DIRETTA / Tour de France 2018: Groenewegen vincitore in volata! (Dreux-Amiens 8^ tappa)

Diretta Tour de France 2018 streaming video e tv 8^ tappa Dreux-Amiens, 181 km: vincitore, percorso e orari, frazione per velocisti (oggi sabato 14 luglio)

14.07.2018 - Mauro Mantegazza
gaviria_tour_facebook_2018_720
Diretta Tour de France: una volata di Fernando Gaviria (da Facebook)

L’olandese Dylan Groenewegen ha vinto in volata ad Amiens l’ottava tappa del Tour de France 2018: il corridore della Lotto NL-Jumbo ha concesso il bis del successo già ottenuto ieri precedendo sul traguardo André Greipel e il colombiano Fernando Gaviria. I due fuggitivi Fabien Grellier e Marco Minnaard erano ancora al comando al momento dello sprint con abbuoni di Loeuilly, con Minnaard che è passato per primo, ma è da segnalare soprattutto il terzo posto della maglia gialla Greg Van Avermaet, che in questo modo si è preso l’ultimo secondo di abbuono che era in palio appunto per il terzo classificato. Poco dopo il gruppo si è ricompattato, ma è stata una caduta a creare il caos per l’ennesima volta nella prima settimana di questo Tour de France. È rimasto attardato Daniel Martin, che dunque paga pegno insieme ad Ilnur Zakarin a una frazione di per sé ben poco indicativa. Poi è cominciato il lavoro delle squadre dei velocisti, che non ha dato spazio a un tentativo solitario di Philippe Gilbert a 2 km dal traguardo. La volata è stata caotica, con tanti gregari che hanno “perso” i loro capitani: Sagan ha provato ad approfittarne, ma di fatto ha finito per tirare la volata ai grandi rivali, fra i quali infine ad esultare è stato Groenewegen. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VERSO IL GRAN FINALE

Meno di 40 km all’arrivo dell’ottava tappa del Tour de France 2018, possiamo dunque dire di essere ormai nel gran finale della frazione che si concluderà ad Amiens, dove dovremmo assistere all’ennesima volata di questa prima settimana del Tour de France. Per il momento restano al comando i due fuggitivi Fabien Grellier (Direct Energie) e Marco Minnaard (Wanty), con Greiller che è passato per primo allo sprint intermedio di La Neuve Grange, quello che assegna i punti per la maglia verde. Di conseguenza anche il gruppo ha fatto la volata per le posizioni di rincalzo: il terzo posto è andato ad Arnaud Demare, che ha preceduto Peter Sagan e Fernando Gaviria. I velocisti dunque hanno già fatto una sorta di prova generale, ma è chiaro che le loro squadre stiano lavorando soprattutto in ottica sprint finale: il vantaggio della testa della corsa è sceso sotto i due minuti, il gruppo non avrà alcun problema per andare a riprendere i fuggitivi quando vorrà. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DAVANTI RESTANO IN 2

Quando mancano circa 100 km all’arrivo dell’ottava tappa del Tour de France 2018, la notizia principale è che in fuga sono rimasti appena due uomini. Infatti Laurens Ten Dam della Sunweb, che pure era stato il primo ad attaccare creando questa fuga, si è rialzato e si è fatto riprendere dal gruppo, forse per qualche ordine di squadra – la Sunweb ha come capitano Tom Dumoulin e quindi importanti ambizioni di classifica. Di conseguenza, sono rimasti all’attacco solamente Fabien Grellier (Direct Energie) e Marco Minnaard (Wanty), che si sono spartiti i due Gpm di quarta categoria in programma oggi: Minnaard è passato per primo sulla Côte de Pacy-sur-Eure, Greiller invece sulla Côte de Feuquerolles. Il canovaccio comunque non ha subito scossoni, anzi la fuga adesso fa ancora meno paura (se mai ne avesse fatta) al gruppo e in particolare alle squadre dei velocisti, che tengono i due coraggiosi attaccanti a circa quattro minuti quando appunto manca ancora un centinaio di chilometri all’arrivo di Amiens, dove dovremmo assistere all’ennesima volata di questa prima settimana del Tour de France. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARTE LA FUGA

Dopo un inizio abbastanza tranquillo, arrivano le prime notizie interessanti dall’ottava tappa del Tour de France 2018, altra frazione pianeggiante che dovrebbe risolversi con un arrivo in volata, salvo sorprese. Per il momento è da segnalare che è riuscita a prendere il largo la fuga da lontano composta da tre uomini, cioè Laurens Ten Dam (Sunweb) che è stato il primo ad attaccare, più Fabien Grellier (Direct Energie) e Marco Minnaard (Wanty). Il canovaccio è quello classico di questo genere di tappe, con i tre fuggitivi che non preoccupano più di tanto il gruppo e in particolare le squadre dei velocisti, che infatti hanno concesso spazio alla testa della corsa, il cui vantaggio si sta avvicinando ai cinque minuti nei confronti del gruppo quando mancano ancora poco meno di 150 km da percorrere. Da segnalare una curiosità: oggi è il 14 luglio, ma non ci sarà la maglia di campione nazionale francese in gruppo nel giorno della festa nazionale, perché la Groupama-FDJ non ha portato al Tour de France Anthony Roux, che a giugno si è laureato appunto campione di Francia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL TOUR DE FRANCE (8^ TAPPA)

Per seguire il Tour de France 2018 in diretta tv, ci sarà una amplissima copertura live sulla Rai e su Eurosport: in chiaro, i canali di riferimento sono Rai Tre e Rai Sport + HD. I collegamenti per l’ottava tappa Dreux-Amiens avranno inizio già alle ore 13.45 sul canale tematico, ma naturalmente sarà al pomeriggio il cuore della giornata, con la cronaca a partire dalle ore 15.00 su Rai Tre, incentrata sulla telecronaca di Francesco Pancani e Silvio Martinello. Il Tour de France sarà però visibile anche su Eurosport, canale disponibile sia per gli abbonati Sky sia per quelli di Mediaset Premium: appuntamento oggi a partire dalle ore 11.30. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito raiplay.it, per gli abbonati tramite Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour.

SI COMINCIA

Sta per avere inizio la 8^ tappa del Tour de France 2018 e come abbiamo più volte ripetuto anche oggi la Grande Boucle offrirà grande spettacolo ma solo per le ruote veloci. Esaminate quindi percorso, ultimi km e favoriti non possiamo che dare la parola prima che alla strada, a Dylan Groenwegen che ieri ha vinto la frazione di Chartres con una splendida volata e rischia oggi di fare pure il bis. Lo stesso alfiere della Lotto Jumbo, appena sceso dal podio ha dichiarato: “Ogni giorno mi sento meglio, nella quarta tappa avevo grandi gambe ma non sono riuscito a vincere, oggi finalmente il successo è arrivato. Ho seguito Alexander Kristoff quando è partito ed è stata la scelta giusta. Stasera voglio festeggiare con i miei compagni, poi vedremo di fare ancora qualcosa di buono nei prossimi giorni”. Diamo ora la parola all’asfalto: si parte! (agg Michela Colombo)

I FAVORITI

Giunti ormai alla ottava tappa del Tour de France 2018 ci attende ancora una frazione pianeggiante: nella lista dei favoriti ecco quindi le ruote veloci, nomi che in realtà abbiamo già ammirato nei giorni scorsi. La Grande Boucle anche oggi infatti non ci presenta alture che potrebbero muovere le carte e un arrivo in volata è l’ipotesi più probabile, specie di alcuni big che hanno ancora a disposizione forze fresche nella loro squadra, utili a sgomitare per il miglior piazzamento a pochi metri dal traguardo finale. In questo senso anche per la tappa prevista oggi tra Dreux e Amiens ci sentiamo di mettere tra i favoriti l’ottimo Peter Sagan e il suo primo avversario nella conquista delle tappe di pianura, ovvero Fernando Gaviria, già vincitore di due frazione. Ovviamente non dimentichiamo altro nomi come quelli di Marcel Kittel e Demare oltre che Greipel, Growenegen. Capitolo a parte merita poi Sonny Colbrelli, che già per due volte ha insidiato da vicinissimo lo stesso campione del mondo in carica, arrivando per un soffio solo al secondo gradino del podio. Vedremo però che ci dirà la strada! (agg Michela Colombo)

PRESENTAZIONE TAPPA

Oggi al Tour de France 2018 è il giorno dell’ottava tappa Dreux-Amiens di 181 km: per la Grande Boucle numero 105 è un giorno speciale perché il 14 luglio è speciale per la Francia, qui è festa nazionale nell’anniversario della Presa della Bastiglia del 1789, uno dei primi atti della Rivoluzione Francese. Di solito il 14 luglio viene onorato nel migliore dei modi dal Tour de France con una tappa importante, ad esempio in montagna: quest’anno invece la tradizione non sarà onorata, perché salvo sorprese ci attenderà l’ennesimo arrivo in volata di questa prima parte di un Tour 2018 quasi completamente piatto. Le avvertenze sono le solite: prestare grande attenzione agli imprevisti che in un attimo possono rovinare mesi e mesi di preparazione di chi magari lavora tutto l’anno per il Tour de France. In linea di massima però l’unica grande emozione di oggi dovrebbe essere il probabilissimo sprint di gruppo a ranghi compatti, in attesa di vivere molte più emozioni domani, con tanti tratti in pavé e non a caso l’arrivo a Roubaix.

TOUR DE FRANCE 2018: PERCORSO 8^ TAPPA

Qualcosa abbiamo già detto sul percorso di questa ottava tappa Dreux-Amiens del Tour de France 2018: come già è successo diverse volte nei giorni scorsi, ci attende una frazione che presenterà ben poche difficoltà dal punto di vista altimetrico. Adesso però andiamo a descrivere più nel dettaglio il tracciato, a cominciare dalla partenza che avrà luogo da Dreux già alle ore 11.50 (trasferimento alle ore 11.35), anticipata per ridurre al minimo o se possibile addirittura azzerare del tutto la sovrapposizione con i Mondiali di calcio – anche se la giornata più attesa, a maggior ragione in Francia, sarà ovviamente quella di domani. Per quanto riguarda l’altimetria della tappa di oggi c’è davvero poco da dire, si sarà sempre in pianura anche se non mancheranno due Gpm, entrambi però di quarta categoria e molto lontani dal traguardo. La prima salitella sarà quella della Cote de Pacy sur Eure, 2 km di ascesa al 4,3% di pendenza media con scollinamento al km 35; il secondo Gpm sarà invece collocato sulla Cote de Feuquerolles, stavolta 2,3 km di salita sempre con pendenza media del 4,3% e scollinamento al km 71,5. Da segnalare anche i due sprint intermedi di Le Neuve Grange dopo 86,5 km e di Loeuilly al km 160,5 che metterà in palio i secondi di abbuono a circa 20 km dall’arrivo di Amiens (previsto entro le ore 16.00), di cui costituirà di fatto una prova generale. Per quanto riguarda la volata, da notare che fra i -4 e i -2 km dal traguardo si pedalerà in discesa, dunque si toccheranno velocità altissime e bisognerà stare molto attenti a non correre rischi eccessivi.

I commenti dei lettori