Diretta/ Spagna Russia Mondiali 2018 (risultato finale 4-5 d.c.r. ) streaming video e tv: Russia ai quarti!

- Claudio Franceschini

Diretta Spagna Russia, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Le Furie Rosse affrontano la nazionale padrona di casa negli ottavi dei Mondiali 2018

Iniesta_Isco_Spagna_gol_Mondiali_lapresse_2018
Pagelle Spagna Russia, Mondiali 2018 ottavi (Foto LaPresse)

DIRETTA SPAGNA RUSSIA (RISULTATO FINALE 4-5 D.C.R.): LA RUSSIA VOLA AI QUARTI DI FINALE!

L’ottavo di finale tra Spagna e Russia verrà deciso ai calci di rigore. Primo calcio di rigore di Iniesta che non sbaglia! Tocca a Smolov che spiazza De Gea, match in parità. Piquè trova prima il palo e poi il gol! Brivido Spagna. Ignashevich spiazza De Gea, per ora nessuno ha fallito dal dischetto. Akinfeev para il rigore a Koke! La Russia ha l’occasione di portarsi avanti. Golovin non sbaglia! Epilogo inaspettato per ora, Spagna ad un passo dall’eliminazione. Esecuzione perfetta di Sergio Ramos, spera la Spagna. Cheryshev la mette dentro! Russia ad un passo dall’impresa. Iago Aspas sbaglia e la Russia esulta! La compagine di casa vola ai quarti di finale! Grandissima impresa della Russia che butta fuori una bruttissima Spagna, epilogo davvero clamoroso. (agg. Umberto Tessier)

SPAGNA RUSSIA, DIRETTA LIVE – STREAMING VIDEO MEDIASET

DECIDONO I CALCI DI RIGORE

Iniziano i tempi supplementari, la Spagna batte il calcio d’inizio, ricordiamo che le due compagini hanno un cambio da spendere. Bella invenzione di Isco, Carvajal conclude male e spreca. Jordi Alba prova da lontanissimo, l’esterno viene murato. Isco, il migliore dei suoi, sta provando ad accendere la manovra ma è poco aiutato dai compagni. Isco prova l’azione personale ma viene chiuso in maniera ottima. Fuori uno stremato Kuzyaev, dentro Erokhin. La Spagna continua ad attaccare ma non trova l’imbucata vincente. Ci prova Asensio con in tiro immediato, palla facile preda di Akinfeev. Iniesta serve Iago Aspas, chiude bene Ignashevich. Fuori Asensio dentro Rodrigo nella Spagna, cambi finiti ad ambo le parti. Termina il primo tempo supplementare, squadre stanchissime. Inizia il secondo tempo supplementare, batte la Russia. Akinfeev! Strepitosa parata su Rodrigo, Kutepov completa il tutto chiudendo su Isco. La Spagna sta conquistando tante punizioni battute, fino ad ora, senza successo, si avvicinano i calci di rigore. Errore clamoroso di Busquets, per sua fortuna la Russia non riesce a sfruttare l’occasione. Angolo conquistato dalla Russia, Smolov crossa ed Iniesta allontana. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi, la sfida tra Spagna e Russia verrà decisa dai calci di rigore. (agg. Umberto Tessier)

SI VA AI SUPPLEMENTARI

Calcio d’angolo a favore della Spagna, Kutepov chiude allungandosi e si ferma momentaneamente per crampi. Iniesta con il destro, grande risposta di Akinfeev che si supera anche su Iago Aspas. Grandissimo l’intervento di Akinfeev, la Russia tiene e spinge per andare ai supplementari. Stava per combinarla grossa Sergio Ramos, per fortuna Golovin scivola e non concretizza. Fallo di Cheryshev su Isco, punizione interessante per la Spagna. La Spagna sta facendo incetta di di calci d’angolo in un finale incandescente. Sergio Ramos colpisce di testa e non trova la porta, sono quattro i minuti di recupero. La Russia sta tenendo benissimo il campo, Spagna che non riesce a ripartire. Smolov prova con il destro dopo l’errore della Spagna, palla fuori. Terminano i tempi regolamentari, Spagna e Russia vanno ai supplementari. (agg. Umberto Tessier)

 

SUPPLEMENTARI DIETRO L’ANGOLO

Ultima sostituzione della Russia, dentro Smolov e fuori Dzyuba. Golovin penetra in area e cade da solo, esce un deludente Davide Silva ed entra Iniesta. Spagna poco brillante in una ripresa che non ha regalato emozioni, arriva il giallo per Zobnin. Ramos, Koke e Jordi Alba sono i giocatori che hanno effettuato più passaggi nella gara. Ighashevich chiude malissimo e mette in calcio d’angolo. Battuto male il corner dalla Spagna. Iniesta prova lo scambio con Diego Costa, il centrocampista aggancio male. Prova la ripartenza la Russia, squadra che appare ora poco lucida. Kutepov preciso nella copertura sulla destra, continua a chiudersi bene la Russia. Ultimo cambio per la Spagna, dentro Iago Aspas e dentro Diego Costa. Mancano dieci minuti alla fine dei tempi regolamentari. (agg. Umberto Tessier)

 

REGNA L’EQUILIBRIO IN CAMPO

Inizia la ripresa, nella Russia fuori Zhirkov e dentra Granat. Brutto errore di David Silva, la Russia non riesce a sfruttare l’occasione. Jordi Alba colpisce con la coscia, para facile Akinfeev. Inizia il riscaldamento Iniesta, alla sua quarta Coppa del Mondo. Punizione per la Spagna dopo il fallo su Asensio. Koke pesca Sergio Ramos, colpo di testa che non inquadra la porta. Grande chiusura di Kutepov su David Silva, ottima la gara del difensore. Bel cross di Asensio per Isco, palla che arriva a Busquets, tiro da dimenticare. Fallo tattico di Kutepov su Isco, giallo per lui. Sergio Ramos prova il cambio di gioco ma sbaglia incredibilmente la misura. Taglio di Isco con la Russia che si salva in angolo. Dzyuba di testa respinge la minaccia. Siamo intanto giunti al sessantesimo minuto di gioco. (agg. Umberto Tessier)

 

DZYUBA TROVA IL PARI SU RIGORE!

La Russia è troppo passiva, deve cambiare marcia per impensierire la Spagna. Samedov chiude bene su Asensio, possesso palla di nuovo per la Spagna. Grande occasione per Golovin che per un soffio non trova la porta, primo squillo della Russia. David Silva prova a servire Diego Costa, buona chiusura di Kutepov. La Russia sta giocando meglio rispetto alla prima parte di gara. Koke chiude in angolo, terzo tiro dalla lunetta per i russi. Braccio di Piquè e rigore per la Russia! Sul colpo di testa di Dzyuba il tocco è stato netto, giallo per il difensore. Sul dischetto c’è Dzyuba, destro che spiazza De Gea! Pareggio della Russia! Esplode la tifoseria, Spagna troppo passiva dopo il gol. Sesta rete incassata dalla Spagna, difesa davvero non impeccabile. Taglio di Diego Costa con Akinfeev che si supera e salva i suoi. Termina la prima frazione tra Spagna e Russia, perfetta parità. (agg. Umberto Tessier)

 

SPAGNA PADRONA DEL CAMPO

La Russia ha subito rete nei primi minuti di gara, si attende ora una reazione convincente. Pallino del gioco sempre degli spagnoli, le Furie Rosse stanno facendo prevalere il loro tasso tecnico. La Russia prova ad imbastire una reazione ma la Spagna chiude tutti gli spazi. Il pubblico di casa cerca di spingere la propria compagine in grande difficoltà. Samedov prova a pescare Dzyuba, palla a destinazione con la sponda del centravanti che non trova nessuno. Ottima la gara di Isco che tra le linee sta mettendo in grande difficoltà la difesa russa. Secondo angolo per la Russia conquistato da Zobnin. La Spagna non ha mai battuto la squadra padrone di casa in un mondiale, è successo tre volte, oggi potrebbe sfatare questo tabù. Fase del match poco spettacolare, la Spagna è in vantaggio ma ha prodotto poco. (agg. Umberto Tessier)

 

AUTOGOL DI IGNASHEVICH!

Tutto pronto per il match tra Spagna e Russia, la compagine che ospita il mondiale proverà la grande impresa contro gli spagnoli. La Spagna batte il calcio d’inizio del match. La Spagna ha subito preso in mano il pallino del match, la compagine spagnola punta molto su Isco per creare la superiorità numerica. Buona discesa di Golovin che trova il primo angolo del match. Il calcio d’angolo non crea particolari pericoli. La Russia sta puntando tutto sul contropiede, la Spagna, come era prevedibile, fa la partita. Battuta lunga per cercare Diego Costa, palla troppo lunga che non viene agganciata dall’attaccante. La Spagna, nelle ultime ventitrè gare, non ha mai perso. Diego Costa prova il cross ma trova la respinta della difesa russa. Fallo su Nacho di Zhirkov, punizione per la Spagna da posizione interessante. Ignasheivic! Autogol della Russia! La sblocca la Spagna sul cross di Nacho con Sergio Ramos anticipato dal difensore. (agg. Umberto Tessier)

 

FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci al via di Spagna Russia: quattro anni fa le Furie Rosse erano incappate in quella che ormai possiamo considerare la maledizione dei campioni del mondo. Quattro volte nelle ultime cinque edizioni la nazionale detentrice del titolo non ha superato il primo turno: alla Spagna era successo nel 2014, e le cose erano state ancor più deludenti se pensiamo che quel gruppo aveva vinto anche gli Europei 2008 e 2012 ed era in pieno ciclo dominante. Invece Olanda e Cile l’avevano battuta, rendendo inutile la vittoria contro l’Australia; adesso c’è la possibilità di riscatto, dunque diamo la parola al campo e mettiamoci comodi, leggiamo le formazioni ufficiali di Spagna Russia che finalmente comincia! SPAGNA (4-2-3-1): 1 De Gea; 4 Nacho, 3 Piqué, 15 Sergio Ramos, 18 Jordi Alba; 8 Koke, 5 Sergio Busquets; 21 David Silva, 22 Isco, 20 Asensio; 19 Diego Costa. Allenatore: Fernando Hierro RUSSIA (5-3-2): 1 Akinfeev; 2 Mario Fernandes, 3 Kutepov, 4 Ignashevich, 13 Kudryashov, 18 Zhirkov; 19 Samedov, 11 Zobnin, 7 Kuziaev; 22 Dzyuba, 17 Golovin. Allenatore: Stanislav Cherchesov (agg. di Claudio Franceschini)

 

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come tutte le partite dei Mondiali 2018, anche Spagna Russia sarà trasmessa in diretta tv sui canali Mediaset, e in questo caso sarà visibile su Canale 5, che è accessibile a tutti sul televisore, dunque per tutti gli appassionati sarà possibile assistere a questa partita anche in diretta streaming video grazie al sito Video Mediaset, naturalmente usufruendo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche il sito ufficiale www.fifa.com, che ha una sezione dedicata alla Coppa del Mondo sulla quale potrete trovare tutte le informazioni utili sulle due nazionali che si sfidano oggi.

LA PRIMA VOLTA DELLA RUSSIA

Stiamo per andare a vivere Spagna Russia: come ricordavamo in precedenza, la nazionale padrona di casa partecipa al primo ottavo di finale di sempre nella storia dei Mondiali: la corsa era iniziata nel 1994, cioè alla prima occasione utile dopo la disgregazione dell’Unione Sovietica, ma era arrivata un’eliminazione con la magra consolazione del pokerissimo di Oleg Salenko contro il Camerun che lo aveva consacrato capocannoniere dell’edizione. Da allora la Russia si è qualificata alla fase finale in altre tre occasioni, compresa questa: nel 2002 e 2014 ha comunque mancato l’obiettivo degli ottavi, in totale nelle tre edizioni precedenti la Russia ha vinto due partite perdendone cinque, soltanto quattro anni fa aveva salutato i Mondiali senza un singolo successo. Era la nazionale allenata da Fabio Capello, che si era presentata in Brasile con grandi aspettative ma era stata eliminata non riuscendo ad andare oltre due pareggi contro Corea del Sud e Algeria, perdendo contro il Belgio. (agg. di Claudio Franceschini)

LE STATISTICHE

Andiamo a studiare le statistiche di Spagna Russia, almeno quelle che le due nazionali hanno messo insieme nel corso del primo turno: per la nazionale padrona di casa l’impatto con i Mondiali 2018 è stato devastante, perchè nelle prime due partite sono arrivati otto gol sia pure contro Arabia Saudita ed Egitto. Purtroppo nella terza sfida la sconfitta è stata altrettanto netta: 0-3 subito dall’Uruguay, e prime reti incassate da Igor Akinfeev. Tra i marcatori spiccano Denis Cheryshev, 3 gol, e Artem Dzyuba che ne ha segnati 2: fatto curioso, entrambi erano partiti dalla panchina nella prima partita e Cheryshev era entrato per l’infortunio di Dzagoev. La Spagna ha segnato 6 gol subendone 5: dopo il 3-3 contro il Portogallo ha battuto di misura l’Iran e ha pareggiato 2-2 contro il Marocco. Difesa certamente da registrare per le Furie Rosse, che hanno in Diego Costa il loro capocannoniere: per l’attaccante dell’Atletico Madrid 3 gol realizzati nelle prime due partite, le altre marcature portano la firma di Nacho, Isco e Iago Aspas. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Spagna Russia si è giocata sei volte nella storia, e in tre occasioni ha rappresentato una sfida ufficiale nella fase finale di un grande torneo: l’episodio più recente riguarda la semifinale degli Europei 2008, quando la sorprendente Russia di Arshavin e Pavlyuchenko si era fermata davanti ai gol di Xavi, Dani Guiza e David Silva per una Spagna che iniziava in quei giorni il suo lustro dominante. A dire il vero le due nazionali si erano già incrociate nella fase a gironi, e anche in quel caso la Spagna aveva vinto nettamente: 4-1 targato David Villa (tripletta) e Cesc Fabregas, per la Russia gol di Roman Pavlyuchenko. L’altra sfida agli Europei era arrivata quattro anni pfrima, nella fase a gironi: le Furie Rosse, che contro la Russia non hanno mai perso nemmeno nelle amichevoli, si erano imposte grazie a Juan Carlos Valeron, entrato dalla panchina. L’ultima in assoluto tra le due nazionali è un pareggio per 3-3 nell’amichevole dello scorso novembre: a segno Jordi Alba e Sergio Ramos con due rigori, Fedor Smolov (doppietta) e Aleksey Miranchuk dall’altra parte. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Spagna Russia sarà diretta oggi ai Mondiali 2018 dall’arbitro olandese Bjorn Kuipers; domenica 1 luglio alle ore 16:00 presso il Luzhniky di Mosca si gioca la partita valida per gli ottavi di finale. Per la prima volta da quando si è disgregata l’Unione Sovietica, la Russia si trova a giocare nella fase ad eliminazione diretta; il girone tutto sommato era abbordabile e infatti è stato superato, adesso però c’è una sfida davvero tosta contro una Spagna che, scottata dall’eliminazione al primo turno di quattro anni fa, vuole riprendere la marcia e dimostrare che tutto sommato il suo grande ciclo può prevedere un altro giro di giostra, anche se questo è già un gruppo nuovo rispetto a quello che si è preso tre grandi trofei in cinque anni.

RISULTATI E PRECEDENTI

La Spagna non ha convito del tutto nella prima fase: ha vinto solo una partita, in maniera strascicata e contro l’Iran, poi ha dovuto sudare sette camicie per strappare un pareggio al Marocco ed evitare guai peggiori. Certamente non sono poche le big che hanno stentato ad entrare in ritmo nei Mondiali, ma da questa Spagna che ha dominato le qualificazioni (e purtroppo lo ricordiamo bene) aspettavamo di più. Vero è anche che otto anni fa la Roja aveva tentennato nel girone (aprendo con una sconfitta) ma poi non aveva più preso gol arrivando fino a vincere i Mondiali; adesso l’asticella si deve inevitabilmente alzare, perchè la Russia sarà spinta da tutto un popolo verso il grande risultato. La nazionale padrona di casa ha aperto bene, sfruttando un girone semplice: ha demolito l’Arabia Saudita per poi ripetersi contro l’Egitto, segnando 8 gol nelle prime due partite e archiviando subito la qualificazione. Contro l’Uruguay, evidentemente è scesa la tensione psicologica del dover centrare il risultato minimo, e così è arrivata una sconfitta netta; quello che adesso va capito è se la Russia sia in grado di elevare il suo livello o se la disfatta contro la Celeste rappresenti il reale potenziale dei padroni di casa.

PROBABILI FORMAZIONI SPAGNA RUSSIA

Fernando Hierro va verso la conferma del solito 4-3-3 con Isco finto esterno a supporto di Diego Costa e David Silva; per il resto l’unico dubbio realistico è quello che riguarda la maglia di mezzala, con Thiago Alcantara che dovrebbe prendere il posto di Lucas Vazquez come già accaduto contro il Marocco. Sergio Busquets perno centrale davanti alla difesa, Iniesta signore del centrocampo con Piqué e Sergio Ramos a fare coppia davanti a De Gea, mentre i terzini saranno Carvajal e Jordi Alba. Russia in campo con il 4-2-3-1: Mario Fernandes si riprende il posto a destra, Zhirkov gioca dall’altra parte, con Akinfeev in porta la difesa è completata da Kutepov e dal veterano Ignashevich. A centrocampo comanda la solita cerniera formata da Gazinskiy e Zobnin, a destra dovrebbe esserci Samedov mentre Cheryshev sarà nuovamente titolare dall’altra parte con Golovin centrale. Per quanto riguarda la prima punta, Dzyuba è favorito sull’attaccante di movimento Smolov.

QUOTE E PRONOSTICO

La Russia gioca in casa, ma la Spagna parte favorita: secondo le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai il segno 1 che identifica la vittoria delle Furie Rosse vale 1,60 ed è distante dalla quota di 6,25 che è stata posta sul segno 2, da giocare per l’affermazione della Russia. Con il pareggio, per il quale dovrete giocare il segno X e che porterebbe le due nazionali ai tempi supplementari, il vostro guadagno sarebbe di 3,80 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori