Risultati playoff Serie B/ Ritorno semifinali: Palermo e Frosinone volano in finale!

- Claudio Franceschini

Risultati playoff Serie B: diretta gol live score delle partite di ritorno delle semifinali. Il Palermo batte il Venezia e vola in finale, raggiunto dal Frosinone che elimina il Cittadella

Chiaretti_Cittadella_Frosinone_gol_lapresse_2018
Risultati playoff Serie B, ritorno semifinali (Foto LaPresse)

Il Frosinone raggiunge il Palermo nella finale dei playoff di Serie B: i gol di Mirko Gori e Christian Kouamé arrivano nel secondo tempo, i ciociari speravano di aver chiuso i conti al secondo minuto della ripresa ma non sono riusciti a trovare la rete del raddoppio, e così a un quarto dora dal termine lattaccante ivoriano, sempre più determinante in questa stagione, ha pareggiato per i veneti riportando in totale equilibrio la semifinale playoff. Le regole dei playoff però dicono che i tempi supplementari non si giocano: in caso di parità nella doppia sfida a qualificarsi è comunque la squadra meglio piazzata in classifica, e dunque il Frosinone va a giocarsi la finale contro il Palermo avendo anche il vantaggio del fattore campo, come in questa semifinale. Termina a testa alta la stagione di un Cittadella che ci ha creduto fino alla fine, ma a due minuti dal 90 ha anche perso Varnier per doppia ammonizione dovendo giocare in dieci gli ultimi minuti del recupero. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI PLAYOFF SERIE B (RITORNO SEMIFINALI)

INTERVALLO ALLO STIRPE

Siamo all’intervallo allo stadio Stirpe con la gara FrosinoneCittadella che è ancora ferma sul risultato di 0-0. I ciociari hanno provato più volte a sbloccare la partita, gestendo molto bene il pallone e riuscendo anche ad abbassare il ritmo quando necessario. All’andata a campi invertiti la gara era terminata 1-1 e i ciociari non hanno nessunissima fretta di accelerare i tempi per rischiare di subire un gol che peserebbe come un macigno. Ci aspettano altri 45 minuti con la possibilità che gli ospiti decidano di presentarsi nella ripresa con una formazione decisamente a trazione anteriore. C’è ancora molto da giocare, staremo a vedere quale sarà la seconda finalista che si andrà a giocare il terzo posto da promossa in Serie A nella finalissima dei playoff di Serie B con il Palermo. I rosaonero hanno vinto 1-0 al Barbera contro il Venezia nel tardo pomeriggio e sono la prima di due squadre pronte a giocarsi una stagione in pochissimi giorni. (agg. di Matteo Fantozzi)

PALERMO IN FINALE

Il Palermo è la prima squadra a raggiungere la finale playoff di Serie B: la vittoria sul Venezia per 1-0 arriva grazie allautorete di Maurizio Domizzi dopo appena 5 minuti, ed è utile per timbrare la qualificazione. Termina tra gli applausi la stagione per i lagnuari, che nel finale si vedono anche espellere Davide Pinato per rosso diretto; i rosanero potrebbero chiudere i conti a due minuti dal 90 ma Antonino La Gumina sbaglia il rigore della staffa, poco importa perchè poco dopo arriva il fischio finale. Il Palermo dunque rispetta il pronostico, e ora attende la sua avversaria per la finale: sarà una tra Frosinone e Cittadella, anche allo Stirpe si riparte dal risultato di 1-1 con cui è finita la partita di andata e dunque è tutto ancora in equilibrio. Saranno i ciociari a raggiungere i siciliani oppure i veneti saranno in grado di piazzare un altro colpo? Tra poco lo scopriremo, parola al campo perchè si torna a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO AL BARBERA

Il Palermo è in vantaggio sul Venezia al termine del primo tempo: nella prima semifinale dei playoff di Serie B i rosanero sono scattati benissimo e hanno trovato la rete dopo 5 minuti. Episodio sfortunatissimo per i lagunari: tiro sporco di Rispoli che diventa un assist per Trajkovski, bravissimo Audero a  parare due volte ma unaltra carambola ha fatto terminare la sfera addosso al piede di Maurizio Domizzi, che non ha potuto evitare il beffardo tocco. Palermo che dunque ha potuto giocare sulle ali dellentusiasmo, provando a chiudere la pratica: nel finale di frazione unottima chance lha avuta La Gumina, ma il suo sinistro incrociato (in allungo e da posizione defilata) non ha inquadrato lo specchio della porta. Adesso ci aspetta un secondo tempo davvero interessante: il Palermo con questo risultato sarebbe qualificato alla finale playoff, ma il Venezia ha bisogno di una sola rete per eguagliare quanto accaduto e regalarsi almeno i tempi supplementari. Ricordiamo che tra circa unora e mezza è previsto anche il calcio dinizio di Frosinone Cittadella, a meno che il già citato extra time al Barbera non imponga un avvio posticipato al Benito Stirpe per esigenze televisive (qualcosa di simile era successa nel turno preliminare). (agg. di Claudio Franceschini)

SI GIOCA AL BARBERA

E al Renzo Barbera che si gioca la prima semifinale di ritorno nei playoff di Serie B: il Palermo va a caccia della terza promozione in Serie A nelle ultime 15 stagioni, e le prime due sono state ovviamente diverse. Nel 2004 fu Francesco Guidolin a condurre al ritorno nel massimo campionato un Palermo che ci mancava da 31 anni. Eugenio Corini, Luca Toni, Antonino Asta, Fabio Grosso, Giuseppe Biava, Andrea Gasbarroni: una grande squadra, che infatti anche al piano di sopra aveva fatto benissimo arrivando in Europa e portando in città giocatori straordinari come Javier Pastore, Edinson Cavani e Paulo Dybala (oltre ad Andrea Barzagli, Fabio Liverani e altri ancora). Nel 2014, esattamente dieci anni dopo, era toccato a Giuseppe Iachini traghettare il Palermo al ritorno in A dopo una sola stagione in cadetteria; campionato iniziato male ma terminato in trionfo grazie al cambio in panchina, con lesonero di Gattuso. Anche Guidolin era subentrato, perché allinizio della stagione il tecnico rosanero era Silvio Baldini; se pensiamo che Roberto Stellone ha preso il posto di Bruno Tedino, possiamo dire che non cè due senza tre intanto parola al campo, perché le semifinali di ritorno dei playoff di Serie B prendono il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA ATTESO

Uno dei protagonisti nelle semifinali di ritorno dei playoff di Serie B potrebbe essere Antonino La Gumina: classe 96 e messosi in luce due anni fa quando aveva traghettato a suon di gol il Palermo Primavera alla finale del Torneo di Viareggio, questo attaccante sta vivendo una seconda parte di stagione pazzesca: linizio per lui non è stato dei migliori e nel girone di andata ha segnato solo un gol (contro il Parma), dovendo aspettare metà marzo per tornare a timbrare il cartellino. Da quella rete al Novara però è iniziato un altro campionato per lui: sfruttando lindisponibilità del capitano e bomber Nestorovski, La Gumina ha segnato 8 gol nelle ultime 12 partite di campionato e, ancor più in particolare, 4 nelle ultime quattro con una doppietta decisiva sul campo della Ternana. Ai playoff si è fatto trovare pronto, e già nella prima partita del Palermo ha segnato il gol sul campo del Venezia che al momento fa la differenza. Anche questa sera La Gumina è pronto a dare il suo contributo per spingere i rosanero verso la finale per la promozione in Serie A. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

E interessante andare a vedere quali sono gli allenatori che stanno provando a condurre le loro squadre in Serie A: in queste semifinali playoff di Serie B Roberto Stellone, che a Palermo è subentrato a Bruno Tedino poco prima che terminasse la stagione regolare, è lunico che ci sia già riuscito, quando allenava il Frosinone e si era preso la promozione diretta. Tuttavia Filippo Inzaghi e Roberto Venturato hanno portato le loro rispettive squadre dalla Lega Pro alla Serie B: SuperPippo lo scorso anno, potendo dunque fare il doppio salto che per il Venezia sarebbe addirittura triplo, mentre Venturato era stato scelto per riportare il Cittadella al piano di sopra dopo la retrocessione, ha compiuto la missione e al primo anno da neopromosso ha centrato i playoff, ripetendosi in questa stagione. Resta Moreno Longo, che non ha un curriculum come quello dei suoi colleghi ma ha in bacheca scudetto e Supercoppa Primavera vinti con il Torino, prima di salvare la Pro Vercelli in Serie B. A proposito di trofei, anche Inzaghi ha vinto qualcosa: la Coppa Italia Lega Pro lo scorso anno e, ancora prima, il Torneo di Viareggio con la Primavera del Milan, cosa che gli aveva spalancato le porte della prima squadra. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PARTITE DI ANDATA

Come abbiamo già detto, landata dei playoff di Serie B per quanto riguarda le semifinali ha vissuto di due partite in fotocopia: sia al Tombolato che al Penzo è finita 1-1 e sono state le due squadre in trasferta a passare in vantaggio. Nel pomeriggio di Cittadella, il Frosinone è scattato meglio trovando il gol con Luca Paganini; i ciociari poi non sono riusciti a sfruttare il momento favorevole, si sono visti respingere una conclusione quasi a botta sicura sula riga di porta e appena prima dellintervallo, cioè forse nel momento psicologicamente peggiore, hanno incassato il pareggio firmato da Lucas Chiaretti. Nel secondo tempo ritmi decisamente più bassi, il Frosinone si è coperto anche con le sostituzioni di Moreno Longo e così non ci sono stati margini per cambiare il risultato. A Venezia invece è successo tutto tra 8 e 12 del secondo tempo, dopo una prima frazione in cui il Palermo aveva fatto meglio: i rosanero si sono portati in vantaggio con Antonino La Gumina ma quattro minuti più tardi hanno subito il pari da parte di Davide Marsura. Un pareggio che naturalmente fa più felice la squadra di Roberto Stellone, così come il Frosinone è più soddisfatto rispetto al Cittadella; tuttavia le qualificazioni alla finale non sono ancora scritte, vedremo dunque come andranno le cose. (agg. di Claudio Franceschini)

IL RITORNO DELLE SEMIFINALI

Siamo arrivati alle semifinali di ritorno dei playoff di Serie B 2017-2018: si gioca domenica 10 giugno e questa volta a orari invertiti rispetto a quanto accaduto allandata. Ovvero, alle ore 18:30 ci sarà Palermo-Venezia mentre alle ore 21:00 avremo Frosinone-Cittadella. Ricordiamo che in caso di parità nel doppio risultato, a livello di differenza reti, i gol in trasferta non varranno doppio e si andrà ai tempi supplementari; se anche dopo 120 minuti la situazione non dovesse essere cambiata, niente calci di rigore ma passaggio del turno da parte della squadra che si è piazzata meglio nella classifica della stagione regolare, vale a dire quella che questa sera gioca in casa. Potrebbe anche verificarsi quanto già accaduto in occasione del turno preliminare: se la prima partita in programma dovesse andare ai tempi supplementari, per esigenze televisive al Benito Stirpe si comincerebbe con qualche minuto di ritardo, cioè soltanto alla fine della sfida del Renzo Barbera. Le gare di andata che si sono disputate mercoledì ci hanno dato un esito identico: 1-1 e quindi le squadre oggi in casa hanno fatto un passo in più verso la finale.

PRECEDENTI E RISULTATI

Palermo e Frosinone partono dunque in vantaggio: sono le due squadre che hanno saltato il turno preliminare per andare direttamente in semifinale, dunque in un certo senso può essere giusto che siano loro a procedere verso la finale. Entrambe le partite di andata si sono svolte secondo un copione ben preciso: ad andare in vantaggio sono state le squadre in trasferta, e i gol sono avvenuti nella stessa frazione (il primo tempo al Tombolato, la ripresa al Penzo). Se vogliamo quello che cambia è il fatto che il Cittadella ha un ruolino di marcia esterno straordinario, e dunque ha tutte le possibilità di fare risultato pieno allo Stirpe; il Venezia invece fuori casa ha sempre sofferto, e non sarà semplice per la squadra di Pippo Inzaghi vincere a Palermo. Sia come sia, le due squadre venete fronteggiano la possibilità di essere eliminate: entrambe hanno bisogno di vincere, potranno farlo anche attraverso i tempi supplementari ma questo non toglie che hanno bisogno di segnare almeno un gol, mentre Palermo e Frosinone possono anche permettersi lo 0-0. Chiaro comunque che se i rosanero e i ciociari dovessero pensare di impostare la loro partita con lidea di tenere le reti inviolate, sarebbe davvero un grave rischio visto che le avversarie sanno come si vincono partite di questo tipo e infatti non sono arrivate ai playoff per caso. Staremo a vedere, ma comunque ci aspettano delle sfide davvero interessanti e, visto come sono andate le cose allandata, in entrambe cè unampia possibilità di andare ai tempi supplementari per definire quali saranno le due squadre che andranno a giocarsi la terza promozione in Serie A.

RISULTATI PLAYOFF SERIE B (RITORNO SEMIFINALI)

RISULTATO FINALE PALERMO-Venezia 1-0 – 5′ aut. Domizzi. Note: 82′ esp. Pinato (V), 88′ La Gumina (P) sbaglia rigore (andata 1-1)

RISULTATO FINALE FROSINONE-Cittadella 1-1 – 47′ Gori (F), 75′ Kouamé (C). Note: 92′ esp. Varnier (C) (andata 1-1)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori