Diretta / Croazia Senegal (risultato finale 2-1) streaming video e tv: Successo in rimonta, a segno Perisic!

- Claudio Franceschini

Diretta Croazia Senegal, streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Amichevole a Osijek per la nazionale balcanica che sfida i Leoni della Teranga

Modric_Croazia_controllo_lapresse_2017
Pagelle Argentina Croazia (LaPresse)

DIRETTA CROAZIA SENEGAL (2-1) TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadion Gradski vrt la Croazia batte per 2 a 1 il Senegal. Nel primo tempo gli africani provano a prendere in mano le redini del match senza riuscire a spezzare l’equilibrio e solamente ad inizio ripresa Sarr, precisamente al 49′, porta in vantaggio i suoi. I padroni di casa replicano però con la traversa di Kramaric del 53′, fino a trovare il pareggio con l’interista Perisic al 63′, grazie ad una punizione deviata. La rimonta viene infine completata da Kramaric al 78′, ribadendo in rete un suo primo tiro respinto dal portiere avversario. Buoni segnali per la Croazia e qualcosa da rivedere in più per il Senegal, ricordando che entrambe le compagini al Mondiale in Russia affronteranno nei rispettivi gironi squadre simili a quelle affrontate nel test odierno come la Nigeria e la Polonia. (Alessandro Rinoldi)

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Croazia e Senegal, il risultato è di 2 a 1. La reazione croata non si è certo fatta attendere e sia Vida che Kramaric mettono i brividi agli avversari prima che Perisic, al 63′, firmi il pareggio direttamente su calcio di punizione, la cui traiettoria è stata però provvidenzialmente deviata alle spalle del portiere dalla barriera. Ci pensa dunque Kramaric a siglare il sorpasso al 78′, ribadendo il pallone in rete proprio sulla respinta di un suo tiro.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Giunti al cinquantacinquesimo minuto, il punteggio tra Croazia e Senegal è ora di 0 a 1. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con un triplice cambio tra i padroni di casa rimpiazzando Mandzukic, Lovren e Badelj con Kalinic, Jedvaj e Kramaric, gli ospiti confermano quanto di buono fatto vedere in precedenza passando in vantaggio al 49′ per merito di Sarr, bravo a colpire sul cross di N’Diaye. La squadra di mister Dalic replica al 53′ con la traversa centrata da Kramaric.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Croazia e Senegal sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0. Nel finale di frazione gli africani dimostrano di avere una marcia in più rispetto agli avversari e, dopo l’ammonizione rimediata dal napoletano Koulibaly al 35′, falliscono due chances con nuovamente Sakho al 38′ e con Sarr al 45′.

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Arrivati alla mezz’ora del primo tempo, il risultato tra Croazia e Senegal è di 0 a 0. Il ritmo continua a non decollare, complici anche i tanti falli effettuati, ma gli africani crescono e si fanno vedere in avanti in due occasioni con Sakho, tramite una conclusione parata al 18′ ed un tiro largo di poco al 23′. Qualche problema invece per la formazione di casa.

FASE INIZIALE DEL MATCH

Ad Osijek la partita tra Croazia e Senegal è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il punteggio è di 0 a 0. Le fasi iniziali dell’incontro sono molto spezzettate da diversi falli ed errori in impostazione ma sono i padroni di casa a rendersi maggiormente pericolosi all’8′, quando il colpo di testa dello juventino Mandzukic termina largo non di molto.

SI COMINCIA!

Croazia Senegal prende finalmente il via: negli ultimi anni la nazionale balcanica ha cambiato davvero tanti CT, e si presenta ai Mondiali con Zlatko Dalic che allenava da tempo negli Emirati Arabi Uniti ma ha un passato nel Rijeka e come vice dellUnder 21. Prende il posto di Ante Cacic, esonerato allinizio di ottobre dopo un pareggio contro la Finlandia che aveva messo a rischio la qualificazione; due anni prima la federazione lo aveva scelto tra tanti dubbi per sostituire Niko Kovac (nuovo allenatore del Bayern Monaco) in un contesto del tutto simile, ovvero dopo aver perso in casa contro la Norvegia sulla strada verso gli Europei 2016. Ricordiamo che il terzo posto al Mondiale era avvenuto sotto la guida di Miroslav Blazevic, già il quarto CT della Croazia dopo la rinascita di questo Paese (nel 1990); quello durato più a lungo è Slaven Bilic (sei anni) che giocava in quella nazionale salita sul podio a Francia 1998 e che negli ultimi due anni e mezzo ha allenato il West Ham. Ora la parola passa al campo: Croazia Senegal finalmente comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Croazia Senegal non sarà trasmessa in diretta tv, e dunque per questa amichevole di Elland Road non avrete a disposizione nemmeno una diretta streaming video; il modo migliore per avere informazioni utili è quello di rivolgersi agli account ufficiali messi a disposizione sui social network, in particolare Facebook e Twitter.

NEL 2002

Croazia Senegal anticipa i Mondiali per le due nazionali: per i Leoni della Teranga significa anche il ritorno alla fase finale di una Coppa del Mondo dopo 16 anni. Quella 2002 resta lunica edizione con il Senegal ai nastri di partenza, ed è storica: non capita a tutte le esordienti di battere i campioni in carica alla prima partita, e invece il gol di Papa Bouba Diop permise al Senegal di vincere contro la Francia, trovando spinta per i pareggi contro Danimarca e Uruguay che valsero secondo posto nel girone e ottavi di finale. Dove leroe diventò Henri Camara: doppietta e vittoria ai supplementari contro la Svezia. Nei quarti il sogno si interruppe contro lancora più sorprendente Turchia, che vinse 1-0 in extra time con il golden gol di Ilhan Mansiz; giocatori come Ferdinand Coly, Bouba Diop, Camara, Khalilou Fadiga e El Hadji Diouf trovarono ottimi ingaggi in Europa, il Commissario Tecnico era il francese Bruno Metsu, scomparso nellottobre di cinque anni fa per un tumore al colon. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Croazia Senegal, in programma alle ore 18:00 di venerdì 8 giugno, è una delle tante amichevoli internazionali in preparazione ai Mondiali; si gioca al Gradski Vrt di Osijek e dunque siamo in casa della nazionale balcanica. Entrambe le sfidanti preparano i Mondiali: Croazia e Senegal saranno presenti in Russia e sperano di fare bella figura; se però i Leoni della Teranga puntano più che altro a superare il girone come obiettivo principale, i balcanici sanno di avere una squadra che può centrare il grande risultato, magari anche puntando quella semifinale che era arrivata allesordio assoluto in una Coppa del Mondo e che risale ormai a ventanni fa.

RISULTATI E PRECEDENTI

La Croazia rappresenta una delle grandi delusioni degli Europei 2016: era arrivata in Francia nella rosa delle favorite per il titolo ma si era fermata agli ottavi, battuta dal Portogallo che avrebbe poi centrato il trionfo. Una sconfitta beffarda perchè arrivata a tre minuti dai rigori, ma ciò non toglie il fatto che la nazionale balcanica non era riuscita ad avere la meglio contro una squadra che si riteneva inferiore; a questo punto la Croazia vuole provare a riscattarsi al Mondiale, al quale si è qualificata attraverso il playoff (contro la Grecia) in virtù del secondo posto nel girone alle spalle dellIslanda. Il terzo posto del 1998, allesordio assoluto, fu sorprendente e forse è vero che la Croazia non ha mai più avuto un gruppo così forte, ma la rosa di oggi è convinta di poter stupire quanto i loro connazionali di allora e questa amichevole servirà a rafforzare lautostima. Il Senegal torna ai Mondiali dopo 16 anni: la sua unica partecipazione è coincisa con un memorabile ottavo di finale, adesso però le cose sono cambiate e la nazionale ha perso smalto tanto da non qualificarsi due volte per la Coppa dAfrica e dover aspettare undici anni per tornare almeno ai quarti di finale, centrati un anno e mezzo fa. I valori sono buoni e ci sono le possibilità di far bene in Russia, ma chiaramente questo Senegal non parte con troppe aspettative; il basso profilo potrebbe essere tuttavia la ricetta giusta anche perchè il girone (Polonia, Colombia e Giappone) si preannuncia equilibrato e non impossibile.

PROBABILI FORMAZIONI CROAZIA SENEGAL

La Croazia arriva dalla sconfitta contro il Brasile, e potrebbe cambiare qualcosa rispetto a domenica: intanto non ci saranno più i tagliati dalla lista dei pre-convocati. Subasic sarà in porta; difesa a quattro con Vrsaljko e Vida sugli esterni mentre in mezzo Calet-Car potrebbe sostituire uno tra Corluka e Lovren. A centrocampo Rakitic confermato, al suo fianco sgomitano Brozovic e Kovacic che insidiano il posto di Badelj; tanta qualità sugli esterni con Perisic e Rebic che sono favoriti rispetto a Mandzukic, ma la candidatura del bianconero è buona anche per il ruolo di prima punta, dove sgomiterà con Kramaric e Kalinic. Il Senegal si presenta con modulo speculare: Khadim NDiaye in porta, Moussa Wagué e Ciss terzini mentre Kouyate e Koulibaly sono i due centrali. A centrocampo a fare da schermo mediano ecco Gueye e Alfred NDiaye; sugli esterni offensivi Ismaila Sarr e Sadio Mané che dovrebbe prendere il posto di Keita Balde Diao; davanti a tutti Moussa Konaté è in vantaggio su Moussa Sow.

QUOTE E PRONOSTICO

Stando alle quote fornite dallagenzia di scommesse Snai, la Croazia è favorita per questa amichevole ma il suo vantaggio non è enorme: infatti il segno 1 che identifica la vittoria della nazionale balcanica vale 1,75 ma laffermazione del Senegal, per la quale dovrete giocare il segno 2, ha un valore di 4,75 e dunque non è troppo distante. Dovrete giocare il segno 2 se credete nelleventualità del pareggio e, se le cose dovessero andare in questo modo, la vostra vincita sarebbe di 3,35 volte la cifra che avrete deciso di investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori