Diretta / Giro del Delfinato 2018: vincitore Daniel Martin, Thomas nuovo leader! 5^ tappa Valmorel

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro del Delfinato 2018 streaming video e tv: percorso e orario della 5^ tappa Grenoble-Valmorel di 130 km, secondo arrivo in salita della corsa

Vuelta ciclismo
Diretta Vuelta 2021 (LaPresse - immagine di repertorio)

Daniel Martin ha vinto la quinta tappa del Giro del Delfinato 2018 davanti a Geraint Thomas e Adam Yates, successo dunque per lirlandese della UAE Team Emirates davanti ai due britannici. Gli ultimi fuggitivi sono stati ripresi a circa 5 km dal traguardo, sulle rampe della lunga salita verso larrivo di Valmorel che naturalmente è risultata decisiva per lesito di questa tappa. Salita che è stata troppo dura per Gianni Moscon, che ha alzato bandiera bianca quando sono cominciati gli attacchi dei big, in particolare Adam Yates e Daniel Martin. Lattacco più deciso è quello portato proprio dallirlandese; allultimo chilometro sono Geraint Thomas e Romain Bardet a scattare per cercare di riprendere Martin, ma il francese non tiene le ruote del britannico, che così si lancia da solo allinseguimento del leader. Inseguimento però tardivo, che non toglie a Martin il successo parziale ma comunque permette a Thomas di balzare al comando della classifica, mentre Bardet non regge e il terzo gradino del podio di giornata va così a Yates, per completare il trionfo irlandese-britannico. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRUPPO RECUPERA

Il gruppo sta controllando la fuga che continua a caratterizzare questa quinta tappa del Giro del Delfinato 2018. Va detto innanzitutto che Dario Cataldo, dopo avere raccolto molti punti sui primi due Gpm, si è rialzato giudicando evidentemente che questo attacco non avesse speranze di arrivare al traguardo, tenuto pure conto che prima dellarrivo in salita non ci sono più altri Gpm intermedi. Restano dunque davanti gli altri otto attaccanti: Laurens De Plus (Quick-Step Floors), Nicolas Edet (Cofidis), Carlos Verona (Mitchelton-Scott), Matteo Fabbro (Katusha-Alpecin), Edward Ravasi (UAE Team Emirates), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Bruno Amirail (Groupama-FDJ) e Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale). In questo momento mancano allarrivo circa 35 km allarrivo e il vantaggio della testa della corsa si aggira attorno ai due minuti, il che appare in effetti troppo poco considerando anche la dura salita verso larrivo di Valmorel, lungo la quale i big potranno fare la differenza. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ITALIANI ALL’ATTACCO

La quinta tappa del Giro del Delfinato 2018 vede di nuovo protagonisti Dario Cataldo ed Edward Ravasi: i due italiani infatti fanno parte del gruppo di nove attaccanti in fuga fin dai primi chilometri, nel quale cè anche Matteo Fabbro. Ottima rappresentanza italiana dunque in questa fuga da lontano la cui composizione esatta è la seguente: Dario Cataldo (Astana), Laurens De Plus (Quick-Step Floors), Nicolas Edet (Cofidis), Carlos Verona (Mitchelton-Scott), Matteo Fabbro (Katusha-Alpecin), Edward Ravasi (UAE Team Emirates), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Bruno Amirail (Groupama-FDJ) e Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale). Sono già stati superati i primi due Gpm di giornata, quelli che caratterizzavano limpegnativa parte iniziale: Cataldo ha ottenuto un primo e un secondo posto e di conseguenza ha consolidato la propria maglia a pois. In questo momento mancano poco meno di 100 km allarrivo, il vantaggio della testa della corsa sul gruppo è a dire il vero ridotto perché si aggira attorno ai due minuti e stiamo ora per entrare in un lungo tratto pianeggiante prima della dura salita finale verso larrivo di Valmorel. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Sta per partire la quinta tappa del Giro del Delfinato 2018: manco a dirlo, sarà un arrivo in salita, come già ieri e come saranno pure domani e dopodomani. La situazione della corsa francese è particolare, perché di certo non capita spesso che i primi tre siano tutti della stessa squadra. Sono interessanti in tal senso le parole di Gianni Moscon: Io sono qui per aiutare Kwiatkowski e Thomas, mi ritrovo in testa anche grazie a prologo e cronosquadre. Penso che Thomas abbia più chance di conquistare la generale, io sono pronto ad aiutarlo. Vediamo giorno per giorno. Il gallese è senza dubbio luomo di riferimento del Team Sky per le salite e in questo giorni cè davvero tanto da salire: se Thomas sarà più forte, Moscon lo aiuterà, tuttavia è chiaro che gli attacchi dovranno arrivare innanzitutto da fuori, da chi cioè dovrà provare a rovesciare il dominio del Team Sky. La parola dunque adesso passa alla strada, perché ormai la Grenoble-Valmorel sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL GIRO DEL DELFINATO

Il Giro del Delfinato 2018 è trasmesso in diretta tv su Rai Sport + HD, il canale visibile al numero 57 del telecomando e anche sulla piattaforma satellitare Sky. Unottima notizia per tutti gli appassionati di ciclismo, che pure oggi per la quinta tappa potranno collegarsi dalle ore 15.15 per seguire tutte le fasi salienti, mentre se non potranno mettersi davanti a un televisore potranno disporre della diretta streaming video tramite il sito oppure lapplicazione di Rai Play.

PARLA NIBALI

La quinta tappa del Giro del Delfinato 2018 vedrà ancora un arrivo in salita: la tappa globalmente non è durissima, ma presenta due grosse difficoltà. Infatti si comincerà con due Gpm nei primi 20 km che potrebbero far esplodere la corsa fin da subito, poi seguirà una lunga fase più tranquilla fino ai piedi della salita finale, che però sarà davvero impegnativa con i suoi 12,7 km al 7% di pendenza media per arrivare a Valmorel. In ottica italiana cè grande gioia per la maglia gialla di Gianni Moscon, ma luomo più atteso in ottica Tour de France è naturalmente Vincenzo Nibali, che sta vivendo il Delfinato come una tappa di preparazione alla Grande Boucle. Ecco dunque come lo Squalo siciliano ha commentato la tappa di ieri, in cui è giunto a 32 dal vincitore Julian Alaphilippe dopo essere rimasto con i migliori fino allultimo chilometro, quando laccelerazione di Daniel Martin è costata anche la vittoria di tappa alleroico Dario Cataldo: Non ho avuto particolari problemi a stare davanti. Quando è partito Daniel Martin ho pagato qualcosa, ma è tutto nella norma. Il lavoro per il Tour de France procede secondo i programmi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE TAPPA

Il Giro del Delfinato 2018 sta entrando nel suo gran finale e anche oggi sarà una giornata tutta in salita: in programma ci sarà la quinta tappa Grenoble-Valmorel di 130 km, una frazione corta ma impegnativa dal momento che sarà il secondo arrivo in salita consecutivo delle quattro che saranno la chiusura di lusso di questa edizione del Giro del Delfinato, da sempre banco di prova in vista del Tour de France che a luglio sarà al centro dellattenzione di tutti gli appassionati. Abbiamo detto tappa breve, tra laltro con una prima salita subito dopo la partenza: è sempre una situazione insidiosa e che a volte fa vittime a sorpresa, anche se in tutta onestà va detto che tra le prime difficoltà e la dura salita finale verso Valmorel ci sarà un tratto intermedio pianeggiante. Comunque, a garantire lo spettacolo ci sarà appunto la difficile ascesa finale, altro banco di prova per chi lavora in ottica Grande Boucle.

GIRO DEL DELFINATO 2018, PERCORSO 5^ TAPPA

Vediamo dunque adesso più nel dettaglio il percorso della seconda tappa di montagna di un Giro del Delfinato che ci sta proponendo davvero tante salite. La partenza avrà luogo alle ore 13.10 da Grenoble, in considerazione della brevità della frazione odierna. Come detto, si salirà subito verso il primo Gpm di giornata, la Cote de Naysord che sarà di seconda categoria, collocata dopo appena 4 km ma piuttosto impegnativi, con pendenza media dell8,5%. I saliscendi della prima parte proseguiranno con il Col des Mouilles, altro Gpm di seconda categoria che sarà collocato dopo appena 19,5 km dalla partenza da Grenoble, altra salita di circa 4 km con pendenza media stavolta pari al 7,2%. Dopo questo complicato inizio ci sarà comunque un lungo tratto decisamente più facile fino ai piedi della salita finale verso larrivo di Valmorel, che sarà il secondo Gpm Hors Catégorie di questo Giro del Delfinato, unascesa di ben 12,7 km con pendenza media del 7%, salita dunque impegnativa anche se a dire il vero non durissima, anche perché salirà in modo piuttosto regolare verso il traguardo, dunque senza strappi a pendenze particolarmente dure. Resta comunque un Gpm lungo e impegnativo, dunque sarà un traguardo decisamente interessante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori