Svezia è qualificata agli ottavi / Mondiali 2018: KO del Messico che passa comunque il turno

- Claudio Franceschini

Mondiali 2018: la Svezia si qualifica ai prossimi ottavi di finale. Decisivo il KO inferto al Messico per 3-0: El Tricolor passa comunque il turno come seconda. 

Olsen_Jansson_Svezia_Corea_lapresse_2018
Olsen alla Roma - La Presse

La Svezia è qualificata agli ottavi di finale dei Mondiali 2018! La formazione di Andersson, trionfando per 3-0 sul Messico nell’ultimo match del girone E della competizione iridata in Russia, trova quindi un pass per il prossimo tabellone e pure come prima in classifica. Se a inizio della ripresa già la rete di Andersson aveva fatto sognare i tifosi gialloblù, nel secondo tempo della partita a Ekaterinburg la Svezia ha letteralmente dilagato, sicura pure di quanto stava accadendo in campo tra Corea del sud e Germania. Ecco quindi che con la rete firmate da Granqvist su rigore e con la papera di Alvarez, la nazionale svedese pur senza Ibrahimovic passa quindi il turno. Non piange troppo persino il Messico nonostante il KO subito oggi per 3-0: la nazionale di Osorio infatti avrà comunque accesso ai prossimi ottavi di finale dei Mondiali 2018, visto la contemporanea debacle della Germania per 2-0 sotto i colpi della Corea del sud. Ecco quindi il classifica definitiva del girone E dei Mondiali 2018: Svezia 6 punti, Messico 6 punti, Corea del sud 3 punti e Germania 3 punti. I campioni del mondo in carica sono quindi fuori dalla coppa. (agg Michela Colombo)

ANDERSSON FA SOGNARE I TIFOSI

Abbiamo dovuto attendere i primi minuti della ripresa del match tra Messico e Svezia per trovare la prima rete in campo e Ekaterinburg che potrebbe modificare non poco lo scenario nella classifica del girone F. Grazie infatti alla rete firmata da Augustinsson al 50′ infatti la Svezia si potrebbe qualificare ai prossimi ottavi di finale di questi Mondiali 2018 e non solo: lo farebbe anche da testa di serie, vantando quindi il primo posto in graduatoria. La situazione infatti è ben chiara, specie se ricordiamo che nell’altro match del girone F il tabellone del risultato è ancora fermo sullo 0-0 tra Corea del sud e Germania. In questo momento quindi sia i tedeschi che i coreani registrano gli ultimi gradini della classifica e si tratterrebbe di esclusioni eccellenti visto che la squadra di Loew è campione in carica.S Sopra al secondo posto e quindi comunque qualificata la nazionale del Messico e in testa la Svezia. Da segnalare però che Messico e Svezia vanterebbero gli stessi putni in classifica e pure la stessa differenza reti: qui agirebbe quindi il risultato dello scontro diretto per dirime le posizioni.(agg Michela Colombo)

IN CAMPO

Messico Svezia sta per cominciare, il che significa che la nazionale scandinava e quella del Centro America hanno 90 minuti a disposizione per qualificarsi agli ottavi. Abbiamo parlato giustamente degli svedesi, ma anche il Messico rischia di non farcela: anzi, per i discorsi già affrontati la Tricolor non può assolutamente permettersi di perdere, altrimenti sarebbe eliminata in maniera clamorosa se pensiamo al fatto che ha battuto la Germania e poi ha superato anche la Corea del Sud. Per ottenere il pass per gli ottavi di finale, il Messico ha bisogno di un pareggio: in questo modo prenderebbe due piccioni con una fava, perchè passerebbe il turno e vincerebbe anche il gruppo F, molto probabilmente evitando il Brasile che sembra candidato a prendersi il successo nel gruppo E (ma dipenderà dalla differenza reti). Ad ogni modo, la Tricolor non ha modo di calcolare e dovrà eventualmente sperare che la Seleçao faccia il suo dovere; intanto noi diamo la parola al campo e ci mettiamo comodi, perchè finalmente Messico Svezia inizia! (agg. di Claudio Franceschini)

LA STORIA

La storia della Svezia ai Mondiali, e in particolare quella delle qualificazioni al secondo turno, è abbastanza positiva: se andiamo a guardare le volte in cui la nazionale scandinava è stata presente alla fase finale di Coppa del Mondo, scopriamo che soltanto tre volte non è riuscita a passare il girone e la più recente risale al 1990. Quattro anni più tardi la Svezia avrebbe centrato il terzo posto negli Stati Uniti, in Italia invece aveva perso tutte le partite con il risultato di 1-2, cedendo a Brasile, Scozia e Costa Rica e abbandonando mestamente il torneo. Nel 1978 i gialloblu avevano pareggiato contro la Seleçao con un gol di Thomas Sjoberg, ma poi avevano perso 0-1 sia contro l’Austria e che contro la Spagna; infine il 1970, con sconfitta per mano dell’Italia (0-1), pareggio contro Israele e vittoria contro l’Uruguay. Un successo di prestigio ma inutile, perchè la differenza reti aveva premiato la Celeste. Per il resto però la Svezia ha sempre fatto bene, e anche ai Mondiali 2018 potrebbe confermare la sua tradizione positiva. (agg. di Claudio Franceschini)

LA SVEZIA VUOLE GLI OTAVI DI FINALE

Nel gruppo F dei Mondiali 2018 è tutto ancora in bilico: certo la Corea del Sud è già eliminata, ma ci sono le altre tre nazionali a caccia dei due posti agli ottavi di finale. La Svezia in particolare ha 3 punti: dopo aver battuto la Corea del Sud ha perso contro la Germania all’ultimo secondo, e dunque non ha preso quel vantaggio che sperava di ottenere. Per di più per chiudere il girone gioca oggi – alle ore 16:00 italiane – contro il Messico, la nazionale che comanda a punteggio pieno: compito ostico e, dando per assodato che la Germania batterà la Corea del Sud, le cose si complicano. In che modo dunque la Svezia si qualifica agli ottavi dei Mondiali 2018? Chiaramente, sarebbero ottavi se il risultato della nazionale scandinava fosse migliore di quello della Germania: vincendo, la Svezia dovrebbe sperare che i campioni del mondo non vadano oltre il pareggio, se fosse segno X per i gialloblu allora la Germania dovrebbe perdere. Per tutto il resto, entra in gioco la classifica avulsa e la nazionale scandinava parte con un vantaggio assolutamente non indifferente e potenzialmente determinante.

SVEZIA AGLI OTTAVI: LA CLASSIFICA AVULSA

C’è infatti il caso che la Svezia vinca e lo faccia anche la Germania, oppure – al contrario – che entrambe le nazionali perdano: in queste due eventualità si andrebbe a considerare la differenza reti generale come primo criterio, seguita dal numero di gol complessivi messi a segno. Al momento il Messico ha una differenza reti di +2, mentre Germania e Svezia sono a 0 ed entrambe hanno due gol segnati e due subiti: il grande vantaggio degli scandinavi è quello di non doversi preoccupare del risultato dei campioni del mondo. Spieghiamo il perchè: siccome la differenza reti del Messico è +2 contro lo 0 della Svezia, e la Tricolor ha segnato un gol in più, qualunque vittoria gialloblu con un gol di scarto porterebbe gli scandinavi a impattare tutto con la capolista attuale. A parità anche di reti segnate varrebbe lo scontro diretto, e la Svezia ce l’avrebbe a favore; ovviamente con due gol di scarto la Svezia sarebbe già davanti per differenza reti. Dunque, la nazionale del Nord Europa può anche non pensare a una potenziale goleada della Germania: le basta vincere, nella peggiore delle ipotesi sarà seconda nel gruppo F rischiando un incrocio di fuoco contro il Brasile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori