Torino, Cairo: “Diritti tv? Situazione ingarbugliata”/ Belotti, chiusura al Milan: “Resta qui”

- Carmine Massimo Balsamo

Torino, Cairo: “Diritti tv? Situazione ingarbugliata”: il presidente granata ha parlato del futuro di Andrea Belotti, obiettivo di calciomercato del Milan

andrea_belotti_2_torino_lapresse_2017
Probabili formazioni Shakhtyor Soligorsk Torino (LaPresse)

Casa Torino, Urbano Cairo a tutto tondo ai microfoni di Radio Anch’io, programma in onda su Radio Uno. Il presidente del club granata ha affrontato vari argomenti, a partire dalla situazione legata ai diritti televisivi: Il tema è stato gestito dal commissario Malagò, insieme a Nicoletti e a Miccichè. Mi sembra una situazione ancora un po ingarbugliata: noi abbiamo un contratto nella pienezza della conclusione con Mediapro, alla quale la Lega Serie A ha aggiudicato i diritti per un miliardo e cinquanta milioni. Oggi, a Roma, cè lassemblea della Lega: vedremo cosa succederà. Per quanto riguarda il Torino, tiene certamente banco il futuro di Andrea Belotti. L’attaccante granata è finito nel mirino del Milan, pronto ad investire cifre importanti per assicurarsi le sue prestazioni a partire dalla prossima stagione. Il numero uno granata però non ha intenzione di privarsi del Gallo, divenuto capitano e pilastro del Toro del futuro: Ripartiamo da mister Mazzarri e da Belotti, ma non solo da loro: ripartiremo da altri calciatori, lobiettivo è quello di trattenere i migliori e coloro che sono motivati a restare in granata.

TORINO, LE PAROLE DI URBANO CAIRO

Continua il presidente del Torino, parlando della lotta scudetto tra Juventus e Napoli, con i partenopei bloccati sul 2-2 ieri dalla formazione di Walter Mazzarri: Il Napoli è stato bloccato prima dal Milan a San Siro e poi dalla Fiorentina. Lepilogo della partita di ieri era scontato: anche battendo il Torino, non credo che i partenopei avrebbero avuto molte chance di vincere lo scudetto. Lo scudetto lha perso prima: è un campionato molto bello e competitivo. La Juventus, sette giorni fa, perdeva 2-1 contro lInter a quattro minuti dalla fine, mentre il Napoli avrebbe potuto giocare una gara diversa contro la Fiorentina e avrebbe potuto superare la Juventus. Infine, Urbano Cairo ha parlato del Torino del futuro e dei progetti granata: Questanno purtroppo non è andata come avremmo voluto: il rimpianto è maggiore perché adesso in Europa League si va con sessantadue punti, a noi ne mancherebbero quattordici e due partite ancora da giocare. Ciò vuol dire che abbiamo gettato al vento dieci punti in gare non impossibili. Ad esempio, contro lHellas Verona bbiamo lasciato cinque punti. Ora dobbiamo pensare al uturo per costruire una squadra allaltezza con Walter Mazzarri, che si è fatto unidea sulla rosa e ci darà le indicazioni su chi trattenere e chi cedere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori