Halilovic al Milan/ Calciomercato, manca soltanto il sì dell’Amburgo

- Davide Giancristofaro Alberti

Milan, Halilovic colpo di calciomercato a sorpresa: il Messi croato già a Milano per le visite mediche. Il club rossonero inizia a muoversi concretamente nonostante il futuro incerto

halilovic_2018_instagram
Alen Halilovic in uno scatto pubblicato su Instagram

Il calciomercato del Milan si muove molto lentamente tra sentenza uefa e problemi societari. Il club rossonero, tuttavia, sembra in procinto di accelerare per Alen Halilovic, giocatore che potrebbe rappresentare un’alternativa valida a Suso. Il calciatore croato, il cui cartellino appartiene all’Amburgo, ha giocato l’ultima stagione al Las Palmas. In queste ore ha sostenuto e superato le visite mediche con il Milan, l’operazione in ogni caso è ancora da definire. Come sottolineato da La Gazzetta dello Sport, Mirabelli spingerebbe per una rescissione contrattale del giocatore con l’Amburgo per poterlo ingaggiare a parametro zero. Si lavora con Fali Ramadani, agente di Halilovic, per trovare una formula che consenta al diavolo di spendere il meno possibile per il suo arrivo. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

TROVATA L’ALTERNATIVA A SUSO

Il Milan, in attesa di trovare l’intesa con l’Amburgo, ha fatto svolgere ieri le visite mediche ad Alen Halilovic, talento da rilanciare che fu acquistato dal Barcellona con l’investitura, pesante, di nuovo Messi. Halilovic ha trovato l’accordo per un triennale con la compagine rossonera. L’edizione odierna del il Corriere della Sera ha spiegato che il giovane croato classe 1996 diventerebbe l’alternativa a Suso. Anche se l’acquisto del talento croato ha fatto subito pensare ad un possibile addio proprio dell’esterno d’attacco spagnolo inseguito da tantissime società. La sensazione netta è che Halilovic resti la vera alternativa a Suso visto che il talento croato, ultima stagione al Las Palmas dove ha siglato due reti in 38 presenze, deve ancora dimostare di poter calcare da protagonista i grandi palcoscenici europei. (agg. Umberto Tessier)

BAIOCCHI: HALILOVIC ACCOSTATO A MODRIC

Manuele Baiocchi si è soffermato a Sky Sport 24 sul nuovo acquisto del Milan, Alen Halilovic. Il noto giornalista ha raccontato anche come questo croato quando era giovanissimo venisse accostato con insistenza a Modric. Spiega: “Probabilmente non ha rispettato quelle che erano le grandi aspettative poste su di lui. Quando giocava alla Dinamo Zagabria si parlava addirittura di un nuovo Modric. Lo seguivano Juventus, Inter, Lazio. Aveva esordito con la maglia della Croaqzia ad appena sedici anni e sembrava un potenziale campione. Al Barcellona poi non ha fatto rivedere quanto aveva fatto in Croazia. Lo scorso anno è stato ferma al Las Palmas per un intervento alla caviglia. Deve rilanciarsi. C’era grande attenzione alle visite mediche di questa mattina per capire se la caviglia fosse completamente guarita”. Di certo per il Milan ptorebbe essere un colpo importante in prospettiva se il calciatore dovesse tornare a far vedere quanto già mostrato in passato. (agg. di Matteo Fantozzi)

ONOFRI: DA RILANCIARE COME FU CON SUSO

Il Milan sorprende tutti con un colpo improvviso, acquistando il talentuoso Alen Halilovic. Sono molte le parole che si sono spese in queste ultime ore, ma la sensazione netta è che il Milan possa aver fatto un acquisto davvero importante. Di questo avviso è l’ex allenatore Claudio Onofri ceh ha parlato a MilanNews, sottolineando: “Alen Halilovic è un calciatore che all’inizio della sua carriera sembrava un fenomeno, tanto che lo aveva preso il Barcellona. Poi però non ha saputo fare il salto di qualità. Può fare il trequartista ma anche l’esterno perché oltre che tecnico è anche rapido e ha un sinistro importante. Ci deve essere un motivo se non è esploso. Il Milan ha fatto un ottimo lavoro in prospettiva. Se lo recuperano avranno fatto un grande colpo, un po’ come è successo con Suso che non stava facendo grandi cose in Inghilterra e che il Milan ha reso un grande calciatore”. Non è da escludere che Halilovic sia venuto in rossonero proprio per prendere il posto di Suso, destinato senza Coppe a partire. (agg. di Matteo Fantozzi)

MANCA SOLO L’UFFICIALITÀ

Manca solo l’ufficialità e poi il 22enne Alen Halilovic, ex infant prodige del calcio europeo, sarà un giocatore rossonero: con un blitz che ha anticipato la concorrenza di due altri club italiani, stando a quanto dice Radio Mercato, il Milan si è assicurato uno dei giocatori croati di maggior prospettiva per il futuro, anche se di recente la sua stella si era appannata. Acquistato a soli 18 anni dal Barcellona e spedito nella squadra B dei catalani per maturare, qualcuno aveva pensato che Halilovic potesse cresce all’ombra di Messi per poi affiancarlo ma, nonostante i blaugrana avessero anticipato le big d’Europa per assicurarlo, il trequartista che ha anche un fratello che attualmente gioca nella Primavera dell’Udinese non ha mai esordito al Camp Nou in Liga, giocando però un match in Coppa del Re prima di andare in prestito allo Sporting Gijon per poi essere ceduto con “diritto di recompra” all’Amburgo: anche in Germania scarso minutaggio e il prestito al Las Palmas, dove ha giocato una buona stagione, attirando l’attenzione di Mirabelli che, con un investimento contenuto, ha scommesso sul rilancio del possibile erede di Rakitic e Modric in Nazionale. Selezione croata nella quale era stato convocato per la prima volta addirittura a 17 anni, nel 2013, e dalla quale manca da oltre due anni, quando fu selezionato per una amichevole. Da allora è sparito dai radar e adesso a Milano proverà, in una big, a tornare alla ribalta del calcio internazionale e a recuperare il tempo perduto. Che, carta di identità alla mano, ancora non gli manca. (Agg. di R. G. Flore)

SUPERATA LA CONCORRENZA DI SAMPDORIA E UDINESE

Alen Halilovic al Milan, colpo a sorpresa di Massimiliano Mirabelli. Visite mediche terminate per il gioiellino croato, con i rossoneri che ora chiuderanno l’accordo per il suo acquisto. Classe 1996 nato a Ragusa, Halilovic è considerato uno dei talenti più promettenti del panorama croato e la sua è una famiglia che vive di pane e calcio: il padre Sejad è stato calciatore, mentre il fratellino Dino (classe 1998) gioca nella Primavera dell’Udinese. E spunta un retroscena sull’operazione del Milan: secondo quanto rivelato da Sportitalia, il direttore sportivo ha battuto la concorrenza di altri due club italiani, parliamo di Sampdoria e Udinese. In particolare, i friulani avevano avviato i contatti con l’entourage per cercare di raggiungere la fumata bianca entro la prossima settimana, ma il Diavolo ha sbaragliato la concorrenza: il centrocampista del Las Palmas è ad un passo dal divenire un nuovo rinforzo per Gennaro Gattuso. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

HALILOVIC AL MILAN: “SONO FELICE”

Sono terminate le visite mediche per Halilovic al Milan svolte presso La Madonnina. Erano diversi i tifosi e i giornalisti presenti ai quali il calciatore, che ha giocato quest’anno in prestito al Las Palmas, ha detto semplicemente di essere felice. Probabile dunque che le visite mediche si siano concluse in maniera molto positiva con i problemi alla caviglia sinistra che tanto avevano preoccupato la dirigenza considerati come ormai superati totalmente. Ora il calciatore si recherà in sede per la firma del contratto. I rossoneri in un momento molto complicato si presentano con un colpo di calciomercato un po’ a sorpresa. Halilovic era considerato il Messi croato fino a qualche anno fa, poi si è un po’ perso. Nonostante questo va considerato che il calciatore è un classe 1996 e quindi ha ancora la possibilità per diventare un grande calciatore. (agg. di Matteo Fantozzi)

PAURA PER LA CAVIGLIA SINISTRA

Il Milan sta per mettere a segno un colpo di calciomercato a sorpresa, tenuto nascosto anche a causa delle tante chiacchiere legate alle situazioni difficili vissute in questo momento. I rossoneri infatti da un lato sono stati colpiti da una pesante sentenza Uefa che li ha estromessi dalle coppe europee, mentre dall’altra stanno vivendo un nuovo possibile cambiamento di proprietà. Il giovane talento classe 1996 Alen Halilovic sta effettuando le visite mediche per chiarire molti dubbi che ci sono sulla sua condizione fisica. Quest’anno ha giocato in prestito al Las Palmas ma è stato a lungo fermo per un problema alla caviglia sinistra. Un intervento chirurgico l’ha tenuto fuori infatti da settembre a gennaio e anche se dopo è tornato in campo i rossoneri vogliono capire se il ragazzo è integro dal punto di vista fisico. Questo acquisto inoltre fa capire come proprio l’estromissione dalle coppe abbia cambiato alcuni punti di vista per il futuro del club rossonero sul calciomercato. Si punterà su giovani da rilanciare o comunque su ragazzi dal cartellino contenuto. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL MESSI CROATO

Alen Halilovic è dunque il colpo a sorpresa con cui il Milan risponde sul calciomercato all’esclusione dalla prossima edizione della Europa League. Il giovane talento croato classe 1996, come abbiamo già accennato, sembrava in rampa di lancio nel 2014 quando il Barcellona lo prese dalla Dinamo Zagabria con cui aveva mosso i primi passi nel grande calcio. Con i catalani però ha giocato di fatto solo con la squadra B, visto che con la prima squadra non è andato oltre una presenza in Coppa del Re. Ecco poi l’esperienza in prestito allo Sporting Gijon, chiusa con 36 presenze e 3 gol nella Liga 2015-2016, troppo poco per tornare al Barcellona: ecco dunque la cessione all’Amburgo, sei mesi in Germania fino al gennaio 2017 e poi il prestito di un anno e mezzo al Las Palmas, dove in questa stagione ha accumulato due gol e altrettanti assist in 20 presenze. Una crescita dunque piuttosto lenta, a quattro anni di distanza l’etichetta di “Messi croato” che naturalmente fu creata nel 2014 al suo arrivo a Barcellona sembra davvero esagerata. Halilovic, a 22 anni compiuti pochi giorni fa, resta comunque un talento di sicuro interesse: se dovesse sfondare, il Milan avrebbe fatto il colpaccio… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

HALILOVIC, OGGI LE VISITE MEDICHE

In attesa della definitiva sentenza Uefa dopo che il Milan ha deciso di fare ricorso al Tas, il club rossonero inizia a muoversi concretamente sul mercato. Decisamente a sorpresa, come annunciato dai colleghi di Sky Sport, in via Aldo Rossi è in arrivo Alen Halilovic, centrocampista offensivo di proprietà dell’Amburgo, la scorsa stagione in Spagna in prestito al Las Palmas. Operazione praticamente già conclusa al punto che il 22enne calciatore è già a Milano, e questa mattina si sottoporrà alle rituali visite mediche per poi firmare il suo nuovo contratto con la società rossonera. Halilovic può giocare sia come mezz’ala quanto come attaccante esterno, e andrà a rimpolpare le corsie di Gennaro Gattuso.

IL FALLIMENTO NEL BARCELLONA POI…

Qualche anno fa sembrava dovesse divenire un campione di livello assoluto, con il Barcellona (Halilovic era considerato il Messi croato, e molti lo considerano ancora oggi l’erede della Pulce), che lo ingaggiò nel 2014, facendolo però giocare solamente nella squadra B. A quel punto venne girato in prestito allo Sporting Gijon, quindi l’acquisto da parte dei tedeschi dell’Amburgo e il ritorno in Spagna. La scorsa stagione, due gol e due assist in 20 presenze, numeri non esaltanti, ma il Milan è convinto che lo stesso possa dimostrare le sue reali qualità, ed è quindi pronto a scommettere. «Stiamo lavorando in silenzio – aveva detto pochi giorni fa il direttore sportivo Mirabelli – e ci faremo trovare pronti anche in caso di esclusione dalle coppe. Abbiamo un piano A e un piano B». Resta da capire la formula di acquisto: titolo definitivo o prestito? Nelle prossime ore lo scopriremo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori