CDA MILAN, ROSS O FISHER NUOVO SOCIO?/ Offerta dagli Usa: mister Lì rassicura sull’aumento di capitale

- Umberto Tessier

Nel consiglio d’amministrazione in casa Milan, oltre a ratificare la chiusura del bilancio con una perdita di 75 milioni di euro, si parlerà dell’ingresso di un nuovo socio

Casa milan
Casa Milan (Foto LaPresse)

Cda Milan, dalla chiusura del bilancio al possibile ingresso di nuovi soci: si è conclusa dopo quarantacinque minuti la riunione del Consiglio di Amministrazione rossonero, con lamministratore delegato Marco Fassone al lavoro in vista dellincontro con la Uefa sulla decisione sul Fpf. Secondo quanto riportato dai colleghi di Tuttosport, il presidente Yonghong Li ha rassicurato i consiglieri del Diavolo circa il completamento dellaumento di capitale con i trentadue milioni di euro residui entro il 28 giugno 2018. La perdita a bilancio si aggira attorno ai 75 milioni di euro secondo fonti Milan, mentre non si è discusso del possibile socio americano che potrebbe affiancare Li. Solo un accenno, infine, sul tema nuovo stadio: il tema verrà affrontato più avanti. Attese conferme sui nomi di Ross e Fisher quali possibili new entry nel management del club meneghino. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

CDA MILAN, ROSS O FISHER

Giorno importante oggi in Casa Milan dove è in programma il Consiglio dAmministrazione del club di via Aldo Rossi. Ci sarà da ratificare la chiusura del bilancio con una perdita di 75 milioni di euro e larrivo della precedente tranche di 10 milioni di aumento di capitale dove si chiederà anche conto del versamento degli ultimi 32 milioni. L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport ha sottolineato che sarà affrontata anche la questione dellingresso di un nuovo socio allinterno del Milan, anche se in via informale. Intanto continuano le voci sull’ingresso di un socio americano. Sul tavolo ci sarebbe unofferta seria per il Milan: quella arrivata tramite Goldman Sachs per conto di un investitore statunitense. Sul nome del possibile investitore americano c’è grande incertezza anche se le strade portano a due nomi: quello di Stephen Ross, proprietario dei Miami Dolphins, e di John Fisher, magnate del real estate già proprietario di altri club sportivi e figlio dei fondatori del marchio di abbigliamento Gap.

STEPHEN ROSS, IL NUMERO UNO DEI MIAMI DOLPHINS

Stephen Ross, indicato come uno dei possibili soci intenzionati ad affiancare Yonghongh Li, è un imprenditore immobiliare americano dal patrimonio personale stimato in 12 miliardi di dollari e proprietario della squadra di NFL dei Miami Dolphins. Nel febbraio 2008, Ross ha acquistato il 50% della franchigia di Miami Dolphin, Dolphin Stadium e alcuni terreni circostanti dall’allora proprietario Wayne Huizenga per 550 milioni di dollari, con un accordo per poi diventare il socio accomandatario dei Dolphins. Il 20 gennaio 2009, Ross ha chiuso l’acquisto di un ulteriore 45% della squadra da Wayne Huizenga. Il valore totale dell’operazione era di 1,1 miliardi di dollari. Ciò significa che Ross è ora proprietario del 95% sia della franchigia che dello stadio. Vedremo nei prossimi giorni se verranno confermate le indiscrezioni riguardo un suo ingresso come socio nel Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori