Probabili formazioni / Frosinone Palermo: l’assente di lusso. Quote, ultime novità live (Serie B finale)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Frosinone Palermo: le quote e le ultime novità live sugli schieramenti delle due squadre. Finale di ritorno nei playoff di Serie B, Longo ha assenze importanti

Gori_Nestorovski_Palermo_Frosinone_lapresse_2018
Probabili formazioni Frosinone Palermo, ritorno finale playoff Serie B (Foto LaPresse)

In Frosinone Palermo, come abbiamo visto nelle probabili formazioni, è davvero pesante lassenza di Daniel Ciofani. Uno dei veterani della squadra ciociara, il trentaduenne di Avezzano è fuori dai giochi anche se si è allenato a parte provando il disperato recupero: manca dallinizio di aprile a causa di un infortunio alla coscia – rimediato nella partita vinta contro il Venezia – e dunque è stato costretto a saltare tutti i playoff. Gioca nel Frosinone dal 2013, arrivato dopo la stagione di Perugia (16 gol): per lui ci sono 72 reti in 195 partite, tra cui le 13 nellanno della promozione in Serie A, le 9 al piano di sopra e le 16 lo scorso anno, record nel torneo cadetto. Tuttavia in questa stagione aveva passato un periodo non esaltante: dopo tre reti nelle prime quattro giornate Ciofani si era bloccato, e non aveva mai segnato tra metà settembre e inizio novembre (sette partite a secco, più due ai box per problemi alla caviglia). Tornato ad assaporare il gol a La Spezia, aveva timbrato il cartellino 10 volte in 15 partite (due doppiette consecutive) e, dopo un altro digiuno di cinque gare, è arrivato lo stop. Il suo posto lo ha idealmente preso Camillo Ciano, autore mercoledì sera del gol che dà una speranza in più al Frosinone nella corsa alla seconda promozione in Serie A nel giro di tre anni. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO

Quale sarà il duello che infiammerà Frosinone Palermo? Come abbiamo visto nelle probabili formazioni, potrebbe arrivare su una delle due fasce laterali: quella destra offensiva dei rosanero dove agisce Andrea Rispoli, che se la vedrà con Roberto Crivello. Il primo, 30 anni il prossimi settembre, ha girato tante squadre nella sua carriera e ha maturato esperienza in Serie A, giocando un totale di 101 partite con Lecce, Parma e Palermo; arrivato a gennaio 2015 in Sicilia – grazie alla burrascosa situazione dei ducali, si è rivelato subito elemento fondamentale e nelle ultime due stagioni ha segnato 12 gol (equamente divisi), mostrando di essere prezioso anche sotto porta con le sue incursioni. Nel 2015-2016 si era scontrato in Serie A con Crivello, 26 anni: a Frosinone dal 2013 dopo aver giocato con Gela e San Marino, ha vissuto tutta lepopea ciociara dalla Prima Divisione Lega Pro al massimo campionato, non sempre titolare ma mostrandosi pronto quando chiamato in causa. Una curiosità: Crivello ha impiegato 101 partite per segnare il suo primo gol con la maglia gialloblu, arrivato il 12 agosto scorso in Coppa Italia, contro lUdinese. Zero nelle precedenti quattro stagioni, tre in questa: ne ha infatti realizzati altri due in campionato, contro il Cittadella e la Salernitana. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PERSONAGGIO

Altro personaggio di spicco nelle probabili formazioni di Frosinone Palermo è certamente Alberto Pomini: a 37 anni il portiere veneto potrebbe festeggiare unaltra promozione in Serie A a cinque anni di distanza dalla prima. Storia curiosa quella di Pomini, cresciuto nel Verona – dopo la parentesi con il Cadidavid, la squadra del paese: dopo tre stagioni nelle serie minori è arrivato al Sassuolo (2004) e ci è rimasto per la bellezza di 13 anni. Qui ha vissuto la promozione in Serie B (2008) e appunto quella nel massimo campionato nel 2013, con Eusebio Di Francesco allenatore. non sempre Pomini è stato il titolare, ma lo era nellanno della grande festa; in precedenza aveva fatto da vice a Walter Bressan, arrivato in Serie A è stato scalzato da Gianluca Pegolo prima e Andrea Consigli poi, ma ha comunque messo insieme oltre 200 partite in neroverde. Il Palermo lo ha voluto in estate, più che altro per lesperienza e la capacità di essere una guida per i compagni più giovani; nel girone di andata Pomini ha giocato sei partite per lindisponibilità di Josip Posavec, ma poi la società ha puntato forte su di lui: dalla ventiseiesima giornata (0-1 a Perugia) il veneto è diventato titolare e non ha più abbandonato i pali. Tra qualche ora potrebbe ritrovarsi nuovamente in Serie A (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Non può che essere Antonino La Gumina il protagonista di Frosinone Palermo: al momento è suo il gol che decide la terza promozione in Serie A, unito allautorete di Emanuele Terranova. La Gumina, prodotto del settore giovanile rosanero, arriva da un prestito annuale nella Ternana: in 15 partite aveva segnato un solo gol, ma soprattutto da fine ottobre in avanti aveva giocato appena quattro volte per un totale di 144 minuti. Tornato a Palermo, ci ha messo un po a emergere (nove panchine nelle prime 15, senza mai entrare) ma nel girone di ritorno è definitivamente esploso: 8 gol in 12 partite e 5 nelle ultime quattro. Presosi la maglia da titolare anche grazie allinfortunio di capitan Nestorovski, il classe 96 ha continuato a segnare anche ai playoff: suo il gol nellandata della semifinale contro il Venezia, suo appunto il sigillo con il quale, al termine del primo tempo, ha permesso al Palermo di riprendere il Frosinone nella finale di andata. Si è già guadagnato la conferma per uneventuale Serie A il prossimo anno? Noi siamo certi di sì, ma ora La Gumina dovrà fare lultimo sforzo per garantirsi questa bella possibilità. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Frosinone Palermo si gioca alle ore 20:30 di sabato 16 giugno: è la finale di ritorno nei playoff di Serie B 2017-2018, dunque avremo questa sera la terza squadra promossa dopo Empoli e Parma. Landata si è conclusa con il risultato di 2-1 in favore dei rosanero: una vittoria fondamentale per gli uomini di Roberto Stellone, che adesso possono anche pareggiare. I ciociari tuttavia devono semplicemente vincere, senza curarsi del risultato: nel regolamento dei playoff di Serie B non è prevista la regola che assegna valore doppio ai gol segnati in trasferta e, in caso di parità nella differenza reti, la promozione spetta alla squadra messa meglio in classifica. Ecco allora quali potrebbero essere le scelte dei due allenatori per questa partita: le leggiamo insieme, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Frosinone Palermo.

QUOTE E PRONOSTICO

Il Frosinone parte favorito questa sera: le quote che sono state fornite dallagenzia di scommesse Snai dicono infatti che la quota per la loro vittoria, per la quale dovrete giocare il segno 1, ha un valore di 2,00 contro il 3,60 che regola invece il segno 2, quello per un eventuale successo del Palermo. Il pareggio, che come abbiamo detto spingerebbe i rosanero in Serie A, è identificato dal segno X e, se le cose dovessero andare in questo modo, il vostro guadagno sarebbe di 3,10 volte la cifra che avrete deciso di puntare.

PROBABILI FORMAZIONI FROSINONE PALERMO

I DUBBI DI LONGO

I principali dubbi di Moreno Longo riguardano la trazione della sua squadra: il Frosinone deve vincere ma allo stesso tempo non si vuole snaturare troppo. In più le defezioni in difesa rendono complicato un restyling: probabile allora che si prosegua con la soluzione di Matteo Ciofani nel terzetto arretrato (al fianco di Terranova e Krajnc) a protezione di Vigorito, mentre lesterno destro sarebbe nuovamente Luca Paganini. Casomai, si potrebbe cambiare a sinistra dove Soddimo può prendere il posto di Crivello, ma qui entrerebbero in gioco i già citati punti di domanda sullequilibrio. Al centro del campo è Maiello a reclamare una maglia: può sfilarla dalle spalle di Moussa Koné, mentre sembrano andare verso la conferma sia Gori che Sammarco. Davanti, spazio alla coppia formata da Dionisi e Ciano ma non è da escludere una soluzione più offensiva con Citro in appoggio, a quel punto sarebbe schierato un centrocampista in meno.

LE SCELTE DI STELLONE

Roberto Stellone deve sciogliere soprattutto due nodi, entrambi relativi ai polacchi della sua rosa: in difesa ballottaggio tra connazionali con Dawidowicz che rimane favorito su Szyminski, a centrocampo Murawski potrebbe essere sostituito da Gnahoré. Siamo comunque ai dettagli, perchè lossatura classica della squadra non dovrebbe essere modificata: davanti a Pomini ci saranno ancora Struna e Rajkovic, mentre sulle corsie a garantire la spinta saranno come sempre Rispoli e Aleesami. Anche Jajalo va verso la conferma, perchè è ormai il metronomo del Palermo; alle spalle delle due punte ha ripreso il posto Coronado, che era stato messo in discussione nelle prime panchine del nuovo allenatore. Nel reparto offensivo lintoccabile è diventato La Gumina, sempre più decisivo; al suo fianco logicamente dovrebbe esserci la conferma di Nestorovski, da non escludere che a iniziare sia però il connazionale Trajkovski che potrebbe dare qualcosa in più in fase di ripiegamento piazzandosi tra le linee.

IL TABELLINO

FROSINONE (3-5-2): 27 Vigorito; 13 M. Ciofani, 26 Terranova, 32 Krajnc; 17 Paganini, 8 Maiello, 5 Gori, 21 Sammarco, 3 Crivello; 18 Dionisi, 28 Ciano

A disposizione: 22 Bardi, 4 A. Russo, 31 F. Verde, 35 Chibsah, 6 Besea, 37 M. Kone, 7 Frara, 11 A. Beghetto, 10 Soddimo, 19 Matarese, 20 Citro, 16 Volpe

Allenatore: Moreno Longo

Squalificati:

Indisponibili: Ariaudo, N. Brighenti, D. Ciofani

 

PALERMO (3-4-1-2): 22 Pomini; 6 Struna, 28 Dawidowicz, 5 Rajkovic; 3 Rispoli, 8 Jajalo, 35 Murawski, 19 Aleesami; 30 Nestorovski, 20 La Gumina

A disposizione: 1 Maniero, 12 Posavec, 4 Accardi, 32 Ingegneri, 24 Szyminski, 14 Rolando, 13 Gnahoré, 21 Fiordilino, 18 Chochev, 16 Balogh, 9 Moreo, 7 Trajkovski

Allenatore: Roberto Stellone

Squalificati:

Indisponibili:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori