VENTURA PREMIATO CON IL PALLONE DI MARMO/ Video, l’ex ct dell’Italia: “Voglio tornare, ma non posso più…”

Ventura premiato con il Pallone di Marmo, video, l’ex commissario tecnico dell’Italia: “Bastava poco per andare ai Mondiali…”. Il premio consegnatogli da Giletti a Forte dei Marmi

ventura_marmo_2018
Giampiero Ventura premiato con il Pallone di Marmo da Giletti

Gian Piero Ventura torna a parlare proprio nel giorno in cui la Svezia si qualifica agli ottavi di finale del Mondiale 2016. L’ex commissario tecnico della nazionale azzurra ha infatti ricevuto a Forte dei Marmi il Pallone di Marmo. Una soddisfazione dopo un periodo difficile dal quale il tecnico spera di uscire con magari una nuova occasione. A margine della premiazione è stato contattato da RMC Sport Mundial dove ha sottolineato: “Ho una voglia immensa di tornare in panchina, perché in un mondo di parole l’unico modo per rispondere davvero è quello di scendere in campo. Ho grande voglia ma in questa situazione non mi posso permettere di sbagliare, devo stare molto attento. Per la prima volta dopo tantissimi anni non ho programmato un ritiro con una squadra“. Vedremo se ci sarà qualcuno pronto a puntare su di lui. (agg. di Matteo Fantozzi)

“BASTAVA POCO PER ANDARE AI MONDIALI…”

Arriva un riconoscimento forse in atteso per l’ex commissario tecnico della nazionale italiana, Gian Piero Ventura. L’ex ct ha ottenuto il Pallone di Marmo, un premio che viene consegnato a Forte dei Marmi (da qui il nome), giunto alla sua seconda edizione, e riservato alle personalità che si sono contraddistinte nel calcio durante l’anno. «È un premio che mi fa molto piacere – le parole di Ventura a durante la premiazione – anche perché arriva in un momento particolare per me». A presentare la serata il noto Massimo Giletti, che ha poi incalzato lo stesso ex commissario tecnico sulla “fortuna”. Ventura non ha evidentemente voglia di parlare della sua precedente esperienza con l’Italia, ma confessa: «Bastava poco per andare ai Mondiali…».

“SI VA AVANTI CON LA QUALITA’”

Poi lo stesso Ventura ha aggiunto: «L’Argentina e la Spagna fanno fatica però poi sono sempre loro che vanno avanti, il calcio non è fatto di parole ma di qualità». Dichiarazioni, quelle di Ventura, che tra l’altro giungono a poche ore dalla qualificazione della tanto odiata Svezia (calcisticamente parlando), agli ottavi di finale dei Mondiali, a discapito della Germania, un passaggio del turno che ovviamente ha fatto aumentare ancora di più i rimpianti dei tifosi azzurri. «Sono orgoglioso soprattutto per la motivazione per cui mi è stato dato – ha aggiunto l’ex c.t. – perché significa che 35 anni di calcio non possono essere cancellati da due mesi. I risultati, sia quelli positivi che quelli negativi, rimangono. Questo premio mi ha gratificato, ho fatto i salti mortali per poter venire a Forte dei Marmi a riceverlo». Premiati anche l’attaccante della Lazio Ciro Immobile, nonché i campioni del passato, Galante e Gilardino. Qui il video della premiazione di Ventura

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori