolineare la netta vittoria dellucraina Svitolina sulla francese Cornet con il punteggio di 6-2, 6-2; avanza invece laltra transalpina Garcia, che ha battuto la slovacca Cibulkova per 6-1, 7-5; tra i nomi di spicco in campo oggi, avanza anche la ceca Pliskova che ha avuto la meglio sulla russa Vesnina con il risultato di 6-4, 6-2. Per lItalia arriva invece una buona notizia dalle qualificazioni, dove Sara Errani ha battuto la belga Flipkens in tre set con il punteggio di 5-7, 6-1, 6-0. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI GIOCA

Siamo pronti a vivere la prima giornata del torneo Wta Madrid 2018: in attesa che anche il tabellone Atp apra i battenti, le donne si presentano nella capitale spagnola sapendo che questo appuntamento farà da ideale trampolino di lancio per il Roland Garros. In precedenza si è giocato a Stoccarda: come già detto il titolo è andato a Karolina Pliskova che in finale ha battuto CoCo Vandeweghe – anticipo della finale di Fed Cup, le due molto probabilmente saranno singolariste anche se da qui a sei mesi possono succedere tante cose – ma come spesso capita negli appuntamenti prima degli Slam il torneo è stato caratterizzato dai tanti ritiri. Inevitabile: al minimo problema fisico le grandi giocatrici si fermano, nel timore di dover saltare lappuntamento con i Major. E capitato in questo caso ad Angelique Kerber e Garbine Muguruza: la tedesca aveva schiantato Petra Kvitova al primo turno ma era sotto 0-6 0-2 contro Anett Kontaveit prima di dare forfait, mentre la spagnola avendo il bye era allesordio, e dopo aver perso il primo set (5-7) contro Anastasia Pavlyuchenkova ha alzato bandiera bianca. Al secondo turno si è ritirata anche la giovane ceca Marketa Vondrousova, che stava facendo match pari con Elina Svitolina; a proposito di giovani, nel main draw di Madrid cè anche la neo diciannovenne Catherine Bellis che minaccia di fare grandi risultati da qui a poco. Ora parola al campo: finalmente la prima giornata del torneo sta per cominciare, e noi non vediamo lora di scoprire come andranno le cose. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE IL TORNEO

Gli appuntamenti con la diretta tv del Mutua Madrid Open sono due: il torneo maschile è sui canali del satellite, dunque Sky Sport 2 e Sky Sport 3 con approfondimenti da studio e focus sui match principali. Le partite femminili invece si potranno seguire sulla web-tv federale Super Tennis, aperta a tutti (canale 64 del telecomando) e raggiungibile anche attraverso il numero 224 del decoder satellitare. Ricordiamo ovviamente lopzione della diretta streaming video: nel primo caso attivando lapplicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, nel secondo sul sito www.supertennis.tv. Il portale ufficiale del torneo è www.madrid-open.com; disponibili gli account ufficiali sui social network, in particolare facebook.com/mutuamadridopen e, su Twitter, @MutuaMadridOpen.

IL BORSINO DELLE FAVORITE

Nel presentare il torneo Madrid Open 2018 abbiamo parlato del borsino delle favorite: tra queste dobbiamo sicuramente citare anche Karolina Pliskova, che ha appena vinto il torneo di Stoccarda – ideale apripista per i seguenti appuntamenti sulla terra rossa. La ceca è già stata numero 1 del rankling mondiale, ma ci è rimasta poco anche perchè negli Slam non è mai riuscita a imporsi: al momento rimane questo il grande cruccio di una giocatrice che ha tutto per diventare un punto di riferimento del periodo corrente ma, a differenza della connazionale Petra Kvitova, ha la bacheca senza Major (la mancina invece ha vinto due volte Wimbledon). Poi Sloane Stephens: la giovane americana, che già nel 2013 (non aveva nemmeno 20 anni) aveva stupito il mondo battendo Serena Williams e raggiungendo la finale degli Australian Open, è ancora piuttosto ondivaga nel lungo periodo ma negli ultimi mesi ha dato la sensazione di poter fare il salto di qualità. La vittoria degli Us Open non è rimasta un fatto isolato: oltre ad aver spinto gli Stati Uniti a due finali consecutive di Fed Cup (a novembre la sua nazionale giocherà contro la Repubblica Ceca), la Stephens si è presa anche la corona di Miami battendo in finale Jelena Ostapenko, altra giocatrice che sicuramente può fare bene a Madrid. Attenzione alla lettone: lanno scorso i primi tornei sulla terra rossa le diedero lo slancio per vincere con grande sorpresa di tutti il Roland Garros, ancora oggi la ventenne di Riga è nella Top 5 della classifica Wta e minaccia di poter fare ancora di più. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE GIORNATA

Il torneo Wta Madrid 2018 inizia oggi, sabato 5 maggio: alle ore 11:00 vivremo dunque le prime sfide del tabellone principale femminile. Parliamo ancora solo di Wta perchè il torneo maschile partirà domani; siamo nel pieno della stagione sulla terra rossa, che ci ha regalato un Montecarlo vinto, tanto per cambiare, da Rafa Nadal che anche nella capitale spagnola proverà a ripetersi. Intanto però ci sono le donne: purtroppo la presenza delle italiane è ancora scarsa, ma le prime al mondo ci sono tutte e il main draw non prevede il bye, il che significa che già al primo turno vivremo partite straordinarie con le teste di serie più alte a sfidarsi.

LA STORIA DEL TORNEO

Il torneo di Madrid è nato nel 2002, sostituendo quello di Stoccarda; è però diventato un Master 1000 a livello maschile soltanto nel 2009, prendendo il posto del Master di Amburgo e rimanendo sulla terra rossa. Per quanto riguarda la Wta, Simona Halep ha vinto le ultime due edizioni ed è riuscita a centrare una doppietta che aveva ottenuto anche Serena Williams (2012-2013). Due volte ha vinto anche Petra Kvitova, ma a distanza di quattro anni; le altre campionesse sono Dinara Safina, Aravane Rezai (a sorpresa aveva battuto Venus Williams in finale) e Maria Sharapova, che sta ancora lottando per tornare a grandi livelli dopo la lunga sospensione per doping. Nel 2012 lorganizzazione aveva aperto a campi in terra blu; esperimento durato solo un anno, perchè praticamente tutti i giocatori si erano lamentati non solo della qualità della superficie a livello di scivolamento e rimbalzi della pallina, ma anche e soprattutto perchè il colore creava fastidio per il riverbero creato dal sole, rendendo difficile la concentrazione.

LE PROTAGONISTE

Come detto, a Madrid ci sono tutte le protagoniste: questo è un torneo di categoria Premier Mandatory, e dunque le migliori al mondo si sfidano anche in preparazione al Roland Garros. Difficile dire chi sia la vera favorita: certamente Simona Halep, che difende le due vittorie ottenute negli ultimi due anni, è in testa alle quotazioni ma non si possono dimenticare le altre, a cominciare da Garbine Muguruza che forse in termini assoluti è la numero 1 sulla terra rossa, ma in questo inizio di 2018 non è ancora riuscita a fare la differenza. Come lei Elina Svitolina, che ha tutto per dominare e arrivare in cima alla classifica Wta ma non ha ancora fatto il salto di qualità; tra le principali outsider mettiamo Jelena Ostapenko che sul rosso ha vinto il Roland Garros, e poi Caroline Garcia mai da sottovalutare su questa superficie. Attenzione chiaramente a Victoria Azarenka e Caroline Wozniacki: la prima provare a rientrare in grande stile trovando ritmo e fluidità dopo linattività, la terza non ha in questi campi il suo punto di forza ma come valore assoluto può certamente arrivare in fondo. Maria Sharapova sulla terra va a nozze (ha vinto due volte il Roland Garros), ma come abbiamo già detto la sua condizione non è ancora quella dei giorni migliori e, non essendo testa di serie, rischia seriamente di avere un tabellone difficilissimo. All’ultimo ha rinunciato Serena Williams, evidentemente non ancora pronta per competere a grandi livelli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori