PROBABILI FORMAZIONI / Panama Tunisia: Baloy eroe nazionale. Quote, ultime novità live (Mondiali 2018)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Panama Tunisia: le quote e le ultime novità live sugli schieramenti delle due squadre. Possibile turnover per entrambe le nazionali, già eliminate dai Mondiali 2018

Blas_Perez_Panama_Mondiali_lapresse_2018
Probabili formazioni Panama Tunisia, Mondiali 2018 gruppo G (Foto LaPresse)

E’ ancora da vedere se giocherà titolare in questa Panama Tunisia, ma nelle probabili formazioni non possiamo non parlare di Felipe Baloy: è stato lui infatti a segnare il gol contro l’Inghilterra che ha fatto infuriare Gareth Southgate, e che soprattutto gli è valso grande onore in patria. La prima, storica rete di Panama nella fase finale di un Mondiale porta la firma di un difensore centrale di 37 anni, e a corredo della favola la marcatura è arrivata alla centesima presenza con i colori del suo Paese: si è trattato del terzo gol in nazionale per Baloy, che quattro anni fa era anche passato attraverso la rottura del legamento crociato. Due anni fa è stato convocato per la Coppa America, quella del Centenario, giocando due partite del girone (contro Bolivia e Argentina) e saltando la terza per squalifica; il gol realizzato contro l’Inghilterra potrebbe avergli spalancato le porte della formazione titolare contro la Tunisia, anche perchè questo molto probabilmente sarà il suo unico e ultimo Mondiale, vista l’età e le possibilità di Panama. (agg. di Claudio Franceschini)

LA STELLINA SRARFI

Quale può essere la stella nelle probabili formazioni di Panama Tunisia? Lo identifichiamo in Bassem Srarfi, che in questi Mondiali 2018 deve ancora scendere in campo. Stiamo parlando del resto di un classe ’97, che ha compiuto 21 anni tre giorni fa; Srarfi è la grande speranza delle Aquile di Cartagine, un esterno offensivo che gioca prevalentemente a destra ma può spostarsi sull’altro versante come occupare la zona della trequarti. Cresciuto tra Stade Tunisien e Club African, la squadra che lo ha lanciato verso il grande calcio, è stato notato dal Nizza: nel gennaio 2017 la società della Costa Azzurra lo ha portato in Francia per farne un elemento portante della sua squadra. Nei primi sei mesi il tunisino ha giocato 10 partite della Ligue 1 segnando 3 gol, e si è così guadagnato una maglia per la stagione seguente: qui si è confermato, con un totale di 35 gare, di cui 16 da titolare, condite da 3 gol. Certo non si tratta di uno sfondareti, ma come laterale d’attacco può crescere ancora; se la Tunisia si qualificherà anche per i Mondiali 2020, Srarfi potrà eventualmente essere il leader della sua nazionale. (agg. di Claudio Franceschini)

IL GRANDE ASSENTE

Nelle probabili formazioni di Panama Tunisia mancherà un grande protagonista: Mouez Hassen, classe ’95, sarebbe dovuto essere il portiere titolare dei nordafricani e infatti era stato lui a iniziare la partita contro l’Inghilterra. Purtroppo si è infortunato e dopo un quarto d’ora ha dovuto lasciare il posto a Ben Mustapha: certo ha subito il gol di Harry Kane, ma in precedenza aveva effettuato due parate pazzesche che lasciavano ben sperare. In possesso di passaporto francese (è nato a Fréjus), Hassen è un prodotto delle giovanili del Nizza: nel 2013, quando aveva18 anni, è passato in prima squadra e qui è rimasto per tre anni e mezzo, facendo il titolare per tutto il 2014-2015 e nella prima metà della stagione seguente. Perso il posto a favore di Yoan Cardinale, il tunisino è andato al Southampton ma non ha mai giocato, venendo relegato alla squadra riserva. L’ultima stagione lo ha visto tornare in Francia per vestire la maglia dello Chateauroux, in Ligue 2: 30 partite complessive con 40 gol subiti. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOVITA’

Panama Tunisia va in scena alle ore 20:00 di giovedì 28 giugno, presso la Mordovia Arena di Saransk: si gioca per la terza giornata del gruppo G ai Mondiali 2018. Una partita che ormai non ha più senso, se non per provare a tornare a casa con una vittoria: entrambe le nazionali infatti sono inchiodate a zero punti dopo due turni, e dunque sono eliminate. Era un destino pronosticabile dal giorno del sorteggio, quando a Panama e Tunisia sono state affiancate Belgio e Inghilterra; adesso appunto si proverà soltanto a vincere una partita per abbandonare la Russia con maggiore soddisfazione. Andiamo a vedere in che modo i due Commissari Tecnici potrebbero disporre le loro squadre sul terreno di gioco, analizzando in maniera più dettagliata le probabili formazioni di Panama Tunisia.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia di scommesse Snai ci dice che la nazionale favorita per questa partita è la Tunisia: secondo questo bookmaker il segno 2 che identifica la vittoria dei nordafricani vale 1,83 mentre siamo già ad una quota di 4,50 sul segno 1, quello su cui puntare se pensate che Panama porterà a casa la vittoria. Il pareggio, identificato dal segno X, vi permetterebbe di guadagnare 3,70 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto.

PROBABILI FORMAZIONI PANAMA TUNISIA

LE SCELTE DI HERNAN GOMEZ

Panama potrebbe scendere in campo con il solito 4-2-3-1, ma senza gli squalificati Murillo e Cooper: per sostituirli Hernan Gomez pensa a Machado, che può giocare a destra lasciando Torres ed Escobar al centro della difesa a protezione di Penedo, e a Pimentel che eventualmente può essere schierato largo, destinando invece Barcenas alle spalle di Blas Perez e con la conferma di José Luis Rodriguez sul settore sinistro del campo. Resta invariato dunque il resto della formazione, almeno sulla carta: il terzino sinistro dovrebbe essere Eric Davis, a giocare in mezzo al campo sarà invece la consueta coppia formata da Godoy e Gabriel Gomez. Eventualmente però il CT di Panama potrà decidere di mandare in campo chi ha giocato meno, rivoluzionando il suo undici al netto della volontà di vincere la prima partita ai Mondiali nella storia della nazionale centro americana.

GLI 11 DI MAALOUL

Lo stesso discorso vale ovviamente per Nabil Maaloul e la sua Tunisia: secondo la formazione tipo, davanti a Ben Mustapha dovrebbero giocare Meriah e Syam Ben Youssef, con Bronn e Ali Maaloul schierati invece come terzini. Sassi sarà il perno centrale nella linea mediana, mentre le mezzali che gli daranno una mano nel settore nevralgico dovrebbero essere Khaoui e Skhiri; solito tridente offensivo con il capitano Khazri ad agire da riferimento centrale, Fakhreddine Ben Youssef sarà l’esterno a destra con Badri lanciato invece a sinistra. Vale appunto quanto detto per Panama: il Commissario Tecnico della Tunisia potrebbe anche decidere all’ultimo di far giocare le seconde linee, e dunque sulla formazione della nazionale del Nord Africa ci sono ancora tante incertezze che dureranno fino all’ultimo.

IL TABELLINO

PANAMA (4-2-3-1): 1 Penedo; 13 Machado, 5 R. Torres, 4 Escobar, 15 E. Davis; 20 Godoy, 6 G. Gomez; 14 Pimentel, 8 Barcenas, 21 J. Rodriguez; 7 Blas Perez

A disposizione: 12 Calderon, 22 A. Rodriguez, 23 Baloy, 3 Cummings, 17 Ovalle, 19 Avila, 10 I. Diaz, 16 Arroyo, 18 Tejada, 9 G. Torres

Allenatore: Hernan Gomez

 

TUNISIA (4-3-3): 1 Ben Mustapha; 11 Bronn, 4 Meriah, 2 S. Ben Youssef, 12 A. Maaloul; 7 Khaoui, 13 Sassi, 17 Skhiri; 8 F. Ben Youssef, 10 Khazri, 9 Badri

A disposizione: 16 Balbouli, 21 Nagguez, 6 Bedoui, 3 Benalouane, 5 Haddadi, 14 Ben Amor, 20 Chaalali, 15 Khalil, 18 Srarfi, 19 Khalifa, 23 Sliti

Allenatore: Nabil Maaloul

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori