Chelsea, Maurizio Sarri nuovo allenatore/ L’ex Napoli ha firmato coi blues

Conte esonerato dal Chelsea, manca solo l’ufficialità: il tecnico ha risolto il contratto con i Blues, via anche lo staff, inizia l’era di Maurizio Sarri a Londra.

12.07.2018 - Carmine Massimo Balsamo
chelsea_conte_hazard_lapresse_2017
Diretta Chelsea Southampton (LaPresse)

Maurizio Sarri è ufficialmente il nuovo allenatore del Chelsea. L’ex tecnico del Napoli ha finalmente messo la firma sul contratto che lo legherà ai blues. Il mister toscano, dopo diverse settimane di attesa, ha ricevuto il via libera da Abramovich, che ha esonerato Conte. Da oggi, infatti, Antonio Conte non è più l’allenatore del Chelsea. Una notizia che era nell’aria da tempo, anche se ufficialmente fino a ieri l’ex Juventus era ancora a tutti gli effetti alla guida della squadra che la scorsa stagione ha trionfato in Premier League. Al suo posto di nuovo un italiano, Maurizio Sarri, che allunga la lista degli allenatori emigrati in Inghilterra come Vialli, Ranieri, Ancelotti, Di Matteo e Conte. Al fianco dell’ex Napoli ci sarà Zola, che ricoprirà il ruolo di vice. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

CONTE ESONERATO

Antonio Conte non è più l’allenatore del Chelsea. Il tecnico salentino, ex commissario della nazionale azzurra, è stato esonerato e ora rischia di ritrovarsi a dover stare fermo un anno. Non che sia sbagliata quella dell’anno sabbatico come idea, ma non è da escludere che il mister voglia confrontarsi con una nuova avventura. Di certo a questo punto della stagione e con tutti i ritiri già iniziati la possibilità di trovare una panchina libera in una big rimane davvero molto complicata. Tra le possibilità c’è anche quella di aspettare che salti la prima panchina anche se è noto che è molto difficile pensare di vedere una big liquidare subito all’inizio della stagione un tecnico. Antonio Conte al Chelsea non va scordato che ha vinto un campionato appena arrivato e nell’ultima stagione ha comunque conquistato la Fa Cup anche se non è riuscito a qualificarsi per la prossima Champions League. (agg. di Matteo Fantozzi)

SARRI SARÀ IL SUO EREDE

Era nell’aria da diverse settimane, ieri ulteriori conferme e ora è giunta l’ufficialità: Antonio Conte non è più l’allenatore del Chelsea. Il tecnico salentino ieri mattina ha diretto l’ultima sessione di allenamento dei Blues, prima di lasciare Cobham insieme al collaboratore Cudicini. Risoluzione consensuale del contratto, con l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana che riceverà oltre 10 milioni di euro come buonuscita. Il club londinese ha voluto ringraziare Conte per aver guidato la squadra al sesto titolo di Premier League e all’ottava FA Cup della storia, sottolineando il record di 30 gare vinte su 38 in campionato nella stagione 2016-2017. “Auguriamo ad Antonio i migliori successi per la sua carriera”, conclude la nota dei Blues. E ora manca solo l’ufficialità per l’inizio dell’era Maurizio Sarri, con il Napoli che ha accettato la proposta di Roman Abramovich che include l’acquisto del centrocampista Jorginho. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SI RISCHIA LA CAUSA

Antonio Conte non è più l’allenatore del Chelsea e il suo esonero fa rumore anche per le modalità decisamente anomale, dalle tempistiche fino alla battaglia economica di cui vi rendiamo conto qui sotto. Per fortuna però c’è anche un aspetto umano senz’altro migliore, testimoniato dai messaggi sui social di molti suoi giocatori in questi due anni al Chelsea. Uno dei primi a ringraziare Conte è stato l’ex capitano dei Blues, John Terry, attraverso due foto pubblicate sul suo profilo Instagram. La prima riportava il messaggio “Grazie Boss” accanto all’emoticon di un cuore e una coppa. “Grande uomo, grande manager. Ti auguro ogni successo per il futuro”. La seconda è un abbraccio bellissimo tra i due. La didascalia lo è ancora di più: “Grazie per tutto. E’ stata una delle stagioni più difficili della mia carriera. Ma Antonio Conte è stato onesto, rispettoso e c’è sempre stato quando ne avevo bisogno. Amo quest’uomo”. Il riferimento è stato all’ultimo anno di Terry al Chelsea, primo di Conte sulla panchina, con l’allenatore che evidentemente è stato molto bravo a gestire l’addio di una bandiera dei londinesi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

UN RETROSCENA SULL’ADDIO

Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio a Sky Sport, ci sarebbe un retroscena clamoroso su Antonio Conte e il suo divorzio dal Chelsea. Il club londinese infatti punterebbe ad ottenere il licenziamento per giusta causa, e non vorrebbe dunque corrispondere il restante anno di contratto che garantirebbe comunque a Conte un ricco ingaggio anche in caso di inattività. Una scelta che sarebbe sorprendente ma che costringerebbe l’allenatore salentino ad entrare in causa con la società con la quale ha conquistato la Premier League nel 2017. Di sicuro al momento c’è comunque che l’addio di Conte al Chelsea dà il via libera all’arrivo di Maurizio Sarri a Stanford Bridge, anche se in questo caso ci sarà a sua volta da sciogliere il nodo della clausola rescissoria da corrispondere al Napoli, vecchio club del tecnico toscano. (agg. di Fabio Belli)

QUALE FUTURO PER L’ALLENATORE SALENTINO?

Antonio Conte è stato esonerato dal Chelsea e al suo posto arriverà Maurizio Sarri, ora è ufficiale. Dove sarà il futuro del tecnico salentino? Al momento tutte le panchine più importanti sembrano sistemate con poche soluzioni a disposizione. L’unica soluzione al momento aperta sembra essere il Milan con il fondo Elliott che ha preso i rossoneri in mano e potrebbe prendere una decisione a sorpresa, magari ridimensionando Gennaro Gattuso a secondo proprio di Antonio Conte. Rimangono comunque tutte trattative di fantamercato con la possibilità più concreta che sermbra essere l’anno sabatico. I club accostati a Conte in passato infatti si sono sistemati come per esempio la Nazionale azzurra che dopo l’esonero di Gian Piero Ventura aveva pensato anche a lui per poi trovare la ferma opposizione del Chelsea che constrinse a virare su Roberto Mancini. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’OMAGGIO DEI CALCIATORI

Chelsea-Conte, addio da oltre 10 milioni di euro: il tecnico salentino è stato esonerato dai Blues, manca solo il comunicato ufficiale. Come sottolineato dai colleghi de La Gazzetta dello Sport, l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana ha risolto il contratto in essere fino al 30 giugno 2019: Abramovich verserà nelle sue casse oltre 10 milioni di euro. E sui social network spuntano i primi messaggi di saluto dei suoi calciatori, a partire da Cesc Fabregas: “Non è stato facile convincerti all’inizio, ma alla fine spero di averti reso orgoglioso di me. Buona fortuna!”. Anche John Terry, ex capitano dei Blues reduce dall’avventura all’Aston Villa, ha commentato: “Grazie capo! Grande uomo e grande manager. I migliori auguri per il tuo successo futuro”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

CONTE LASCIA COBHAM CON CUDICINI

E’ terminata dopo due stagioni l’avventura di Antonio Conte sulla panchina del Chelsea: vi abbiamo raccontato che i Blues hanno comunicato al tecnico salentino l’esonero, con Roman Abramovich pronto a presentare Maurizio Sarri. I tabloid britannici rivelano che l’ex allenatore di Juventus e Bari ha già lasciato il ritiro di Cobham a bordo di una macchina insieme a Cudicini. Non è bastata a Conte la vittoria della Coppa d’Inghilterra, con la dirigenza del club olandese che ha deciso di puntare sull’allenatore reduce da un triennio di altissimo livello con il Napoli. Abramovich, interpellato dalla BBC, ha preferito non rilasciare dichiarazioni per il momento ma l’ufficialità è prevista nelle prossime ore: insieme a Maurizio Sarri arriverà a Londra anche Jorginho, in una operazione da ben 65 milioni di euro. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

ARRIVA SARRI A LONDRA

Antonio Conte esonerato dal Chelsea, ufficialità in arrivo nelle prossime ore: finisce dopo due stagioni l’avventura in Premier League del tecnico italiano. Pochi minuti fa è arrivato l’aggiornamento di Sky Sport: l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana ha risolto il contratto con i Blues. Oggi pomeriggio la formazione londinese non è scesa in campo per la consueta seduta di pre-campionato, un campanello d’allarme che pochi istanti fa è stato spiegato: ufficiale la risoluzione del contratto di Antonio Conte. La società ha comunicato al tecnico l’esonero: raggiunto un accordo tra l’entourage del mister e il patron russo Roman Abramovich, che dovrà versare nove milioni di sterline come buonuscita per i restanti stipendi previsti dal contratto. Anche il suo staff verrà liquidato, con il prossimo tecnico dei Blues, un’altra vecchia conoscenza del calcio italiano, che porterà a Stamford Bridge i suoi fedelissimi…

CONTE ESONERATO DAL CHELSEA

Termina con due trofei in bacheca l’avventura di Antonio Conte come allenatore del Chelsea. Il primo è arrivato nella stagione 2016-2017: la straordinaria vittoria in Premier League che ha estasiato la tifoseria e la dirigenza, che gli ha fatto mettere nero su bianco il prolungamento del contratto. L’ultima annata calcistica non è stata delle migliori, con la zona scudetto lontana. Nonostante ciò ha potuto sollevare la Coppa d’Inghilterra. E al suo posto arriverà un altro tecnico italiano: parliamo di Maurizio Sarri, reduce dal triennio al Napoli e pronto a vivere la sua prima esperienza all’estero. Raggiunto l’accordo con Aurelio del Laurentiis: il Chelsea verserà 65 milioni di euro nelle casse dei Blues per pagare la clausola del tecnico toscano e il cartellino di Jorginho, centrocampista italo-brasiliano e pupillo dell’ex Empoli.

I commenti dei lettori