DENIS CHERYSEV/ Video gol, sua la prima doppietta del Mondiale: Russia, ora non fermarti

Denis Cherysev, sua la prima doppietta del Mondiale: eroe per caso, in campo in Russia-Arabia Saudita dopo l’infortunio di Dzagoev. “Ora non fermiamoci”

14.06.2018 - Fabio Belli
cherysev_facebook_2018
Denis Cherysev

E’ stato l’eroe per caso della partita inaugurale di Russia 2018. I Mondiali di calcio sono iniziati con una roboante vittoria per 5-0 dei padroni di casa contro l’Arabia Saudita. E la prima doppietta della rassegna iridata è stata realizzata da Denis Cherysev. Eroe per caso visto che era stato escluso dall’undici titolare del Ct Cherchesov, che l’ha inserito al 24′ del primo tempo solo a causa dell’infortunio di uno dei gioielli della formazione di casa, quel Dzagoev che ha riportato uno stiramento al flessore. L’attaccante che gioca nel Villarreal, nella Liga spagnola, non ha tradito realizzando due reti e candidandosi a questo punto per un posto da titolare inamovibile in una Nazionale russa che, nonostante il fattore campo favorevole, partiva in questo Mondiale accompagnata da grandi perplessità sul livello tecnico della squadra.

“ORA NON DOBBIAMO FERMARCI”

Alla televisione russa, Cherysev si è goduto la sua giornata da mattatore della partita, esortando la squadra a credere nelle sue qualità, in barba allo scetticismo attorno alla Russia: “Sono molto felice di essere sceso in campo e ho cercato di soddisfare lallenatore. La cosa più importante è che abbiamo vinto. Ora non dobbiamo fermarci, ci sono altre due partite difficili in vista, che devono essere vinte per poter passare il girone. Le direttive prima di entrare in campo? Gioco compatto in difesa e provare a segnare in contropiede. Lo abbiamo fatto. Grazie a tutti coloro che hanno creduto in me fino alla fine, mi sembra di sognare ma è realtà. Se mi aspettavo la vittoria? Non so, ora sto vivendo forti emozioni, sono molto soddisfatto, voglio solo che la mia famiglia si goda questo momento, perché hanno fatto tanti sacrifici assieme a me.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori