Diretta/ Uruguay Portogallo Mondiali 2018 (risultato finale 2-1) streaming video e tv: Ronaldo eliminato!

- Claudio Franceschini

Diretta Uruguay Portogallo, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Ottavi di finale ai Mondiali 2018: la Celeste parte come la nazionale favorita

Cavani Godin Uruguay
Diretta Uruguay Giappone (LaPresse)

DIRETTA URUGUAY PORTOGALLO (RISULTATO 2-1): TRIPLICE FISCHIO

Allo stadio Olimpico Fišt l’Uruguay vince contro il Portogallo per 2 a 1 ed accedere ai quarti di finale dei Mondiali di Russia 2018. Nel primo tempo Cavani, su assist di Suarez, aveva spezzato l’equilibrio di testa al 7′ ma bisogna aspettare la ripresa per vedere nuove reti. Al 55′ Pepe firma infatti il momentaneo pareggio sempre di testa sul cross di Raphael ma, al 62′, è ancora Cavani a chiudere definitivamente i conti con la doppetta personale sul suggerimento dello juventino Bentancur. L’Uruguay avanza quindi nel torneo ed affronterà la Francia nella prossima sfida mentre il Portogallo di Cristiano Ronaldo viene eliminato dalla competizione. (Alessandro Rinoldi)

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Uruguay e Portogallo, il punteggio è di 2 a 1. La Celeste è infatti riuscita a tornare in vantaggio al 62′ per merito di Cavani, autore di una doppietta personale grazie al gran tiro a giro sul palo più lontano, effettuato di prima intenzione sul suggerimento di Bentancur. Il Matador è però costretto ad abbandonare il campo al 74′ a causa di un infortunio, venendo rimpiazzato da Stuani. I portoghesi faticano ed i loro sforzi non hanno buon esito.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Uruguay e Portogallo è ora di 1 a 1. In queste prime battute del secondo tempo, cominciato inizialmente senza sostituzioni da parte dei due allenatori, gli europei sembrano subire il gioco dei sudamericani, volto ad addormentare ulteriormente la partita. Al 55′, però, Pepe realizza di testa la rete del pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto corto e su assist dalla sinistra di Raphael.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Uruguay e Portogallo sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 0. A decidere la prima frazione ci pensa dunque la gran rete di Cavani, bravo ad aprire ed a chiudere l’azione con un colpo di testa su assist di Suarez dalla sinistra. I lusitani hanno mantenuto a lungo il possesso del pallone senza però riuscire a rendersi realmente pericolosi per arrivare al pareggio, rischiando anzi di vedere il distacco ampliato sulle opportunità per Suarez al 22′ e Cavani nel recupero al 45’+2′.

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Uruguay e Portogallo è sempre di 1 a 0. Nonostante la situazione i Campioni d’Europa in carica sembrano aver subito il colpo apparendo un po’ demoralizzati e sono invece i sudamericani a rischiare di raddoppiare al 22′, quando la punizione bassa di Suarez viene respinta provvidenzialmente da Rui Patricio.

FASE INIZIALE DEL MATCH

A Soci la partita tra Uruguay e Portogallo è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è già di 1 a 0. In queste fasi iniziali dell’incontro entrambe le squadre mantengono un buon ritmo ed i lusitani provano a farsi vedere al 2′ con il colpo di testa largo di Bernardo ed al 7′ con il tiro dalla distanza di Ronaldo, bloccato da Muslera. Al 7′ è però La Celeste a passare in vantaggio grazie alla strepitosa rete di Cavani, realizzata di testa su cross di Suarez, dopo essere stato proprio servito dal Matador.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci al via di Uruguay Portogallo: c’è grande attesa per una partita che si preannuncia davvero interessante, e che vivrà anche di tanti incroci sul campo. Per esempio quello tra Diego Godin, José Gimenez e Cristiano Ronaldo: i primi due difensori centrali dell’Atletico, il secondo bomber del Real Madrid, una sfida che si è verificata già due volte in finale di Champions League anche se in entrambi i casi Gimenez era rimasto in panchina (i titolari erano prima Miranda e poi Savic). Poi, Luis Suarez che ritrova non solo lo stesso CR7, ma anche Pepe: ricordo delle grandi sfide nel Clasico tra Real Madrid e Barcellona. Saranno loro i protagonisti della partita? Lo scopriremo: adesso palla al campo, ecco le formazioni ufficiali di Uruguay Portogallo e poi mettiamoci comodi, perchè l’ottavo di finale dei Mondiali 2018 comincia! URUGUAY (4-4-2): Muslera; Caceres, Gimenez, Godin, Laxalt; Nandez, Torreira, Vecino, Bentancur; Suarez, Cavani. Allenatore: Oscar Washington Tabarez. PORTOGALLO (4-4-2): Rui Patricio; Ricardo Pereira, Pepe, Fonte, Raphael Guerreiro; Bernardo Silva; William Carvalho, Adrien Silva, Joao Mario; Guedes, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Fernando Santos. (agg. di Claudio Franceschini)

URUGUAY PORTOGALLO, DIRETTA LIVE – STREAMING VIDEO MEDIASET

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come tutte le partite dei Mondiali 2018, anche Uruguay Portogallo sarà trasmessa in diretta tv sui canali Mediaset, e in questo caso sarà visibile su Canale 5, che è accessibile a tutti sul televisore, dunque per tutti gli appassionati sarà possibile assistere a questa partita anche in diretta streaming video grazie al sito Video Mediaset, naturalmente usufruendo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche il sito ufficiale www.fifa.com, che ha una sezione dedicata alla Coppa del Mondo sulla quale potrete trovare tutte le informazioni utili sulle due nazionali che si sfidano oggi.

LE CURIOSITÀ

Alcune curiosità che accompagna Uruguay-Portogallo: entrambe le nazionali nel 1966 hanno incrociato l’Inghilterra, che potrebbe essere un’avversaria anche in questo Mondiale. Ancora: l’ultima volta in cui hanno raggiunto la semifinale in una Coppa del Mondo hanno trovato la Germania nella finale per il terzo posto, e ne sono uscite sconfitte. Nel 2006 era toccato al Portogallo, che aveva subito la doppietta di Bastian Schweinsteiger e aveva infilato con Petit la sua porta prima che Nuno Gomes realizzasse l’inutile gol della bandiera. Per quanto riguarda invece l’Uruguay, era successo quattro anni più tardi: destino comune ma partita bellissima, perchè dopo il gol di Thomas Muller era arrivato il ribaltone sudamericano con Edinson Cavani (in procinto di passare dal Palermo al Napoli) e Diego Forlan, poi però la Germania aveva vinto con Marcell Jansen e Sami Khedira, che di lì a poco avrebbe lasciato lo Stoccarda per accasarsi al Real Madrid. (agg. di Claudio Franceschini)

LE STATISTICHE

Analizziamo le statistiche in vista di Uruguay Portogallo: senza ombra di dubbio il dato che balza all’occhio è quello relativo alla difesa, perchè la Celeste è la nazionale che nella fase a gironi ha subito meno gol. Fernando Muslera arriva agli ottavi dei Mondiali 2018 con 270 minuti di imbattibilità, avendo mantenuto la sua porta inviolata contro Egitto, Arabia Saudita e Russia. L’Uruguay ha segnato 5 gol: vittorie di misure nelle prime due partite, poi il roboante 3-0 alla nazionale padrona di casa. A quota 2 reti troviamo Luis Suarez, che insieme a Edinson Cavani è l’unico calciatore nella storia uruguaiana ad aver segnato in tre diverse edizioni dei Mondiali; il Portogallo invece ha segnato 5 gol, dunque gli stessi della Celeste, ma ne ha anche incassati 4. Pareggi contro Spagna e Iran, vittoria fondamentale contro il Marocco: i primi quattro gol li ha portati in dote Cristiano Ronaldo – a segno addirittura in quattro edizioni dei Mondiali – poi è stato il turno di Ricardo Quaresma. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Due soli precedenti di Uruguay Portogallo, e sono decisamente poco indicativi: si tratta infatti di due amichevoli datate. Per quel che conta, il bilancio è favorevole alla nazionale lusitana che ha vinto una volta con un pareggio; tuttavia la prima di queste due amichevoli si è giocata nel giugno 1966 ed è stata vinta dal Portogallo per 3-0, mentre nel luglio 1972 è terminata 1-1. Il Portogallo che aveva centrato il tris nel 1966 era quello che si sarebbe qualificato al terzo posto nei Mondiali di Inghilterra: battuto il Brasile nel girone, rimonta da 0-3 a 5-3 contro la sorprendente Corea del Nord (poker di Eusebio), la sconfitta in semifinale era arrivata contro la nazionale padrona di casa e poi nella finale per il terzo posto era arrivato il successo contro l’Unione Sovietica. Dunque potrebbe essere di buon auspicio il fatto che il Portogallo si trovi a giocare contro l’Uruguay, anche se all’epoca si trattava di una semplice amichevole mentre qui siamo già agli ottavi del Mondiale. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Uruguay Portogallo, diretta dall’arbitro messicano Cesar Arturo Ramos, si gioca alle ore 20:00 di sabato 30 giugno: siamo allo Stadio Olimpico Fist, dunque a Sochi, e si gioca il secondo ottavo di finale ai Mondiali 2018. La vincente di questa sfida incrocerà Francia o Argentina: Celeste e lusitani scenderanno in campo sapendo già quale sarà la loro potenziale avversaria, ma questo naturalmente non andrà a influenzare una partita che si preannuncia appassionante. Per quello che ci ha detto la fase a gironi, l’Uruguay sembra avere qualcosa in più ma la realtà dei fatti è che anche il Portogallo se la gioca ampiamente, e che la grande speranza è quella di assistere ad una partita equilibrata e che renda onore alle due nazionali.

RISULTATI E PRECEDENTI

L’Uruguay è una delle nazionali che hanno chiuso il girone a punteggio pieno: la Celeste certo non ha affrontato grandi nazionali e, per dirla tutta, ha penato per battere Egitto e Arabia Saudita, ma poi ha dimostrato il livello che può raggiungere schiantando la Russia padrona di casa. Quattro anni fa la nazionale sudamericana si era fermata ai quarti; con un gruppo molto simile e più maturo va a caccia di un grande risultato, che è sicuramente nelle corde. Lo è anche del Portogallo, che però deve elevare le sue prestazioni: la nazionale lusitana fino a questo momento ha convinto poco perchè, dopo aver giocato un’ottima partita contro la Spagna, ha battuto il Marocco di misura e ha clamorosamente rischiato di farsi eliminare dall’Iran. Diciamola tutta: senza Cristiano Ronaldo (già 4 gol) il Portogallo molto probabilmente starebbe guardando questo ottavo di finale dalla televisione, invece è ancora in corsa e adesso deve dimostrare di poter ritrovare quelle sensazioni che due anni fa gli hanno permesso di vincere gli Europei. Si prospetta dunque una bella partita; ragionevolmente con l’approssimarsi dell’obiettivo finale queste nazionali potranno sbloccarsi anche a livello psicologico.

PROBABILI FORMAZIONI URUGUAY PORTOGALLO

L’Uruguay non ha squalificati nè diffidati, dunque può presentare in campo la sua solita formazione: sarà quindi il 4-4-2 classico con Muslera in porta, Varela e Caceres sulle corsie con Godin a fare coppia in mezzo con José Gimenez. A centrocampo il solito due formato da Bentancur e Matias Vecino, sulle corsie laterali i giocatori favoriti sembrano essere Carlos Sanchez e Cristian Rodriguez ma attenzione anche a De Arrascaeta, che può ritrovare una maglia da titolare; davanti, chiaramente, Luis Suarez affianca Cavani. Tanti diffidati per il Portogallo, ma chiaramente Fernando Santos non ci pensa: a rischio squalifica c’è anche Cristiano Ronaldo, che però affiancherà comunque Gonçalo Guedes davanti – per forza di cose. Davanti a Rui Patricio ecco José Fonte e Pepe, con Cédric Soares e Raphael Guerreiro terzini; in mezzo al campo Joao Moutinho e William Carvalho, a sinistra sulla linea mediana dovrebbe giocare Joao Mario mentre attenzione a destra, dove Bernardo Silva è insidiato ancora una volta da Quaresma in quello che è il principale ballottaggio.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote per Uruguay Portogallo sono state fornite anche dall’agenzia di scommesse Snai, secondo cui la nazionale favorita è la Celeste ma nell’ambito di un grande equilibrio: infatti il segno 1 per la vittoria dei sudamericani vale 2,75 mentre per il segno 2, che identifica la vittoria del Portogallo, siamo a 2,95. Questo è anche il valore posto sul seno X, che come sempre va giocato per il pareggio che, visto che siamo nella fase ad eliminazione diretta, porterebbe la sfida ai tempi supplementari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori