Diretta/ Giappone-Polonia Mondiali 2018 (risultato finale 0-1) streaming video e tv: Giappone qualificato!

Diretta Giappone Polonia, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. La nazionale del Sol Levante ad un passo dagli ottavi di finale dei Mondiali 2018

28.06.2018 - Claudio Franceschini
Giappone_gruppo_alto_Mondiali_lapresse_2018
Diretta Giappone Polonia, Mondiali 2018 gruppo H (Foto LaPresse)

DIRETTA GIAPPONE POLONIA (RISULTATO FINALE 0-1): IL GIAPPONE PERDE MA SI QUALIFICA

Sugli sviluppi di un corner Glik riesce ad impattare il pallone, senza però direzionare in maniera precisa. Sostituzione per la Polonia: fuori Zielinski, dentro Teodorczyk. Allo stesso tempo esce anche Kurzawa, dentro Peszko. Polacchi vicini al gol all’81esimo. Grosicki riceve sulla destra. Cross basso, Makino si lancia in tuffo per l’anticipo e quasi fa autogol. Kawashima si salva. Sostituzione per il Giappone: fuori Muto, dentro Hasebe. Peszko sprinta sulla corsia sinistra, punta Hiroki Sakai ma finisce col perdere il pallone. I nipponici, dopo aver appreso il risultato di Colombia-Senegal con i sudamericani in vantaggio, decide di abbassare il ritmo provando a evitare di subire un altro gol che negherebbe la qualificazione. Situazione in bilico ma solo per il risultato che arriva dall’altro match. Negli ultimi minuti infatti anche la Polonia abbassa il ritmo. Il match diventa una farsa e termina con il risultato di 0-1 che accontenta entrambe le squadre. I polacchi vincono la prima partita di Russia 2018 mentre il Giappone riesce a ottenere la qualificazione agli ottavi.
STREAMING VIDEO MEDIASET

GOL DI BEDNAREK AL 59′

Il risultato si sblocca al 59esimo. Kurzawa va alla battuta di un calcio d’angolo e scodella la palla in area. Dalle retrovie avanza Bednarek, che ci arriva col destro e batte il portiere da due passi. Polonia in vantaggio. Il Giappone accusa il contraccolpo per il gol incassato. Palla in profondità per Grosicki sulla fascia destra. Il numero 11 si impegna ma non riesce a tenere la sfera in campo. Poco dopo Lewandowski fa da sponda per Zielinski, che dal limite lascia partire il sinistro: a murare il tentativo è lo stesso Lewandowski, involontariamente. Prova a rialzarsi la squadra di Nishino. Yoshida alza la parabola a cercare Gotoku Sakai, ma la sua posizione di partenza è irregolare. Sostituzione per il Giappone: fuori Usami, dentro Inui. Arriva il primo giallo della partita: se lo becca Makino. Polonia pericolosa. Cross al centro per Grosicki, che impatta di testa ma non inquadra lo specchio della porta. Grande azione della Polonia al 74esimo. Zielinski fa correre Grosicki, mette un pallone basso perfetto per l’attaccante del Bayern. Yoshida lo infastidisce, Lewandowski spedisce alto sopra la traversa.

INIZIO SECONDO TEMPO

Arriva il primo cambio per il Giappone: fuori Okazaki, dentro Osako. Grosicki prova ad involarsi verso la porta, ma chiude tutto la retroguardia nipponica. Risponde il Giappone. Apertura a sinistra per Nagatomo, che cerca Osako in profondità. Bereszynski però intercetta e devia oltre la linea del fallo laterale. Osako allarga ad Usami, che parte da sinistra, converge sul destro e fa partire la conclusione. Mura ancor a la difesa. La Polonia riparte in velocità. Imbeccata centrale per Zielinski, Makino è in ritardo, ma Kawashima si lancia in uscita e anticipa l’ex Udinese. Poco dopo Nagatomo serve Muto nel traffico dell’area polacca. In mezzo a tre l’attaccante non riesce a liberare il tiro. Al 57esimo Usami è bravo ad andare via in mezzo a due. Cross basso verso Osako, anticipato da Glik. Sugli sviluppi del corner successivo Makino cerca la girata volante. Coefficiente di difficoltà altissimo, la sfera termina fuori.

FINE PRIMO TEMPO

Gotoku Sakai serve Hiroki Sakai. Il numero 19 riesce a crossare verso Usami, ma Glik lo anticipa e si rifugia in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner successivo è Lewandowski a svettare in area e allontanare il pericolo. Alla mezzora Lewandowski riceve in profondità, largo a destra. L’attaccante polacco nel dribbling in mezzo a due trascina la sfera oltre la linea del fallo laterale. Ancora la Polonia. Cross di Bereszynski, Grosicki in area colpisce ma Kawashima in qualche modo riesce a respingere. Risposta giapponese affidata a Usami. Palla sulla destra per il numero 11 del Giappone, che esplode il destro da posizione defilata ma trova la risposta di Fabianski. Glik poi colpisce con uno stinco e lo stesso portiere blocca. Al 37esimo, sugli sviluppi di un corner, la difesa del Giappone mette fuori. Kurzawa però è sulla traiettoria e calcia al volo, senza centrare però lo specchio della porta. I nipponici insistono. Progressione sulla destra di Hiroki Sakai. Traversone per Okazaki, ma Kurzawa prende bene il tempo e mette la palla in calcio d’angolo. Usami va alla battuta dalla bandierina, ma Fabianski in area esce e anticipa tutti sul traversone arcuato.

GARA BLOCCATA

Nagatomo recupera palla, scambia con Muto, poi va al cross profondo. Troppo lungo per tutti. Occasione per il Giappone. Bednarek regala la palla a Muto fuori dall’area polacca. Perde il tempo la punta giapponese, che poi allarga a Nagatomo. Cross sul primo palo, Okazaki anticipa tutti di testa, ma il suo colpo finisce a lato non di molto. Comincia a farsi vedere il Giappone. Tentativo da fuori area dell’attaccante nipponico, Muto, ma Fabianski è attento, va a terra bene e respinge il tiro all’angolino. Lewandowski scambia con Kurzawa sulla sinistra, poi calcia dai venti metri. Ribatte la difesa. Al 16esimo Sakai ci prova da fuori area, ma stavolta non c’è potenza: blocca Fabianski. La Polonia appare sfiduciata in questi primi minuti di gioco. Molto lenta la manovra degli uomini di Nawalka. Lancio lungo per Muto, che prova ad andare via a due avversari. Stavolta però Bednarek è bravo nella chiusura. Poco dopo Zielinski imbecca Kurzawa tra le linee. Quest’ultimo calcia dal limite, ma mura ancora la retroguardia nipponica. Ritmi non altissimi in questa fase. Il Giappone non si scompone, tiene le linee molto strette e non concede spazi in nessuna circostanza.

INIZIO GARA

Giappone in campo con il 4-2-3-1. In porta Kawashima, linea difensiva con Sakai, Yoshida, Makino e Nagatomo. In mediana Yamaguchi e Shibasaki, in avanti Sakai, Okazaki e Usami, in supporto di Muto. La Polonia replica con il 3-4-3. Tra i pali Fabianski, linea difensiva composta da Bereszynski, Glik e Bednarek. A centrocampo da destra verso sinistra Kurzawa, Krychowiak, Goralski e Jedrzejczyk. In attacco il tridente formato da Zielinski, Lewandowski e Grosicki. Partita bloccata in quest’avvio. Si gioca soprattutto a centrocampo, tanti errori da ambo i lati. Apertura per Grosicki, che avanza sulla destra, poi cerca Lewandowski in area. Quest’ultimo viene anticipato. All’ottavo Lewandowski fa da sponda per Kurzawa sulla fascia sinistra. Tocco centrale verso Grosicki, ma regna ancora l’imprecisione e la difesa recupera. Rispondono i nipponici. Verticalizzazione per Usami, che si gira e punta subito Glik. L’ex Torino però non si lascia saltare nell’uno contro uno.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Giappone Colombia prende il via: la nazionale del Sol Levante sogna la terza qualificazione agli ottavi di finale dei Mondiali, che arriverebbe nelle ultime cinque edizioni. Un Giappone che, mai qualificato fino al 1998, da allora è riuscito a prendere un ruolo di dominio o comunque leadership all’interno della federazione asiatica: nel 2002 la qualificazione era arrivata in casa, ed è quello il reale Mondiale in cui i nipponici avrebbero potuto centrare un risultato storico. Agli ottavi infatti gli asiatici avevano perso contro la Turchia; avessero vinto quella partita certamente abbordabile si sarebbero trovati di fronte il sorprendente Senegal, con la concreta possibilità di volare alla semifinale contro il Brasile. Come andranno le cose quest’anno? Vedremo, ma intanto ecco le formazioni ufficiali di Giappone Colombia: finalmente la partita comincia! 1 Kawashima; 19 H. Sakai, 22 Yoshida, 20 Makino, 5 Nagatomo; 7 Shibasaki, 16 Yamaguchi; 21 G. Sakai, 13 Muto, 11 Usami; 9 Okazaki. Allenatore: Nishino Akira POLONIA (3-4-3): 22 Fabianski; 3 Jedrzejczyk, 15 Glik, 5 Bednarek; 18 Bereszynski, 6 Goralski, 10 Krychowiak, 11 Grosicki; 19 Zielinski, 9 Lewandowski, 21 R. Kurzawa. Allenatore: Adam Nawalka (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come tutte le partite dei Mondiali 2018, anche Giappone Polonia sarà trasmessa in diretta tv sui canali Mediaset e in questo caso sarà visibile sul nuovo canale 20 che è accessibile a tutti sul televisore, dunque per tutti gli appassionati sarà possibile assistere a questa partita anche in diretta streaming video grazie al sito Video Mediaset, naturalmente usufruendo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche il sito ufficiale www.fifa.com, che ha una sezione dedicata alla Coppa del Mondo sulla quale potrete trovare tutte le informazioni utili sulle due nazionali che si sfidano oggi.

LA CRISI POLACCA

Giappone Colombia si gioca con la nazionale europea già eliminata: niente da fare per i polacchi, arrivati in Russia con aspettative elevate ma costretti a tornare a casa dopo le tre partite del girone. Adam Nawalka ha pochi rimpianti: la sconfitta netta contro la Colombia (0-3) che ha sancito l’eliminazione è arrivata in una partita in cui “abbiamo dato tutto”, come spiegato dal CT che ha anche parlato di un avversario fortissimo. “Fino al primo gol la sfida è stata equilibrata, ma poi non siamo più riusciti a risalire”; Nawalka è ovviamente dispiaciuto, ma ha anche aggiunto che questa è la realtà e bisogna saperla accettare. A questo punto, anche se il Commissario Tecnico ha concluso le sue dichiarazioni con un “domani è un altro giorno”, il suo destino appare segnato: al termine dei Mondiali 2018 il presidente della federazione Zbigniew Boniek, suo ex compagno di squadra, dovrebbe sollevarlo dall’incarico e allora sarà curioso scoprire chi diventerà il prossimo selezionatore della nazionale polacca, in vista delle qualificazioni agli Europei 2020. (agg. di Claudio Franceschini)

LO STADIO: LA VOLGOGRAD ARENA

La Volgograd Arena ospiterà Giappone Colombia e poi andrà… in vacanza: è infatti questa l’ultima partita che in questo impianto da quasi 44 mila posti, iniziato nel 2015 e inaugurato quest’anno, si giocherà per i Mondiali 2018. L’Arena non è una di quelle selezionate per proseguire l’avventura nella fase ad eliminazione diretta: al termine di questa sfida si tireranno le somme sull’affluenza degli spettatori, per il momento il record personale è quello di Tunisia-Inghilterra (i dati ufficiali parlano di 41064 persone sugli spalti) ma le 40 mila unità sono state raggiunte anche nel pomeriggio in cui la Nigeria ha battuto l’Islanda per il gruppo D. Presumibilmente queste cifre non sono state toccate per Arabia Saudita-Egitto, partita tra due nazionali che nel gruppo A erano già aritmeticamente eliminate; adesso vedremo cosa succederà per questa partita, relativamente la Polonia non è distante da Volgograd (sono poco più di 2000 chilometri da Varsavia) e dunque questo potrebbe in qualche modo aiutare a riempire l’Arena. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Giappone Polonia ha due precedenti, che sono amichevoli e non sono decisamente recenti: una infatti risale al 2002, l’altra addirittura al 1996. Sarà quindi il primo incrocio nella fase finale di un Mondiale, anche se per i biancorossi è già una partita che conta davvero poco considerando l’eliminazione già aritmetica. Sia come sia, nel 2002 la nazionale dell’Est Europa preparava il viaggio proprio in Giappone (e Corea del Sud) dove avrebbe conosciuto un’altra uscita di scena al primo turno; allenata da Jerzy Engel aveva perso 2-0, grazie ai gol di Hidetoshi Nakata (a lungo in Italia) e Naohiro Takahara. Addirittura roboante il 5-0 con cui il Giappone aveva schiantato la Polonia nel febbraio del 1996: i gol avevano portato la firma di Motohiro Yamaguchi, Takuya Takagi, Norio Omura, l’ex Genoa Kazuyoshi Miura e ancora Takagi. La nazionale del Sol Levante dunque ha due vittorie in altrettante partite e non ha mai subito gol: un bel biglietto da visita verso questa partita che potrebbe consegnarle la qualificazione agli ottavi di finale… (agg. dI Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Giappone Polonia sarà diretta dall’arbitro zambiano Janny Sikazwe: alla Volgograd Arena, con calcio d’inizio alle ore 16:00 di giovedì 28 giugno, si gioca la partita valida per la terza giornata nel gruppo H dei Mondiali 2018. Sorprendentemente la nazionale dell’Est Europa è stata eliminata dopo le prime due giornate, e ora giocherà soltanto per provare a prendersi una vittoria finale; il Giappone invece spera fortemente negli ottavi di finale, in caso di vittoria o pareggio archivierà l’obiettivo mentre con la sconfitta dovrà necessariamente sperare in buone notizie dall’altro campo, dove il Senegal affronta la Colombia.

RISULTATI E PRECEDENTI

Flop incredibile della Polonia, acuito dal fatto che il sorteggio dei gironi era stato benevolo; invece i biancorossi non sono riusciti a far valere qualità ed esperienza dei loro giocatori. Il livello della nazionale polacca in questo Mondiale è riassunto dal fatto che Robert Lewandowski, uno degli attaccanti più attesi, non sia ancora riuscito a segnare; il gruppo era forse all’ultima chiamata anche se qualche giovane di valore c’è, e da quei nomi bisognerà provare a ripartire nel futuro prossimo. Il Giappone sogna in grande: vincendo potrebbe anche archiviare il primo posto nel girone, con il pareggio sarebbe praticamente qualificato perchè una tra Colombia e Senegal resterebbe comunque alle sue spalle e invece con la sconfitta dovrebbe sperare che finisca pari anche l’altra partita (varrebbe la sfida diretta a favore con i Cafeteros) o che, con la sconfitta del Senegal, la differenza reti nei confronti dei Leoni della Teranga sia superiore. Dunque due risultati su tre a disposizione, e una sfida contro una nazionale che non ha più nulla da chiedere: non è fatta, ma ci sono ottime possibilità di arrivare agli ottavi.

PROBABILI FORMAZIONI GIAPPONE POLONIA

Probabile conferma della formazione che ha pareggiato contro il Senegal per il Giappone: dunque Kawashima tra i pali, Hiroki Sakai e Nagatomo sulle corsie laterali con Yoshida a comandare la difesa al fianco di Shoji. A centrocampo capitan Hasebe farà coppia con Shibasaki; i due saranno la protezione della linea di mezzepunte dove Kagawa si sistema in posizione centrale, avendo in Haraguchi e Inui i due laterali. Qualche timida possibilità di iniziare la partita per Honda, eventualmente schierato largo a destra; la prima punta sarà ancora Osako. Nella Polonia da valutare un eventuale turnover per far giocare chi ha avuto meno spazio: in difesa potrebbe esserci Glik con Piszczek e Pazdan, davanti a Fabianski che può essere preferito a Szczesny. Bereszynski e Rybus esterni ma occhio a Jedrzejczyk, in mezzo al campo Krychowiak può essere affiancato da Linetty mentre nel tridente avanzato Lewandowski sarà titolare con Kownacki e uno tra Grosicki e Peszko.

QUOTE E PRONOSTICO

Le motivazioni incidono sul pronostico di questa partita: il Giappone infatti parte favorito secondo l’agenzia di scommesse Snai, con una quota sulla sua vittoria (segno 1) che vale 2,55 contro il 3,05 che invece accompagna il segno 2, quello che identifica il successo della Polonia. Per il pareggio dovrete giocare il segno X e, se le cose dovessero andare in questo modo, il vostro guadagno sulla partita sarebbe di 3,10 volte la cifra che avrete deciso di investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori