Video / Francia Argentina (4-3): highlights e gol, il capolavoro di Pavard (Mondiali 2018, ottavi)

- Jacopo D'Antuono

Video Francia Argentina (4-3): highlights e gol della partita dei Mondiali 2018, valida per gli ottavi. Le immagini salienti della grande sfida di Kazan

Meza_Messi_Argentina_Haiti_lapresse_2018
Diretta Nigeria Argentina, Mondiali 2018 gruppo D (Foto LaPresse)

L’Argentina cade agli ottavi di finale dei Mondiali 2018, e ancora una volta torna a casa in anticipo: la finalista di quattro anni fa non è riuscita a riprendere vigore dopo il pessimo girone, e dunque ha dovuto salutare il torneo. Al netto di tutti i problemi che la Seleccion ha riscontrato, va detto che l’Argentina aveva anche girato la partita: i gol di Angel Di Maria e Gabriel Mercado le avevano permesso di portarsi in vantaggio e poter condurre la sfida sui propri ritmi. Purtroppo per l’Albiceleste anche la fortuna non ha girato: nel momento infatti di prendere il controllo del pomeriggio è arrivato lo strabiliante gol di Benjamin Pavard, ventiduenne che gioca nello Stoccarda e che si è inventato una conclusione meravigliosa per battere Franco Armani e portare in parità i Bleus che, esaltati dal 2-2, hanno trovato nella delusione argentina il seme per far germogliare la vittoria, timbrata poi dalla doppietta di Kylian Mbappé. Pavard dunque è il reale eroe della partita, quantomeno quello che ha permesso alla Francia di zittire l’Argentina nel momento in cui Leo Messi e compagni si preparavano a gridare più forte. (agg. di Claudio Franceschini)

MBAPPE’ MAN OF THE MATCH

Kylian Mbappè è il man of the match della gara Francia-Argentina che si giocava per gli ottavi di finale del Mondiale 2018 e che si è conclusa col risultato di 4-3. L’attaccante del Paris Saint German ha tirato fuori dal cilindro due reti di pregevole fattura, dimostrando di essere calciatore dotato oltre che di tecnica anche di uno scatto pauroso. Sono tornati così i paragoni con grandi campioni del passato, uno su tutti Ronaldo il Fenomeno. A soli 19 anni Mbappé è protagonista assoluto al cospetto di Lionel Messi ieri praticamente inesistente come gli capita un po’ troppo spesso con la maglia dell’Argentina. Ora il francese spera di crescere ancora per guadagnarsi quel Pallone d’oro che rimane un sogno concreto ma non il primo e l’unico di un calciatore che vuole vincere davvero tutto. Il pubblico lo esalta e la Francia lo ama, ora per lui ci sarà un’altra grande occasione in un quarto di finale di livello contro l’Uruguay. Clicca qui per il video. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL RACCONTO DELLA PARTITA

Partita incredibile a Kazan tra Francia Argentina, con i transalpini che accedono ai quarti di finale dopo novanta minuti spettacolari e ricchi di gol. Pronti, via ed una traversa colpita da Griezmann su punizione. Al tredicesimo lo stesso Griezmann va in gol dal dischetto dopo il fallo commesso in area da Rojo ai danni di Mbappè. La Francia domina, l’Argentina pareggia i conti al quarantunesimo con Di Maria che dai trenta metri fulmina Lloris con un siluro imprendibile. Nella ripresa l’Argentina passa a sorpresa con Mercado, che infila in porta con una deviazione vincente sul tiro-cross di Messi. La Francia non si deprime, l’Argentina non la chiude. E al cinquantasettesimo Pavard mette la firma sul pareggio con una grande conclusione al volo. Passano sette minuti e la Francia vola per il sorpasso con uno strepitoso Mbappè, che da dentro l’area insacca col sinistro. L’albiceleste crolla nel giro di pochi minuti, il colpo del ko sembra darlo ancora Mbappè con un diagonae che vale il poker. La Francia si limita a gestire fino alla fine, ma rischia grosso quando l’Argentina accorcia le distanze con Aguero che di testa batte Lloris. Termina 4-3.

LE STATISTICHE

Andiamo ad esaminare le statistiche di Francia Argentina. Partiamo dal risultato pirotecnico, con ben 7 gol siglati dalle due squadre: 4 dalla Francia, 3 dall’Argentina. 9 i tiri totali dei francesi, 10 dei sudamericani. Soltanto in 4 circostanze le due squadre hanno centrato lo specchio della porta. Per quanto riguarda il possesso palla, il dato sorride agli uomini di Sampaoli col 61%. 21 i falli commessi dalla Francia, 15 dall’Argentina che ha subito un calcio di rigore e rimediato anche diversi cartellini gialli. Ben 5 le ammonizioni per l’albiceleste, 3 per la Francia. Infine uno sguardo ai dati dei corner: 0 gli angoli battuti dai transaplini, 4 dall’Argentina.

LE DICHIARAZIONI

Spazio alle dichiarazioni dei protagonisti del match, con la Francia che gioisce per la vittoria contro l’Argentina. Tra i migliori in campo spicca sicuramente Pavard, autore del 2-2: “Questa vittoria è davvero fantastica. Sono ancora commosso e felice. Questo 4-3 è una boccata d’aria fresca, sono contento per me stesso e per tutti i francesi. Abbiamo una grande squadra e ci divertiremo ancora. Esultanza? Non sapevo cosa fare. Ho corso per tutto il campo, questa rete è una ricompensa al mio lavoro”. Anche Deschamps è logicamente euforico, mentre Sampaoli ha smentito possibili dimissioni come CT dell’Argentina. Queste invece le parole del commissario tecnico francese: “È stata una grande partita. Ci sono stati degli errori, ovviamente, ma c’era anche tanta emozione in campo. Sono contento per i miei giocatori. Come ho detto loro prima della partita, sono mesi che pensiamo e ci prepariamo per vivere momenti come questo. La squadra ha risposto molto bene. Critiche? Ci saranno sempre, ma la verità sta in campo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori