Diretta / Cosenza Sudtirol (risultato finale 2-0): i lupi sono in finale all’ultimo secondo!

Diretta Cosenza Sudtirol, risultato finale 2-0: ad un secondo dai tempi supplementari i lupi volano alla finale playoff di Serie C, a decidere sono Baclet e un’autorete di Frascatore

10.06.2018 - Mauro Mantegazza
Tutino_Cosenza_gol_lapresse_2018
Video Siena Cosenza (LaPresse)

DIRETTA COSENZA SUDTIROL (2-0): I LUPI SONO IN FINALE!

Cosenza Sudtirol 2-0: clamoroso al San Vito, i calabresi si qualificano direttamente alla finale playoff di Serie C allultimo secondo. Allan Baclet spinge i lupi con il colpo di testa al 69 su cross a giro di Tutino, al 94 langolo di Loviso viene invece spinto in porta dal tocco di Paolo Frascatore che, nel tentativo di anticipare lattaccante francese, sbaglia lintervento e trafigge Offredi. Che a un minuto dal 90 era stato bravissimo a deviare una zuccata dello stesso Baclet; al Cosenza era stato annullato anche un gol al 79 (di Bruccini, per fuorigioco) e il Sudtirol pensava di aver guadagnato i tempi supplementari pur tra mille sofferenze. Invece no: il Cosenza vola in finale, risultato meritatissimo per quanto ha messo in campo questa sera soprattutto nel secondo tempo, troppo passivi gli altoatesini per pensare di andare avanti. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La sfida Cosenza Sudtirol sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport + HD gratuitamente per tutti e di conseguenza sarà visibile in diretta streaming video tramite il sito o l’applicazione di Rai Play, inoltre come per tutte le partite della stagione di Serie C i tifosi e gli appassionati potranno rivolgersi allo streaming anche del sito elevensports.it (che ha preso il posto di Sportube), oppure acquistando la visione del match come evento singolo.

DIRETTA COSENZA SUDTIROL (0-0): OCCASIONE PER TUTINO

Cosenza Sudtirol 0-0: non si sblocca la partita del San Vito, e adesso dunque i calabresi devono giocarsi tutte le carte a disposizione: al 56 minuto finisce la partita di Pasqualoni, Piero Braglia manda in campo Allan Baclet e ridisegna la sua squadra con il 4-3-3, allargando Okereke e Tutino e portando il francese al centro dellattacco. Due minuti prima Paolo Zanetti aveva operato la prima sostituzione per il Sudtirol: fuori il bomber Costantino, al suo posto Candellone e dunque un attaccante per un attaccante, non volendo andare a modificare lassetto tattico dei suoi. Gli altoatesini accusano la fatica: il Cosenza ci prova continuando a tenere liniziativa, ma è solo allo scoccare del 61 minuto che un cross di Mungo dalla destra arriva sui piedi di Tutino che, appostato a due passi da Offredi, non riesce a coordinarsi e spedisce il pallone fuori. Opportunità colossale per i lupi, che però non riescono a convertire; appena dopo problemi per Palmiero che abbandona il campo zoppicando, nel settore nevralgico si posiziona lesperto Loviso. Il Cosenza spinge: al 64′ salvataggio quasi sulla linea di Berardocco su colpo di testa di Bruccini, pochi secondi dopo Tutino costringe Offredi alla parata bassa. Il Sudtirol è alle corde: riuscirà a tenere fino alla fine? (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA COSENZA SUDTIROL (0-0): INTERVALLO

Cosenza Sudtirol 0-0: al San Vito siamo allintervallo, e la squadra altoatesina si trova a soli 45 minuti dal sogno di una finale per la promozione in Serie B. Paolo Zanetti e i suoi ragazzi tengono: come avevamo già detto in precedenza è sempre il Cosenza a fare la partita – come è giusto che sia – ma i lupi hanno creato davvero poche occasioni per impensierire Offredi, che ha vissuto un primo tempo tranquillo. Un solo ammonito – Pascali, per il Cosenza – e al 37 una bella iniziativa di David Okereke che ha provato a spingere sulla sinistra trovando però la deviazione di Frascatore su un cross che sarebbe potuto essere insidioso. La formazione rossoblu dovrà fare ben altro per provare a dare fastidio a un Sudtirol che aumenta la fiducia man mano che passa il tempo; la semifinale di ritorno qui al San Vito potrebbe non essere terminata ma alla ripresa delle ostilità i calabresi dovranno cambiare passo. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA COSENZA SUDTIROL (0-0): I LUPI CI PROVANO

Cosenza Sudtirol 0-0: al San Vito è iniziata la partita e per il momento i ritmi sono bassi. I lupi devono segnare, controllano il possesso provando a trovare varchi ma non hanno ancora la grande fretta di sbloccare la partita, preferendo invece controllare la situazione e provare a far uscire la difesa altoatesina, che si difende con ordine e concede pochi varchi. Il Cosenza è senza due elementi importanti come Dermaku e Camigliano, cioè i due terzi della retroguardia titolare a protezione di Saracco; sono attivi soprattutto DOrazio e Okereke che testano continuamente la tenuta della fascia destra avversaria, provando qualche incursione pericolosa. Ancora situazione di equilibrio dunque: al Sudtirol va bene così ma naturalmente Paolo Zanetti sa bene che la semifinale di ritorno non potrà trasformarsi in un lungo assedio da parte del Cosenza, perchè i padroni di casa hanno le qualità per trovare il gol e rimettere tutto in parità. Staremo dunque a vedere quello che succederà nei prossimi minuti e come si chiuderà il primo tempo. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA COSENZA SUDTIROL (0-0): SI COMINCIA!

Siamo pronti a vivere Cosenza Sudtirol: si riparte dunque dallesito favorevole agli altoatesini, la vittoria per 1-0 del Sudtirol mercoledì sera davanti ai 3500 spettatori dello stadio Druso di Bolzano, numero però che questa sera a Cosenza sarà molto più alto. Grande peso per il destino di questa doppia sfida nelle semifinali dei playoff di Serie C potrebbe avere il gol segnato da Michael Cia al 91 minuto di gioco: se lo 0-0 fosse resistito fino al triplice fischio finale, oggi il Cosenza sarebbe stato nettamente favorito, così invece il Sudtirol si presenterà in Calabria con legittime ambizioni di raggiungere una finale che sarebbe storica per una squadra che mai prima dora è stata in Serie B, categoria che invece il Cosenza spesso ha bazzicato in passato, ma per lultima volta nel 2003. Lattesa comprensibilmente si fa sempre più grande ogni minuto che passa, noi allora diamo immediatamente la parola al campo, perchè finalmente Cosenza Sudtirol sta prendendo il via! (aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE STATISTICHE

Avvicinandoci a Cosenza Sudtirol, analizziamo alcune statistiche stagionali delle due formazioni ancora in corsa nei playoff di Serie C. Campionato lunghissimo per il Cosenza, che negli spareggi di fine stagione ha dovuto cominciare il proprio cammino già dal primo turno: di conseguenza, alle 36 partite del campionato regolare (con 14 vittorie, 12 pareggi e 10 sconfitte) si sono già aggiunte ben sette sfide disputate ai playoff, dove il bilancio del Cosenza è stato finora di cinque vittorie, un pareggio e una sola sconfitta, quella però subita mercoledì in casa del Sudtirol, che ora complica lobiettivo finale per i calabresi. Gli altoatesini hanno giocato meno finora: già in stagione regolare due partite in meno, perché il girone B era quello rimasto con sole 18 squadre: 34 partite con un bilancio di 15 vittorie, 10 pareggi e 9 sconfitte, alle quali aggiungere le tre sfide dei playoff con due vittorie e un pareggio, dal momento che il Sudtirol in virtù del suo secondo posto è entrato in scena solo a partire dai quarti di finale. (aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

Cosenza Sudtirol sarà diretta da Manuel Volpi, arbitro che fa parte della sezione AIA di Arezzo; un direttore di gara che sarà impegnato addirittura nella trentunesima partita stagionale, 19 delle quali arrivate in Serie C. Nei playoff, Volpi ha diretto Reggiana-Juve Stabia (1-1) nel primo turno della fase nazionale, mentre è stato impegnato anche nel playout Fondi-Paganese per il girone C; se andiamo a cercare dei precedenti con le due squadre in campo oggi al San Vito, scopriamo che il toscano non ha mai avuto a che fare con il Sudtirol (e questo vale anche per tutta la sua carriera, fino a oggi) mentre ha incrociato il Cosenza in due occasioni. I lupi non sono mai riusciti a segnare, caso curioso perchè in entrambe le partite erano al San Vito: a inizio ottobre hanno perso 3-0 contro la Casertana, allinizio di aprile invece hanno pareggiato 0-0 nel derby calabrese contro il Catanzaro. Le cifre di Volpi per il 2017-2018 ci dicono di 122 ammonizioni (4 a partita), ben 14 espulsioni e 8 calci di rigori fischiati; se vogliamo il dato più interessante è quello dei cartellini rossi, perchè in 11 dei 14 casi il fischietto di Lecco ha sanzionato un giocatore con luscita del campo in maniera diretta, e dunque non per somma di ammonizioni. Tre espulsioni in quattro partite le ha comminate in Primavera, dove è stato impegnato nel girone unico della stagione regolare senza riuscire a guadagnare alcuna direzione ai playoff. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Cosenza Sudtirol è una sfida inedita: la prima partita ufficiale tra queste due formazioni è quella giocata mercoledì sera a Bolzano per landata di queste semifinali dei playoff di Serie C che oggi si decideranno con le sfide di ritorno. Dunque lo scarno bilancio vede al momento in vantaggio gli altoatesini grazie alla vittoria 1-0 di quattro giorni fa, mentre a Cosenza questo sarà il primo match tra le due compagini. Nulla di strano, dal momento che la città calabrese e Bolzano sono distanti circa 1150 chilometri, motivo per cui sono sempre state inserite in gironi differenti anche quando entrambe sono state in Serie C – anche questanno, però i nuovi playoff allargati hanno portato questa volta calabresi e altoatesini a incrociarsi. Il Sudtirol non è mai stato in Serie B, che si disputa su base nazionale e che lavrebbe dunque visto incrociare il Cosenza se le due squadre fossero state entrambe nel campionato cadetto in almeno una delle 19 stagioni vissute dai calabresi in Serie B. (aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Cosenza Sudtirol, diretta dallarbitro Manuel Volpi della sezione Aia di Arezzo, si gioca questa sera domenica 10 giugno alle ore 20.30, quando le due formazioni scenderanno in campo per la partita di ritorno della semifinale dei playoff di Serie C. Si partirà naturalmente dal risultato maturato mercoledì sera nella sfida dandata a Bolzano, una vittoria casalinga per 1-0 che adesso concede al Sudtirol un discreto vantaggio per la qualificazione alla finale. Infatti gli altoatesini potranno fare affidamento su due risultati su tre per conquistare laccesso alla decisiva sfida di sabato prossimo. Attenzione a una novità regolamentare rispetto ai turni precedenti: in caso di parità di punti e di gol segnati (dunque con un successo del Cosenza con una rete di scarto) si proseguirebbe la sfida con i tempi supplementari e poi eventualmente anche i calci di rigore. Per festeggiare la promozione già al 90 minuto dunque al Cosenza servirebbe una vittoria con due gol di scarto.

PROBABILI FORMAZIONI COSENZA SUDTIROL

Diamo adesso uno sguardo alle probabili formazioni di Cosenza Sudtirol. Il Cosenza di mister Braglia dovrebbe essere schierato con un 3-5-2 con Saracco in porta; difensori Idda, Pasqualoni e Pascali per comporre una retroguardia a tre. Nel terzetto centrale di centrocampo vediamo titolari Bruccini, Palmiero e Mungo, con gli esterni che sarebbero Corsi a destra e DOrazio a sinistra; infine in attacco ecco la coppia che dovrebbe essere formata da Tutino e Okereke. Gli ospiti altoatesini allenati da Zanetti dovrebbero disporsi anchessi con un 3-5-2 con la retroguardia a tre formata da Vinetot, Baldan ed Erlic davanti al portiere Offredi. A centrocampo i due esterni Tait a destra e Frascatore a sinistra, mentre il perno centrale dovrebbe essere Smith, con le due mezzali Fink e Broh ad affiancarlo. In attacco infine disegniamo la coppia con Costantino e Candellone titolari.

PRONOSTICO E QUOTE

Il Cosenza appare nettamente favorito per la vittoria secondo le quote proposte dallagenzia di scommesse sportive Snai, ma va daltronde tenuto presente che solo una vittoria servirebbe ai calabresi per passare il turno. Il segno 1 per la vittoria casalinga del Cosenza pagherebbe dunque 1,85 volte la posta in palio, poi si salirebbe a quota 3,20 per il pareggio, indicato naturalmente dal segno X e che farebbe felice il Sudtirol, infine il segno 2 per un colpaccio esterno della formazione altoatesina è offerto alla quota di 4,50.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori