PAGELLE / Spagna Marocco (2-2): i voti della partita (Mondiali 2018 gruppo B)

- Federico Giuliani

Pagelle Spagna Marocco: i voti della partita terminata 2-2 per il gruppo B nei Mondiali 2018. Le Furie Rosse si qualificano agli ottavi e addirittura riescono a vincere il girone

Koke_Diego_Costa_Spagna_gol_lapresse_2018
Diretta Spagna Marocco - LaPresse

Spagna-Marocco termina con il risultato di 2-2: Furie Rosse prime nel gruppo B e qualificate agli ottavi dei Mondiali 2018 dove giocheranno contro la Russia. Di seguito le pagelle della partita: benissimo En-Nesyri e Amrabat, male invece Da Costa per guanto riguarda il Marocco. Nella Spagna si salvano in pochi: sugli scudi Isco e Aspas. VOTO PARTITA 7 – Meglio il primo tempo che non il secondo. Nel complesso, tanti e gol e diverse occasioni. VOTO SPAGNA 5 – Prestazione deludente, troppi errori nella fase difensiva. Eppure, nonostante tutto le Furie Rosse passano come prime nel girone. VOTO MAROCCO 6,5 – Gara da ricordare per quanto fatto in campo. Peccato per la vittoria sfumata nel finale.

LE PAGELLE DELLA SPAGNA

DE GEA 5,5 – Subisce due reti, di cui uno in mezzo alle gambe. Si salva su Boutaib nel primo tempo. Luci e ombre.

CARVAJAL 6,5 – Regala ad Aspas il cross del 2-2. Spinge con continuità ed è uno dei migliori in campo.

PIQUE’ 5 – Poco meglio del compagno di difesa. Nel primo temo si addormenta in occasione di un fallo laterale; per sua fortuna Boutaib spreca tutto. Graziato in avvio per un brutto fallo sullo stesso Boutaib.

SERGIO RAMOS 4 – Resta l’errore da matita blu in occasione del gol di Boutaib. Sovrastato anche da En-Nesyri sul 2-1. Nottata da incubo.

JORDI ALBA 5,5 – Non accompagna l’azione come dovrebbe. Da quella parte la Spagna non trova sbocchi.

THIAGO ALCANTARA 4,5 – Si nota per la prima volta quando calcia alle stelle dal limite dell’area. Mai nel vivo dell’azione (dal 73′ ASENSIO 5 – Dentro per dare più qualità. Finisce presto nell’anonimato).

SERGIO BUSQUETS 6 – Il solito mediano d’equilibrio. Prende colpi e li restituisce con gli interessi. In ombra ma utile.

INIESTA 6 – Rimedia a un erroraccio in compartecipazione con Ramos regalando un assist al bacio per l’1-1 di Isco. Bene nel primo tempo, cala nella ripresa.

ISCO 6,5 – Imposta, suggerisce e conclude. Pareggia i conti e sfiora il raddoppio nella ripresa.

DAVID SILVA 4,5 – Altra delusione di serata. Ha il talento per spaccare la partita eppure sbaglia tutto quello che si poteva sbagliare (dall’84’ RODRIGO – SV).

DIEGO COSTA 5,5 – Si danna l’anima con movimenti continui e prova a rendersi utile in tutti i modi. Nonostante questo, non punge praticamente mai. Pesano gli scarsi rifornimenti (dal 73′ IAGO ASPAS 7 – Regala il primo posto del girone ai suoi con un grandissimo colpo di tacco in extremis).

ALL. HIERRO 5 – Ritmi bassi e gioco prevedibile. Non è questa la Spagna che aveva stupito il mondo.

LE PAGELLE DEL MAROCCO

EL KAJOUI 6 – Sicuro negli interventi, non può nulla sulla rete di Isco da zero metri.

DIRAR 5 – Un motorino per impegno, ma diverse lacune che non possono passare inosservate. Non bene quando si tratta di difendere. Beffato dal pareggio di Aspas.

DA COSTA 5 – Soffre da matti le fiammate di Iniesta, che spesso e volentieri sfonda dalla sua zona di competenza.

SAISS 6,5 – Salva un gol già fatto togliendo dalla linea di porta un colpo di testa di Isco. Sbroglia altre situazioni complicate.

HAKIMI 6 – Funziona il tandem con Zyach. Difende bene ma attacca con troppa timidezza.

EL AHMADI 5,5 – Più in difficoltà del compagno. Si prende un cartellino giallo evitabile, e in generale commette diversi falli evitabili.

BOUSSOUFA 6 – Corre per due e non demorde mai, neppure di fronte al giro palla spagnolo. Qualche inserimento a fari spenti apprezzabile.

N. AMRABAT 6,5 – Letteralmente indemoniato. Sfida a brutto muso Ramos, non tira mai indietro la gamba e nel secondo tempo spacca la porta colpendo un incrocio dei pali clamoroso.

BELHANDA 5 – Il sacrificio a volte non basta. Dei tre trequartisti marocchini sulla carta è il più tecnico, eppure non riesce mai ad accendersi (dal 63′ FAJR 6.5 – Frizzante con la sua voglia di fare).

ZYACH 6 – Si accende a sprazzi. Meglio nella ripresa, quando avanza il suo raggio d’azione e sembra più dinamico. Resta la pecca di un primo tempo anonimo (dall’85’ BOUHADDOUZ – SV).

BOUTAIB 6,5 – Un avvoltoio che vola minaccioso sulla difesa spagnola. Approfitta di un’incomprensione tra Ramos e Iniesta per sbloccare il match. Fallisce un match ball a tu per tu con De Gea (dal 71′ EN-NESYRI 7 – Sovrasta un mostro sacro del calibro di Sergio Ramos segnando una rete storica).

ALL. RENARD 6,5 – Impresa riuscita a metà. I suoi danno del filo da torcere alle Furie Rosse ma la vittoria sfuma nel finale.

VOTO ARBITRO (Irmatov) 4,5 – Pessima gestione. Mancano diversi cartellini gialli, tra cui due a Piqué. Gestione di gara da dimenticare.

SPAGNA MAROCCO: IL PRIMO TEMPO

Il primo tempo di Spagna-Marocco termina con il risultato di 1-1. Pronti, via. La Spagna fa accademia, con picchi elevati di possesso palla che raggiungono quasi il 70%; il Marocco attende il momento propizio nel proprio guscio. Dopo pochi minuti si capisce che la gara sarà caldissima: prima Sergio Ramos (4,5) va a ringhiare in faccia ad Amrabat (5,5) per un presunto fallo di quest’ultimo sul difensore, poi Piqué (4,5) entra a piedi uniti sulla caviglia di Boutaib (7), con l’arbitro Irmatov che neppure fischia il fallo. Ci stava per lo meno il giallo, se non qualcosa in più. Si può tornare a parlare di calcio al 14′, quando Iniesta (6) e Sergio Ramos combinano una frittata sulla linea mediana del campo. Palla mia, palla tua: ne approfitta Boutaib che si invola in campo aperto verso De Gea. L’attaccante marocchino calcia a colpo sicuro infilando la sfera tra le gambe dell’estremo difensore iberico. La Spagna non demorde e reagisce immediatamente. Al 19′ Diego Costa (6) apre sulla sinistra per Iniesta, che raggiunge il fondo e regala a Isco (6,5) un assist soltanto da spingere in rete. Le Furie Rosse però, in difesa, traballano pericolosamente. E al 23′, da rimessa laterale, gli uomini di Hierro rischiano tantissimo. Boutaib approfitta di una dormita di Piqué e si ritrova ancora una volta davanti a De Gea; il portiere non si fa sorprendere, salvando il parziale. Al 42′ altro squillo del Marocco con un tiro dal limite di Zyach (6) terminato alto di non molto sopra la traversa. L’ultima chance prima dell’intervallo è della Spagna: il solito Iniesta mette dentro l’ennesimo traversone mancato da Diego Costa.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO PARTITA 7 – Tanti colpi proibiti ma anche tanto spettacolo. Due reti e azioni spagnole a tratti irresistibili. VOTO SPAGNA 6 – Bene da centrocampo in poi. Da bollino rosso, però, in difesa. Le Furie Rosse hanno rischiato troppo. MIGLIORE SPAGNA ISCO 6,5 – Segna la rete del pareggio ed è sempre nel vivo dell’azione. PEGGIORE SPAGNA SERGIO RAMOS 4,5 – Lui e Piqué fanno a gara a chi la combina più grossa. Per il momento è il capitano a vincere questa particolare sfida. VOTO MAROCCO 6 – La tattica è quella giusta ma i marocchini devono smettere di fare falli a caso. MIGLIORE MAROCCO BOUTAIB 6,5 – Un gol segnato e un miracolo di De Gea. Da solo ha messo in crisi la difesa spagnola. PEGGIORE MAROCCO DA COSTA 5 – Soffre da matti le penetrazioni di Iniesta. Anello debole del pacchetto arretrato marocchino. VOTO ARBITRO (Irmatov) 4,5 – Gestione di gara pessima. Manca un giallo (se non qualcosa in più) a Piqué in avvio. Alcune ammonizioni esagerate, altre mancano all’appello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori