Video/ Spal Benevento (2-0): highlights e gol della partita (Serie A 36^ giornata)

- Michela Colombo

Video Spal Benevento (risultato finale 2-0): highlights e gol della partita di Serie A per la 36^ giornata. Pesante il successo spallino occorso tra le mura del Paolo Mazza.

semplici spal
Leonardo Semplici - La Presse

La Spal comincia a respira aria buona nella 36^ giornata della Serie A: i tre punti vinti contro il Benevento nella 36^ giornata del campionato di certo fanno bene agli spallini, che alla Paolo Mazza hanno trovato una decisiva vittoria per 2-0 grazie alle reti di Paloschi e Antenucci. Dando ora un occhio a qualche numero messo a bilancio da i due club, vediamo che la Spal ha firmato appena il 30% del possesso palla ma dei 6 tiri fissati ben 4 sono stati correttamente indirizzati verso la porta avversaria. Oltre a ciò per gli estensi anche 22 punizioni, e 3 parate oltre 1 un solo calcio dangolo. Per i numeri relativi agli stregoni ecco il 70% del possesso palla, ma gli stregoni hanno segnato 12 tiri di cui solo tre hanno centrato lo specchio avversario: aggiungiamo anche 4 corner e 2 sole parate.

LE DICHIARAZIONI

Chiaramente soddisfatto della prova dei suoi il tecnico della Spal Leonardo Semplici, che ai microfoni di Radio Rai ha dichiarato: Assolutamente sì. Cera un po di tensione. Abbiamo impostato la partita per non subire grosse occasioni da gol. Siamo partiti coperti, per sfruttare le nostre caratteristiche. La partita si è messa nel canale giusto, tre punti che ci avvicinano al nostro traguardo. Il calendario? Noi guardiamo a casa nostra per fare più punti salvezza. stato un percorso difficile, tanti esordienti. I ragazzi sono maturati. Ci stiamo riuscendo e si stanno vedendo i frutti. Rimaniamo con i piedi per terra, pensiamo alla partita contro il Torino”. Di diverso tono le parole di De Zerbi, allenatore del Benevento: Siamo partiti bene e labbiamo condotta anche bene, ma abbiamo trovato poco spazio quando cera da fare male. Abbiamo perso diversi palloni per un po di superficialità, ma per il tipo di calciatori che abbiamo noi facciamo questo tipo di gioco. Cè il rammarico perché la squadra è cresciuta e partendo da zero, senza il peso della classifica, i miei ragazzi avrebbero fatto meglio. Per me è il secondo campionato di Serie A e ho capito che in questa categoria è la qualità dei calciatori che sposta gli equilibri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori