Diretta / Siviglia Benfica (risultato finale 0-1) streaming video e tv: la decide Castillo

- Claudio Franceschini

Diretta Siviglia Benfica, streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che si gioca a Zurigo tra due squadre che cercano gloria in Europa

siviglia_gruppo_gol_lapresse_2018
Video Manchester United Siviglia (LaPresse)

DIRETTA SIVIGLIA BENFICA (RISULTATO FINALE 0-1): LA DECIDE CASTILLO

Il Benfica è avanti grazie alla rete siglata da Castillo, Siviglia che prova a pescare dalla panchina per trovare il pari. Pablo Sarabia ci prova su punizione ma non trova lo specchio della porta. Ci avviamo verso la fine della gara, la compagine spagnola fa girare tutta rosa, fuori Carriço, Correa, Nolito, Mudo Vázquez, Mesa, Sarabia, Ben Yedder, dentro Genaro, Lara, Pejiño, Corchia, San Emeterio, Lasso, Gual. Sono tre i minuti di recupero concessi dal direttore di gara, gara che sembra ormai segnata con i lusitani che mantengono bene in difesa. Termina la gara tra Siviglia e Benfica, decide il match la rete di Castillo che fa esultare la compagine portoghese. Gara poco spettacolare con le due compagini che hanno badato molto a difendersi. (agg. Umberto Tessier)

LA SBLOCCA CASTILLO!

La prima frazione tra Siviglia e Benfica è terminata a reti bianche, speriamo di assistere ad una ripresa più divertente. Il Siviglia appare più convinto in questa ripresa ma la difesa del Benfica difende bene. Primi sostituzioni per il Siviglia, entrano Rico e Vacilik per Escudero e Pareja. La sblocca il Benfica grazie alla rete siglata da Castillo! Vantaggio a sopresa dei lusitano che stavano subendo i vari tentativi del Siviglia. Il Benfica è stato bravo a sfruttare l’occasione e trovare la rete del vantaggio. Arrivano anche i gol quindi nell’amichevole di lusso. Speriamo di assistere ad altre emozioni nella seconda parte di match. Vederemo se il Siviglia riuscirà a reagire ed equilibrare la contesa o se il Benfica porterà a casa la vittoria. (agg. Umberto Tessier)

SQUADRE AL RIPOSO

Tutto pronto per il match tra Siviglia e Benfica, è un’amichevole di lusso che si gioca a Zurigo, con calcio d’inizio alle ore 18:00 di sabato 21 luglio: non fa parte della International Champions Cup 2018, anche se i portoghesi dopo questo impegno andranno effettivamente a disputare la grande competizione internazionale. Inizia la partita! Match equilibrato in questo inizio di gara. Il Siviglia continua ad attaccare alla ricerca del vantaggio ma il Benfica difende bene e respinge gli assalti degli avversari. Siviglia ad un passo dal vantaggio, ma i portoghesi continuano a difendere con ordine, manca pochissimo alla fine della prima frazione. I primi quarantacinque minuti terminano a reti bianche. Poche le emozioni in campo tra le due compagini, per ora le rispettive difese stanno avendo la meglio sugli attacchi. (agg. Umberto Tessier)

SI COMINCIA!

Siviglia Benfica sta finalmente per cominciare: facendo un breve focus sulle Super Aquile, bisogna dire che questo club ha aspettato tanto dopo aver vinto il suo trentesimo campionato ma poi è definitivamente esploso, tornando agli antichi splendori. Dal 1994 al 2004 il Benfica ha visto vincere il Porto per cinque volte consecutive, poi due volte gli arcirivali dello Sporting Lisbona con in mezzo il titolo del Boavista; nel 2005 è stato Giovanni Trapattoni a riportare la squadra della capitale sul tetto del Portogallo, nel 2010 il ciclo aperto da Jorge Jesus con vittoria del campionato e doppia finale di Europa League (ma la maledizione di Bela Guttmann ha resistito). E’ stato lui ad aprire la serie di quattro campionati consecutivi: striscia che Rui Vitoria ha ritoccato con due titoli, la scorsa primavera invece il titolo è tornato al Porto con il Benfica secondo. Quest’anno si torna a lottare su più fronti: la Primeira Liga innanzitutto, poi la Champions League che però andrà conquistata attraverso i playoff (terzo turno preliminare ed eventuale playoff). Adesso la parola passa al campo: Siviglia Benfica comincia, e noi non vediamo l’ora di scoprire come andranno le cose a Zurigo in questa affascinante amichevole internazionale. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Siviglia Benfica sarà trasmessa in diretta tv sul satellite: appuntamento riservato in esclusiva agli abbonati che dovranno andare sul canale 208, vale a dire Sky Sport Serie A che per tutta la durata del torneo cambierà nome. In assenza di un televisore sarà comunque possibile assistere alla partita in diretta streaming video, collegando fino ad un massimo di due dispositivi mobili (PC, tablet o smartphone) al proprio abbonamento per attivare senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go.

IL “CAOS” ANDALUSO

Ci avviciniamo a Siviglia Benfica parlando della situazione in casa andalusa: come detto, da quando è partito Unai Emery il club ha penato per ritrovare la sua grandezza. Con Jorge Sampaoli il Siviglia, partito benissimo per poi calare, ha centrato un’altra qualificazione in Champions League (quarto posto) ma nel massimo torneo internazionale è stato eliminato dal Leicester, sbagliando due rigori in altrettante partite e vedendo svanire il sogno contro una squadra che dopo il trionfo in Premier League era in crisi e tra andata e ritorno aveva anche esonerato Claudio Ranieri. L’anno seguente la panchina è stata affidata a Eduardo Berizzo, silurato a poche settimane dalla rivelazione della malattia; Vincenzo Montella in campionato ha penato tantissimo ma nelle coppe ha volato, eliminando il Manchester United per arrivare ai quarti e raggiungendo la finale di Coppa del Re. Subito dopo anche lui è stato esonerato, a favore di Joaquin Caparros già allenatore tra il 2000 e il 2005 (ha vinto la prima storica Coppa Uefa): archiviato il settimo posto nella Liga, quest’ultimo è rimasto in società come direttore sportivo e in panchina siede adesso Pablo Machin, che ha portato il Girona alla prima storica promozione nel massimo campionato, dove ha poi centrato un brillantissimo decimo posto. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Siviglia Benfica si è giocata tre volte in contesti ufficiali: l’ultimo precedente risale a oltre quattro anni fa ed è ovviamente la finale di Europa League, che gli andalusi guidati da Unai Emery avevano vinto sulla squadra allenata da Jorge Jesus. Era finita 0-0 allo Juventus Stadium di Torino, ma poi il Siviglia aveva avuto la meglio ai rigori: per i lusitani avevano sbagliato Oscar Cardozo e Rodrigo con Beto che aveva parato entrambe le conclusioni, e allora Carlos Bacca, Stéphane Mbia, Coke e Kévin Gameiro avevano messo il sigillo sul trionfo europeo. Dobbiamo tornare al primo turno della Coppa dei Campioni 1957-1958 per trovare gli altri due incroci: a qualificarsi era stato ancora il Siviglia, che aveva vinto 3-1 al Sanchez Pizjuan – reti di Pahuet, Antoniet e Pepillo, il Benfica aveva momentaneamente pareggiato con Francisco Palmeiro – e 0-0 al ritorno che aveva garantito il passaggio del turno, in seguito gli andalusi avevano eliminato i danesi dell’Arhus ma erano caduti contro il Real Madrid che avrebbe vinto la terza di cinque edizioni consecutive. I blancos si erano imposti con un clamoroso 8-0 in casa per poi pareggiare 2-2 in trasferta: il Siviglia non avrebbe mai più giocato una Coppa dei Campioni nella sua vecchia formula. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Siviglia Benfica è un’amichevole di lusso che si gioca a Zurigo, con calcio d’inizio alle ore 18:00 di sabato 21 luglio: non fa parte della International Champions Cup 2018, anche se i portoghesi dopo questo impegno andranno effettivamente a disputare la grande competizione internazionale. Si tratta di due squadre che lottano per entrare nell’elite del calcio che conta: il Siviglia lo scorso anno ha raggiunto i quarti di finale della Champions League, il Benfica ha clamorosamente fallito il girone perdendo tutte le partite e si è anche dovuto accontentare del secondo posto in campionato, ma aveva vinto il titolo nelle quattro precedenti stagioni e dunque ha vissuto un’annata di transizione che adesso vuole subito cancellare.

RISULTATI E PRECEDENTI

Negli ultimi tempi il Siviglia non ha avuto le idee troppo chiare: dopo l’addio di Unai Emery, l’uomo che ha vinto l’Europa League per tre anni consecutivi, nè Jorge Sampaoli (nonostante il grande avvio) nè Eduardo Berizzo sono riusciti a fare il salto di qualità. Vero che sono arrivati due gironi superati in Champions e i quarti della scorsa primavera, ma in campionato il Siviglia ha penato e ha chiuso al settimo posto esonerando anche Vincenzo Montella a poche giornate dal termine, chiamando in panchina Joaquin Caparros che oggi è il direttore sportivo (con Pablo Machin allenatore). Il Benfica come detto è arrivato secondo in campionato, ma è soprattutto il fallimento in Champions League ad aver pesato sulla stagione: a “salvare” le Super Aquile c’è il fatto che in precedenza si fosse dominato, e dunque ci può stare un’annata nella quale le cose non sono andate nel migliore dei modi. Adesso però servirà rialzare subito la testa, per provare a tornare al top in Portogallo e fare strada in Europa.

PROBABILI FORMAZIONI SIVIGLIA BENFICA

Come giocheranno le due squadre? Pablo Machin impiegava la difesa a tre nel Girona, secondo questo modulo davanti a Sergio Rico dovrebbero trovare spazio Nico Pareja, Daniel Carriço e Escudero che può stringere la sua posizione, gli esterni dovrebbero invece essere Corchia e il brasiliano Arana. In mediana spazio ai nuovi arrivati Amadou e Roque Mesa; Pablo Sarabia o Jesus Navas e Joaquin Correa, che si gioca il posto con Borja Lasso, i due esterni di centrocampo. Ganso alle spalle di due attaccanti: uno sarà Ben Yedder, l’altro potrebbe essere Franco Vazquez. il Benfica di Rui Vitoria gioca con il 4-1-4-1: in porta il nuovo Vlachodimos, German Conti e Rubén Dias in mezzo alla difesa con Grimaldo e Ebuehi a occupare le fasce. Davanti alla difesa c’è Fejsa; sulla linea della trequarti Rakip e Pizzi in posizione centrale, a sinistra Franco Cervi mentre dall’altra parte potrebbe esserci un posto per Adel Taarabt. La prima punta dovrebbe essere Jonas, che se la gioca con Nicolas Castillo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori