DIRETTA/ Fiorentina Venezia (risultato finale 0-1) streaming video e tv: gigliati sconfitti a sorpresa

- Claudio Franceschini

Diretta Fiorentina Venezia, streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che i viola giocano contro i lagunari, che ripartono dalla Serie B

Simeone_Benassi_Veretout_Fiorentina_lapresse_2017
Diretta Fiorentina Roma (LaPresse)

DIRETTA FIORENTINA VENEZIA (0-1): VIOLA KO A SORPRESA

La Fiorentina cade a sorpresa nell’amichevole precampionato contro il Venezia di Stefano Vecchi. La formazione allenata da Pioli viene sconfitta di misura e perde l’ultima sfida svolta nel ritiro di Moena. Partia fin da subito frizzante, con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto. Il campo è reso pesante dalla pioggia, i giocatori non tirano indietro la gamba e le emozioni decollano nella ripresa. Vicario dice no a Veretout su rigore, Simeone colpisce un legno poi la rete che gela i toscani al novantesimo: Segre insacca con una conclusione incredibile. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

PRIMO TEMPO, ANCORA NESSUN GOL

Il primo tempo tra Fiorentina Venezia si è chiuso sul risultato di zero a zero. Partita non particolarmente vibrante come era logico aspettarsi, essendo entrambe le squadre nel pieno della preparazione estiva. La squadra di Pioli cerca di misurare la propria tenuta fisica contro i lagunari, reduci da un’ottima stagione nel campionato cadetto. Fiorentina che in questo primo tempo si è schierata con un 4-3-2-1 in stile albero di natale. Lafont tra i pali, Diks, Pezzella, Hugo, Biraghi in difesa. Centrocampo formato da Benassi, Veretout, Dabo. Dietro l’unica punta Simeone, Eysseric e Chiesa. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

SI COMINCIA!

Fiorentina Venezia sta finalmente per cominciare: l’ultima volta in cui le due squadre si sono incrociate – i precedenti totali sono 40 – risale a un campionato di Serie B: quello 2003-2004, al termine del quale i viola avevano conquistato il tanto agognato ritorno in Serie A grazie allo spareggio vinto nei confronti del Perugia (che arrivava dalla Serie A). Al Penzo la Fiorentina di Emiliano Mondonico aveva vinto 2-0 contro il Venezia di Angelo Gregucci: il greco Zisis Vryzas aveva aperto i conti nel finale del primo tempo, poi era toccato a Christian Riganò centrare il raddoppio. Il Venezia non batte la Fiorentina dal febbraio 2002, questa volta in Serie A: 2-0 interno con Federico Magallanes e Filippo Maniero a far esultare la squadra di Alfredo Magni, in panchina per i viola c’era invece Ottavio Bianchi e la coppia offensiva era formata da Adriano e Nuno Gomes. Difficile pensare adesso che quella formazione era retrocessa, ma era quanto accaduto; ad ogni modo adesso i gigliati lottano per un posto in Europa e i lagunari sono in Serie B, ma soprattutto tra pochi minuti si sfidano in una bella amichevole, Fiorentina Venezia è dietro l’angolo e noi senza indugiare oltre diamo la parola al campo! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà possibile assistere a Fiorentina Venezia in diretta tv, ma le amichevoli della squadra toscana – salvo variazioni di palinsesto – sono disponibili su Viola Channel, e dunque anche questa partita potrà essere seguita in diretta streaming video accedendo al sito senza costi, e naturalmente avendo a disposizione apparecchi mobili come PC, tablet o smartphone.

FOCUS SUI VENETI

Dopo aver parlato dell’allenatore, per presentare al meglio Fiorentina Venezia dobbiamo anche gettare uno sguardo sulla squadra lagunare. Fino a questo momento il calciomercato non ha portato troppi colpi: interessante l’acquisizione della prima punta Giacomo Vrioni e del tuttofare offensivo Francesco Di Mariano, potrebbe essere dolorosa la partenza di Leo Stulac che era diventato un punto di riferimento a centrocampo. In porta non c’è più Emil Audero: l’estremo difensore di proprietà della Juventus si è accasato alla Sampdoria, dunque il titolare almeno inizialmente sarà Guglielmo Vicario come già confermato da Stefano Vecchi. Attenzione invece a Harvey St. Clair: scozzese di 19 anni, arriva dal Chelsea con cui ha raggiunto la finale di Youth League segnando anche 3 gol, potrebbe essere una delle grandi sorprese del campionato cadetto. Come ruolo naturale è un esterno sinistro, ma con la squadra giovanile dei Blues ha giocato anche sull’altro versante del campo e addirittura da prima punta, dunque fornisce svariate soluzioni al suo allenatore che potrebbe farne subito un titolare. Staremo a vedere, intanto capiremo come si comporterà in questa affascinante amichevole estiva. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS SU STEFANO VECCHI

Sarà interessante scoprire, in Fiorentina Venezia, la nuova squadra lagunare che, come detto, riparte dalla semifinale playoff giocata lo scorso anno in Serie B. Perso Filippo Inzaghi, autore della promozione dalla Lega Pro e della grande cavalcata dello scorso anno, la società ha deciso di virare su Stefano Vecchi: al netto delle brevi apparizioni sulla panchina dell’Inter, è un allenatore vincente avendo dominato in lungo e in largo con la Primavera nerazzurra, vincendo solo lo scorso anno scudetto e Torneo di Viareggio. Vecchi non aveva una panchina di una prima squadra dal 2014: all’epoca si era seduto su quella del Carpi che affrontava il campionato di Serie B da neopromosso. La sua avventura si era esaurita dopo 29 partite nelle quali aveva centrato 39 punti; molto meglio l’esperienza nel Sudtirol, che ha portato a giocare i playoff di Prima Divisione Lega Pro venendo eliminato, guardacaso, dal Carpi che era rimasto affascinato dal suo lavoro fino a volerlo in panchina. Dopo oltre quattro anni dunque Vecchi (senza contare la manciata di panchine con l’Inter) torna in sella in un campionato professionistico: riuscirà a fare la differenza come ha fatto in ambito Primavera? (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Fiorentina Venezia si gioca alle ore 17:30 di sabato 21 luglio: prosegue il lavoro della squadra viola nel ritiro estivo di Moena e, tre giorni dopo aver giocato contro il Verona, per Stefano Pioli e i suoi ragazzi arriva un’altra compagine veneta che il prossimo anno sarà impegnata in Serie B. Il Venezia lo scorso anno si è fermato alla semifinale dei playoff: era neopromossa, e ha sfiorato il triplo salto in avanti che invece è riuscito al Parma. Ha disputato dunque un’ottima stagione e, pur con un allenatore diverso, adesso vuole confermarsi e provare a fare meglio, perchè resta intatto il sogno di tornare a giocare un campionato di Serie A.

RISULTATI E PRECEDENTI

La Fiorentina arriva come detto dall’amichevole giocata contro il Verona: a decidere sono stati i gol dei due pezzi pregiati della rosa, vale a dire Federico Chiesa e Giovanni Simeone. I due partono ancora una volta come i big del reparto offensivo: tuttavia, se il Cholito è praticamente certo di restare a disposizione di Pioli, lo stesso non si può dire di Chiesa che ha davvero tante offerte di mercato, e che di fronte a quella giusta potrebbe partire. Il presidente Andrea Della Valle, presentatosi a Moena per salutare la squadra, ha ribadito la volontà di confermare i grandi nomi ma deve anche scontrarsi con la necessità di incassare qualcosa; vero è anche che fino a questo momento la Fiorentina non ha fatto tantissimo in sede di calciomercato, e di conseguenza al momento vendere non è una questione così impellente.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA VENEZIA

La Fiorentina potrebbe giocare con una squadra leggermente diversa a quella che ha battuto il Verona, se non altro per provare nuove soluzioni: per esempio davanti al portiere Lafont potremmo inizialmente vedere la coppia centrale formata da Ceccherini e German Pezzella, con Venuti e Biraghi sulle corsie laterali. A centrocampo Veretout potrebbe giocare insieme a Sebastian Cristoforo schierato sulla mezzala, con uno tra Bryan Dabo e Benassi come eventuale interno a completamento della line a tre; possibile panchina per Federico Chiesa con spazio al giovane Montiel, che potrebbe agire alle spalle degli attaccanti cambiando modulo. A quel punto Simeone sarebbe affiancato da Vlahovic, attenzione però alla possibilità di vedere dal primo minuto Riccardo Sottil qualora il modulo dovesse essere il solito 4-3-3 già utilizzato mercoledì.

QUOTE E PRONOSTICO

A partire favorito per questa partita è il Psg: le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai ci danno un quadro nel quale i transalpini hanno un valore di 1,83 sulla vittoria (segno 1) contro il 3.40 che accompagna invece il segno 2, da giocare qualora pensiate che sarà il Bayern Monaco a vincere la partita. Il pareggio, eventualità contemplata visto che tecnicamente siamo all’interno di un round robin, vi permetterebbe di guadagnare una cifra pari a 3,85 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto, ed è ovviamente il segno X quello sul quale dovrete puntare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori