Diretta/ Napoli-Carpi (risultato finale 5-1) streaming video e tv: pokerissimo dei partenopei!

- Claudio Franceschini

Diretta Napoli Carpi, streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole tra i partenopei e gli emiliani, ancora nel campionato di Serie B

Callejon_tiro_Napoli_Sassuolo_lapresse_2017
Risultati Coppa Italia (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI-CARPI (RISULTATO FINALE 5-1): POKERISSIMO DEI PARTENOPEI!

Allo scadere del novantesimo arriva puntualissimo il triplice fischio dell’arbitro Ros che manda tutti sotto la doccia senza concedere un secondo di recupero: il Napoli batte il Carpi per 5 a 1, novanta minuti convincenti da parte degli uomini di Ancelotti che hanno dimostrato di essere in netta crescita rispetto a una settimana fa. Nelle battute conclusive del match le due squadre non mollano e continuano a giocare, all’85’ i partenopei trovano anche il pokerissimo con Vinicius Morais che riceve palla da Grassi e a porta praticamente spalancata scavalca Serraiocco. Con un vantaggio di cinque reti il Napoli stacca la spina e un calo di tensione della retroguardia di Ancelotti consente agli uomini di Chezzi di segnare almeno il gol della bandiera con Piu che di testa viola la porta di Contini. Sarà questa l’ultima emozione dell’amichevole. [agg. di Stefano Belli] NAPOLI-CARPI, DIRETTA LIVE

A SEGNO ANCHE CALLEJON E VERDI

Quando mancano non più di dieci minuti al novantesimo il Napoli è in vantaggio sul Carpi per 4 a 0. Il copione della partita nella ripresa ricalca fedelmente quello della prima frazione di gioco, con i partenopei che attaccano e prendono l’iniziativa occupando stabilmente la metà campo avversaria. Gli uomini di Ancelotti vogliono calare il tris a tutti i costi, al 59′ Insigne mette nuovamente a dura prova i riflessi di Colombi che ancora una volta risponde presente in mezzo ai pali, a Fabian Ruiz manca invece la precisione e il suo tentativo si spegne di poco a lato. Al 63′ nuova prodezza di Colombi che nega il gol a Callejon, l’attaccante spagnolo aveva optato per un cucchiaio ma non è riuscito a sorprendere l’estremo difensore avversario che tre minuti più tardi dovrà però capitolare per la terza volta di fronte al numero 7 del Napoli che al secondo tentativo su assist di Insigne non sbaglia. Al 73′ i partenopei calano il poker con Verdi: punizione battuta alla svelta da Hamsik, la difesa del Carpi dorme da piedi e per Callejon è un gioco da ragazzi confezionare l’assist per l’ex-attaccante del Bologna. [agg. di Stefano Belli] 

COLOMBI SALVA SU ROG

Al Briamasco di Trento – dove nel frattempo ha cominciato a piovere – è ricominciato dopo l’intervallo il test match estivo tra Napoli e Carpi, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di Ancelotti sempre avanti per 2 a 0. Tanti volti nuovi nelle fila dei partenopei a inizio ripresa: Tonelli, Hamsik, Rog, Callejon e Verdi hanno fatto il loro ingresso in campo e cercheranno di mettersi in evidenza. Il centrocampista croato al 50′ sfiora il tris trovando l’opposizione di Colombi che con una gran parata salva i suoi dallo 0-3, sul capovolgimento di fronte successivo Tonelli sbaglia il disimpegno e consente a Concas di involarsi verso la porta di Karnezis, l’ex-portiere di Udinese e Watford fa il suo dovere in mezzo ai pali sventando il pericolo. Avvicendamento anche per il Carpi: Tutino prende il posto di Nzola.  [agg. di Stefano Belli] 

INGLESE FIRMA IL RADDOPPIO!

Napoli e Carpi vanno al riposo con la squadra di Ancelotti avanti di due reti. Anche nell’ultimo quarto d’ora i partenopei hanno continuato ad attaccare cercando il gol del raddoppio e schiacciando così gli avversari nella loro trequarti. Al 35′ Insigne serve un cioccolatino per Fabian Ruiz che sarebbe andato facilmente per il 2 a 0 se non fosse stato per la deviazione provvidenziale di Jelenic, poco dopo il sinistro di Ounas viene neutralizzato da Colombi che concede l’ennesimo calcio d’angolo ai vice-campioni d’Italia. Il Napli insiste e a 6 minuti dall’intervallo Inglese da posizione molto ravvicinata batte Colombi con un destro implacabile, se non altro il Carpi riesce a far scaldare i guantoni di Karnezis che al 42′ deve intervenire per bloccare una conclusione di Jelenic sugli sviluppi di un calcio piazzato. Al 44′ Insigne fa il velo per Diawara che libera il destro a giro mancando completamente il bersaglio. Allo scadere del 45′ l’arbitro Ros fischia due volte e sospende le ostilità che riprenderanno tra circa quindici minuti. [agg. di Stefano Belli] 

GARA QUASI A SENSO UNICO

Napoli-Carpi 1-0 alla mezz’ora del primo tempo. Gli uomini di Ancelotti continuano a dare spettacolo sul terreno di gioco tra colpi di tacco e giocate pregevoli, al 12′ Insigne e Ounas innescano Diawara che da posizione invitante non riesce a sfruttare il suggerimento grazie all’azione di disturbo di Pasciuti che in questa maniera facilita l’intervento di Colombi in mezzo ai pali. Troppi palloni persi dall’undici di Chezzi che fatica a uscire dalla propria metà campo, il pressing asfissiante degli avversari non consente alla compagine emiliana di imbastire una minima manovra oltre a curare la fase difensiva e a cercare di limitare i danni. I partenopei restano in zona d’attacco e al 21′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Fabian Ruiz tenta la soluzione al volo, Colombi si tuffa e blocca il tuffo facendo buona guardia sul suo palo. Sessanta secondi più tardi Diawara pesca Insigne che prova il pallonetto senza impensierire l’estremo difensore del Carpi. Al 26′ prima timida sortita della formazione di Chezzi con il buco di Maksimovic che favorisce Nzola, l’attaccante si fa però murare da Luperto che rimedia all’errore del suo partner di reparto. [agg. di Stefano Belli] 

ALLAN GONFIA SUBITO LA RETE!

Al Briamasco di Trento l’arbitro Ros ha dato il via alle ostilità tra Napoli e Carpi, quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio la situazione vede la formazione di Ancelotti avanti per 1 a 0. I partenopei rompono subito gli indugi e già al 2′ passano in vantaggio al termine di un’azione corale: lancio lungo di Maksimovic per Insigne che non controlla bene la sfera che viene poi recuperata a Luperto, alla fine ci pensa Allan a depositarla in rete con un destro rasoterra che non lascia scampo a Colombi. Il Napoli insiste e al 5′ sfiora il raddoppio con Ounas che avanza di prepotenza sulla fascia destra e va al tiro trovando la deviazione di Colombi che questa volta si salva in calcio d’angolo. L’undici di Chezzi va facilmente in affanno quando gli avversari premono il piede sull’acceleratore e affondano nella metà campo del Carpi, rischiamo di assistere a una gara a senso unico con occasioni solamente da una parte. [agg. di Stefano Belli]

FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci al via di Napoli Carpi: per la società partenopea come già detto non sarà affatto semplice anche solo replicare una stagione che è stata storica, perchè ha portato al record di punti in campionato e a uno scudetto che era stato virtualmente vinto, prima del ribaltone della Juventus a San Siro e del doppio suicidio azzurro contro Fiorentina e Torino. La strada potrebbe diventare in discesa in Champions League: Carlo Ancelotti ne ha vinte tre da allenatore nella sua carriera, è in odore di record e i tifosi sperano che la sua presenza serva per superare finalmente il muro degli ottavi, centrato due volte in epoca De Laurentiis ma mai scavalcato. Per sapere come andranno le cose dovremo aspettare, intanto però leggiamo le formazioni ufficiali della partita perchè finalmente Napoli Carpi comincia! NAPOLI (4-3-3): Karnezis; Hysaj, Albiol, Maksimovic, Luperto; Allan, Diawara, Fabian; Ounas, Inglese, Insigne. All. Ancelotti CARPI (4-4-2): Colombi; Pasciuti, Poli, Ligi, Frascatore; Jelenic, Sabbione, Pachonik, Piscitella; Concas, Nzola. All. Chezzi-Bortolas (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Napoli Carpi sarà trasmessa in diretta tv per gli abbonati al satellite (canale Sky Sport 1) e, salvo variazioni di palinsesto, anche del digitale terrestre: il precampionato dei partenopei dunque potrà essere seguito sulle pay tv, ovviamente con la possibilità di attivare senza costi aggiuntivi, su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, i rispettivi servizi di diretta streaming video ovvero Sky Go e Premium Play.

PARTENOPEI WORK IN PROGRESS

Napoli Carpi inizia tra poco: i partenopei in campo oggi non rappresentano ancora la versione definitiva della squadra, perchè Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli sono ancora al lavoro per rafforzare al meglio la squadra nelle mani di Carlo Ancelotti. Il presidente in particolare aveva parlato in maniera criptica di un trentunenne dal grande profilo internazionale: identikit accostato subito a Karim Benzema allenato da Carlo Ancelotti nel Real Madrid, ma poi si è aperto il grande sogno di un ritorno di Edinson Cavani che però rimane davvero complicato anche se i bookmaker sono fiduciosi. Negli ultimi giorni invece ha preso piede l’ipotesi Angel Di Maria: di anni ne ha “solo” 30, ma è un grande giocatore e con lui Ancelotti ha vinto una Champions League, tanto che i due si sarebbero già sentiti e l’argentino potrebbe abbassare le sue pretese economiche pur di firmare. Da vedere quello che succederà: per il momento il nome di Cavani è quello che scalda decisamente di più i cuori dei tifosi, il calciomercato per il Napoli potrebbe essere davvero appena cominciato… (agg. di Claudio Franceschini)

IL PRIMO TEST CAMPANO

Napoli Carpi, lo abbiamo già detto, è la seconda amichevole estiva giocata dalla squadra partenopea: nella prima è arrivato un 4-0 al Gozzano, un risultato rotondo anche se non esagerato nelle proporzioni. Ottima presentazione per Fabian Ruiz che ha esordito con un gol, la seconda rete è stata timbrata da Alberto Grassi – tornato dal prestito alla Spal dove ha trovato finalmente continuità – quindi a trovare il gol è stato un altro nuovo acquisto, Simone Verdi che è entrato nel tabellino dei marcatori con un calcio di rigore. A chiudere i conti Adam Ounas: i giovani al potere dunque, e buone indicazioni per Carlo Ancelotti che ha sorpreso tutti schierando Marek Hamsik davanti alla difesa. Nella conferenza stampa post partita il nuovo tecnico del Napoli ha ammesso che per lui lo slovacco sarà il regista basso, chi pensava fosse compito di Fabian Ruiz è rimasto spiazzato e lo stesso allenatore emiliano ha confermato che lo spagnolo non ha le caratteristiche per essere il playmaker della squadra. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Nella storia di Napoli Carpi compaiono anche i due precedenti nella stagione 2015-2016, che si sono disputati in Serie A; le due società però hanno anche organizzato amichevoli estive più volte. Lo scorso anno per esempio i partenopei si erano imposti per 4-1 contro gli emiliani, anche se avevano dovuto penare non poco. José Callejon aveva sbloccato immediatamente il risultato, ma all’inizio del secondo tempo Giancarlo Malcore aveva pareggiato. Il Napoli allora aveva dovuto aspettare gli ultimi otto minuti per vincere: doppietta di Arkadiusz Milik, poi il poker servito dal giovane Adam Ounas. Quattro anni prima, nel 2013, il nuovo Napoli di Rafa Benitez aveva vinto 3-0 contro il Carpi di Stefano Vecchi che per la prima volta si affacciava alla Serie B: i gol erano arrivati tutti nei primi 20 minuti con la firma di Goran Pandev, Valon Behrami e Blerim Dzemaili. Per Callejon e Dries Mertens era la stagione di esordio nella squadra azzurra, così come per Raul Albiol che però, ufficializzato cinque giorni prima, non era ancora in campo. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Napoli Carpi si gioca alle ore 21:00 di domenica 22 luglio: per i partenopei un’altra amichevole di questo precampionato estivo che è appena cominciato – nonostante la squadra sia da tempo in ritiro a Dimaro – e che potrebbe riservare altre sorprese relative soprattutto agli affari di calciomercato. Un’estate particolare quella degli azzurri, che dal sogno scudetto si sono svegliati in maniera piuttosto brusca ma adesso sanno di poter aspirare a una stagione ancora migliore, anche se questo significherebbe necessariamente vincere il tricolore. Il Carpi lo scorso maggio ha mancato l’accesso ai playoff di Serie B, ma resta comunque una squadra interessante e tra le migliori del campionato cadetto: anche nel 2018-2019 partirà sicuramente per prendersi la seconda promozione in pochi anni, dunque ci aspettiamo un’amichevole interessante.

RISULTATI E PRECEDENTI

Il Napoli è in una situazione strana: sa bene che l’arrivo di Cristiano Ronaldo aumenta il divario dalla Juventus, e soprattutto l’addio di Maurizio Sarri non ha lasciato indifferente l’ambiente. Tuttavia al suo posto è arrivato un grandissimo allenatore come Carlo Ancelotti, e dunque sono in tanti a pensare che insieme a lui possano sbarcare a Castelvolturno grandi nomi: si sogna il ritorno di Edinson Cavani, se anche dovesse arrivare Angel Di Maria non sarebbe male. Per il momento il Napoli ha comprato Alex Meret, già fuori dai giochi per infortunio, Fabian Ruiz e Simone Verdi: magari non sono nomi che scaldino più di tanto i cuori degli appassionati, ma rappresentano sicuramente un upgrade, considerato che fino a questo momento sono partiti soltanto Pepe Reina e Jorginho che, per quanto fossero importanti, sono sicuramente sostituibili. Il Carpi come detto riparte dai playoff mancati: la squadra affidata ad Antonio Calabro non è riuscita a entrare nelle prime otto ma ha lottato per la posizione fino al termine della stagione regolare. Rinnovata, ma con la conferma del tecnico, ci riprova quest’anno sapendo di avere ancora qualcosa da dire in questo torneo.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI CARPI

Il Napoli aspetta il ritorno dei suoi nazionali, che certamente non erano pochi, e intanto si arrangia con il materiale che ha, comunque buonissimo: in porta va Karnezis, difesa con Raul Albiol e Tonelli mentre sugli esterni agiscono Hysaj e Luperto, che Ancelotti sembra aver stabilmente destinato alla fascia sinistra; in mediana potremmo vedere Allan e Rog sulle mezzali con Hamsik da playmaker, Verdi e Lorenzo Insigne gli esterni nel tridente completato da uno tra Inglese e Vinicius. Il Carpi gioca con il 4-1-4-1: davanti a Colombi ci sono Ligi e Fabrizio Poli, Pachonik il terzino destro mentre dall’altra parte dello schieramento c’è Frascatore. Davanti alla difesa si piazza probabilmente Saric; Sabbione e Giorico sulla linea mediana con Pasciuti e Piscitella (o Piu) laterali, imbarazzo della scelta per la prima punta che potrebbe inizialmente essere l’olandese Van der Heijden.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori