Risultati Mondiali 2018 / Classifica gironi A-B e diretta gol live score: Cristiano Ronaldo capocannoniere

- Mauro Mantegazza

Risultati Mondiali 2018: classifica dei gironi, diretta gol live score delle partite in programma oggi, 15 giugno. Si giocano tre sfide nei gruppi A e B, spicca Portogallo Spagna

Probabili formazioni Portogallo Olanda
Cristiano Ronaldo - La Presse

Cristiano Ronaldo assoluto protagonista nel risultato pirotecnico tra Portogallo Spagna. Un debutto al Mondiale 2018 coi fiocchi per CR7, che con la sua tripletta ha regalato il pareggio alla sua Nazionale. Con il pareggio maturato stasera, le due squadre arpionano quota un punto in classifica e superano l’Iran, sconfitto dal Marocco allo scadere sulla giocata di Bouhaddouz. Dando uno sguardo al calendario, saltano all’occhio quattro partite in programma domani. Si comincia alle 12.00 tra Francia Australia, alle 15 Argentina Islanda, Perù Danimarca alle 18 e Croazia Nigeria alle 21. Grande attesa da parte degli appassionati per vedere all’opera le altre nazionali. Chissà se tra le sfide del week end ci sarà qualche sorpresa tra i risultati o se i pronostici verranno rispettati. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

IL PRIMO BIG MATCH

Il Mondiale 2018 ci regala il primo big match con PortogalloSpagna, gara che chiude la giornata di oggi. La gara vede protagonista uno straordinario Cristiano Ronaldo autore di una meravigliosa tripletta e pronto a portarsi a casa il pallone. La gara la apre proprio Cr7 con un calcio di rigore perfetto, anche se arriva subito dopo il pareggio contestatissimo di Diego Costa che sembra stoppare il pallone con la mano prima di scagliarla in rete. Il giocatore del Real Madrid raddoppia su azione, complice una papera di David de Gea, prima del duplice fischio che porta all’intervallo. Nella ripresa la Spagna di Fernando Hierro torna in campo con una grinta tutta diversa e in tre minuti la ribalta. Prima pareggia Diego Costa e poi Nacho con un bolide da fuori segna il momentaneo 3-2. Nel finale Cristiano Ronaldo segna su punizione il gol del pareggio che gli regala un’altra notte da incorniciare e che evita ai lusitani campioni d’Europa in carica un pesante scivolone. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’IRAN SUPERA IL MAROCCO ALLO SCADERE

Altro risultato che si decide solo nei minuti finali ai Mondiali 2018, sta diventando una costante: lIran vince al 94 contro il Marocco grazie a unautorete di Bouhaddouz, un colpo di testa da calcio dangolo ad anticipare gli attaccanti avversari ma che purtroppo per il Marocco è risultato essere imparabile per il portiere. Dopo il gol in extremis dellUruguay contro lEgitto e anche i due gol della Russia nel recupero (anche se quelli non avevano deciso lesito della partita inaugurale), adesso arriva il più beffardo dei verdetti, come solo unautorete al minuto 94 sa esserlo. LIran dunque sale a 3 punti in classifica e si candida come possibile rivale di Portogallo e Spagna, anche se francamente non sembra in grado di reggere il confronto; il Marocco si lecca le ferite ma sa che adesso sperare nella qualificazione agli ottavi è già diventato quasi impossibile. Adesso si avvicina appunto il big-match tra Portogallo e Spagna a Sochi, sperando che le emozioni arrivino anche prima del 90 e dintorni (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VINCE L’URUGUAY

Vittoria in extremis ma certamente meritata per l’Uruguay contro l’Egitto nella prima partita odierna ai Mondiali 2018 in corso in Russia. La rete che ha dato i primi tre punti in classifica nel girone A alla Celeste dell’eterno Oscar Washington Tabarez sono arrivati grazie a un colpo di testa vincente del difensore José Gimenez a pochissimo dallo scadere: Gimenez non è certo nuovo ai gol di testa, anche nell’Atletico Madrid di Simeone è una soluzione importante e oggi è stato decisivo per l’Uruguay, che stava attaccando ormai da molto tempo ma non trovava la via della rete in una giornata storta per i suoi due attaccanti di spicco. L’Egitto pensava di avercela fatta, invece è stato trafitto sul più bello e adesso resta tristemente a quota zero come l’Arabia Saudita, mentre l’Uruguay ha raggiunto la Russia al comando. Si tornerà poi in campo alle ore 17.00 con Marocco-Iran per il girone B. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI GIOCA

Fra pochi minuti avrà inizio Egitto Uruguay e con essa la prima giornata che ci farà respirare laria dei Mondiali 2018, quella che propone partite praticamente ad ogni ora dal primo pomeriggio fino a sera, proponendoci una sorta di ideale giro del mondo. Certo, in prima serata ci attenderà Portogallo-Spagna, partita che starebbe molto bene a livello almeno di quarti di finale, un grande classico del calcio europeo per di più fra due nazioni confinanti e tradizionalmente rivali, ma prima potremo girare per il mondo grazie a due squadre africane come Marocco ed Egitto, ai sudamericani dellUruguay e agli asiatici dellIran. Spendiamo qualche parola sullAfrica dunque, perché oggi propone due squadre: la curiosità è legata al fatto che questanno il Continente Nero è rappresentato soprattutto dalle squadre del Nord Africa, ben tre presenti in Russia. Due sono appunto Egitto e Marocco, poi cè anche la Tunisia che però debutterà solo lunedì facendo parte del girone G; a rappresentare dunque lanima nera del continente africano restano solamente Senegal e Nigeria. Adesso però non è più tempo di parole: ad Ekaterinburg si sta finalmente per scendere in campo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

NELLA PROSSIMA GIORNATA

Sei squadre scenderanno in campo oggi, primo venerdì dei Mondiali di Russia 2018. In attesa che scendano in campo, facciamo già un salto in avanti verso la seconda giornata per scoprire che cosa attenderà queste compagini nei prossimi giorni. Nel girone A Egitto ed Uruguay ritorneranno in campo rispettivamente contro i padroni di casa della Russia e lArabia Saudita: lEgitto contro la Russia alle ore 20.00 di martedì 19 giugno a San Pietroburgo, lUruguay contro gli arabi alle ore 17.00 del giorno seguente a Rostov. Le quattro squadre del girone B torneranno invece tutte in campo proprio mercoledì 20 giugno, quando il primo match sarà Portogallo Marocco alle ore 14.00 a Mosca, mentre alle ore 20.00 sarà protagonista lo stadio di Kazan, dove sarà in programma Iran Spagna. Sarà solamente fra cinque giorni, ma naturalmente a quel punto avremo le idee molto più chiare sul destino di tutte queste squadre. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE SEDI

Le tre partite in programma oggi ai Mondiali Russia 2018 saranno ospitate ad Ekaterinburg, San Pietroburgo e Sochi. Naturalmente per queste città è il debutto visto che il torneo è cominciato ieri con la partita inaugurale: Ekaterinburg si merita una citazione particolare in quanto unica città nella zona asiatica della Russia, sia pure a breve distanza dal confine fra i due continenti; nel suo Stadio Centrale saranno ospitate un totale di quattro partite della prima fase. San Pietroburgo invece sarà una delle principali città dei Mondiali 2018, come è normale che sia vista la sua importanza; nello stadio che ospita i match casalinghi dello Zenit saranno ospitate in totale ben sette partite a partire da oggi e comprese una semifinale e la finale per il terzo posto. Infine lo stadio Olimpico di Sochi, celebre per le cerimonie dapertura e chiusura dei Giochi invernali di quattro anni fa; stavolta è il calcio a farla da protagonista, anche perché Portogallo Spagna è davvero un big match. In tutto qui saranno giocate sei partite, fra cui un ottavo e un quarto di finale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GIRONE DEI CONFINANTI

Ai Mondiali non capita spesso che si affrontino nazioni confinanti, in particolare nella prima fase dove si applicano rigidi criteri geografici che impediscono la presenza di più di una squadra per continente (due per lEuropa). Il girone B dunque fa notizia a Russia 2018 perché saranno ben tre le nazioni confinanti: spicca naturalmente la presenza di Portogallo e Spagna, anche perché saranno le due grandi favorite per il passaggio del turno ed in più questa sera daranno vita a Sochi a una partita attesissima, la sfida fra tante stelle tra cui Cristiano Ronaldo ma naturalmente anche i tanti campioni della Spagna. Il derby della penisola iberica sarà dunque particolarmente gustoso, anche per la rivalità che da sempre cè fra lusitani e spagnoli, ma non è da sottovalutare anche la presenza del Marocco, che occupa la sponda africana dello stretto di Gibilterra che lo separa dalla Spagna – naturalmente pure il Portogallo non è lontano – e proprio con la Spagna ha aperti diversi contenziosi storico-politici, in particolare quelli relativi alle città di Ceuta e Melilla, geograficamente in Marocco ma appartenenti alla Spagna. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

RISULTATI MONDIALI

Dopo la partita inaugurale giocata ieri, i Mondiali Russia 2018 da oggi venerdì 15 giugno entrano decisamente nel vivo: infatti in programma ci sono tre partite e fino al termine della fase a gironi tutti i giorni ci saranno ben tre oppure quattro incontri in programma. Dunque andiamo subito per prima cosa a vedere che cosa ci attenderà oggi, naturalmente con gli orari espressi secondo il fuso italiano per avere immediatamente chiaro il calendario: alle ore 14.00 per il girone A si giocherà Egitto-Uruguay ad Ekaterinburg, che andrà a completare la prima giornata di un gruppo cominciato ieri con Russia-Arabia Saudita. Alle ore 17.00 ecco invece Marocco-Iran a San Pietroburgo per il girone B, che vedrà poi alle ore 20.00 scendere in campo a Sochi Portogallo-Spagna, inevitabilmente il pezzo forte di questa primissima fase dei nuovi Mondiali di calcio che purtroppo non vedranno protagonista lItalia.

IL BIG-MATCH

Il girone B è sulla carta già ben definito: Portogallo e Spagna nettamente favorite per il passaggio agli ottavi, Marocco e Iran che rischiano di recitare solamente da comparse. Il fatto però che il derby iberico sia in programma già alla prima giornata potrebbe creare qualche difficoltà a chi uscirà sconfitto fra Portogallo e Spagna, che naturalmente non avrebbe più margine derrore nelle due giornate successive, mentre chi vincerà avrebbe la strada spianata verso la qualificazione. La sfida sarà affascinante per più di un motivo, a cominciare dallinevitabile rivalità fra due Nazioni confinanti fino alla presenza di tante stelle in campo, in particolare il duello tra Cristiano Ronaldo e tanti suoi compagni di squadra con il club al Real Madrid, che tra laltro chissà se giocheranno ancora con lui nella prossima stagione. Questioni che però passano naturalmente per ora in secondo piano: quando si è ai Mondiali e si gioca Portogallo Spagna, il mercato diventa molto meno interessante, a meno che si intenda le mosse proprio del Real su Lopetegui che hanno creato un terremoto forse senza precedenti…

LE ALTRE SFIDE

Marocco Iran in un certo senso potrebbe essere già una finale: luogo comune spesso terribile, soprattutto alla prima giornata, ma è chiaro che chi dovesse perdere sarebbe di fatto già fuori, pensando pure che dopo dovrà affrontare Spagna e Portogallo, mentre la squadra vincente potrebbe come minimo regalarsi qualche giorno di speranza – il pareggio sembra inutile, un punto per parte non dovrebbe servire a molto. Sicuramente interessante sarà Egitto Uruguay: qui le stelle non mancano, anche se a livello globale la Celeste è sicuramente più attrezzata e dovrebbe essere la principale favorita per vincere il girone A. Sono però naturalmente tutte ipotesi sulla carta, che andranno confermate allesame del campo

MONDIALI RUSSIA 2018

Girone A

Ore 14.00

FINALE Egitto-Uruguay 0-1 – 90′ Gimenez (U)

Classifica: Russia, Uruguay 3; Egitto, Arabia 0.

Girone B

Ore 17.00

FINALE Marocco-Iran 0-1 – 94′ aut. Bouhaddouz (M)

Ore 20.00

FINALE Portogallo-Spagna 3-3 – 4′ rig. Ronaldo (P), 24′ Costa (S), 44′ Ronaldo (P), 55′  Costa (S), 58 Nacho (S), 88′ C.Ronaldo (P)

Classifica: Iran 3; Portogallo, Spagna 1, Marocco 0.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori