Diretta/ Messico-Svezia Mondiali 2018 (risultato finale 0-3) streaming video e tv: Entrambe agli ottavi!

Diretta Messico Svezia, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Nessuna delle due è ancora qualificata agli ottavi, alla Tricolor basta un pareggio

27.06.2018 - Claudio Franceschini
Lozano_Messico_gol_lapresse_2018
Hirving Lozano (LaPresse)

DIRETTA MESSICO SVEZIA (RISULTATO FINALE 0-3): TRIPLICE FISCHIO

All’Ekateriburg Arena la Svezia batte per 3 a 0 il Messico ma, in virtù del contemporaneo successo della Corea del Sud sulla Germania, accedono entrambe agli ottavi di finale. Grande gara da parte dei gialloblu che sin dal primo tempo mettono in difficoltà i messicani, mai realmente in partita. Nel secondo tempo Augustinsson, su assist di Claesson, spezza l’equilibrio al 50′ ed il raddoppio arriva su calcio di rigore al 62′, concesso per fallo dell’ex romanista Hector Moreno su Berg e trasformato da Granqvist. Nel finale è l’autorete di E.Alvarez, propiziata da Toivonen, a chiudere definitivamente i conti al 74′. (Alessandro Rinoldi)

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Messico e Svezia, il punteggio è di 0 a 3. Il Tricolor sembra crollare sempre di più già quando Granqvist, al 62′, segna il calcio di rigore concesso per fallo di H.Moreno su Berg. Ci pensa dunque l’autorete di E.Alvarez, propiziata dalla conclusione di Toivonen, ad aumentare il distacco tra le due compagini. Intanto la Germania rimane ferma sullo 0 a 0 contro la Corea del Sud.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Messico e Svezia è ora di 0 a 1. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato senza sostituzioni da parte dei due allenatori, sembrava inizialmente che i messicani potrebbero invertire l’andamento della frazione precedente ma è solo un’illusione poichè gli svedesi si portano in vantaggio al 50′ grazie alla rete di Augustinsson, bravo a colpire raccogliendo l’assist involontario da parte di Claesson.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Messico e Svezia sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0. Bella partita ad Ekaterinburg con la squadra di Andersson ad imporsi un po’ a sorpresa sui più quotati colleghi guidati dal ct Osorio. Dopo averci provato con Forsberg, alla mezz’ora l’arbitro consulta il VAR per non fischiare un dallo di mano commesso dal Chicharito Hernandez in area di rigore avversaria ed è nuovamente Berg a metterei brividi ai sudamericani nel finale. Oltre a Gallardo, ammonito pure Larsson sul fronte opposto.

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Russia la partita del gruppo F tra Messico e Svezia è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. In queste fasi iniziali dell’incontro i sudamericani, che rimediano un’ammonizione record con Gallardo già al 1′, partono in maniera sorprendentemente timida rispetto agli europei, pericolosi subito al 6′ con la punizione di Forsberg respinta dal portiere Ochoa.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Eccoci al via di Messico Svezia: come abbiamo già detto, il fatto che la Tricolor abbia vinto le prime due partite del girone potrebbe non portarla agli ottavi dei Mondiali 2018. La Germania, e soprattutto quel gol di Toni Kroos allultimo secondo della partita contro la Svezia, potrebbe aver complicato tutto: se si arrivasse alla classifica avulsa il Messico dovrebbe far valere la sua differenza reti (al momento +1, si contano solo le sfide dirette) nei confronti della Svezia (-1) e della Germania (0), il che significa che dovrebbe provare a superare il numero di reti messi a segno dai tedeschi (sono 2) e dunque perdere se non altro 2-3 contro gli scandinavi, per essere sicuro di passare il turno. Riuscirà la Tricolor a farlo? Per scoprirlo non dobbiamo fare altro che metterci comodi e dare la parola al campo: ecco le formazioni ufficiali di Messico Svezia, si comincia! MESSICO (4-2-3-1): 13 Ochoa; 21 E. Alvarez, 3 Salceco, 15 Hector Moreno, 23 Gallardo; 18 Guardado, 16 Hector Herrera; 7 Layun, 11 Vela, 22 Lozano; 14 J. Hernandez. Allenatore: Juan Carlos Osorio SVEZIA (4-4-2): 1 Olsen; 2 Lustig, 3 Lindelof, 4 Granqvist, 6 Augustinsson; 17 Claesson, 7 S. Larsson, 8 Ekdal, 10 Forsberg; 9 Berg, 20 Toivonen. Allenatore: Janne Andersson (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO MEDIASET

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Anche Messico Svezia, come tutte le partite dei Mondiali 2018, sarà trasmessa in diretta tv: lappuntamento è ovviamente in chiaro per tutti sul Canale 20. In assenza di un televisore sarà possibile assistere alla sfida in diretta streaming video, visitando senza costi aggiuntivi il sito di Video Mediaset; Giorgia Rossi con i suoi ospiti in studio commenterà le varie partite dei Mondiali prima del calcio dinizio e dopo che le sfide saranno terminate.

LA STORIA TRICOLOR

Siamo in attesa di Messico Svezia, e dobbiamo ripetere come già fatto nei giorni scorsi che la Tricolor insegue un sogno: quello di diventare la prima versione di sempre a qualificarsi per una semifinale ai Mondiali. Fino a questo momento il Messico non è mai riuscito a entrare nelle prime quattro, anzi quando ha giocato fuori dai confini nazionali non ha mai nemmeno visto i quarti: le uniche due occasioni in cui ce lha fatta è stato nel corso delle edizioni casalinghe, quando ha perso contro lItalia (1970) e la Germania (1986), sconfitta che brucia ancora perché quella nazionale, guidata da Hugo Sanchez, aveva tutto per prendersi la semifinale ma si era fermata soltanto ai calci di rigore, contro una squadra che aveva giocato la finale quattro anni prima, lo avrebbe fatto di lì a qualche giorno e avrebbe vinto il titolo passati altri quattro anni. Adesso dunque il Messico sogna in grande: con la Germania si è preso una parte di rivincita ma il colpo grosso dovrà essere quello della semifinale, la strada è ancora lunga (agg. di Claudio Franceschini)

LA STORIA SCANDINAVA

Messico Svezia comincia tra poco, e vale la pena ricordare che la nazionale scandinava è riuscita nella sua storia a entrare nelle prime quattro di un Mondiale in ben tre occasioni. Abbiamo parlato del 1958, edizione casalinga che ancora oggi rappresenta il punto più alto per i gialloblu; tuttavia già nel 1950 la Svezia si era guadagnata laccesso insieme a Uruguay, Brasile e Spagna al quadrangolare finale, unica edizione quella in cui non ci fu una finale vera e propria (anche se il Maracanazo di fatto lo è stata). Abbiamo poi il 1994, con Kennet Anderson assoluto protagonista: quella Svezia fece benissimo negli Stati Uniti, ma in semifinale fu superata da un gol di Romario e dal Brasile futuro campione. Nella finale di consolazione fu trionfo: 4-0 alla Bulgaria e terzo posto. Questa Svezia potrebbe replicare i fasti del passato delle sue precedenti versioni? Presto per dirlo, intanto vediamo se riuscirà a raggiungere gli ottavi di finale (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Messico Svezia ha una lista di precedenti davvero lunga, ma le due nazionali non si affrontano da ben nove anni e mezzo: tanto è passato dalla vittoria scandinava per 1-0 con gol di Alexander Farnerud, visto anche in Italia con la maglia del Torino. Era unamichevole, come altre sette sfide che si sono giocate; il bilancio parla di tre vittorie della Svezia, due del Messico e tre pareggi e dobbiamo tornare fino al 1969 per trovare il quadro completo. Cè anche una partita in un grande torneo, lunica prima di questa: eravamo proprio in Svezia, dunque ai Mondiali 1958, e nella fase a gironi gli scandinavi avevano avuto la meglio con un netto 3-0. A segnare i gol erano stati Agne Simonsson, autore di una doppietta, e Nils Liedholm che aveva trasformato un calcio di rigore; quella Svezia, come ben sappiamo, sarbbe arrivato sino alla finale poi persa contro il Brasile del diciassettenne Pelé. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Messico Svezia sarà diretta dallarbitro argentino Néstor Pitana e, alle ore 16:00 di mercoledì 27 giugno, si gioca presso lo Stadio Centrale di Ekaterinburg per la terza e ultima giornata del gruppo F ai Mondiali 2018. Nonostante sia a punteggio pieno, la Tricolor non è ancora qualificata agli ottavi di finale e rischia anzi una clamorosa eliminazione; certo parte da una posizione di assoluto vantaggio perché si può permettere di pareggiare e archiviare così il primo posto nel girone, ma non può dare nulla per scontato. La Svezia infatti con una vittoria opererebbe laggancio e, siccome la Germania sfida la Corea del Sud, cè il rischio concreto di un arrivo di tre nazionali a 6 punti, cosa che porterebbe a guardare la classifica avulsa nella quale i messicani potrebbero finire per avere la peggio in termini di differenza reti. Dunque, attenzione a quello che potrebbe succedere in questa partita: nessuna delle due squadre in campo oggi può permettersi di fare calcoli.

RISULTATI E PRECEDENTI

Il Messico è partito nel migliore dei modi: finalmente è riuscito a battere la Germania e si è preso subito un bel vantaggio in un girone che si pensava dominato dai campioni del mondo in carica. La seconda partita contro la Corea del Sud ha confermato la Tricolor a punteggio pieno; sarebbe stata qualificazione aritmetica agli ottavi se la Svezia avesse bloccato la Germania sul pareggio, invece i tedeschi hanno vinto allultimo secondo e adesso la qualificazione è ancora da costruire. Il Messico sarebbe primo con un pareggio: rischia di incrociare il Brasile ma non può assolutamente permettersi di calcolare, in più i verdeoro in questo momento sembrano proiettati a vincere il loro girone e dunque questo rischio non dovrebbe esserci. La Svezia rischia seriamente di rimanere fuori dai Mondiali: il grave errore difensivo che ha portato al gol di Toni Kroos sarebbe un macigno pesantissimo per le ambizioni di una nazionale che certamente può recriminare su un rigore non concesso contro la Germania, ma che non è riuscita a gestire il finale e ha sprecato una grande occasione. Adesso gli scandinavi devono per forza vincere, e anche così potrebbe non bastare; resta un Mondiale positivo, ma mancare gli ottavi sarebbe sicuramente una delusione per come si era messa.

PROBABILI FORMAZIONI MESSICO SVEZIA

Ragionevolmente il Messico dovrebbe confermare gli stessi undici di sempre: dunque prepariamoci a vedere Salcedo ed Hector Moreno davanti a Ochoa, con Edson Alvarez e Gallardo sulle corsie laterali con Guardado schierato davanti alla difesa insieme a Hector Herrera, per una mediana di qualità che darà supporto ai trequartisti che aumentano il tasso di fantasia in campo. Layun e Lozano agiranno come esterni, con Carlos Vela a fare da centrale di questa linea avanzata che giocherà alle spalle di Javier Hernandez. Anche la Svezia non cambia: Lustig e Augustinsson esterni, Olsen tra i pali e Lindelof al fianco di Granqvist compongono la difesa, Claesson e Forsberg sono ancora i favoriti per giocare da laterali di centrocampo con Sebastian Larsson e Ekdal che formeranno invece la cerniera di metà campo. In attacco ci si affida come al solito a Berg e Toivonen, una coppia ormai affiatata e che può essere determinante nel regalare alla nazionale scandinava gli ottavi di finale.

QUOTE E PRONOSTICO

Il Messico, secondo le quote fornite dallagenzia di scommesse Snai, è favorito per questa partita: infatti la quota sul segno 1 che identifica la sua vittoria ha un valore di 2,40 contro il 3,15 che è il valore dato al segno 2, da giocare se pensate che la Svezia farà il colpo. Dovrete puntare sul segno X per il pareggio e, se le cose dovessero andare in questo modo, il vostro guadagno sulla sfida sarebbe di 3,25 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori