Diretta/ Brasile Svizzera (risultato finale 1-1) streaming video Mediaset: Firmino e Miranda mancano il 2-1!

- Claudio Franceschini

Diretta Brasile Svizzera, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Esordio per la Seleçao ai Mondiali 2018, impegno ostico contro i rossocrociati

Coutinho_Marcelo_Casemiro_Brasile_blu_lapresse_2018
Pronostici Mondiali 2018, gruppi D-E (Foto LaPresse)

DIRETTA BRASILE SVIZZERA (RISULTATO FINALE 1-1): FIRMINO E MIRANDA MANCANO IL 2-1!

E’ terminata 1-1 a Rostov la sfida tra Brasile e Svizzera. I verdeoro frenano subito all’esordio contro i rossocrociati, autori di un secondo tempo di grande spessore agonistico. Capolavoro tattico di Vladimir Petkovic, che ha rischiato però nelle ultimissime battute di gara, quando i suoi hanno accusato maggiormente la stanchezza. L’occasione più grande è stata quella per Firmino, che al 33′ della ripresa ha rilevato Gabriel Jesus. Il centravanti del Liverpool, su cross su punizione di Neymar, è riuscito a svettare indisturbato di testa, ma ha trovato la grande parata di Sommer, decisivo per i suoi. In pieno recupero, il pallone del match è capitato sui piedi di Miranda: non è stata però proprio giornata per il difensore centrale dell’Inter, che tirando di controbalzo ha visto il pallone uscire sfiorando il palo. Dopo Spagna, Argentina e Germania, anche il Brasile dunque manca la vittoria contro una Svizzera che si propone come osso duro per qualsiasi avversario. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BRASILE SVIZZERA (RISULTATO 1-1): GABRIEL JESUS RECLAMA UN RIGORE

E’ un’altra Svizzera in questa fase centrale del secondo tempo. Il Brasile fatica molto di più a trovare dei varchi e soprattutto gli elvetici mantengono maggiormente il possesso palla. Unica occasione significativa per la Selecao, al 24′ una grande sventagliata di Neymar dal lato destro a quello sinistro del campo che trova Coutinho in area. L’autore del gol brasiliano manca fuori tempo Lichtsteiner, ma poi svirgola a lato da buona posizione. Neymar si accende ad intermittenza, due sue giocate costano l’ammonizione a Schar e Behrami, ma senza conseguenze. Il Brasile si gioca i tre cambi, Fernandinho e Renato Augusto prendono il posto a centrocampo di Casemiro e Paulinho, mentre al 33′ Firmino sostituisce Gabriel Jesus. Rischia la Svizzera al 28′, gran palla in profondità proprio di Renato Augusto per Gabriel Jesus, che non arriva a calciare leggermente cinturato da Akanji. L’arbitro non rileva gli estremi per intervenire. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BRASILE SVIZZERA (RISULTATO 1-1): PARI SVIZZERA, INCORNATA DI ZUBER!

Il Brasile sembrava in controllo del match e ha iniziato il secondo tempo a ritmi compassati, così come aveva chiuso la prima frazione di gioco. Ma la Svizzera ha preso coraggio, e guadagnando un calcio d’angolo al 5′ della ripresa è pervenuta al pareggio. Traiettoria dalla bandierina di Shaqiri, Zuber elude facilmente la marcatura di uno svagatissimo Miranda e con perfetta scelta di tempo inzucca alle spalle di Alisson. Il Brasile accusa il colpo e la Svizzera riesce ad occupare con maggiore continuità la metà campo avversario. Preoccupazione per gli elvetici per uno dei loro migliori in campo, Behrami, che in allungo su Gabriel Jesus rischia l’infortunio ma riprende repentinamente il gioco. Risultato ora sull’1-1 tra Brasile e Svizzera a Rostov. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BRASILE SVIZZERA (RISULTATO 1-0): LA SELECAO GESTISCE

Finale di primo tempo col Brasile che gestisce lo splendido gol realizzato da Coutinho contro una Svizzera che è riuscita ad aumentare un po’ la sua pressione offensiva, ma senza riuscire mai a concludere una singola volta nello specchio della porta difesa da Alisson, che ha rischiato soltanto un po’ nei primi 45′ su un disimpegno con i piedi. Il Brasile attende e gestisce, un bel pallone in profondità verso Gabriel Jesus è stato disinnescato da un ottimo intervento in marcatura di Akanji. Poco prima era stato Zuber a tentare la gran botta, ma il pallone è stato ribattuto col volto da Thiago Silva. Dopo la mezz’ora, non ci sono state più occasioni da gol da una parte e dall’altra, ad eccezione di un colpo di testa su cross da calcio d’angolo di Thiago Silva al 2′ di recupero, finito di poco alto. Le due squadre sono andate all’intervallo col Brasile in vantaggio 1-0 sulla Svizzera. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BRASILE SVIZZERA (RISULTATO 1-0): COUTINHO, SUPERGOL DEL VANTAGGIO!

Il Brasile ha alzato notevolmente il ritmo nella fase centrale del primo tempo, ed al 20′ è arrivato il gol del vantaggio. Un vero e proprio capolavoro di Coutinho, che ha raccolto un pallone vagante fuori area dopo un tentativo d’affondo partito da un’azione tra Neymar e Marcelo. Il talento del Barcellona ha lasciato partire una conclusione a effetto spettacolare, col pallone che ha preso un giro imprendibile per Sommer, sbattendo sul palo e infilandosi in rete. Probabilmente il gol più bello del Mondiale finora, di sicuro una rete che mette in salita la partita per una Svizzera che prova a reagire rialzando il suo baricentro e proponendo gioco, dopo una decina di minuti di grande difficoltà. Il Brasile è però molto compatto e collaborativo tra i suoi elementi, con i soli Neymar e Gabriel Jesus privi di compiti di marcatura. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BRASILE SVIZZERA (RISULTATO 0-0): PAULINHO SPRECA L’1-0

Primi numeri ad effetto dei funanmboli brasiliani nel match d’esordio per la Selecao nel Mondiale russo, contro una Svizzera che Vladimir Petkovic non rinuncia a schierare aggressiva, alta soprattutto con la linea di centrocampo impegnata nel pressing. Neymar in particolare sembra ispirato, con un paio di numeri che hanno anche un po’ irritato gli avversari (soprattutto una spettacolare “ruleta” con Xhaka). La prima grande occasione da gol nel match arriva all’11’: grande scambio tra Coutinho e Neymar, il pallone finisce a Paulinho che dall’interno dell’area piccola svirgola clamorosamente a lato, graziando Sommer. Al quarto d’ora calcio di punizione battuto da Neymar che si infrange sulla barriera: dopo il primo quarto d’ora di gioco, risultato ancora a reti bianche tra Brasile e Svizzera. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BRASILE SVIZZERA (RISULTATO 0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Siamo pronti a vivere le emozioni di Brasile Svizzera: il miglior risultato che la nazionale rossocrociata abbia mai raggiunto in un’edizione di Coppa del Mondo rimane quello del 1954, edizione che giocò in casa e che passò alla storia anche per la più alta media gol di sempre (5,38), soprattutto per la presenza dell’Ungheria, e perchè per la prima volta le immagini furono trasmesse in televisione. La Svizzera superò il suo girone battendo l’Italia per 2-1: bastò questo per garantirle lo spareggio contro gli azzurri e nonostante la sconfitta contro l’Inghilterra (che vinse 2-0), la formula prevedeva che le squadre non si incrociassero tutte (nel gruppo era presente anche il Belgio) e infatti gli azzurri non avevano giocato contro gli inglesi. I rossocrociati ci batterono ancora (stavolta con un netto 4-1) ma ai quarti furono superati con un clamoroso 7-5 dall’Austria, dopo essere stati in vantaggio per 3-0 al 19’ minuto. Si distinse in particolare un attaccante di 24 anni: Josef Hugi, che era nel pieno dei suoi 14 anni al Basilea e che in quei Mondiali segnò 6 reti. Adesso però è tutto pronto per Brasile Svizzera: uno sguardo alle formazioni ufficiali e poi parola al campo, finalmente si gioca! BRASILE ( 4-3-3): 1 Alisson; 12 Marcelo, 3 Miranda, 2 Silva, 14 Danilo; 11 Coutinho, 5 Casemiro, 15 Paulinho; 10 Neymar, 9 Gabriel Jesus, 19 Willian All. Tite. A disposizione: Geromel, Filipe Luis, D Costa, R. Augusto, Marquinhos, Cassio, Fernandinho, Firmino, Taison, Fagner, Ederson, Fred SVIZZERA (4-2-3-1): 1 Sommer; 13 R. Rodriguez, 5 Akanji, 22 Schar, 7 Lichtsteiner; 19 Dhaka, 11 Behrami; 14 Zuber, 15 Dzemaili, 23 Shaqiri; 8 Seferovic. All. Petkovic. A disposizione: Moubandje, Elvedi, Lang, Embolo, Freuler, Mvogo, G. Fernandes, Zakaria, Gavranovic, Drmic, Djourou, Burki. (agg. di Claudio Franceschini)

BRASILE SVIZZERA, DIRETTA LIVE – STREAMING VIDEO MEDIASET

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come tutte le partite dei Mondiali 2018, anche Brasile Svizzera è in diretta tv sui canali Mediaset e in questo caso sarà visibile su Canale 5, dunque per tutti gli appassionati sarà possibile assistere a questa partita anche in diretta streaming video grazie al sito Video Mediaset, naturalmente usufruendo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche il sito ufficiale www.fifa.com, che ha una sezione dedicata alla Coppa del Mondo sulla quale potrete trovare tutte le informazioni utili sulle due nazionali che si sfidano oggi.

I RICORDI DEL 2006

Nel presentare Brasile Svizzera dobbiamo anche parlare di quanto la nazionale rossocrociata era stata in grado di fare nel Mondiale 2006. Dicevamo della grande solidità di questo gruppo: ebbene, 12 anni fa in Germania gli elvetici sono stati eliminati – agli ottavi di finale – senza aver perso e senza incassare gol. Possibile? Ovviamente sì: la Svizzera aprì il suo cammino pareggiando 0-0 contro la Francia e poi superò il Togo e la Corea del Sud (entrambe per 2-0). Arrivò agli ottavi dove incrociò l’Ucraina: fu 0-0 al 90’ e dopo i tempi supplementari, ai calci di rigore però sbagliarono tutti i tiratori (Marco Streller, Tranquillo Barnetta e Ricardo Cabanas) e l’avventura terminò. Il portiere della Svizzera, che era Pascal Zuberbuhler, abbandonò la competizione senza aver incassato una singola rete, riuscendo a tenere inviolata la porta per un totale di 390 minuti e risultando l’unico estremo difensore imbattuto in quell’edizione dei Mondiali. Non solo: nel 2010 la Svizzera, fuori al primo turno, incassò una sola rete, eppure decisiva, da Mark Gonzalez del Cile. L’imbattibilità totale salì così a 555 minuti; in due edizioni del Mondiale (7 partite) i rossocrociati hanno incassato un solo gol, ma non sono andati oltre gli ottavi. (agg. di Claudio Franceschini)

I RECORD VERDEORO

Brasile Svizzera segna l’esordio delle due nazionali ai Mondiali 2018: la Seleçao è l’unica nazionale ad aver partecipato alla fase finale di ogni singola Coppa del Mondo. Già presente nel 1930, il Brasile vissuto tutti i Mondiali sin qui disputati: ne ha vinti cinque e questo è un altro primato assoluto, ma c’è anche quello di essere stata l’ultima a centrare una doppietta (1958 e 1962) e inoltre di rappresentare, proprio con il titolo in Svezia, l’unica nazionale non europea ad aver trionfato nel Vecchio Continente, impresa mai più ripetuta nemmeno dalle successive versioni verdeoro. Il Brasile ha giocato un totale di 104 partite nelle fasi finali: ne ha vinte 70, cioè il 67,3%. Ha segnato 221 gol e due dei suoi giocatori sono in doppia cifra per reti totali: Ronaldo, secondo assoluto con 15, e Pelé che ha infilato 12 gol in 14 partite. A quota 9 troviamo Ademir, tutti realizzati nell’edizione del 1950, Vavà che nel 1958 formò il famoso terzetto – completato da Pelé e Didì – che infiammò il primo titolo verdeoro e Jairzinho, altro recordman: nel 1970 è diventato l’unico giocatore ad aver segnato in tutte le partite di una singola edizione. In più Leonidas da Silva (1938) e Garrincha (1962 insieme a Vavà e altri quattro giocatori) sono stati capocannonieri di un’edizione, con loro anche i già citati Ademir e Ronaldo (quest’ultimo nel 2002). (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Brasile Svizzera è una partita che nella storia si è giocata più volte: tuttavia il quadro ci parla di tante amichevoli e di un solo incrocio in un grande torneo. Quello del 1950, il Mondiale passato alla storia come il Maracanazo, e la sconfitta casalinga dei verdeoro che giocavano ancora con la maglia bianca (bandita da quell’occasione). Nel girone eliminatorio, clamorosamente, il Brasile pareggiò 2-2 contro una nazionale che aveva incassato tre gol dalla Jugoslavia (allora fortemente competitiva): segnò subito Alfredo, pareggiò Jacques Fatton, poi nuovo vantaggio interno di Baltazar e pareggio a due minuti dal termine dello stesso Fatton, che all’epoca aveva 24 anni e giocava nel Servette, ma sarebbe passato al Lione dopo quasi 300 gol con Les Grenats. Riguardo le amichevoli, la Svizzera ne ha vinte due per 1-0: anche l’ultima giocata, nell’agosto 2013, con autorete di Dani Alves; lui non ci sarà oggi per infortunio, tanti altri (da Jefferson a Dante, da Luiz Gustavo a Oscar passando per Hulk, Hernanes, David Luiz e Lucas Moura) sono stati lasciati a casa per scelta tecnica. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Brasile Svizzera, che sarà diretta dall’arbitro messicano Cesar Ramos, è la seconda partita del gruppo E ai Mondiali 2018: si gioca alle ore 20:00 italiane di domenica 17 giugno, teatro della sfida la Rostov Arena. Finalmente arriva l’esordio della Seleçao: la grande maggioranza degli addetti ai lavori ha indicato nella nazionale brasiliana la vera favorita per il titolo, a volte anche con distacco; i verdeoro devono sempre convivere con questa pressione e qui in Russia sono anche chiamati a cancellare la grande delusione di quattro anni fa. La prima partita è anche la più complicata del girone: la Svizzera, nazionale solida per tradizione ma oggi anche di qualità, è quella che ci si aspetta agli ottavi proprio insieme al Brasile, e inizierà a testare domenica le sue reali possibilità.

RISULTATI E PRECEDENTI

E’ impossibile parlare del Brasile senza considerare quanto accaduto nel 2014: per la seconda volta nella storia i verdeoro hanno fallito il Mondiale casalingo e, se 64 anni prima c’era stato il Maracanazo, stavolta si è trattato del Mineirazo sotto forma della sconfitta per 1-7 contro la Germania, la più pesante nella storia della nazionale e una delusione difficile da smaltire. Sono passati quattro anni, e a livello di pronostici sembra che non siano trascorsi; il Brasile sostanzialmente riparte dal ruolino di favorito netto che ha sempre avuto nella storia dei Mondiali e che adesso è chiamato a onorare una volta di più. La Svizzera è una presenza costante nelle fasi finali: ha sempre mostrato una grande attenzione tattica, quattro anni fa ha portato l’Argentina a pochi secondi dai calci di rigore ma non è mai riuscita a fare il salto di qualità per inserirsi davvero tra le migliori nazionali. Se la giocherà virtualmente con la Serbia per il passaggio del turno, anche se certamente non si può sottovalutare la Costa Rica; dagli ottavi in avanti potrà eventualmente fare altra strada, a patto però di diventare cinica e pratica abbandonando magari qualche svolazzo di troppo.

PROBABILI FORMAZIONI BRASILE SVIZZERA

Tante soluzioni a disposizione di Tite, ma la formazione tipo del Brasile dovrebbe essere fatta: si parte ovviamente da Neymar, sul versante opposto gioca Willian – l’alternativa è Douglas Costa – mentre Gabriel Jesus è il candidato ideale come centravanti, ed è anche l’unica prima punta di ruolo al netto di Firmino, che però è adattato. Coutinho porta la sua classe a centrocampo; per equilibrare la nazionale verdeoro ecco la sagacia tattica di Casemiro, diventato fondamentale anche nel Real Madrid, e l’ambivalenza di Paulinho che può determinare anche in zona gol; Thiago Silva e Miranda al centro della difesa, Danilo rimpiazzerà l’infortunato Dani Alves mentre a sinistra naturalmente ci sarà Marcelo, tra i pali il portiere della Roma Alisson. E’ il solito 4-2-3-1 il modulo della Svizzera di Vladimir Petkovic: Sommer più di Burki per la porta, Lichtsteiner e Ricardo Rodriguez sugli esterni con Schar a fare coppia con Akanji in mezzo. La cerniera mediana si compone della regia di Granit Xhaka e della capacità di recuperare palloni di Behrami; ballottaggio tra Freuler e Dzemaili per il ruolo di trequartista, dovrebbero invece essere fissate le scelte sugli esterni con Shaqiri a destra e Embolo favorito su Zuber per la corsia mancina, la prima punta uscirà dal ballottaggio tra Gavranovic e Seferovic con Drmic che potrebbe fare da terzo incomodo, mettendo in crisi le scelte del suo Commissario Tecnico.

QUOTE E PRONOSTICO

Favorito per la vittoria del Mondiale, il Brasile parte in vantaggio anche nel pronostico del suo esordio: secondo le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai, la vittoria della Seleçao (indicata dal segno 1) ha un valore di 1,40 contro la quota di 8,50 che accompagna invece il segno 2, quello da giocare se pensate che la Svizzera abbia una possibilità di vincere. Potrete anche puntare sul segno X che identifica il pareggio: se le cose dovessero andare in questo modo, il vostro guadagno sarebbe di 4,50 volte la somma che avrete deciso di investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori