Diretta/ Tour de France 2018 streaming video tv: trionfo di Geraint Thomas in giallo! (12^ tappa)

Diretta Tour de France 2018: info streaming video e tv della 12^ tappa, l’ultima nelle Alpi per la Grande Boucle. Oggi si va da Bourg Saint Maurice a Alpe d’Huez. 

19.07.2018 - Michela Colombo
ciclismo_generico_strada_lapresse_2017
Ciclismo, 90enne positivo al doping: perde titolo e record (LaPresse - immagine di repertorio)

Geraint Thomas entra nella storia e va a vincere con indosso la maglia gialla la storica Alpe d’Huez, traguardo della 12^ tappa del Tour de France 2018. Ancora una volta l’inglese del Team Sky ha sorpreso tutti, sfruttando al massimo l’energia che gli era rimasta nella gambe, pur essendo salito sul primo gradino anche ieri. Ancor più impressionate può quanto fatto oggi dalla Sky, che è riuscita a portare a podio i due alfieri di punta: dietro a Thomas, infatti ha trovato un eccezionale quarto piazzamento anche Chris Froome. A completare il podio quindi ecco oltre a Thomas anche Tom Dumoulin e Romain Bardet: quindi Mikel Landa. Come da pronostico si sono rivelati eccezioni questi ultimi km sull’ascesa che ha fatto la storia del Tour de France 2018 con tanti big che hanno davvero dato spettacolo. Il primo è Kruijskwijk andato in fuga già dopo il Gpm di Col de la croix de Fer: il ciclista della Lotto Jumbo però si è dovuto arrendere a circa 5 km al traguardo finale. Qui sono entrati in scena i big che già lo inseguivano da tempo. Con loro ci ha provato anche il nostro Vincenzo Nibali, che partito da lontano aveva sferrato un attacco di sicuro successo: lo squalo però è stato toccato ed è caduto. Per fortuna il siciliano si è subito ripreso e al traguardo aveva già meno di una trentina di secondi dalla maglia gialla di Thomas, già verso il primo gradino del podi.

ULTIMO SFORZO

Ultimo terzo della 12^ tappa del Tour de france 2018: la corsa gialla infatti ha appena scollinato al Gpm Hors Categorie del Col de la croix de Fer e ora, dopo una complicata discesa, affronterà l’ascesa finale all’Alpe D’Huez, dove è pure posto il traguardo finale. intanto segnaliamo che proprio al Gran Premio della Montagna è appena passato per primo in solitaria l’alfiere della Lotto Jumbo Kruijswijk: alle sue spalle ecco ora un drappello di appena tre attaccanti distante circa 3 minuti abbondanti e composto da Nieve, Berguil e Majka. Dietro ecco un nuovo gruppetto di attaccanti distante quasi 4 minuti dallo stesso Kruijswijk con Valverde, Rolland e Gesink: in fondo un gruppone principale a 6 minuti dalla testa della corsa e gli attardati, tra cui la maglia a pois di Julien Alaphilippe e quella verde di Peter Sagan. Vanno però segnalati a questo punto della corsa parecchi ritiri: ecco infatti che hanno lasciato la Grande Boucle Groenewegn, Greipel, Poljanski, Zabel, Fernando Gaviria oltre che Marcel Sieberg.

ROLLAND IN TESTA

Siamo ora ai giunti a metà della 12^ tappa del Tour de France 2018: la corsa infatti ha superato anche il Gpm di Lacets de Montvernier, oltre che il traguardo volante di Saint Jean de Mauienne. In entrambi i punti di interesse del percorso il primo a passare è stato Pierre Rolland: proprio l’alfiere della Ef Education First è ora in testa alla corsa sia pure con un vantaggio sempre più risicato da drappello che si era formato a circa una quarantina di km dal via di Bourg Saint Maurice. Alle spalle di Roland ecco quindi un gruppetto di circa 19 attaccanti, dai quali però non sono stati pochi rimanere indietro: uno di questi proprio Alaphilippe in maglia a pois, che ora registra un ritardo di due minuti e mezzo dal battistrada. In fondo sempre il gruppo maglia gialla: ora il gap con la testa della corsa è di 4 minuti abbondanti.

ALAPHILIPPE AVANTI AL COL DE LA MADELEINE

La corsa ha appena scollinato al primo Gpm della giornata: la 12^ tappa del Tour de France 2018 ha quindi passato la vetta del Col de la Madeleine, affrontando una salita affatto semplice. Qui il primo a passare stato la maglia a pois di Julien Alaphilippe che a poco metri dal traguardo si è staccato dal drappello di battistrada, battendo con grande anticipo Warren Barguil, secondo al Gran Premio della Montagna. Mentre quindi ora il resto dei corridori sta ora scollinando sulla cima Fuori Categoria vediamo che sta succedendo in strada, prima che inizi la ripidissima e difficilissima discesa. dopo infatti i primi 40 km della frazione condotti a ranghi compatti ecco che il gruppo si è finalemte diviso in due tronconi, abbastanza netti una volta si è cominciato a salire verso il Col de la Madeleine. In avanti quindi ora vediamo un gruppone di ben 26 battistrada e quindi: Kruijswiijk, Valverde, Zakarin, Nieve, Pauwels, Latour, Barguil, Majka, Van Garderen, Moinard, Alaphilippe, Izagirre, Rolland, Bouet, Gesink, Gaudu, Martinez, Minnaard, Ten Dem, Amador, Edet, Ricard, Hansen, Navarro, Muhlberger e Perez. Dismati ora 2 minuti e mezzo il gruppo maglia gialla con Geraint Thomas, e dove spicca anche quella verde sulle spalle di Peter Sagan. Spazio ora alla strada: occhio alla discesa!

GRUPPO COMPATTO

Siamo ormai entrati nel vivo della 12^ tappa del Tour de France 2018 e la situazione in strada non potrebbe essere più confusa. Siamo infatti ben oltre i primi 30 km dal via di Bourg Saint Maurice les Arcs ma il gruppo rimane ancora ben compatto, sia pur mantenendo ritmi davvero altissimi. Non son però mancati gli attacchi fin dai primi metri dal via della 12^ tappa: subito sono stati gli uomini professione ad andare in avanti per poter farsi vedere anche la Movistar. Ora sono Greipel, Pozzovivo e Warren Barguil a tentare il forcing: sarà da capire se i tre riusciranno effettivamente a staccarsi dal gruppo, impresa che finora non è ancora riuscita a nessuno, benché sia ormai iniziata la salita al Gpm Hors Categorie Col de la Madeleine. Intanto segnaliamo alcune defezione importanti al via della Grande Boucle stamattina. Si son infatti ritirati dalla corsa Cavendish, Kittel, Renshaw, che ieri son finiti fuori tempo massimo: out anche Rigoberto Uran ancor sofferente delle conseguenze della brutta caduta rimediata nella nona tappa.

IN STRADA

Se le vette prima esposte non fossero ostacoli sufficienti ecco che la 12^ tappa del Tour de France 2018 prevede pure l’arrivo in salita di Alpe d’Huez: non sarà certo una frazione semplice da affrontare quella di oggi per la Grande Boucle. Anche al traguardo finale è infatti previsto una cima Hors Categorie e quindi una salita di 13,8 km a 8,1% di media di pendenza. Anche in questo caso la notissima località sciistica fa parte da tempo del Tour de France: qua sono state compiute non poche imprese rimaste indelebilmente nella storia. Dal successo di Fausto Coppi all’esordio della cima nel Tour del 1952, alle glorie di Gianni Bugno e Marco Pantani (entrambi in doppietta proprio ad Alpe d’Huez). Significativo il soprannome dato poi alla cima, chiamata Dutch Mountain: qui infatti sono stati ben 8 i vincitori olandesi nelle prime 14 edizioni della prova francese a tappa qua organizzata. Piccola nota curiosa: la salita prende ben 21 tornanti dove è stata posta una targa di ricordo per ogni vincitore del Tour de France.Vedremo quindi che dirà la strada: si parte!

LE VETTE PIU’ NOTE

L’altimetria della 12^ tappa del Tour de France 2018 potrebbe spaventare non pochi: sono infatti ben 4 Gpm ben distribuiti lungo tutto il tracciato da Bourg Saint Maurice a Alpe d’Huez, dei quali ben tre sono stati considerati dalla direzione della Grande Boucle Hors Categorie (tra cui anche il traguardo). A ben vedere però si trattano di cime ben note e affatto insolite per il Tour de France: i corridori oggi il via quindi sanno bene a che cosa andranno in corso e hanno quindi avuto ben modo di prepararsi. Cominciamo dal primo Gran Premio della Montagna di giornata ovvero il Col de la Madeleine (25.3 km al 6,2%): qui però il tour in passato ci è già passato ben 22 volte, dal 1969 a oggi (allora il primo vincitore qui fu Andre Gandarias). La cima poi è ben nota anche nel Criterium del Delfinato, che ha qui posto un arrivo di tappa nel 2009. L’altra è il Col de la Croix de Fer, Gpm hors categorie previsto al 121 km con 29 km condotti a 5,2% di pendenza. Qui infatti il Tour ci è passato per ben 17 volte nella sua storia, la prima nel 1947 (vinto da Fermo Camellini) e l’ultima nel 2017 (successo di Thomas De Gendt).

LA PRESENTAZIONE DELLA TAPPA

Oggi giovedi 19 luglio si chiude il capitolo Alpi per questa emozionante edizione del Tour de France 2018: con la 12^ tappa la corsa gialla attraversa per l’ultima volta l’arco alpino e la regione della Savoia per poi trasferirsi già da domani nella pianura tra le regione dell’Isere e del Drome. La prova quindi sarà ancora una volta terreno per gli scalatori o almeno per chi dopo due tappe davvero spezza gambe avrà ancora qualcosa da dare prima riposarsi un attimo, almeno a livello altimetrico. La prova di oggi in ogni caso si annuncia davvero entusiasmate per tutti gli appassionati di grande ciclismo: si andrà da Bourg Saint Maurice Las Arcs fino a Alpe D’Huez, per 175,5 km di grandi salite e impegnative discese. Diamo quindi i primi dettagli utili per seguire la 12^ tappa del Tour de France 2018: segnaliamo che la corsa partirà alle ore 12.10, mentre l’arrivo al traguardo del presunto vincitore è previsto attorno alle ore 18.16.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL TOUR DE FRANCE (12^ TAPPA)

Per seguire il Tour de France 2018 in diretta tv, ci sarà una amplissima copertura live sulla Rai e su Eurosport: in chiaro, i canali di riferimento sono Rai Tre e Rai Sport + HD. I collegamenti per la dodicesima tappa avranno inizio già alle ore 12.20 sul canale tematico, ma naturalmente sarà al pomeriggio il cuore della giornata, con la cronaca a partire dalle ore 15.00 su Rai Tre, incentrata sulla telecronaca di Francesco Pancani e Silvio Martinello. Il Tour de France sarà però visibile anche su Eurosport, canale disponibile sia per gli abbonati Sky sia per quelli di Mediaset Premium: appuntamento oggi a partire dalle ore 12.05. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito raiplay.it, per gli abbonati tramite Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour.

IL PERCORSO

Anche oggi il percorso sarà tutt’altro che semplice, benché i km da affrontare siano appena 175,5 da Bourg Saint Maurice fino ad Alpe d’Huez: tra i punti di interesse  si contano infatti ben 4 Gpm di cui ben tre Hors Categorie. Si comincerà infatti ben presto a salire questa mattina: già al 53 km ecco il Gpm Fuori categoria di Col de la Madaleine, con ben 25.3 km con una pendenza media di 6,2%. Da qui una ripidissima discesa (davvero difficile da affrontare e dove potrebbero non mancare gli incidenti) porterà la corsa di nuovo a salire in maniera repentina perchè al 83 km ecco il Gran Premio della montagna di 2^ categoria di Lacets de Montvernier, ovvero 3,4 km a 8,2 % di pendenza. Grandi cime anche per il gran finale della 12^ tappa del Tour de France 2018: al 130 km ecco il Gpm Hors Categorie di Col De La Croix de Fer, dove la corsa affronterà ben 29 km con una pendenza media di 5,2%. Le fatiche non sono terminate: il traguardo di Alpe d’Huez è ovviamente posto in salita, al termine del Gpm Fuori categoria con 13,8 km alla pendenza media di 8.1%



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori