Video/ Palermo Venezia (1-0): highlights della partita (Serie B, ritorno semifinale playoff)

- Francesco Davide Zaza

Video Palermo Venezia, risultato finale 1-0: gli highlights e i gol della semifinale di ritorno nei playoff di Serie B. Un’autorete di Domizzi manda i rosanero a giocarsi la finale

Domizzi_autogol_Palermo_Venezia_lapresse_2018
Video Palermo Venezia, ritorno semifinali playoff Serie B (Foto LaPresse)

Il Palermo vince 1-0 al Barbera contro il Venezia accedendo alla finale playoff per la promozione in Serie A. Decide lautogol di Maurizio Domizzi al quinto minuto. I lagunari provano a ribaltare il risultato fino alla fine senza però riuscire a pareggiare. Nel finale espulsione per Davide Pinato e rigore sbagliato da Antonino La Gumina. I rosanero dunque sono ad un solo ostacolo dal ritorno in Serie A dopo una sola stagione.

SINTESI PRIMO TEMPO

Stellone sceglie il 4-3-2-1. In porta Pomini, difesa con Rispoli, Bellusci, Rajkovic e Aleesami. In mediana Gnahoré, Jajalo e Murawski mentre in zona offensiva ecco Coronado, Trajkovski e La Gumina. Inzaghi risponde con il 3-5-2. Tra i pali Audero, in difesa Andelkovic, Modolo e Domizzi. A centrocampo da destra verso sinistra Bruscagin, Fabiano, Stulac, Pinato e Garofalo. In attacco Marsura e Geijo. Arbitra il signor Aureliano di Bologna. Inizio piatto e privo di emozioni. Gioca con calma la squadra di casa che ha il favore del doppio risultato a disposizione, costretto a vincere e fare la partita invece il Venezia. Lancio troppo lungo dell’esperto Maurizio Domizzi per lo scatto di Geijo, l’attaccante dei lagunari viene contrasto bene da Bellusci che lascia sfilare sul fondo. Al primo vero affondo però è il Palermo a passare in vantaggio. Iniziativa di Rispoli che porta il pallone in area avversaria. Tiro smorzato che diventa un assist per Trajkovski che calcia trovando l’opposizione di Audero: rimpallo sfavorevole sui piedi di Domizzi, il portiere ribatte ma ancora sulle gambe di Domizzi e la sfera termina stavolta in porta. Palermo in vantaggio, subito. Grande occasione per il Venezia al 12esimo: punizione dalla trequarti di Garofalo che tocca morbido per Pinato che taglia sul primo palo e calcia al volo trovando l’ottima risposta in tuffo di Pomini. Fioccano adesso le occasioni da rete: si allarga sulla corsia mancina Igor Coronado e mette il pallone al centro per La Gumina che stacca di testa mandando di pochissimo a lato. Si sacrifica intanto Geijo, l’attaccante spagnolo sta rincorrendo anche gli avversari in mezzo al campo per dare la carica ai suoi compagni dopo il vantaggio rosanero. Terza occasione per il Palermo, pallone al limite dell’area di rigore per Murawski che alza la testa e scaglia il desto rasoterra chiamando Audero al grande intervento in tuffo. Pericolo per la porta di Pomini al 22esimo: traversone interessante di Pinato per il taglio di Bruscagin. L’esterno ci prova ma trova l’opposizione di un avversario. Azione personale di Trajkovski che taglia centralmente arrivando al limite dell’area di rigore, tentativo con il destro che termina però alto rispetto alla porta di Audero. Interessante ripartenza del Venezia con il pallone per Bruscagin, l’ex Latina lascia partire il traversone sul secondo palo con Marsura e Geijo che si ostacolano a vicenda senza riuscire ad impattare la sfera. Il primo cartellino giallo della sfida viene estratto per un giocatore del Palermo: viene ammonito Mato Jajalo dopo l’intervento irregolare ai danni di Giovanni Fabiano. Altra ammonizione stavolta per il Venezia, viene ammonito il centrale lagunare Modolo dopo la spinta ai danni del giovane Antonino La Gumina. Ancora pericoloso il Palermo, inventa tutto Igor Coronado che entra in area di rigore e apre con il destro per il taglio di Rispoli che trova il destro deviato che termina sull’esterno della rete. Corner per i rosanero. Ottima intuizione di Gnahoré che vede il taglio di La Gumina in area e lo serve, il giovane attaccante rosanero però in spaccata riesce soltanto a sfiorare la sfera. Traversone pericoloso in area di rigore di Fabiano per Geijo che non controlla perfettamente e favorisce il recupero di Rajkovic che libera l’area di rigore. E’ l’ultima occasione del primo tempo. Fine primo tempo sul parziale di 1-0.

SINTESI SECONDO TEMPO

Le due squadre non effettuano cambi durante l’intervallo. Tornano in campo gli stessi ventidue del primo tempo. Prima occasione per il Venezia al 48esimo: pallone morbido di Stulac per l’inserimento in area di rigore di Modolo che stacca di testa trovando la grande risposta di Pomini. Poco dopo prova la conclusione direttamente su calcio di punizione Leo Stulac, il pallone termina però addosso a La Gumina in barriera. Nessuno pericolo per il Palermo. Inizio positivo per il Venezia in questo avvio di ripresa, più concentrata la squadra di Inzaghi e motivata nel trovare almeno il pareggio che riaprirebbe i conti. Ci prova La Gumina. Primo tentativo del Palermo in contropiede, ripartenza della punta siciliana che arriva al limite dell’area di rigore e calcia con il destro ma manda a lato rispetto alla porta di Audero. Primo cambio per il Venezia, dentro Falzerano al posto di Fabiano. Non ha voluto rischiarlo dall’inizio Filippo Inzaghi a Falzerano ed adesso lo lancia in campo quando manca più di mezz’ora al termine della sfida. Secondo cambio per i veneti al 59esimo: in campo Litteri al posto di Modolo. Attua il cambio di modulo Filippo Inzaghi: 4-2-4 puro per il Venezia a mezz’ora dal termine della sfida. Il Palermo si lascia andare soltanto a qualche contropiede visto che il Venezia preme per riaprire il discorso qualificazione, servono due reti ai lagunari. Calcio d’angolo in favore del Palermo che proverà a sfruttare le palle inattive per chiudere la contesa. Sul corner battuto da Trajkovski non si fa sorprendere Audero che esce con i pugni e mette la palla fuori dalla propria area di rigore. Grande occasione per il Venezia al 65esimo: traversone dalla mancina di Garofalo per Geijo che anticipa un dormiente Aleesami e colpisce di testa trovando la grande parata di Pomini. Si gioca praticamente ad una metà campo con il Venezia che continua a spingere senza trovare sbocchi. Con molta calma ed ordine il Palermo si difende, non rischia molto la squadra di Roberto Stellone che non si può permettere alcun calo di concentrazione. Occasione per il Venezia che arriva in area di rigore con facilità e trova Litteri, il tocco dell’ex Cittadella con la punta chiama alla grande parata Pomini. Calcio d’angolo in favore del Venezia al 74esimo, il Palermo non riesce ad uscire mentre la squadra di Inzaghi ci sta provando in ogni modo per sfondare. Nulla di fatto dopo il calcio d’angolo in favore del Venezia, la difesa rosanero riesce a chiudere e liberare l’area di rigore da ulteriori pericoli. Primo cambio per il Palermo, fuori Trajkovski ed in campo Gabriele Rolando. Il Palermo si schiera adesso con un 4-5-1, Coronado si allarga sulla corsia mancina mentre il nuovo entrato Gabriele Rolando si schiera sul versante opposto con La Gumina unico terminale offensivo. Secondo cambio per il Palermo, in campo Luca Fiordilino al posto di Murawski. All’81esimo viene espulso Pinato. Rosso diretto per il centrocampista del Venezia per un fallo da dietro ai danni di Mato Jajalo. Calcio d’angolo per il Palermo dopo il tentativo a giro di Coronado, deviato il destro dell’ex Trapani. Nulla di fatto dopo il calcio d’angolo in favore del Palermo, pallone che viene allontanato dalla difesa ospite. Ultimo cambio per il Venezia, fuori Geijo ed al suo posto in campo Zigoni. All’88esimo arriva un penalty per i rosanero. Intervento irregolare di Domizzi ai danni di La Gumina che sterza benissimo in piena area di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso La Gumina ma sbaglia. Fallisce l’occasione dagli undici metri, tira con il destro in diagonale trovando la risposta in tuffo di Audero che neutralizza. Nel finale giganteggia Rajkovic, ottima prova del centrale del Palermo tra i migliori in campo insieme al suo portiere Pomini. Rosanero in finale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori