DIRETTA/ Genoa Magdeburgo (risultato finale 0-2) streaming video e tv: grifone secondo (Interwetten Cup)

- Claudio Franceschini

Diretta Genoa Swansea Magdeburgo, info streaming video e tv: orario e risultato live della Interwetten Cup 2018, torneo che si disputa in Germania con tre partite da 60 minuti ciascuna

Lapadula_Genoa_gol_amichevole_lapresse_2018
Video Spal Genoa (Foto LaPresse)

DIRETTA GENOA MAGDEBURGO (RISULTATO FINALE 0-2): IL GRIFONE CHIUDE SECONDO

Il Genoa cede sul più bello e perde due a zero nella seconda amichevole dell’Interwetten Cup. Inuitle dunque il successo ottenuto contro lo Swansea nella gara d’apertura (vinta 5-4 ai calci di rigore). Nella sfida coi locali, la formazione di Davide Ballardini viene piegata dai gol Lohkemper e da Butsen. Schieramento decisamente rimaneggiato per il grifone, che nel secondo match dà la sensazione di accusare molta stanchezza ma soprattutto le assenze di giocatori importanti come Marchetti, Criscito e Sandro. Alla luce dei risultati finali è il Magdeburgo ad aggiudicarsi il torneo. Genoa secondo con tre punti, Swansea terzo a zero. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

GOL DI LOHKEMPER

Siamo giunti al ventesimo minuto del match amichevole tra Genoa e Magdeburgo. Tante novità nella formazione schierata da Ballardini in questa seconda sfida del torneo. In porta c’è Vodisek al posto di Radu, mentre in difesa ritrova spazio Rossettini. In mezzo la novità è rappresentata da Callegari e da Omeonga, davanti invece un tridente tutto nuovo formato da Kouamè, Galbinov e Lapadula. Gara fino a questo momento ancora priva di emozioni. I tedeschi si stanno facendo preferire dal punto di vista del fraseggio ma non trovano varchi tra i rocciosi difensori del grifone. Ricordiamo che entrambe le squadre hanno battuto lo Swansea nel match precedente, dunque chi vincerà questa sfida si porterà a casa il trofeo Interwetten. Al 23esimo i ritmi blandi della gara vengono spezzati da una bella giocata di Lokhemper che insacca con una bordata dal limite. Padroni di casa al momento in vantaggio per una rete a zero. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

LAPADULA TITOLARE?

Dopo l’amichevole vinta dal Genoa contro lo Swansea (5-4 ai calci di rigore), a Magdeburgo scendono in campo i padroni di casa per affrontare i gallesi. La prima mezzora vede la compagine casalinga costruire almeno un paio di occasioni importanti in velocità. Lo Swansea regge l’urto e si salva con due interventi del proprio portiere. Il Genoa intanto si appresta a cambiare qualcosa in vista de ritorno in campo per la gara col Magdeburgo. Ballardini ha dovuto inventare da zero il centrocampo nel match d’apertura, non avendo a disposizione il brasiliano Sandro per infortunio. In mezzo si sono visti Mazzitelli e Romulo, con quest’ultimo decisivo su calcio di rigore. Intanto nella diretta tv proposta da Telenord si parla del calciomercato rossoblu, incentrato sulla ricerca di un sostituto di Bertolacci. I due cronisti citano il nome di Krunic dell’Empoli, sebbene la trattativa non sia semplice. A Magdeburgo è appena terminata la gara tra i padroni di casa e lo Swansea, coi locali che hanno vinto ai rigori. A breve tocca dunque al Genoa che con una vittoria può conquistare il trofeo. Nella seconda formazione rossoblu dovrebbe trovare spazio Gianluca Lapadula, ma anche l’ex Cittadella Kouamè. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

DECISIVO MEDEIROS AI RIGORI

Lo Swansea ha pareggiato i conti con McBurney allo scadere. Poco reattiva la difesa rossoblu e nulla da fare per Radu nel colpo di testa del giocatore avversario. L’arbitro manda quindi le due squadre ai calci di rigore: Radu para i primi due rigori, Galabinov e Romulo segnano per il Genoa. Carrol accorcia per la formazione gallese, il grifone fallisce con Zaminacchia e lo Swansea agguanta il pareggio. Il penalty successivo viene affidato a Piatek, che con una rincorsa alla Zaza insacca di precisione. McBurney non sbaglia per lo Swansea. Iuri Medeiros regala la vittoria al Genoa con un mancino rsaoterra angolata. Adesso in campo il Magdeburgo e i gallesi dello Swansea appena battuti dalla formazione di Davide Ballardini. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

GOL DI PIATEK

E’ ricominciato da circa quindici minuti il secondo tempo di Genoa Swansea. I grifoni di Davide Ballardini sono passati in vantaggio grazie ad una bordata del polacco Piatek ad inizio ripresa. Il primo tempo si è concluso sul risultato di zero a zero, con poche occasioni e ritmi piuttosto blandi. Le due squadre fin qui hanno preferito studiarsi, concedendosi reciprocamente qualche opportunità in ripartenza. In questo secondo tempo meglio il Genoa, oltre alla rete del vantaggio siglata da Piatek anche Medeiros si è reso pericoloso con una conclusione terminata fuori dallo specchio non di molto. Poco dopo Goran Pandev prova a sorprendere il portiere avversario in diagonale ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

SPINGE LA SQUADRA GALLESE

E’ cominciata da circa venti minuti la sfida amichevole tra Genoa Swansea, col risultato ancora fermo sullo zero a zero. La truppa di Ballardini ha creato soltanto una potenziale occasione attorno al decimo con un tentativo del polacco Piatek che ha spedito alto sopra la traversa. Le iniziative offensive di Medeiros sulla corsia destra vengono invece arginate agevolmente dalla retroguardia gallese. Non ci sono certamente ritmi vertiginosi in questa prima parte della gara, ma è chiaro che sia così essendo in piena fase di preparazione. Ricordiamo che le partite del triangolare dureranno sessanta minuti ciascuna, dunque è facile immaginare diverse sostituzioni già alla mezzora. Swansea che fin qui sembra più ispirato sul fronte offensivo e attacca soprattutto sulla corsia destra dove il Genoa difende con un volenteroso Zukanovic. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

SI COMINCIA!

La Interwetten Cup 2018 è ormai dietro l’angolo: il Genoa si prepara dunque ad affrontare lo Swansea e, a seguire, il Magdeburgo. La squadra gallese è tornata nel Championship dopo sette anni, e come obiettivo non può che avere quello di tornare subito in Premier League: la sua avventura partirà sul campo dello Sheffield United. Per cercare la promozione la proprietà statunitense si è affidata al giovane Graham Potter che è il fautore del miracolo Ostersund: in sette anni ha portato la squadra svedese a giocare il massimo campionato svedese, vincere la Coppa di Svezia e partecipare ai gironi di Europa League dopo aver eliminato anche Galatasaray e Paok Salonicco. Classificatosi secondo – con gli stessi punti dell’Athletic Bilbao – è stato eliminato dall’Arsenal ai sedicesimi, vincendo però 2-1 all’Emirates nella partita di ritorno. Oggi torna in patria per un altro grande risultato; intanto gioca questa Interwetten Cup 2018 e incrocia il Genoa, dunque la parola passa subito al campo perchè finalmente le partite cominciano! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Salvo variazioni di palinsesto dell’ultima ora, la Interwetten Cup 2018 non dovrebbe essere trasmessa in diretta tv, e le due partite del Genoa non dovrebbero essere disponibili nemmeno in diretta streaming video; tuttavia invitiamo a consultare le pagine ufficiali della società presenti sui social network per tutte le informazioni utili sul Grifone. In particolare potrete recarvi agli indirizzi facebook.com/genoaCFCofficial e, su Twitter, @GenoaCFC.

IL PROTAGONISTA

Nella Interwetten Cup 2018 che il Genoa gioca contro Swansea e Magdeburgo, scegliamo un protagonista atteso: si tratta di Raul Asencio, ortografia e dunque pronuncia leggermente diverse rispetto al giocatore del Real Madrid, convocato per i Mondiali dalla Spagna. Anche Asencio però è spagnolo: classe ’98, è cresciuto nel Burriana (società del valenciano) e nonostante le attenzioni di Valencia e Villarreal si è trasferito diciassettenne al Genoa, con cui ha giocato nelle formazioni giovanili. Nel 2017 finalmente il Grifone ha deciso di mandarlo in prestito: con l’Avellino, in Serie B, Asencio ha trovato spazio e realizzato 7 gol davvero importanti per la salvezza degli irpini. E’ una prima punta che sa giocare anche come esterno offensivo o in appoggio a un centravanti; nel Genoa di Davide Ballardini potrebbe davvero essere utile dopo l’esperienza fatta nel campionato cadetto, una soluzione in più per il tecnico che lo scorso anno ha avuto qualche problema nel trovare un vero e proprio cannoniere. (agg. di Claudio Franceschini)

L’AMICHEVOLE CONTRO LO ZENIT

Il Genoa sta per scendere in campo contro Swansea e Magdeburgo per la Interwetten Cup 2018: un appuntamento sicuramente più morbido, almeno sulla carta, rispetto alla prima amichevole che il Grifone ha giocato e perso contro lo Zenit San Pietroburgo. Bellissima sfida che però i rossoblu non sono riusciti a condurre in porto: pure, la squadra di Davide Ballardini si era portata in vantaggio per due volte, prima con un rigore di Romulo e poi, all’inizio del secondo tempo, con Gianluca Lapadula. Lo Zenit però è sempre rimasto attaccato alla partita e l’ha ribaltata: nel primo tempo il primo pareggio ad opera di Ozdoev, poi il gol realizzato da Sebastian Driussi che ha portato il risultato sul 2-2. A due minuti dal termine la beffa firmata Kuzyaev; interessanti le scelte di Ballardini, che nel primo tempo ha scelto Ionut Radu come portiere e Pandev davanti mentre nella ripresa si affidato ai giovani Zanimacchia – già protagonista in Primavera nell’ultima stagione – e Omeonga con Raul Asencio, reduce da un’ottima stagione con l’Avellino. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL TORNEO

Genoa Swansea è una delle due amichevoli che la squadra rossoblu affronta sabato 21 luglio: a partire dalle ore 14:00 il Grifone sarà in campo per affrontare i gallesi e i padroni di casa del Magdeburgo, nella Interwetten Cup alla MDCC Arena. Il torneo prevede che ciascuna squadra giochi due partite da 60 minuti ciascuno; ancora da vedere il calendario nel dettaglio, tecnicamente questa dovrebbe essere la prima partita ma è possibile che il Genoa apra contro il Magdeburgo, o addirittura che sia impegnato nella seconda gara del giorno. In ogni caso un bel test per la formazione guidata da Davide Ballardini.

GENOA, SWANSEA, MAGDEBURGO: LE AVVERSARIE

Il Magdeburgo non scatena grandi ricordi per il calcio italiano: nel 1974 infatti aveva vinto la Coppa delle Coppe battendo in finale il Milan, entrando nella storia per essere diventato il primo – e unico – club della Germania Est a mettere in bacheca un trofeo internazionale. Con l’unificazione del Paese, come altre squadre del blocco ex comunista il Magdeburgo non è più riuscito a mantenere il livello ma il prossimo anno giocherà nella Zweite Bundesliga provando a fare il grande salto. Lo Swansea ha conosciuto la retrocessione nel Championship la scorsa primavera, ma tra il 2011 e il 2018 ha comunque passato sette stagioni consecutive in Premier League riuscendo anch’esso a scrivere la storia del calcio britannico. La coppa di Lega vinta nel 2013 – 5-0 al Bradford City in finale – ha rappresentato il primo trofeo gallese in una coppa inglese da addirittura 86 anni, succedendo al Cardiff City che aveva vinto FA Cup e Communityy Shield. L’anno seguente grazie a questo trofeo ha partecipato all’Europa League, ma la sua avventura si è chiuso ai sedicesimi per mano del Napoli di Rafa Benitez che arriva dalla Champions.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori