Diretta/ Settecolli 2018 nuoto: Paltrinieri domina i 1500, splendida Cusinato nei 200 misti!

- Mauro Mantegazza

Diretta Settecolli 2018: nell’ultima giornata dell’evento di nuoto ottime prove degli italiani. Gregorio Paltrinieri vince i 1500 metri, Ilaria Cusinato è medaglia d’oro nei 200 misti

nuoto_generica_1_corsia_lapresse_2017
Diretta Mondiali nuoto in vasca corta (LaPresse, repertorio)

Gregorio Paltrinieri vince in scioltezza i 1500 stile libero, e così conclude il Sette Colli 2018: per il carpigiano una medaglia d’oro in 14’49’’32, vale a dire 11 secondi di vantaggio su Domenico Acerenza che ha così completato la doppietta italiana. In terza posizione si è classificato Guilherme Costa, in 15’07’’33: il brasiliano nel finale è riuscito a superare anche Daniel Jervis, che pure fino a circa metà gara viaggiava in seconda posizione. Una vittoria quasi scontata quello di Paltrinieri, che peraltro ha nuotato in totale scioltezza permettendosi anche di non tirare troppo; dunque un bis dopo aver vinto gli 800 metri, e la conferma che ormai sulle distanze lunghe rimane l’uomo da battere. Terminato allora il Sette Colli 2018, nel quale abbiamo sicuramente vissuto belle soddisfazioni anche nella giornata conclusiva e che ci ha regalato un bilancio assolutamente positivo, che ci dice del buon momento del nostro movimento nel nuoto. (agg. di Claudio Franceschini)

ILARIA CUSINATO VINCE I 200 MISTI

Ilaria Cusinato vince i 200 misti al Sette Colli 2018: nella finale A grande prova dell’azzurra che si impone in 2’10’’92 davanti alla russa Yuliya Efimova (2’11’’89), facendo gara di testa per la prima metà di gara per poi dover rincorrere nei 50 metri conclusivi, con una frazione a stile nella quale Ilaria ha recuperato oltre un secondo alla russa riuscendo così a prendersi il successo. Al terzo posto si piazza la svizzera Maria Ugolkova in 2’12’’19; niente da fare per l’altra italiana ai blocchi di partenza, Sara Franceschi, giunta ultima in 2’18’’54 con oltre due secondi di distacco dalla penultima, la ceca Kristyna Horska., L’ultima gara del Sette Colli 2018 sarà quella dei 1500 metri maschili, con Gregorio Paltrinieri. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL SETTECOLLI

Le fasi salienti della giornata di oggi al Settecolli 2018 ovviamente saranno disponibili per tutti gli appassionato in diretta tv dalla piscina del Foro italico di Roma. La sessione mattutina delle batterie e poi naturalmente in serata la sessione dele finali saranno entrambe visibili sul canale Rai Sport + HD, disponibile al numero 57 del telecomando del digitale terrestre. Entrambi gli appuntamenti saranno disponibili di conseguenza anche in diretta streaming video sul portale raiplay.it gratuitamente e per tutti.

ORO PER PIZZINI E PANZERA

Fuochi d’artificio al Foro Italico per le ultime finali della Sette colli 2018: le gare sono iniziate da appena una mezz’oretta eppure lo spettacolo è già tantissimo e di primissimo livello!. Ecco infatti che dobbiamo dare il giusto riconoscimento a Andrei Govorov che ha appena vinto la finale dei 50 m farfalla maschili ma soprattutto ha realizzato un nuovo record del mondo, fermando il cronometro sul 22’29” una vera impresa quindi quella dell’ucraino, che già stamattina si era avvicinato di moltissimo al primato mondiale di Munoz Perez, che aveva firmato il precedente record più di nove anni fa. Tante poi le soddisfazioni per l’Italia in questa prima parte delle finale dei Sette Colli 2018: la prima arriva da Christoper Ciccarese, argento nella fine dei 200 dorso maschile, vinta da Telegdy. A seguire ecco la bella impresa di Margherita Panziera che vincendo la final A dei 200 dorso femminili ha pure sbriciolato il record Italiano della specialità: per la nuotatrice classe 1995 ecco il nuovo assoluto italiano di 2:07.16, che quindi batte il precedente record di 2.08.03 firmato da Alessia Filippi nel 2009 a Pescara. Da segnalare poi anche l’oro di Luca Pizzini nella 200 rana, mentre è in corso la prova corrispondente femminile. (agg Michela Colombo)

INIZIANO LE FINALI

Si torna al Foro Italico! Stanno infatti per avere inizio le tante attese ultime finali della Sette colli 2018: in palio questa sera le ultime medaglia per l’edizione 2018 di questa grande manifestazione di nuoto, dove gli azzurri hanno avuto le loro buone occasioni per coprirsi di gloria. Staremo a vedere che succederà questa sera: i grandi nomi non mancano anche se la prima impressione è che i big oggi si siano fin troppo rilassati. Poche le belle prestazioni messe in vasca questa mattina, ma l’occasione del rilancio sta giusto per avere inizio: occhio quindi ai nostri Ciccarese ( 200 dorso), Panziera (20 dorso) e Codia (50 farfalla), oltre che Polieri (200 farfalla) e Pizzini (200 rana). A chiudere il programma la prova già lunga i 1500 metri stile libero. Qui gli occhi di tutti saranno su Gregorio Patrinieri. Diamo la parola alla vasca: si parte! (agg Michela Colombo)

CHIUSE LE BATTERIE

É appena terminata la fase mattutina di questa ultima giornata dedicata ai Sette Colli 2018: al Foro Italico è quindi momento di pausa in attesa della tarda serata quando avranno luogo le ultime finalissime di questa importante manifestazione di nuoto. Tornando ai risultati finora ottenuti in vasca ricordiamo che nelle batterie iniziali dei 200 stile libero donne le azzurre non si sono poi tanto coperte di gloria: solo la Quadrella (di solito favorita nella lunghe distanze) ha raccolto la finale, assieme a Heemskerk, Oliveira, Lario, Dumont, Greenslade, Delno e Neumann. Poco da sorridere anche nella 200 misti uomini, mentre nella prova femminile segnaliamo la bella prestazione di Arianna Castiglioni e di Ilaria Cusinato, con la nuotatrice classe 1999 attesa stasera in finale assieme a Efimova e O’Connor. (agg Michela Colombo)

PANZIERA IN FINALE

Siamo ormai entrati nel vivo di questa ultima mattinata di batterie per la Sette colli 2018: ora in vasca al Foro Italico di Roma le batterie dei 200 stile libero maschili dove però non troviamo l’azzurro Luca Dotto. In attesa che scendano in vasca anche le ragazze per i 200 metri stile libero ( e quindi anche le numerose azzurre presenti, ma non Federica Pellegrini), riepiloghiamo i risultati finora ottenuti. Ecco infatti che stamattina in vasca hanno raggiunto le finali dei 200 dorso maschili Simone Sabbioni. e Luca Bertoli, oltre che Cristopher Ciccarese; per le donne hanno raggiunto la finale Panziera, Cenci e Ramatella, Ottima prova anche nelle preliminari della 200 rana donne, dove la campionessa italiana Fangio ha tranquillamente raggiunto un posto in finale assieme a Efimova e Pedersen, fresca campionessa del mondo. Tanti finora quindi gli italiano in finale: vedremo che succederà questa sera!

SI PARTE

Fra pochissimi minuti comincerà l’ultima giornata del Settecolli 2018 di nuoto a Roma, un evento di prestigio assoluto per lo sport acquatico. Oggi si chiuderà l’edizione numero 55, adesso allora facciamo un tuffo (è proprio il caso di dirlo) nel glorioso passato, per ricordare – come ha fatto il sito della Fin – che il trofeo Settecolli nasce nel 1963 dal dirigente federale Mario Saini, cui ancora oggi è dedicato il trofeo assegnato annualmente alla nazione prima classificata per somma di punteggi. Le gare individuali olimpiche allora erano sette, come sette sono i colli capitolini e ad essi furono abbinate le diverse specialità. Ai 100/400/1500 stile libero il Palatino, il Campidoglio e il Quirinale; ai 100 dorso il Celio; ai 200 rana il Viminale; ai 200 farfalla l’Esquilino ed ai 400 misti l’Aventino. Non esistevano ancora i Mondiali, dunque fu quello il primo, grande confronto a livello intercontinentale per i nuotatori italiani al di fuori delle Olimpiadi. Da allora tutti i più forti atleti internazionali hanno nuotato allo Stadio del Nuoto del Foro Italico, progettato dall’architetto Annibale Vitellozzi in occasione delle Olimpiadi di Roma alle pendici di Monte Mario, rendendo il Sette Colli il più prestigioso meeting di nuoto al mondo. In questo 2018 Roma è una tappa d’avvicinamento decisiva agli Europei di Glasgow, dunque diamo la parola alla vasca del Settecolli! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PROGRAMMA DI DOMENICA

Il Settecolli 2018 di nuoto a Roma, massimo evento annuale del nuoto in Italia nel fantastico scenario già iridato della piscina del Foro Italico, termina oggi domenica 1 luglio con la sua terza ed ultima giornata. Stiamo naturalmente vivendo un weekend nel quale tutte le star del nuoto italiano ma anche moltissimi big stranieri ci regalano gare ad altissima intensità e ricche di emozioni, ottimo palcoscenico in vista in particolare dei prossimi Europei di Glasgow che saranno l’obiettivo principale dell’anno del nuoto – chi è già certo di esserci sta rifinendo la preparazione, chi deve ancora conquistare la qualificazione si gioca una carta molto importante. L’attesa è tanta, sia per tifare i campioni più celebrati sia per sostenere tutti gli azzurri: il programma delle gare è quindi fittissimo. La formula è però molto semplice: ogni giorno del Settecolli 2018 è dedicato a gare diverse e tutto si consuma nel giro di poche ore. Anche oggi avremo dalle ore 9.30 le batterie, poi in serata dalle ore 19.00 le stesse gare del mattino vivranno le loro finali.

IL PROGRAMMA DI OGGI

Abbiamo già accennato che ogni giorno di gara al Settecolli ha le sue gare, che vivranno al mattino le batterie e in serata le finali, a maggior ragione oggi che si chiude il programma. Vediamo dunque adesso che cosa ci attenderà oggi, domenica 1 luglio, tenendo conto che l’ordine del mattino sarà replicato anche alla sera: si comincerà con i 200 dorso maschili, seguiti dalla stessa gara ma al femminile. Ecco poi i 50 farfalla maschili, che saranno seguiti dai 200 farfalla femminili e poi ancora una doppietta con i 200 rana, prima al maschile e poi in campo femminile. Un piatto forte saranno i 200 stile libero, anch’essi con la gara degli uomini seguita subito da quella delle donne, come sarà anche subito dopo per i 200 misti sia maschili sia femminili, infine la chiusura sarà affidata ai 1500 stile libero maschili. Anche oggi dunque vivremo tantissime emozioni con il Settecolli e vedremo tantissime stelle in acqua, ma il piatto forte sarà probabilmente proprio in chiusura, con la gara che è il punto di forza del campione di ogni categoria sui 1500, cui naturalmente Gregorio Paltrinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori