DENIS TEN MORTO: PATTINATORE OLIMPIONICO ACCOLTELLATO/ Ultime notizie: ha perso 3 L di sangue

Denis Ten morto: pattinatore olimpionico accoltellato. Ultime notizie: arteria femorale rescissa, il 25enne kazako ha perso 3 litri di sangue in pochissimo tempo

denis_ten_2018
Denis Teo: ucciso in Kazakistan la stella del pattinaggio - Youtube

Davvero scioccante per lo sport intero, la morte di Denis Ten, 25enne pattinatore kazako, vincitore di diverse medaglie di categoria alle precedenti olimpiadi e ai mondiali. Il ragazzo è stato accoltellato a morte da due ladri che stavano cercando di rubargli gli specchietti dell’auto. Per sfortuna di Ten, i due malviventi gli hanno rescisso l’arteria femorale, quella che di fatto permette il circolamento del sangue dalle gambe alla testa, e di conseguenza l’atleta si è dissanguato in brevissimo tempo. Moltissime le reazioni su Twitter, fra cui quella dell’International Skating Union, che ha scritto: «Denis Ten era un pattinatore di grande talento e un vero ambasciatore per il pattinaggio di figura. Ha ispirato molti bambini e adulti in tutto il mondo». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GRAVE LUTTO NEL MONDO DEL PATTINAGGIO

Grave lutto nel mondo del pattinaggio mondiale. Nelle scorse ore è infatti venuto a mancare Denis Ten, 25enne stelle di origini kazake. Il ragazzo è stato ucciso in quel di Almaty, la città più popolosa della nazione dell’est Europa, accoltellato dopo essere stato vittima di una rapina. Come sottolineato dai colleghi de La Gazzetta dello Sport, Ten aveva parcheggiato la sua automobile in centro: due delinquenti hanno tentato di rubargli gli specchietti, e il campione del pattinaggio di figura è intervenuto per farli scappare. A quel punto, però, invece che darsela a gambe i due hanno aggredito il kazako, accoltellando.

FATALE LA FERITA ALL’ARTERIA FEMORALE

Fatale la ferita all’arteria femorale, visto che Denis Ten ha iniziato a perdere sangue in maniera copiosa, fino a morire poche ore dopo. Il pattinatore è stato trasporto immediatamente in ospedale, ma nel giro di poco tempo aveva perso tre litri di sangue, una perdita fatale che gli è costata la vita. I dottori hanno provato ad operarlo per cercare di salvarlo, ma niente hanno potuto fare. Ten aveva vinto la medaglia di bronzo alle olimpiadi di Sochi, l’argento mondiale a Londra nel 2013, e il bronzo mondiale a Shanghai nel 2015. Aveva inoltre vinto l’oro alle Universiadi e ai Giochi Asiatici, oltre ad essere stato per cinque volte campione del suo paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori