Diretta / Giro del Delfinato 2018: vince Pello Bilbao, secondo il leader Thomas! (6^ tappa La Rosiere)

Diretta Giro del Delfinato 2018 streaming video e tv: percorso e orario della 6^ tappa Frontenex-La Rosiere di 110 km, terzo arrivo in salita della corsa

09.06.2018 - Mauro Mantegazza
Nibali_Lanza_Bormio_giro_lapresse_2017
Diretta Giro del Delfinato - LaPresse: Vincenzo Nibali l'anno scorso a Bormio

Pello Bilbao ha vinto la sesta tappa del Giro del Delfinato 2018: lo spagnolo della Astana è stato lunico della fuga iniziale a sopravvivere al ritorno dei big in un finale pirotecnico, con la Ag2R molto attiva, compreso un attacco in discesa di Romain Bardet, che però non ha raccolto nulla né in termini di soddisfazioni di tappa né come effetti sulla classifica, dove è sempre più saldo al comando Geraint Thomas, oggi secondo a 21 da Bilbao ma davanti a tutti i rivali, cominciando da Daniel Martin che ha chiuso al terzo posto due secondi alle spalle del britannico e appena davanti allo stesso Bardet, che si è dovuto accontentare dunque del quarto posto davanti ad Adam Yates. Bilbao è tra coloro che sono arrivati al Delfinato dal Giro dItalia, chiuso dallo spagnolo al sesto posto, gli altri big invece si stanno già preparando per il Tour, come anche Vincenzo Nibali che a dire il vero oggi ha vissuto una giornata difficile. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRAN FINALE

La sesta tappa del Giro del Delfinato 2018 sta regalando davvero grandi emozioni: innanzitutto prosegue la fuga, che però adesso è composta da un gruppo più ridotto perché naturalmente non tutti i fuggitivi della prima ora hanno retto il passo di chi fra gli attaccanti va più forte in salita, dunque davanti restano Pello Bilbao e Dario Cataldo (Astana), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Hector Carretero (Movistar), Rudy Molard (Groupama-FDJ), Ian Boswell (Katusha-Alpecin), Robert Power (Mitchelton-Scott), Warren Barguil (Fortuneo-Samsic), Serge Pauwels (Dimension Data) e Tsgabu Grmay (Trek-Segafredo). Ottima notizia per Cataldo, che ne ha approfittato per passare per primo anche sul secondo Gpm di giornata, quello del Col du Pré. I migliori fra quelli che formavano il gruppo maglia gialla sono comunque vicini, con un ritardo inferiore al minuto, ma è un gruppo che ha perso diverse unità, fra i quali anche Vincenzo Nibali e Gianni Moscon. Mancano ancora quasi 40 km allarrivo di La Rosiere, la situazione dunque si mantiene fluida e aperta ancora ad altri possibili colpi di scena! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VIA ALLA FUGA

La sesta tappa del Giro del Delfinato 2018 è stata caratterizzata da una fuga da lontano a dir poco folta: tra i fuggitivi infatti abbiamo Pello Bilbao, Dario Cataldo, Hugo Houle e Bakhtiyar Kozhatayev (Astana), Valerio Conti (UAE-Team Emirates), Axel Domont (AG2R La Mondiale), Brent Bookwalter (BMC Racing Team), Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Jesus Herrada (Cofidis), Héctor Carretero (Movistar Team), Pieter Serry (Quick-Step Floors), Rudy Molard (Groupama-FDJ), Ian Boswell e Pavel Kochetkov (Katusha-Alpecin), Daryl Impey e Carlos Verona (Mitchelton-Scott), Warren Barguil, Romain Hardy e Amael Moinard (Fortuneo-Samsic), Lawson Craddock (Team EF Education First-Drapac), Thomas Degand (Wanty-Groupe Gobert), Neilson Powless (Team LottoNL-Jumbo), Arnaud Courteille (Vital Concept Cycling Club), Serge Pauwels (Dimension Data) e Tsgabu Grmay (Trek-Segafredo). Da notare che gli italiani sono da tenere particolarmente in considerazione in questo attacco, perché Conti è luomo messo meglio in classifica generale mentre Cataldo non si è lasciato sfuggire loccasione per conquistare i 15 punti in palio al Gran Premio della Montagna della Montée de Bisanne, consolidando ulteriormente la propria maglia a pois. Il ritardo del gruppo si aggira invece attorno ai tre minuti, è una situazione da tenere in particolare considerazione dal momento che con un gruppo di testa così folta potrebbero esserci sorprese in agguato in una frazione breve ma durissima. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL GIRO DEL DELFINATO

Il Giro del Delfinato 2018 è trasmesso in diretta tv su Rai Sport + HD, il canale visibile al numero 57 del telecomando e anche sulla piattaforma satellitare Sky. Unottima notizia per tutti gli appassionati di ciclismo, che oggi per la sesta tappa potranno collegarsi già dalle ore 13.25 (attenzione agli orari che saranno anticipati) per seguire tutte le fasi salienti, mentre se non potranno mettersi davanti a un televisore potranno disporre della diretta streaming video tramite il sito oppure lapplicazione di Rai Play.

SI COMINCIA

Sta per cominciare la sesta tappa del Giro del Delfinato 2018: la curiosità è tanta per una frazione breve ma durissima. La domanda è se qualcuno riuscirà ad insidiare il primato di Geraint Thomas, che dopo le prime due delle quattro tappe di montagna consecutive sembra nettamente il più forte, o comunque inattaccabile grazie al vantaggio che il Team Sky ha conquistato nella cronosquadre. In effetti qualcuno finora lo ha sempre battuto, prima Julian Alaphilippe e poi Daniel Martin, ma senza mai riuscire a fare la differenza e di conseguenza guadagnando solo pochissimi secondi a un Thomas comunque eccellente, terzo giovedì e secondo ieri. Lunico che regge davvero il passo è Daniel Martin, che però era davvero troppo lontano dopo la cronosquadre. Tappe brevi ma dure fin dal principio potrebbero però essere lideale per chi volesse provare a ribaltare la situazione con azioni da lontano: Chris Froome sul Colle delle Finestre (anche se quella tappa era decisamente più lunga) ha certamente insegnato, anche se mettere in pratica il suo esempio è difficilissimo. Adesso però si parte, parola alla strada! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

UN ARRIVO SPECIALE

La sesta tappa del Giro del Delfinato 2018 terminerà oggi a La Rosiere, stazione sciistica francese della Savoia, collegata a La Thuile, la località valdostana che sorge sul versante italiano del Piccolo San Bernardo. Sono zone bellissime sia per gli appassionati di ciclismo sia per gli amanti degli sport invernali, ma non cè dubbio che questanno sarà lo sport della bicicletta a mettere al centro dellattenzione La Rosiere, grazie alla tappa di oggi del Giro del Delfinato ma ancora di più grazie al Tour de France che arriverà qui il 18 luglio prossimo, al termine dellundicesima tappa che partirà da Alberville, la sede delle Olimpiadi invernali 1992. Anche al Tour la tappa con arrivo a La Rosiere sarà molto corta, dal momento che misurerà appena 108,5 km, ma le emozioni saranno garantite da ben quattro Gran Premi della Montagna che renderanno difficilissimo un tracciato molto simile a quello che il Delfinato affronterà nelle prossime ore, con Montée de Bisanne, Col du Pré, Cormet de Roselend e infine larrivo in salita appunto a La Rosiere. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE TAPPA

Il Giro del Delfinato 2018 vivrà oggi la sua penultima giornata, ancora una volta tutta in salita: in programma ci sarà la sesta tappa Frontenex-La Rosiere di 110 km, una frazione ancora più corta della precedente ma daltro canto pure ancora più impegnativa, dal momento che oltre al terzo arrivo in salita consecutivo dei quattro che ci propone questo Giro del Delfinato ci saranno altri tre Gpm lungo il breve percorso e saranno tutti impegnativi. Abbiamo detto tappa breve: dal momento che continuiamo a ripetere che il Delfinato è per tradizione la gara che ci introduce al Tour de France, ecco che gli organizzatori – che sono gli stessi – ci propongono oggi una tappa corta ma ostica fin dalla partenza, come poi lo sarà in modo ancora più accentuato uno dei tapponi sui Pirenei della prossima Grande Boucle, che misurerà addirittura soli 65 km. Sforzo anomalo, che sarà importante testare oggi in quella che per le caratteristiche del percorso sarà la tappa del Giro del Delfinato più simile a quella già attesissima 17^ tappa del Tour. Senza contare che a La Rosiere arriverà invece una tappa alpina della Boucle, l’undicesima: per questa dunque possiamo davvero parlare di una prova generale.

GIRO DEL DELFINATO 2018, PERCORSO 6^ TAPPA

Vediamo dunque adesso più nel dettaglio il percorso della terza tappa di montagna di un Giro del Delfinato che, come da tradizione, ci offre ancora una volta tante salite. La partenza avrà luogo alle ore 11.20 da Frontenex, nonostante si tratti di una frazione breve, che infatti terminerà ad un orario compreso indicativamente fra le 14.30 e le 15.00. Si comincerà subito a salire, inizialmente dolcemente e poi, superato labitato di Villard sur Doron, in modo decisamente più significativo verso il Gpm Hors Catégorie della Montée de Bisanne, unascesa di ben 12,4 km con pendenza media dell8,1%, salita dunque molto impegnativa anche se lo scollinamento sarà dopo appena 27,5 km dalla partenza. Lunga discesa verso Beaufort e subito dopo si ricomincerà a salire verso il secondo Gpm di giornata, il Col du Pré (km 59,5), che sarà anchesso un Gpm Hors Catégorie e di conseguenza decisamente impegnativo: 12,6 km dascesa caratterizzati da una pendenza media pari al 7,6%. Stavolta la discesa sarà breve, perché quasi subito si tornerà a salire verso il Cormet de Roselend, Gpm questa volta di seconda categoria, che culminerà al km 72 della tappa, al termine di una salita più agevole di 5,7 km e con pendenza media del 6,4%. In questa tappa che non avrà nemmeno un metro di pianura ci attendono ancora la successiva lunga discesa verso Bourg Saint Maurice ed infine la salita finale verso larrivo di La Rosiere-Espace San Bernardo, Gpm di prima categoria caratterizzato da 17,6 km di salita al 5,8% di pendenza media. Ascesa dunque molto lunga, non difficilissima come pendenze ma anche decisamente irregolare, che alternerà dunque tratti molto semplici ad altri Assia più impegnativi, lultimo dei quali quando al traguardo mancheranno poco più di 4000 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori