Cassano si ritira? / Fantantonio: “Se non vado in ritiro stavolta è finita davvero”

- Matteo Fantozzi

Cassano si ritira? Fantantonio svela che se non andrà in ritiro quest’estate stavolta davvero appenderà gli scarpini al chiodo. Apre comunque a una possibile interessante proposta.

antonio_cassano_v_lapresse_2017
Antonio Cassano con la maglia della Sampdoria (Foto LaPresse)

Dopo due anni da svincolato Antonio Cassano potrebbe davvero dire basta col calcio giocato. Due anni fa l’addio alla Sampdoria e le tante voci su possibili ingaggi che non l’hanno portato a nessun nuovo club. L’estate scorsa invece era arrivata la chiamata del Verona, lasciato dopo appena pochi giorni di ritiro e con il quale non è mai sceso effettivamente in campo. Antonio Cassano non gioca una partita ufficiale dal maggio del 2016 e stavolta potrebbe davvero appendere gli scarpini al chiodo. Aspetta una chiamata, ma dopo essere rimasto così tanto fermo è difficile che questa arrivi. Stavolta però se non partirà in ritiro non rimarranno porte socchiuse, perché Fantantonio ha già avvisato tutti che se non dovesse indossare in estate nessuna nuova maglia allora si dedicherà a ciò che ama di più e cioè la sua splendida famiglia.

È ARRIVATA DAVVERO LA FINE PER FANTANTONIO?

L’ha promesso più volte, ma stavolta potrebbe farlo davvero. Antonio Cassano si ritira? Fantantonio compirà a luglio 36 anni e non sembra convinto di voler continuare a giocare a calcio, nonostante stia aspettando una chiamata che accetterà solo se intrigante. In un’intervista a Il Secolo XIX il calciatore ha specificato: “Se arriverà una proposta giusta la valuterà. Se non parto per il ritiro stavolta però è davvero tutto finito”. Un ultimatum che potrebbe portarlo a dedicarsi completamente alla famiglia, che è diventata la sua priorità come ha più volte sottolineato. Esploso in una notte di dicembre 1999 durante un Bari Inter il calciatore ha alternato cose incredibili ad altre che lo erano decisamente meno. E’ stato sulla cresta dell’onda per scendervi e risalirvi diverse volte, spesso sbagliando e ammettendolo anche ma rimanendo sempre sé stesso. Perché piaccia o no Cassano ha fatto innamorare milioni di italiani per come tocca il pallone, la speranza è quella di vederglielo fare ancora anche se i dubbi aumentano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori