DIRETTA / Campionati Italiani Ciclismo 2018: vincitore Elia Viviani, è il nuovo campione d’Italia (oggi)

Diretta Campionati Italiani Ciclismo 2018: Elia Viviani è il vincitore del titolo nazionale davanti a Visconti e Pozzovivo, oggi 30 giugno a Darfo Boario Terme.

30.06.2018 - Michela Colombo
elia_viviani_giro_ciclamino_2018
Elia Viviani (LaPresse)

Elia Viviani ha vinto il Campionato Italiano di ciclismo 2018 ed è dunque il nuovo campione d’Italia davanti a Giovanni Visconti e Domenico Pozzovivo. Sarà dunque il velocista veronese della Quick Step-Floors ad indossare la maglia tricolore per i prossimi dodici mesi, degno sigillo per una prima parte di stagione praticamente perfetta per Viviani, capace oggi di vincere anche su un percorso non esattamente adatto a lui e sconfiggendo i due compagni di squadra della Bahrain-Merida. Finale pirotecnico per la corsa a Darfo Boario Terme: curioso è stato senza dubbio il terzetto che ha animato il finale, un curiosissimo attacco a tre con Elia Viviani, Domenico Pozzovivo e Daniel Oss, cioè il migliore velocista in circolazione, un eccellente scalatore e un uomo da classiche, luogotenente di Sagan con il club: terzetto che definire eterogeneo è persino riduttivo, ma che ci ha regalato spettacolo, così come il quartetto inseguitore formato da Alessandro De Marchi (in fuga fin dal mattino), Ivan Santaromita, Oscar Gatto e Giovanni Visconti. Sull’ultimo strappo è stato naturalmente Pozzovivo a fare il forcing, mettendo in crisi Oss ma non uno straordinario Viviani: lo strappo ha però favorito il recupero di Visconti, per cui gli ultimi 3 km sono stati il grande duello fra la coppia della Bahrain-Merida e Viviani, contro il quale naturalmente non volevano arrivare in volata. L’esito è stato però proprio allo sprint: Pozzovivo ha lavorato per Visconti, ma contro Viviani non c’è stato nulla da fare. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VERSO IL GRAN FINALE

Siamo ormai entrati nella fase decisiva dei Campionati Italiani di Ciclismo 2018 e la situazione della corsa a Darfo Boario Terme sta cambiando in modo molto significativo. Della fuga da lontano della prima ora restano al comando della corsa solamente Alessandro De Marchi (BMC) e Jacopo Mosca (Wilier-Selle Italia), con un vantaggio che d’altronde si è drasticamente ridotto sugli inseguitori, tra i quali innanzitutto un gruppetto formato da Nicola Conci (Trek-Segafredo), Ivan Santaromita (Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini), Enrico Barbin (Bardiani-CSF), Daniel Oss (Bora-Hansgohe), Salvatore Puccio (Team Sky), Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida), Fabio Felline (Trek-Segafredo), Mattia Cattaneo (Androni Sidermec), Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF) e Danilo Celano (Caja Rural), che è stato selezionato da un attacco di Pozzovivo. Un terzo gruppo di contrattaccanti è quello capitanato da Enrico Battaglin, infine troviamo il grossi del gruppo. Le differenze fra tutti questi gruppetti sono comunque ridotte, di conseguenza tutto può ancora succedere: la certezza è che sarà un finale entusiasmante, da seguire con il fiato sospeso fino al traguardo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRUPPO CONTROLLA

Mancano ormai meno di 100 km al traguardo dei Campionati Italiani di Ciclismo 2018, per il momento non ci sono particolari novità da segnalare dalla corsa. Infatti al comando troviamo sempre la fuga formata da Alessandro De Marchi (BMC), Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Jacopo Mosca (Wilier-Selle Italia), Enrico Logica (Biesse Carrera Gavardo) e Andrea Garosio (D’Amico-Utinsilnord), che sono all’attacco fin dai primi minuti della corsa che assegnerà la maglia tricolore a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia. Il gruppo sostanzialmente lascia fare, limitandosi a controllare che il vantaggio della testa della corsa non assuma proporzioni eccessive: obiettivo certamente già raggiunto, dal momento che meno di tre minuti separano il gruppo controllato dalla Bahrain-Merida di Nibali, Visconti e Colbrelli dai cinque coraggiosi che formano la testa della corsa. Da notare che i corridori stanno ormai affrontando il circuito che caratterizza la seconda parte del percorso: ogni giro adesso misura 32,8 km ed è caratterizzato in particolare dalla salita di Berzo Inferiore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE L’EVENTO

Ricordiamo che la prova élite del Campionati Italiani di Ciclismo 2018, valida per il tricolore sarà visibile in diretta tv sulla tv di stato. Per tutti gli appassionati però l’appuntamento non sarà al via (alle ore 10.30) ma solo alle ore 14.55 sul canale Rai 3, dove potremmo assistere alle ultime fasi salienti della corsa intorno a Darfo boario. Diretta streaming video disponibile ovviamente sul portale gratuito raiplay.it: consigliamo infine di consultare il sito della manifestazione per rimanere sempre aggiornati su quanto sta accadendo in strada www.campionati-italiani-ciclismo.it

I NUMERI DELLA BAHRAIN-MERIDA

Mentre siamo ancora molto lontani dal traguardo nella prova élite maschile ai Campionati Italiani di Ciclismo 2018, andiamo a curiosare nell’albo d’oro di questa prova che assegnerà oggi il tricolore. Come abbiamo detto il campione in carica è Fabio Aru ma il ciclista sardo non è presente a Darfo Boario Terme. Tra i protagonisti ecco allora in primo piano naturalmente Vincenzo Nibali, che nella sua carriera già due volte si è vantato del tricolore sulla maglia (nel 2014 e nel 2015). La Bahrain-Merida è senza dubbio la squadra di riferimento, schierando al via un totale di ben sette maglie tricolori: oltre alle due di Nibali, le tre vinte da Giovanni Visconti nel 2007, 2010 e 2011, quella di Enrico Gasparotto nel 2005 e quella di Franco Pellizotti nel 2012. Tra i successi più recenti, ricordiamo che nel 2016 il successo arrise a Giacomo Nizzolo, vincitore sempre a Darfo Boario, oggi di nuovo sotto i riflettori per il ciclismo azzurro ma con un percorso più duro. Per i record storici, vediamo che il maggior numero di titoli è stato vinto da Costante Girardengo con ben nove titoli italiani in linea.

LA PRIMA FUGA

I Campionati Italiani di ciclismo 2018 sono partiti con qualche minuto di ritardo, ma adesso è già battaglia sulle strade attorno a Darfo Boario Terme. Per il momento dobbiamo segnalare la fuga di cinque uomini: si tratta di Alessandro De Marchi (BMC), Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Jacopo Mosca (Wilier-Selle Italia), Enrico Logica (Biesse Carrera Gavardo) e Andrea Garosio (D’Amico-Utinsilnord). Composizione molto interessante, con De Marchi che è un nome di primissimo piano, Maestri e Mosca che sono due noti attaccanti, come hanno dimostrato anche al Giro d’Italia, e poi altri due corridori che vogliono mettersi in mostra, in particolare Logica che abbiamo già visto molto bene nella recente Adriatica Ionica Race. Impossibile però fare previsioni su un percorso di oltre 230 km, dei quali quasi 200 ancora da percorrere: di certo il gruppo per il momento non sta lasciando molto spazio, il vantaggio dei fuggitivi è di poco superiore ai tre minuti e non è naturalmente un margine rassicurante con così tanta strada ancora da percorrere. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Sta per avere inizio finalemte la prova maschile dei Campionati italiani ciclismo 2018: tutto è pronto quindi a Darfo Boario al via di un percorso lungo più di 200 km e ben difficile da interpretare ma che consegnerà il titolo nazionale. Come abbiamo visto prima il protagonista più atteso è senza dubbio lo squalo Vincenzo Nibali che già alla vigilia della gara aveva dichiarato: “Ho già vinto il titolo due volte e voglio provare a vincere ancora una volta perché poter indossare per un anno la maglia di campione nazionale è un grande obiettivo per qualsiasi corridore italiano. Non conosco il percorso, ma mi hanno detto che può essere molto duro. La nostra squadra è forte e saremo in grado di scegliere fra più opzioni nel finale”. Diamo quindi la parola alla strada, si parte!

ORARIO E PRESENTAZIONE CORSA

Oggi 30 giugno 2018 avranno luogo i Campionati Italiani di ciclismo nella sua prova più attesa ovvero la gara in linea dei professionisti Elite maschile. Nella manifestazione che consegnerà il tricolore tanti i protagonisti sotto i riflettori, pur con un’assenza ben pesante, quella del campione in carica Fabio Aru, che  ha rinunciato a difendere il titolo per meglio preparasi al prossimo Tour de France dopo la brutta prova offerta al Giro d’Italia 2018. Senza il sardo però la lista dei partecipanti non è meno prestigiosa: ecco che nella start list troviamo voti come quelli di Vincenzo Nibali, Trentin Villella, Colbrelli, Pozzovivo, Visconti, Ciccone, Formolo, Rosa, Caruso e Viviani. Diamo quindi subito le prime info utili per tutti gli appassionati di ciclismo: la prova di Darfo Boario Terme avrà inizio alle ore 10.30 : l’arrivo al traguardo finale del vincitore è previsto intorno alle ore 16.20.

IL PERCORSO DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CICLISMO

Il percorso previsto oggi intorno a Darfo Boario terme per assegnare il titolo  2018 non è certo dei più semplici: quest’anno la federazione su consiglio dello stesso ct della nazionale Davide Cassani ha predisposto un tracciato ben lungo (233.88 km) e soprattutto molto nervoso, ottimo terreno di allenamento in vista dei prossimi Mondiali di Innsbruck (23-30 settembre 2018). Come detto si correrà intorno a Darfo Boario affrontando ben 8 giri e due circuiti diversi: nel primo verranno svolti i primi 4 giri, nel secondo gli altri 4 tenendo conto che nell’ultimo giro di campana, la corsa affronterà sul finale un percorso appena diverso per raggiungere il rettilineo finale in Via De Gasperi. Tre le salite previste complessivamente: Gianico (primo circuito, 1200 m a 6.5% in media), Erbanno e Muro di Cornaleto (in entrambi i circuiti, 1700 m con il 17% sul muro) e Berzo Inferiore (nel secondo circuito previsto, 2000 m a 6%). Decisivo il rettilineo finale, dove si accenderà la volata, al termine di una gara dove sarà la tattica e la strategia a fare da padrone: davvero difficile quindi immaginare un vincitore pronosticato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori