Diretta / Giro di Svizzera 2018: Colbrelli vince su Gaviria e Sagan! 3^ tappa (oggi 11 giugno)

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro di Svizzera 2018 streaming video e tv: Colbrelli vince la 3^ tappa Oberstammheim-Gansingen di 182,8 km, altra frazione mossa (oggi 11 giugno)

Vuelta ciclismo
Diretta Vuelta 2020 (LaPresse - immagine di repertorio)

Sonny Colbrelli ha vinto la terza tappa del Giro di Svizzera 2018: splendido successo per il bresciano della Bahrain-Merida davanti a Fernando Gaviria e Peter Sagan. Dopo avere condotto quasi tutta la tappa ad unandatura sonnacchiosa, il finale è stato palpitante e velocissimo. Dal gruppo è uscito il danese Christopher Juul Jensen, che ha raggiunto la testa della corsa dove ha ceduto Watson, mentre Zaccanti e Greiller sono riusciti a restare con il corridore della Mitchelton-Scott pur riuscendo a dare solamente un contributo decisamente minimo allattacco perché stremati. Praticamente da solo, non cè stato molto da fare nemmeno per Juul Jensen, tanto che la fuga è stata annullata a circa 9 km dallarrivo. A quel punto sono cominciati gli attacchi, con Goncalves per primo a tentare di evadere dal gruppo, presto però ripreso sotto limpulso in particolare della Astana. A sparigliare ulteriormente le carte è stato lattacco di Peter Sagan, che non ha dunque atteso un possibile epilogo allo sprint muovendosi quindi in prima persona e portandosi dietro nomi di primo piano, da Matthews a Kelderman fino a Quintana. Il gruppo si allunga tantissimo, in seguito anche sotto limpulso della Sunweb, e resta nelle retrovie Alexander Kristoff. Tentativi di allungo solitario non vanno a buon fine, dunque alla fine ecco la volata, anche se decisamente anomala. Prende le redini la Bahrain-Merida per Sonny Colbrelli, Vichot tenta un ultimo scatto per cui il bresciano è costretto a partire lungo ma resiste al ritorno anche di Sagan e Fernando Gaviria, firmando un successo di prestigio assoluto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRUPPO CONTROLLA

La terza tappa del Giro di Svizzera 2018 per ora si sta caratterizzando, oltre che per la fuga dei tre coraggiosi attaccanti Calvin Watson (Aqua Blue Sport), Fabien Greiller (Direct Energie) e Filippo Zaccanti (Nippo-Fantini), anche per unandatura decisamente tranquilla, tanto che lorario darrivo dovrebbe slittare rispetto a quanto previsto in origine. Da poco sono stati superati i primo due dei cinque Gpm di giornata, tutti posti nella parte finale del percorso: per primo è passato in entrambi i casi Greiller davanti a Zaccanti, che comunque per ora rafforza la propria maglia azzurra dei Gpm pur dovendo ora tenere conto della pericolosa offensiva del compagno di fuga, mentre Watson era rimasto leggermente attardato nella prima salita ma è poi immediatamente rientrato in discesa. Il gruppo non si sta dannando lanima, non dovrebbe avere grandi problemi a riacciuffare gli attaccanti ma di certo nei circa 40 km finali bisognerà cambiare ritmo rispetto allandatura molto tranquilla tenuta finora. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARTE LA FUGA

La terza tappa del Giro di Svizzera 2018 è per il momento caratterizzata dalla fuga da lontano di tre uomini: si tratta di Calvin Watson (Aqua Blue Sport), Fabien Greiller (Direct Energie) e Filippo Zaccanti (Nippo-Fantini). Da notare che laustraliano Watson e il nostro Zaccanti erano andati allattacco anche ieri, tanto che Watson veste la maglia nera del leader della classifica a punti, mentre Zaccanti è il primo dei Gpm e di conseguenza è la maglia azzurra. Nota di merito per loro, che ci stanno provando per il secondo giorno consecutivo e sotto la pioggia che ha finora accompagnato tutta la prima parte della frazione odierna del Tour de Suisse. Il gruppo non si sta certamente impegnando troppo per tenere sotto controllo un attacco che non fa particolarmente paura ai big e che gode di un vantaggio di circa 4’30”: stanno lavorando solamente un paio di uomini della BMC, alla quale tocca lonere di gestire la corsa in quanto squadra del leader Stefan Kung. Per ora dunque la cosa più importante è celebrare gli attaccanti, con la speranza che Zaccanti possa conservare anche questa sera la sua maglia azzurra, pur se oggi i Gpm saranno concentrati nella parte finale del percorso. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL GIRO DI SVIZZERA

Il Giro di Svizzera 2018 sarà trasmesso in diretta tv su Eurosport 2, il canale tematico che è visibile per i rispettivi abbonati sia sulla piattaforma satellitare Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium: oggi lappuntamento con la terza tappa sarà a partire dalle ore 16.00. Da segnalare anche la diretta streaming video, che sarà garantita da Sky Go e Premium Play oltre che dal servizio di Eurosport Player.

SI COMINCIA

Tutto è pronto per dare il via alla tanto attesa 3^ tappa del Giro della Svizzera 2018: come abbiamo visto prima la prova di oggi è abbastanza complicata, e sarà quindi un ottimo banco di prova in vista delle frazioni di alta montagna dei prossimi giorni. Focalizziamo ora il nostro sguardo proprio sul tratto finale del percorso previsto oggi da Oberstammeheim e Gasingen, dove sono previsti ben 5 Gran Premi della montagna raccolti in appena 60 km. La prima cima è infatti attesa al 117 km con il Gpm di terza categoria dei Hagenfurst a cui seguirà la cima di terza categoria di Burersteig. Un breve tratto di respiro per poi ricominciare a salire: la corsa raffronterà queste due ultime cime mentre a tre km dal traguardo finale poi verrà ripetuta per la terza volta la cima Hagenfirst. I tre gran premi di montagna sono appena di terza categoria, ma di certo potrebbero gettar scompiglio tra gli attaccanti e la loro vicinanza al traguardo potrebbe rendere la gara davvero movimentata Ma è tempo ora di dare la parola alla strada: si parte! (agg Michela Colombo)

LA SITUAZIONE

In attesa di poter dare la parola alla strada per la terza tappa del Giro di Svizzera 2018, diamo un occhio a come si sta configurando la classifica generale, che consegna al suo leader la maglia gialla. Proprio nella graduatoria generale è riuscito a rimare in testa, pur dopo la brutta prova di ieri il rossocrociato della Bmc Stefan Kung. Il leader però ora vanta un vantaggio di appena 3 secondi dei primi avversari come Van Avermat, Porte e Van Garderen, e venti secondi dl vincitore della tappa di ieri Peter Sagan. Per la graduatoria sprint segnaliamo che la maglia nera oggi alla partenza di Oberstammheim è sulle spalle di Calvin Watson, autore ieri di una bella tappa, condotta quasi nella sua totalità in testa. Per la Montagna la prima posizione da leader è di Zaccanti, ma visto il percorso previsto oggi ci attendiamo novità consistenti. Infine non dimentichiamo la graduatoria riservata ai giovani: la maglia verde da leader alla vigilia della 3^ tappa del Giro di Svizzera 2018 è di Sam Oomen. (agg Michela Colombo)

PRESENTAZIONE TAPPA

Il Giro di Svizzera 2018 ci propone oggi la sua terza tappa: appuntamento dunque con la Oberstammheim-Gansingen di 182,8 km, con la quale ledizione numero 82 del Tour de Suisse lascerà Frauenfeld, sede di partenza ed arrivo di entrambe le tappe che abbiamo finora vissuto. Va comunque detto che per il momento non ci si allontanerà di molto, dal momento che il percorso della tappa odierno si snoderà fra i Cantoni di Zurigo e di Argovia, dove eravamo già stati nei due giorni scorsi. Quanto allaspetto più strettamente agonistico, la tappa di oggi è considerabile di media montagna, con diverse salite non particolarmente difficili ma che saranno concentrate nel finale, quando dunque ci potrebbero essere colpi di scena e conseguenti modifiche a una classifica che naturalmente per il momento resta apertissima, in attesa delle tappe di alta montagna in programma da mercoledì a venerdì.

GIRO DI SVIZZERA 2018, PERCORSO 3^ TAPPA

Vediamo dunque adesso più nel dettaglio il percorso della seconda tappa di oggi. Innanzitutto va detto che la partenza sarà a Oberstammheim alle ore 12.45, mentre larrivo sarà atteso indicativamente alle ore 17.20 a Gansingen. Osservando laltimetria, si può facilmente notare che di pianura praticamente non ci sarà nemmeno un metro, anche se va pure riconosciuto che per gran parte del tracciato si tratterà di saliscendi piuttosto semplici. Il discorso cambierà negli ultimi 60 km, quando saranno collocati ben cinque Gran Premi della Montagna: vero che saranno tutti di terza categoria, ma cinque Gpm in così poco spazio potrebbero risultare indigesti a molti e regalarci una tappa decisamente vivace. In particolare lultimo di questi Gpm sarà quello di Hagenfirsterstrasse al km 177,3 della corsa, cioè quando mancheranno appena 5,5 km allarrivo di Gansingen: trampolino perfetto per gli attacchi di chi punta al successo di tappa, sicuramente ne vedremo delle belle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori