LEBRON JAMES AI LOS ANGELES LAKERS / Nba, Ibrahimovic esagera: “Ora LA ha il Re e Dio”

- Carmine Massimo Balsamo

LeBron James ai Los Angeles Lakers: ultime notizie, la leggenda dell’Nba dà l’addio ai Cleveland Cavaliers, contratto quadriennale da 154 milioni di dollari

lebronjames_curry_cleveland_goldenstate_nba_lapresse_2017
Nba Playoffs 2018 (Foto: LaPresse)

LeBron James firma con i Los Angeles Lakers e la Nba vive una giornata di grande euforia. Uno dei più grandi campioni degli ultimi anni firma per una squadra in cerca di nuovi stimoli e che lo accoglie a braccia aperte. Tra gli euforici c’è anche Zlatan Ibrahimovic’ che ormai da un po’ di tempo gioca nella Mls League proprio con la maglia dei Los Angeles Galaxy. Mai banale e sempre fuori dalle rige il grande campione svedese non va per la leggera e con una battuta su Instagram fa sorridere tutti i suoi fan. Postando una sua immagine e quella di LeBron James, che tutti notoriamente chiamano il Re, sottolinea: “Now LA has a God and a King”, “Ora Los Angeles ha un Dio e un Re”, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower. Sicuramente con il passare del tempo Zlatan Ibrahimovic’ ha iniziato anche a giocare un po’ su a questa immagine di personaggio molto poco modesto che si è costruito e il pubblico decisamente apprezza. Vedremo cosa ne penserà lo stesso LeBron James. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE RAGIONI DELLA SCELTA

C’è chi dice che la scelta di LeBron James di firmare con i Los Angeles Lakers sia più “di vita” che tecnica: due case a Brentwood, i tanti affari che il Re ha in piedi nella città della California, la presenza di Hollywood, l’iscrizione dei due figli in una scuola del posto (ma questo ovviamente dovrebbe essere consequenziale alla scelta gialloviola). James ha più di un motivo extra-campo per giocare a Los Angeles; da questo punto di vista la priorità della famiglia è stata rispettata. In più il Re aveva parlato della possibilità di vincere il titolo come discriminante: ecco, qui la sensazione è che – per quanto detto in precedenza – Magic Johnson e Rob Pelinka debbano ancora lavorare per garantire a LeBron una squadra capace di tornare a trionfare (l’ultimo campionato risale al 2010). Quando firmò a Miami, James raggiunse Dwyane Wade e si portò dietro Chris Bosh formando un super team a tavolino – i tre di fatto scelsero insieme una squadra per vincere – mentre tornato a Cleveland aveva comunque Kyrie Irving – e si è visto nelle finali di due anni fa. Oggi ai Lakers la situazione non è la stessa, ma la sensazione comunque è che si sia ad un altra superstar dal presentare una squadra da titolo: molto poi dovrà arrivare dai giovani che eventualmente resteranno in squadra, vale a dire che Kyle Kuzma e Brandon Ingram, soprattutto loro insieme a Lonzo Ball, dovranno dimostrare di poter fare il salto di qualità all’ombra del Re, che può essere decisamente ingombrante. (agg. di Claudio Franceschini)

LEBRON JAMES AI LAKERS: COME CAMBIA LA NBA

LeBron James arriva ai Los Angeles Lakers: la notizia che scuote il mondo NBA è arrivata in mattinata, il contratto quadriennale che il Re ha firmato con i gialloviola è destinato a spostare tutti gli equilibri nella lega di pallacanestro. Intanto, nella Eastern Conference si apre un vuoto: James ha raggiunto la finale nelle ultime otto stagioni (ne ha vinte tre) e dunque finalmente squadre come Boston Celtics e Philadelphia 76ers sono pronte finalmente a fare il grande salto di qualità. Poi, a Ovest la situazione si fa ancora più ingarbugliata; tuttavia, è opinione piuttosto comune che con gli attuali Golden State Warriors sia ancora complesso arrivare a vincere (ne sa qualcosa Houston) e in più ci sono tutte le altre. Tradotto: non è affatto detto che l’arrivo di LeBron James ai Los Angeles Lakers significhi immediatamente ritorno alle Finali NBA, anche perchè con questo attuale roster ci sarebbero evidenti lacune da colmare. Intanto però Magic Johnson ha posto la prima pietra: il resto potrebbe venire da sè. (agg. di Claudio Franceschini)

DOPO LEBRON JAMES CACCIA A KAWHI LEONARD?

Insieme a LeBeron James, Magic Johnson ha portato ai Los Angeles Lakers altri due giocatori di esperienza che hanno firmato entrambi con il contratto minimo garantito per i veterani: innanzitutto Javale McGee, centro che ha vinto gli ultimi due titoli con i Golden State Warriors e ha anche portato minuti di intensità nel corso delle finali. Poi Lance Stephenson, che si è fatto un nome come “antagonista” dello stesso LeBron negli anni in cui ha giocato a Indiana, e che è un giocatore di sistema con tanta difesa ma anche un carattere non semplicissimo. I Lakers insomma cominciano a mettere esperienza a roster: al momento il quintetto potrebbe essere composto da Lonzo Ball, Kentavius Caldwell-Pope, Brandon Ingram, James che può giocare come ala forte e l’opzione Julius Randle da centro tattico. Tuttavia resta da capire se Los Angeles deciderà di andare all-in su Kawhi Leonard: dovesse andare in questo modo, la guardia di San Antonio richiederebbe un bel sacrificio in termini di giocatori da scambiare, perchè sarà free agent solo la prossima estate. Dunque attenzione: il solo incedibile sembra essere Ingram e gli Spurs avrebbero già rifiutato Ball nel pacchetto di offerta. Staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

LEBRON JAMES AI LAKERS, CONTRATTO QUADRIENNALE

LeBron James ai Los Angeles Lakers: svolta in Nba, con il fuoriclasse che ha deciso di dare l’addio ai Cleveland Cavaliers. La notizia era nell’aria da diversi mesi, ma è finalmente giunta la ribattezzata Decision 3.0: il numero 23 ha firmato un contratto di quattro anni (tre anni garantiti più un’opzione in mano al giocatore per il quarto anno) da 154 milioni di dollari. L’annuncio è arrivato direttamente dal cestista attraverso una Instagram Story: “Grazie Northeast Ohio per quattro stagioni incredibili. Questa riarrà sempre casa”, le parole di Lebron. Un colpo di livello assoluto per i Lakers, che ora sono pronti a mettere le mani anche su Kawhi Leonard. I Cavaliers perdono così il faro delle ultime stagioni, con numeri da capogiro: primo nelle raccolte dati principali, ovvero gare disputate, punti, rimbalzi, assist e recuperi.

LEBRON JAMES AI LOS ANGELES LAKERS

Considerato uno dei migliori cestisti di tutti i tempi, il classe 1984 di Akron è pronto a vivere una nuova avventura: dopo tre titoli Nba (2012, 2013 con i Miami Heat e nel 2016 con i Cleveland Cavaliers e l’elezione come NBA Finals Most Valuable Player, l’ala ha già fatto impennare le quote della franchigia di L.A come sottolineato da Sky Sport. I Lakers infatti sono adesso favoriti per la vittoria dell’anello della prossima stagione, dietro soltanto ai Golden State Warriors. “Davvero pensavate che si sarebbe lasciato sfuggire l’occasione di giocare nella città più bella del mondo?”, le parole su Twitter di Lonzo Ball. Un commento sul trasferimento di LeBron James a Los Angeles è arrivato anche da Zlatan Ibrahimovic, fuoriclasse che da qualche mese è l’attaccante dei Galaxy, formazione di Major League Soccer: “Adesso Los Angeles ha un dio e un re”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori