DIRETTA/ Napoli Torino (risultato finale 2-2) info streaming video e tv: pareggio amaro per il Napoli

- Claudio Franceschini

Diretta Napoli Torino, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. I partenopei si giocano al San Paolo le ultime possibilità di vincere lo scudetto

Nkoulou_Napoli_Torino_stacco_lapresse_2018
Probabili formazioni Napoli Torino (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI TORINO (RISULTATO FINALE 2-2): PAREGGIO AMARO PER IL NAPOLI

Grande occasione per Milik che non trova la porta, entra intanto Iago Falque nel Torino. Insigne prova a servire Milik, c’è la chiusura di Burdisso. Cross con il contagiri di Ljajic che trova la rete di testa di De Silvestri! Quarta rete in campionato per l’esterno granata. Palla in profondità per Milik che controlla male e regala palla a Sirigu. Cross dentro di Hysaj per Milik, colpo di testa che termina largo. Nel Torino esce Rincon ed entra Valdifiori. Allan prova a servire Hamsik, servizio errato. Nel Napoli c’è Ounas per Callejon. Nkoulou abbatte Jorginho, giallo giusto. Ultimi assalti del Napoli, Insigne guadagna un angolo. Belotti conquista una punizione in attacco, può essere l’ultima azione del match. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi, termina in parità al San Paolo. (agg. Umberto Tessier)

NAPOLI TORINO, DIRETTA LIVE

HAMSIK! NAPOLI DI NUOVO AVANTI

Napoli che attacca a testa bassa alla ricerca del nuovo vantaggio. Nel Napoli esce Mertens ed entra Milik, nel Torino c’è Belotti per Niang. Il Napoli può puntare ora anche sui palloni alti, arriva intanto il giallo per Mario Rui. Callejon prova con il mancino da fuori, palla altissima. Milik prova lo spunto personale ma viene chiuso da Ansaldi. Nel Napoli entra Marek Hamsik per Zielinski. Grandissima conclusione di Milik da fuori area che si spegne sul palo. Hamsik! Bomba da fuori area che non lascia scampo a Sirigu! Centesima rete con la maglia del Napoli in serie A. Milik prova l’imbucata per Hamsik, chiude bene il Torino. Belotti ferma fallosamente Mario Rui, giallo per il centravanti. Mancano quindici minuti alla fine della gara, Hamsik ha portato in vantaggio il Napoli. (agg. Umberto Tessier)

BASELLI GELA IL SAN PAOLO

Inizia la ripresa tra Napoli e Torino, squadre che tornano in campo senza cambi. Torino che deve alzare il baricentro per provare ad agguantare il pareggio esponendosi al contropiede del Napoli. Controllo palla del Torino in difesa, i granata fanno girare il pallone. Ansaldi cerca dentro Niang, il centravanti tocca ma la mette fuori. Baselli interviene in ritardo su Allan, giallo per lui. Ritmi bassi al San Paolo, complice anche il caldo. Sembra arrivato il momento di Belotti, il grande escluso del match. Arriva il pareggio del Torino con Baselli! Deviazione decisiva di Chiriches sfortunato nell’occasione. Jorginho prova a servire Callejon, pallone larghissimo. Il Torino ha preso coraggio dopo il pareggio trovato da Baselli su assist di Ljajic. Insigne prova la giocata di prima ma non trova la porta. (agg. Umberto Tessier)

 

SQUADRE AL RIPOSO, NAPOLI AVANTI

Continua ad attaccare il Napoli alla ricerca del raddoppio. La compagine guidata da Mazzarri non riesce a pungere. Giocata profonda verso Niang che viene pescato in netto fuorigioco. Insigne prova la soluzione personale da fuori area, palla alta che non trova lo specchio della porta. Chiriches commette un fallo a centrocampo, punizione per il Torino. Manca pochissimo alla fine della prima frazione di gioco. Altro errore difensivo del Torino, Callejon spara su Sirigu. Manca pocbissimo alla fine della prima frazione, il Torino sta soffrendo la pressione del Napoli. Callejon prova a servire Insigne, palla troppo lunga. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi, decide al momento la rete di Mertens sul clamoroso errore di Burdisso che ha regalata palla al belga. (agg. Umberto Tessier)

 

LA SBLOCCA MERTENS! ERRORE DI BURDISSO

Cross interessante di Ansaldi per De Silvestri, l’esterno di testa non trova la porta. Insigne prova il tiro a giro con il destro, la palla non trova lo specchio della porta. Grande palla per Callejon, Bonifazi chiude in fallo laterale. Il Napoli sta premendo alla ricerca del vantaggio, bella palla per Insigne che non aggancia in area. Acquah prova il cross ma mette il pallone direttamente tra le braccia di Reina. Niang si mette in proprio, tiro da fuori area che non inquadra lo specchio della porta. Arriva il primo giallo del match ai danni di Burdisso che trattiene Mertens. Mertens! Regalo difensivo di Burdisso con il belga che recupera palla e la deposita in rete. Schema Torino con il cross finale di Ansaldi, chiude bene la difesa del Napoli in angolo. Siamo intanto alla mezzora di gioco, Napoli avanti. (agg. Umberto Tessier)

 

POCHE LE EMOZIONI IN CAMPO

Inizia il match tra Napoli e Torino, grandi ovazioni a favore di Maurizio Sarri. Fallo su Callejon, punizione per il Napoli sulla trequarti. Insigne mette in mezzo, Burdisso chiude in angolo. La battuta non crea problemi al Torino. Insigne prova la giocata ma Nkoulou chiude bene. Poche le emozioni in questi primissimi minuti del match. Giro palla del Napoli a centrocampo alla ricerca del corridoio vincente. Non si sblocca ancora il match al San Paolo, canovaccio tattico chiaro con il Napoli all’attacco ed il Torino che punta al contropiede. Mario Rui prova a servire Insigne, grande lettura difensiva di Nkoulou. Siamo intanto giunti al decimo minuto di gara ed il risultato è sempre fermo sullo zero a zero, Mazzarri sta chiedendo ai suoi di alzare il baricentro del gioco. (agg. Umberto Tessier)

 

FORMAZIONI UFFICIALI!

Napoli Torino ci attende fra pochissimo: prima di leggere le formazioni ufficiali per il match al San Paolo, abbiamo comunque il tempo di dare uno sguardo alle statistiche stagionali delle due squadre. Gli azzurri come prevedibile vantano un attacco (71-48 gol segnati) e una difesa (26-42 reti subite) nettamente migliori rispetto ai granata. La supremazia degli uomini di Maurizio Sarri è confermata anche dal numero dei tiri totali (504-350), dei tiri in porta (292-190), degli attacchi complessivi (1101-800), poi dal possesso palla medio per partita (32’58” contro 26’06”) e dai calci d’angolo (219-169). Il Torino invece ha commesso più falli (496-319) e di conseguenza ha ricevuto più cartellini gialli (60-52) e anche più cartellini rossi (4-3) rispetto ai partenopei. Adesso però andiamo a leggere le formazioni ufficiali di Napoli Torino, la partita sta per cominciare! NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Mario Rui; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejon, Mertens, L. Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri TORINO (3-5-2): Sirigu; N’Koulou, Burdisso, Bonifazi; De Silvestri, Acquah, Rincon, Baselli, Ansaldi; Niang, Ljajic (Agg. di Mauro Mantegazza)

 

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Napoli Torino sarà trasmessa in diretta tv sia sui canali del satellite, vale a dire Sky Calcio 1 (con codice 415626 per acquistare il singolo evento per chi non fosse abbonato al pacchetto Calcio) che su quelli del digitale terrestre, nello specifico su Premium Calcio 1 e Premium Calcio 1 HD. In entrambi i casi ci sarà la possibilità di seguire la partita in diretta streaming video, attivando le rispettive applicazioni – Sky Go e Premium Play – su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, senza costi aggiuntivi.

I PRECEDENTI

Sono 70 i precedenti disputati allo stadio San Paolo tra Napoli e Torino, nel 1975 si giocò a Roma e nel 2003, a porte chiuse, a Campobasso. Il computo totale parla di 26 vittorie del Napoli, 31 pareggi e 13 vittorie del Torino. Sono state 98 le reti siglate dal Napoli gol contro le 68 gol del Torino. L’ultima vittoria del Napoli risale alla scorsa stagione con un rocambolesco cinque a tre. L’ultimo pareggio il 4 novembre 2012 grazie alle reti di Cavani e Sansone. L’ultima vittoria del Torino il 17 maggio 2009, alla rete iniziale di Pià risposero Bianchi e Rosina. Il Napoli, dopo la sconfitta di Firenze, ha detto quasi definitivamente addio ai sogni scudetto mentre il Torino non ha più nulla da chiedere ormai al campionato. (agg. Umberto Tessier)

GLI ALLENATORI

Il Napoli, reduce dalla batosta di Firenze che sembra aver fatto tramontare definitivamente i sogni scudetto, attende la visita del Torino dell’ex Walter Mazzarri. Maurizio Sarri punterà come al solito sul 4-3-3 che ha portato tante soddisfazioni. Media punti di 2,15 in 145 match per un tecnico che ha portato la compagine partenopea a duellare con la Juventus. Walter Mazzarri sta puntando sul 3-4-2-1 non rinunciando alla difesa a tre con la quale aveva portato a grandi livelli lo stesso Napoli, e che aveva adottato anche con l’Inter; il tecnico livornese si affida alla ritrovata vena di Ljajic rilanciato da Mazzarri dopo un periodo di appannamento. Il tecnico di San Vincenzo ritorna allo stadio San Paolo dove ha lasciato bellissimi ricordi al pubblico di casa. (agg. Umberto Tessier)

L’ARBITRO

Napoli Torino si gioca allo stadio San Paolo tra poco: la partita di Serie A sarà diretta dal signor Daniele Doveri della sezione di Roma, mentre il quarto uomo sarà Aureliano. Gavilucci e Fiorito andranno al Var, mentre Longo e De Maio saranno i due assistenti. Il Napoli ha incrociato Doveri in questa stagione nella vittoria per 2-1 contro il Milan, il Torino lo ha invece trovato nello 0-2 del derby di Coppa Italia contro la Juventus e nell’occasione aveva avuto da ridire sulla seconda rete dei bianconeri, nata da un intervento sospetto di Khedira nei pressi della trequarti difensiva granata che aveva poi consentito a Mario Mandzukic di infilare il pallone in porta. I precedenti totali con il Napoli sono 17, e figurano anche due partite contro il Torino: entrambe le hanno vinte i partenopei, il pirotecnico 5-3 del dicembre 2016 e, oltre due anni prima (marzo 2014), un 1-0 esterno firmato dal gol di Gonzalo Higuain al 90’ (altro episodio sul quale i granata avevano protestato per un eventuale fallo del Pipita). Il Napoli ha perso con Doveri soltanto due volte: a Reggio Emilia contro il Sassuolo, esordio di Maurizio Sarri in panchina, e con identico punteggio in casa contro il Bologna, dicembre 2012 negli ottavi di Coppa Italia quando in panchina per i partenopei c’era Walter Mazzarri, oggi tecnico del Torino. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Napoli Torino verrà diretta dal signor Daniele Doveri; alle ore 15:00 di domenica 6 maggio si gioca per la 36^ giornata del campionato di Serie A 2017-2018. Il Napoli ci crede ancora: fino a che la matematica non dirà la sua i partenopei hanno il dovere di giocarsi le loro occasioni, e il gruppo è concorde nel pensare che l’ultima giornata abbia dannatamente complicato le cose in chiave scudetto ma sia comunque giusto e doveroso giocarsela fino all’ultimo secondo dell’ultima partita, perchè nel calcio può sempre succedere di tutto. Il Torino gioca queste ultime partite senza motivazioni: ampiamente salvo, non può nemmeno più arrivare in Europa e proverà quindi a prendersi qualche vittoria in più per chiudere la sua stagione nel migliore dei modi.

I RISULTATI E PRECEDENTI

Walter Mazzarri torna ancora una volta al San Paolo: oggi a Napoli venerano Maurizio Sarri ed è più che giusto, ma il tecnico del Torino nel suo periodo in azzurro ha fatto grandi cose, diventando di fatto il primo allenatore che, dopo la promozione del 2007, abbia portato la squadra a lottare per lo scudetto e a fare strada in Europa, vincendo nel mentre anche una Coppa Italia. Certo oggi il Napoli è ben altro sul piano del gioco e della competitività, ma i risultati nudi e crudi danno ancora ragione a Mazzarri; il quale proverà a mettere i bastoni tra le ruote di una squadra che, come ha detto l’attuale tecnico, punta innanzitutto a fare il record di punti in Serie A (servirà vincere) e poi guarderà ovviamente alla possibilità di vincere lo scudetto. Di sicuro ha ragione gran parte della critica: che il Napoli prenda il tricolore o meno, la sua stagione rimane memorabile e da ricordare, per il livello di gioco mostrato e per i risultati raggiunti. Il Torino arriva dalla sconfitta interna contro la Lazio, la seconda consecutiva in un mini-periodo negativo fatto di quattro partite senza riuscire a vincere; in precedenza però c’erano stati i successi su Cagliari e Inter, nel girone di ritorno i granata hanno ottenuto 22 punti confermando di fatto quanto era già stato centrato all’andata. Peccato per qualche punto perso di troppo, che avrebbe potuto portare la squadra a giocarsi l’Europa League fino all’ultima giornata.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI TORINO

Arrivato a questo punto, Sarri non cambierà di certo la sua squadra: continuerà a giocare il solito 11, dunque con Mertens da prima punta supportato da Callejon e Lorenzo Insigne e con Hamsik favorito su Zielinski sulla mezzala sinistra. L’unica variazione di oggi è forzata, e deriva dalla squalifica di Koulibaly: Tonelli affiancherà Raul Albiol in una difesa che prevederà anche Hysaj e Mario Rui, in porta Pepe Reina è ormai alle ultime partite con la maglia del Napoli. A centrocampo, detto di Hamsik che sarà titolare, Allan ha la maglia sostanzialmente garantita (in ballottaggio sempre con Zielinski) e così anche Jorginho in cabina di regia. Il Torino si presenta al San Paolo senza lo squalificato Emiliano Moretti: tocca al giovane Bonifazi, che in difesa si posiziona davanti a Sirigu in una linea completata da N’Koulou e Burdisso. In mediana ci sono Baselli e Rincon: a disposizione anche Obi che però non è al 100% e dunque dovrebbe partire dalla panchina, al pari di Valdifiori che Sarri conosce molto bene e che è un ex della partita. De Silvestri e Ansaldi giocheranno come esterni sulla linea dei centrocampisti, Iago Falque e Ljajic accompagneranno il lavoro della prima punta Belotti.

QUOTE E PRONOSTICO

Stando alle quote emesse dall’agenzia di scommesse Snai, che ricalcano comunque quelle dei principali bookmaker, i favori del pronostico per il Napoli sono netti: il segno 1 che identifica la sua vittoria vale 1,23 contro il valore di 12,00 che accompagna il segno 2, quello che dovrete giocare se pensate che il Torino espugnerà il San Paolo. E’ invece il segno X quello sul quale puntare nell’eventualità del pareggio: se le cose dovessero andare in questo modo, con la Snai il vostro guadagno sarebbe di 6,25 volte la cifra investita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori