DIRETTA / Adriatica Ionica Race 2018: vincitore Viviani in volata su Nizzolo, 4^ tappa Grado

Diretta Adriatica Ionica Race 2018: info streaming video e tv della 4^ tappa prevista oggi da San Vito di Cadore fino a Grado: la corsa dalle dolomiti torna al mare.

23.06.2018 - Michela Colombo
ciclismo_generico_strada_lapresse_2017
Diretta Adriatica Ionica Race 2018 (LaPresse - immagine di repertorio)

Elia Viviani ha vinto la quarta tappa della Adriatica Ionica Race 2018, una frazione lunga ma non troppo impegnativa da San Vito di Cadore a Grado nella quale il campione olimpico dellomnium si è imposto davanti a Giacomo Nizzolo e Alvaro Hodeg. Gli ultimi ad arrendersi fra i fuggitivi sono stati Meiyin Wang (Bahrain-Merida), Andrea Toniatti (Italia), Marco Tizza (Nippo-Fantini) e Nick Van Der Lijke (Roompot-Nederlandse Loterij), che sono stati ripresi davvero a pochi chilometri dal traguardo di Grado. Nel finale ha tentato un allungo anche Niki Terpstra, certamente uno dei nomi di maggior prestigio al via della prima edizione della Adriatica Ionica Race, ma lepilogo allo sprint è risultato infine inevitabile e lesito è stato quello che molto spesso abbiamo già visto questanno in volata, cioè la vittoria di un eccellente Viviani che in questa Adriatica Ionica ha vinto per ben due volte, tre compresa la cronosquadre. Solo il Giau ha naturalmente visto altri protagonisti, a partire dal colombiano Ivan Ramiro Sosa che in virtù del suo successo sulle Dolomiti continua a guidare la classifica generale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

OCCHIO ALLA FUGA

La quarta tappa della Adriatica Ionica Race 2018 continua a vivere della fuga da lontano dei fuggitivi Meiyin Wang (Bahrain-Merida), Andrea Toniatti (Italia), Marco Tizza (Nippo-Fantini), Nick Van Der Lijke (Roompot-Nederlandse Loterij), Stanimir Cholakov (Trevigiani Hemus) ed Enrico Logica (Biesse Carrera), che però hanno minime speranze di giungere a giocarsi la vittoria sul traguardo di Grado, che dovrebbe essere riservato ai velocisti. Ormai superata lunica vera difficoltà della giornata, cioè il Gpm di Passo Crosetta, da qui in poi il terreno sarà ideale per le squadre dei velocisti, a partire naturalmente dalla Quick-Step di Elia Viviani che è lo sprinter di punta in gruppo, che non dovrebbero faticare troppo per annullare la fuga dei coraggiosi attaccanti da lontano, anche se il ritardo in questo momento si aggira ancora attorno ai cinque minuti. Questo almeno è landamento che la logica farebbe pensare per il finale di questa tappa, vedremo se la strada confermerà le previsioni, magari con qualche sorpresa nei due tratti sterrati previsti nei pressi di Aquileia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FOCUS SULLA CLASSIFICA

La classifica della Adriatica Ionica Race 2018 naturalmente è stata rivoluzionata dallarrivo in salita di ieri in cima al Giau, dunque è doveroso fare il punto sulla situazione di questa nuova corsa che va ad arricchire il panorama del ciclismo italiano. Il colombiano Ivan Ramiro Sosa della Androni Giocattoli-Sidermec ieri si è preso tappa e maglia, unendo al successo di giornata anche il primato nella classifica generale con un margine di 18 su Edward Ravasi della UAE Team Emirates e 45 su Giulio Ciccone della Bardiani-CSF. Oggi il finale dovrebbe esaltare i velocisti e di conseguenza le gerarchie potrebbero rimanere sostanzialmente invariate. Sicuramente ciò è quanto spera in particolare proprio Sosa, che dopo limpresa sul Giau adesso ha una vera e propria collezione di maglie, dal momento che è leader non solo della generale ma anche della classifica degli scalatori e di quella dei giovani. Se solo potesse, avrebbe dunque da indossare oltre alla maglia azzurra anche la maglia verde e quella bianca (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI PARTE

Pochissimi minuti ci separano ormai dalla partenza della quarta tappa della Adriatica Ionica Race 2018, che ci porterà da San Vito di Cadore a Grado: dai monti al mare potremmo dire, di conseguenza il finale non dovrebbe essere molto complicato e dovrebbe tornare ad esaltare i velocisti, fra i quali il nome di maggiore spicco è inevitabilmente quello di Elia Viviani, che nel 2018 sta vivendo nettamente la migliore stagione su strada della sua carriera, impreziosita soprattutto dalle quattro tappe vinte al Giro dItalia, dove ha portato a casa anche la maglia ciclamino della classifica a punti. Viviani però non si è fermato al Giro: il campione olimpico dellomnium su pista infatti sta dominando anche in questa Adriatica Ionica Race, prima togliendosi la soddisfazione di tagliare per primo il traguardo nella cronosquadre dapertura al Lido di Jesolo, poi vincendo in volata a Maser la seconda tappa. Oggi a Grado potrà arrivare il bis? Parola alla strada per scoprirlo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE LA TAPPA

Segnaliamo a tutti gli appassionati che la quarta tappa della Adriatica Ionica Race 2018 non sarà visibile in diretta tv e di conseguenza non sono state fornite indicazioni utili riguardanti leventuale diretta streaming video della prova di grande montagna, attesa oggi. Attenzione però: la frazione sarà visibile in differita alle ore 23.15 al canale raisport + (numero 57 del digitale terrestre) e tale evento sarà visibile in streaming video tramite il libero portale raiplay.it. Consigliamo pertanto a tutti gli appassionati di rimanere collegati al sito ufficiale della corsa a tappe, allindirizzo www.adriaticaionicarace.com.

PRESENTAZIONE TAPPA

Quarta e penultima tappa della Adriatica Ionica Race 2018: la corsa a tappe per i territori del Veneto, Friuli e Trentino si sta avvicinando al suo traguardo finale. Prima però la corsa non esista a regalarci un altro percorso pieno di emozioni che di certo permetter ai corridori di modificare non poco la classifica generale come pure le altre graduatorie previste. Oggi sabato 23 giugno la gara azzurra parte dal San Vito di Cadore e terminerà a Grado: dalle montagne si torna al mare attraendo diversi terroso già visti in precedenza ma sempre affascinati. Prima di vedere nel dettaglio le insidie del tracciato atteso oggi in questa 4^ tappa della Adriatica Ionica Race 208, diamo i primi riferimenti per tutti gli appassionati. Secondo il Marcopolo infatti oggi la grande corsa partirà dal via delle dolomiti alle ore 10.24, dopo il trasferimento da San vito di Cadore a Borja di Cadore: larrivo del vincitore al traguardo finale di Grado è atteso invece verso le ore 16.00.

IL PERCORSO

Non è certo un percorso banale quello che attenderà oggi i corridori della Adriatica Ionica Race 2018: di certo lavvicinamento al mare fa presagire una quarta tappa favorevole alle ruote veloci, che comunque dovranno fare molta attenzione anche oggi. Dopo il via a San Vito di Cadore infatti vediamo bene che il percorso prevede una lenta ma importante discesa: a complicare le cose però vi è il Gran Premio della Montagna atteso al novantesimo km. La corsa affronterà un Gpm di 2^ categoria del Passo Crosetta: 21.6 km con pendenza del 3.0%, dati non impossibili quindi giunti a questo livello della gara, ma che potrebbero comunque regalare qualche sorpresa. Terminata la prova in ascesa ecco una violentissima discesa, molto tecnica e a cui sarà necessario prestare la giusta attenzione: da Fontanafredda però sarà un lungo tratto completamente pianeggiante ad portare i corridori al traguardo di Grado dopo ben 226,1 km affrontati oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori