Golovin alla Juventus/ Ultime notizie dalla Spagna: anche l’Arsenal sul giocatore

- Mauro Mantegazza

Golovin alla Juventus, il russo ci spera: la Serie A è un bel campionato, l’interesse mi onora. Dichiarazioni interessanti al termine di Russia Arabia Saudita ai Mondiali

aleksandr_golovin_allenamento_cska_mosca_2018
Aleksandr Golovin (LaPresse)

La Juventus continua ad essere attenta al centrocampista dello Cska Mosca Aleksandr Golovin che al debutto al Mondiale ha dimostrato di essere calciatore dotato di grandissimo talento. Per questo sono tante le voci di calciomercato che si sono accese nelle ultime settimane con anche altri prestigiosi club protagonisti. Secibdi qyabti ruoirtati da Cadena Ser pare che l’Arsenal di Unai Emery sia pronto a piombare sul calciatore con un’offerta difficile da rifiutare. Sarebbe stato proprio il nuovo allenatore dei Gunners ad aver sottolineato al suo club le qualità di questo giovane astro che potrebbe presto cambiare maglia. Il Cska Mosca intanto si sfrega le mani e spera che le prossime partite del Mondiale in Russia facciano ulteriormente lievitare il prezzo del cartellino del suo giovane talento per scatenare una vera e propria asta di calciomercato. (agg. di Matteo Fantozzi)

ANCHE ANCELOTTI A SEGUIRLO

Aleksandr Golovin, grande protagonista nella vittoria contro l’Arabia Saudita grazie a due assist ed una rete su punizione, sta attirando le mire dei grandi club, uno su tutti la Juventus. Cera anche Carlo Ancelotti ad assistere allo show di Golovin ieri, il nuovo allenatore del Napoli era infatti in tribuna a Mosca ad assistere alla partita inaugurale del Mondiale fra Russia e Arabia Saudita terminata cinque a zero per i padroni di casa. La presenza di Ancelotti potrebbe significare tutto o nulla, magari anche il Napoli potrebbe inserirsi in una trattativa difficile. Il prezzo del russo potrebbe infatti alzarsi dopo la grande prestazione fornita ieri. Adesso potrebbe scatenarsi un’asta attorno al calciatore del Cska Mosca che attende l’offerta giusta per cedere il suo talento capace di portare nelle casse dei russi soldi importanti. (agg. Umberto Tessier)

GOLOVIN, RISCHIO ASTA

Aleksandr Golovin è stato una delle stelle della travolgente vittoria della Russia contro lArabia Saudita nella partita inaugurale dei Mondiali 2018: ottimo biglietto da visita mostrato alla Juventus, i cui dirigenti Beppe Marotta e Fabio Paratici seguono da tempo con grande attenzione il talento di 22 anni del Cska Mosca. Ieri Golovin è stato impiegato da esterno nel 4-2-3-1 e ha messo in mostra i colpi migliori di un giocatore capace di produrre gioco: due assist e un gol su punizione alla Pjanic, una prestazione che ha confermato ai dirigenti della Juventus tutto il valore del ragazzo, ma che naturalmente rischia pure di far salire ulteriormente la quotazione del gioiello ventiduenne del Cska Mosca, mezzala moderna dal destro letale che può giocare anche trequartista o ala. chiaro che non solo i bianconeri saranno rimasti colpiti dalla prestazione, dunque cè il rischio che possa scatenarsi unasta, il che farebbe piacere al Cska ma di certo molto meno alla Juventus.

LE PAROLE DI GOLOVIN

Golovin sa di avere gli occhi addosso e dalla zona mista dello stadio Luzhniki di Mosca, nelle classiche dichiarazioni post-partita, ha mandato segnali alla Juventus, anche se naturalmente la priorità in questo momento è unaltra: “Mi fa piacere che una squadra così forte pensi a me. Sono solo voci, per ora penso alla nazionale e al Mondiale”. Questo è normale, dal momento che un Mondiale (a maggior ragione in casa) non capita certo tutti i giorni; la Serie A e la Juventus però lo intrigano: “Il campionato italiano è un buon campionato e alla Juve ci sono molti giocatori bravi. Il più creativo e il più forte è Dybala”. Tra il giocatore e la società bianconera c’è già un accordo di massima e Marotta sta cercando di convincere il Cska ad abbassare le pretese: la valutazione attuale del giocatore è di 25 milioni di euro. Dopo prestazioni come quelle di ieri però è più facile che il prezzo aumenti piuttosto che diminuisca. In tal senso, il grande debutto potrebbe non essere una buona notizia per i bianconeri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori