DIRETTA/ Tour de France 2018: streaming video e tv. Sagan vince in volata! (13^ tappa)

Diretta Tour de France 2018: info streaming video e tv della 13^ tappa della Grande Boucle, attesa oggi venerdi 20 luglio da Bourg d’Oisans fino a Valence.

20.07.2018 - Michela Colombo
peter_sagan_verde_tour_de_france_2018_bora
Peter Sagan (LaPresse)

La vittoria non sfugge a Peter Sagan sul traguardo di Valence ! Eccezionale ancora una volta la prova del campione del mondo che ha chiuso questa frazione abbastanza monotona della Grande Boucle: il già leader della classifica a punti non abbisogna neanche del fotofinish per alzare le braccia al cielo, benché certo negli ultimi km abbiamo assistito a una bella bagarre. Come era facile prevedere infatti il successo della frazione si è deciso negli ultimi cm, anche perché solo negli ultimi 5 km il gruppone era riuscito ad assorbire anche Schar, l’ultimo dei superstiti del drappello dei fuggitivi che hanno guidato praticamente tutta la corsa. La volata è poi partita però solo negli ultimi 500 metri, oltrepassata l’ultima curva: qui Sagan era partito all’attacco e c’è stato ben poco da fare allora. Segnaliamo che ordine di arrivo a Valence vede oltre a Sagan anche Kristoff e Demare a podio con Degenkolb e Van Avermaet nella top five. (agg Michela Colombo)

VERSO IL GRAN FINALE

Ci avviciniamo di gran lena la traguardo finale di Valence: mancano infatti poco meno di una 50 km di km fino alla linea finale della 13^ tappa del Tour de France 2018. Va però detto che finora ben poco è accaduto in strada, come è facile che accada in tappe di questo tipo: la pioggia e il vento attesi a Valence però potrebbero mescolare non poco le carte in tavola. Nel frattempo segnaliamo che resiste in avanti un drappello di ben 4 corridori e quindi De Gendt, Scully, Schar e Claeys, i quali vantano ora un vantaggio di almeno 47 sul gruppo maglia gialla. In fondo infatti il ritmo si mantiene imponente: i big non vogliono comunque perdersi l’occasione di ridurre i distacchi anche nella classifica generale dopo le tappe delle Alpi. Intanto va anche ricordato che la corsa ha già superato anche il Gpm di Cote de Saints Eulalie en Royans: qui è stato Scully ha ottenere l’unico punto messo in palio.

SUPERATO LA META’ PERCOESO

Siamo quasi a metà del percorso previsto per la 13^ tappa del Tour de france 2018 e come previsto son le dolci pianure dell’Isere a fare da sfondo alla corsa gialla. Il ritmo in strada non si mantiene troppo elevato eppure i corridori hanno già affrontato i primi due punti di interesse previsti in questa frazione della Grande Boucle e ora la corsa vede in testa un drappello di ben 4 fuggitivi. In avanti abbiamo quindi Thomas De Gendt, Schar, Scully e Claeys, mentre a seguire ecco un gruppo compatto intorno alla maglia gialla, distante al momento quasi due minuti abbondanti. Appena superato il punto sprint segnaliamo che a questo rilevamento intermedio di Saint Quentin sur Isere primo è stato lo stesso alfiere della Lotto Soudal. Al muro di Cote du Brie è stato sempre De Gendt a conquistare i primi due punti in palio, seguito da Scully, della EF Education First.

DE GENDT SUBITO AVANTI

Siamo entrati nel vivo della 13^ tappa del Tour de France 2018 e la corsa gialla ha già superato i primi 20 km dalla partenza ufficiale di Bourg d’Oisans ed è quindi in vista del muro di Cote de Brie, Gpm di 3 categoria , davvero poco impegnativo dopo le Alpi affrontare ieri. La situazione della corsa però è molto chiara al momento: già al via infatti sono partiti in fuga Thomas De Gendt e Tom Scully e i due si trovano in testa alla corsa, pur non mantenendo un ritmo troppo elevato. Partito al loro inseguimento e ancora in coda Sylvain Chavanel, il qual però presto potrebbe venir riassorbito dal gruppo, che già registrava un gap risicato rispetto al francese. Il gruppo maglia gialla infatti ha subito lasciato andare in avanti i due fuggitivi e ora registra un distacco di circa 3 minuti abbondanti alla testa della corsa. Da segnalare inoltre che al momento sono Fdj e Bora Hansgrohe a trainare in coda e che presto il duo di battistrada potrebbe anche diventare un quartetto, visti i contemporanei attacchi di Schar e Claeys appena registrati.

IN STRADA

Sta per accendersi la 13^ tappa del Tour de France 2018, una frazione che come abbiamo visto consentirà di riprendere un po’ fiato dopo le alpi affrontate fino a ieri con lo storico arrivo di Alpe D’Huez. Priorità quindi per i big oggi sarà di non perdere troppo tempo nella classifica ma soprattutto rimettere forze sulle gambe: questi di sicuro gli obbiettivi ella maglia gialla Geraint Thomas. Il britannico ha infatti vinto le ultime due tappe conquistando anche la prima graduatoria della Grande Buocle e realizzando un’impresa davvero storica. Ecco le sue parole appena sceso dal podio ieri all’alpe d’huez: “ sono senza parole, non c’erano chance che oggi potessi vincere! Kruijswijk ci ha messo un sacco di pressione addosso e ero in difficoltà nella salita finale. Stavo seguendo Froome che poi ha attaccato e turti gli altri: sapevo che dovevo essere davanti all’ultima curva se volevo vincere e ho sprintato con tutto quello che avevo. I prossimi giorni? Potrei tenere la maglia gialla per un po’ ma gara è dura: sto ancora correndo per Froome è lui il mio uomo”. Staremo a vedere quindi che succederà oggi in strada si parte!

L’ULTIMA CHANCE

Dando un occhio anche alle prossime tappe del Tour de France 2018 vediamo bene che la frazione prevista oggi 20 luglio da Bourg d’Oisans a Valence sarà occasione davvero importate per le cosiddette ruote veloci. Dopo le Alpi vediamo bene che la 13 tappa sarà l’unica completamente pianeggiante attesa per questa settimana, e la terzultima in tutto fino al traguardo finale di Parigi. Dopo Valence infatti i velocisti saranno di nuovo protagonisti (oltre per la cronometro) anche nella 18^ frazione del prossimo 26 luglio da Trie Sur Baise fino a Pau. Dopo si faranno vedere solo al traguardo finale sugli Champs Elysees ma a quel punto per la Grande Boucle potrebbe essere solo una passerella finale. Ecco perché chi tra gli outsider più veloci vorranno conquistare una vittoria di tappa dovranno davvero impegnarsi a fondo, pur avendo nelle gambe l’Alpe d’Huez affrontata meno di 24 ore fa. Oggi i big potrebbero infatti lasciar correre, mentre già a Pau la situazione potrebbe mutare: ci attendiamo quindi grandi sorprese oggi in strada

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL TOUR DE FRANCE (13^ TAPPA)

Per seguire il Tour de France 2018 in diretta tv, ci sarà una amplissima copertura live sulla Rai e su Eurosport: in chiaro, i canali di riferimento sono Rai Tre e Rai Sport + HD. I collegamenti per la tredicesima tappa avranno inizio già alle ore 13.35 sul canale tematico, ma naturalmente sarà al pomeriggio il cuore della giornata, con la cronaca a partire dalle ore 15.00 su Rai Tre, incentrata sulla telecronaca di Francesco Pancani e Silvio Martinello. Il Tour de France sarà però visibile anche su Eurosport, canale disponibile sia per gli abbonati Sky sia per quelli di Mediaset Premium: appuntamento oggi a partire dalle ore 13.30. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito raiplay.it, per gli abbonati tramite Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour.

ORARI E INFO TAPPA

Dopo alcuni giorni di vera montagna ecco che il Tour de France 2018 ritorna in pianura: sarà una frazione pianeggiante quindi quella attesa oggi venerdì 20 luglio 2018, dal via di Bourg d’Oisans a Valence. Nella 13^ tappa si scende dalle Alpi e molti  di sicuro rallenteranno il ritmo per poter riposarsi un poco dopo le ardue vette superate nei giorni scorsi: sarà quindi terreno facile oggi per coloro che in questa edizione del Tour de France possono  puntare a poco più di una vittoria di tappa o a un ottimo piazzamento al traguardo. Spazio quindi alle ruote velici e agli outsider, o almeno a chi nelle scorse frazioni è riuscito a risparmiare un po’ la gamba: siamo però ormai già nella seconda parte della Grande Boucle e sarà fondamentale oggi non perdere comunque troppo tempo anche nella classifica. Diamo subito le prime info utili per seguire questa tappa: la corsa partirà infatti alle ore 13.45 da Bourg d’Oisans, mentre l’arrivo del vincitore è atteso verso le ore 17.40 al Valence.

IL PERCORSO

Come abbiamo detto la tredicesima tappa del Tour de France 2018 sarà pianeggiante e favorevole alle ruote veloci magari alle più inaspettate: il percorso però sarà tutt’altro che banale fino al traguardo di Valence. Innanzitutto ricordiamo che da Bourg d’Oisans a Valebce saranno bene 169,5 i km da affrontare, avendo pure nelle gambe la salita all’Alpe D’Huez vissuta meno di 24 ore prima. L’altimetria per fortuna però non sarà il vero problema della giornata odierna, l’unica pianeggiante in questa settimana della Grande Boucle : sono infatti attesi appena due Gpm di di bassa categoria. La prima vetta sarà infatti il Cote de Briè atteso al 32 km del tracciato e di appena terza categoria: la corsa dovrà affrontare quindi quasi più un muro che una vera e propria cima, visto che saranno 2.4 km a 6.9% di pendenza. Poco impegnativo anche il secondo Gran Premio della Montagna: ecco infatti al 109 km all’ingresso della regione del Drome il Cote de Saints Eulalie en Royans, di quarta categoria (1.5 km a 4.9%). I due muri però potrebbero anche fare selezione tra i fuggitivi più veloci, oltre per coloro che puntano alla classifica a punti.  Oggi ci saranno anche due punti intermedi validi per questa speciale graduatoria a muovere poi ancora di più la corsa: il primo TV Saint Quentin Sur Isere è atteso al 71^ km, mentre il secondo sarà posto proprio sul traguardo di Valence a fine  tappa. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori