Nicola Martelossi è morto/ Ex Udinese e Perugia stroncato da un boccone andato di traverso

- La Redazione

Nicola Martelossi è morto: deceduto all’età di 68 anni l’ex Udinese e Perugia, stroncato da un boccone andato di traversa nel corso di una cena in compagnia

udinese_martelossi_facebook_2018
Nicola Martelossi, ex Udinese (Facebook)

Nicola Martelossi è morto: tragedia a Corno di Rosazzo, provincia di Udine. Lex calciatore, noto per la sua lunga militanza con la maglia dellUdinese e per lesperienza vissuta in Umbria con la casacca del Perugia, è deceduto ieri, sabato 9 giugno 2018: nel corso di una cena con degli amici e la sua compagnia, Martelossi è stato stroncato da un boccone andato di traverso. Nonostante limmediato intervento dello staff medico del 118, sono risultati vani tutti i tentativi di rianimazione: i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso delluomo, scomparso alletà di 68 anni. Lutto nel mondo calcistico, con Nicola Martelossi che ha giocato per diverse stagioni nellUdinese, club in cui ha concluso la sua carriera da calciatore nel 1974. Lavventura al Perugia risale invece alla stagione 1970-1971.

NICOLA MARTELOSSI E’ MORTO

Nato il 5 luglio del 1949 a San Giovanni al Natisone, Nicola Martelossi dopo aver appeso gli scarpini al chiodo è diventato direttore della filiale bancaria della Civibak a San Giovanni al Natisone, sua città natale. Da pochi anni luomo era andato in pensione, dopo aver lavorato circa venti anni. Uomo molto conosciuto e apprezzato in zona per disponibilità e passione per il lavoro e per il calcio, come sottolineato da Leggo Martelossi è stato stroncato da un boccone andato di traversa mentre stava cenando nella trattoria Solder di Corno di Rosazzo, situato in via del Torrione. Sono stati inutili i soccorsi del personale medico, sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di San Giovanni al Natisone: il boccone andato di traverso gli ha bloccato le vie respiratorie e non c’è stato nulla da fare per lui. Una tragedia che ha colpito la comunità udinese, vicina alla famiglia delluomo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori